È trascorso poco più di un mese dall’edizione di Campania Stories, uno degli eventi più attesi dell’anno per gli amanti dei grandi vini campani.

Organizzato da Miriade e Partners in collaborazione con Ais Campania e con il sostegno della regione Campania l’evento si è svolto presso il Mec Peastum Hotel, una lussuosa struttura a pochi metri dal mare a Paestum in provincia di Salerno.

Il Covid-19 non ha per fortuna arrestato l’iniziativa che ha subito il colpo però slittando l’appuntamento con la stampa nazionale ed internazionale nel mese di Settembre.

Non proprio il massimo dal punto di vista giornalistico ma senza alcun dubbio molti vini sono arrivati in forma smagliante nelle migliori condizioni all’appuntamento.

Arrivata alla sua quarta edizione Campania Stories 2020 si è aperta con il benvenuto in diretta del Presidente della regione Campania Vincenzo De Luca e con il saluto di due nomi importanti nel panorama giornalistico enologico mondiale: Robert Camusso editore di Wine Spectator e Monica Larner editrice di Wine Advocate.

Divisa in quattro giornate dal 1 al 4 Settembre 2020 l’organizzazione ha previsto l’arrivo dei giornalisti accogliendoli con il benvenuto della conferenza stampa per illustrare dettagliatamente gli andamenti stagionali ed il programmi dei giorni seguenti.

Mercoledì 2 Settembre la degustazione inizia con i bianchi campani, il Giovedì 3 invece tocca ai rossi.

Più di 200 differenti etichette in degustazione hanno permesso alla stampa nazionale ed internazionale di valutare la crescita delle differenti aree vitivinicole ed i cambiamenti stilistici dei produttori del Sud Italia.

Molto interessanti le visite sui differenti territori (Irpinia e Benevento) che hanno permesso alla stampa di scoprire nuove realtà.

Michele Perillo e sua moglie raccontano in modo minuzioso i passaggi eseguiti in cantina per la produzione del loro Taurasi.
Bruno, proprietario di Tenuta del Meriggio ci parla dei legni usati per l’affinamento dei vini.

L’annata 2019 in Campania si conferma una splendida annata per qualità e quantità se pur leggermente inferiore all’annata precedente di circa il 6% per casi sparsi di acinellatura post allegagione.

Tendenzialmente tardiva nel germogliamento resta un’annata stabile che alterna periodi freschi primaverili con abbondanti piogge nella prima fase di maturazione a temperature elevate nel periodo estivo.

L’alternanza degli anticicloni delle Azzorre a quelli di origine subsahariana hanno dato respiro in un’annata calda e solare non di certo torrida.

Perfetta maturazione delle uve per le varietà precoci e per quelle tardive per quella che crediamo essere una delle migliori annate degli ultimi 15 anni in Campania ed in generale in tutta la penisola italiana.

Di seguito i commenti di tutti i 266 vini degustati:


Vini Rossi

Produttore Denominazione Vino Annata Score Tipo
Galardi Campania Terra di Lavoro 2017 97 Rosso

Incandescente il profilo sensoriale di estrema complessit√† che mostra sentori dark di prugne nere, more, liquirizia, asfalto bollente, foglie di t√® nero e bacche di ginepro. In sottofondo il pisto napoletano domina lo sfondo nel ricordo della cannella, della noce moscata e del coriandolo. In modo luminoso e fragrante si fa spazio la piacevolezza immediata degli agrumi di limone e bergamotto che regalano mordenza alla matrice. Corpo pieno, tannini setosi di estrema grazia e precisione d’estrazione si fondono ad un finale di natura orizzontale che incide ed incalza in lunghezza e persistenza. Meglio dal 2022.

Montevetrano Colli di Salerno Montevetrano 2009 96 Rosso

√à balsamico ed incandescente nel profilo principale che genera piacevolezza nelle note di menta piperita, foglie di eucalipto, mallo di noce verde, foglie di t√® verde e timo selvatico. In sottofondo la citronella, il sambuco e l’anice stellato impostano la scena secondaria. Corpo pieno, tannini dolci di notevole fattura ed un finale di naturale bellezza. Amabile e perfetto al momento dimostra egregiamente la grandezza di un terroir raccontato nel migliore di modi. Bevi ora.

Colli Di Castelfranci Taurasi Altavalle 2016 96 Rosso

È puro asfalto bollente nel calice e mostra un’intensità colorante di incredibile violenza. Al palato è un’ altalena sensoriale nelle note di prugne nere, more di rovo, amarene dolci, succo di arancia rossa, prugne blu e violetta selvatica. La matrice secondaria resta di uguale intensità mostrando concentrazione e brillantezza nei sentori agrumati di pompelmo rosa, cedro in pezzi e succo di mandarino. Corpo pieno, tannini setosi di grana fine ed un finale tagliente che in modo moderno chiude nell’ossimoro di un equilibrio mordente di emozionante chiosa. Meglio dal 2022.

Salvatore Molettieri Taurasi Vigna Cinque Querce 2002 95 Rosso

Incredibilmente affascinante nel profilo di delicata essenza mostra una vibrazione di notevole bellezza che emoziona nei fiori di ibisco, gerani in fiore, magnolia essiccata, sambuco, ciliegie disidratate, mallo di noce e tè verdi. In sottofondo canfora, chinotto e buccia di lime rivelano l’essenza e la grandezza di un territorio. La freschezza balsamica di menta piperita ne aumentano il profilo già complesso. Corpo medio, tannini leggermente rigidi di carattere erbaceo ed un finale dal retrogusto che ricorda i petali di rosa ed i il succo di pompelmo nell’emozione di un’annata fredda e mordente nel carattere. Tagliente al palato mostra una tensione dal carattere emozionante Bevi ora o invecchia.

Montevetrano Colli di Salerno Montevetrano 2008 95 Rosso

La partenza riduttiva lascia lentamente spazio a note piraziniche di peperoni verdi, foglie bagnate, pepe nero, coriandolo e foglia di mirto spezzato. In sottofondo le note di chinotto e di arancia arsa definiscono l’anima secondaria fuse a note di cuoio e tabacco. Corpo medio-pieno, struttura leggermente rigida ed un finale verticale di notevole progressione. Bevi ora o invecchia.

Salvatore Molettieri Taurasi Vigna Cinque Querce 2007 95 Rosso

Il colore è mordente e regala piacevolezza nei sentori di ciliegie, prugne rosse, amarene, lamponi e succo di pomplemo. Corpo pieno, tannini di grana fine perfettamente allineati con l’evoluzione in bottiglia ed un finale disteso ed avvolgente che nell’ossimoro descritto racconta l’essenza di un’annata fresca e tendenzialmente piovosa ma perfettamente interpretata. Vibrante nella chiusura al palato descrive la grandezza delle annate fresche anche sul difficile vitigno Aglianico. Bevi ora o invecchia.

Tenuta Scuotto Campania Stilla Maris 2012 95 Rosso

Nato dalla visione del produttore e della condivisione nella ricerca nel nome con un Contest sui social Stilla Maris mostra nella prima annata prodotta un’eleganza di pochi eletti. Al naso mostra pienezza e certezze sensoriali nelle note di fiori rossi pressati, violetta selvatica, liquirizia dolce, prugne nere, more e cassis. C’√® potenza sensoriale e complessit√† nelle sfumature di anice stellato e noce moscata. Corpo pieno, tannini di trama fine, perfettamente integrati e polimerizzati ed un finale radioso e brillante che in modo leggiadro chiude in estrema bellezza. Solo 1280 bottiglie prodotte. Aglianico in purezza. Bevi ora o invecchia.

Galardi Piedirosso Campania Terra di Rosso 2017 95 Rosso

Dolce a primo impatto mostra note di prugne nere, more, liquirizia, vaniglia e cannella nella matrice principale. In sottofondo è timida la presenza delle sfumature mediterranee fuse a note agrumate. Con il tempo emerge il ricordo pirazinico nella matrice ricca di peperoni verdi. Corpo pieno, struttura rigida che mostra tannini ben estratti e vellutati nella forma ed un finale che stringe dal centro palato in poi in cerca di una chiusura lunga e verticale. Meglio dal 2022.

Canonico e Santoli Aglianico Irpinia Hirpus 2015 95 Rosso

Vivace e scalpitante nel calice mostra una solida qualità nelle note nitide concentrate di prugne rosse, fragoline di bosco, liquirizia dolce, foglie di tabacco dolci, amarene sotto spirito e cedro in pezzi. In sottofondo la spaziatura si racconta con note di anice stellato e noce moscata. Corpo pieno, tannini perfettamente polimerizzati ed un finale di natura verticale e tagliente che resta mordente e dinamico fino alla chiusura leggermente amabile per nulla molesta. Meglio dal 2021.

Donnachiara Taurasi 2016 95 Rosso

Tanta energia e precisione sensoriale nel calice che offre note gentili di petali di rosa, succo di pompelmo, gerani in fiore, succo di mandarino e fiori di acacia. Corpo pieno, tannini vellutati elegante ben polimerizzati e fusi nella matrice ed un finale solido e centrato. Meglio dal 2021.

Feudi di San Gregorio Taurasi Piano di Montevergine Riserva 2014 95 Rosso

È carnoso e leggermente offuscato ed intriga nella matrice sensoriale ricca di prugne nere, more, incenso, asfalto bagnato e ferro. Corpo medio-pieno, tannini eleganti maturi e ben distribuiti nella matrice ed un finale armonico e bilanciato che in modo lineare chiudono la matrice di notevole fattura. Bevi ora o invecchia.

Le Masciare Taurasi Pian Del Bosco 2013 95 Rosso

È leggermente offuscato a primo impatto regalando note wild di fiori bagnati, terra umida, maggiorana appassita e tante prugne rosse. Corpo pieno, tannini ben estratti rigidi nella forma ed un finale unidirezionale che punta in modo deciso su verticalità ed allungo. Che bello! Meglio dal 2022.

Colli Di Castelfranci Taurasi Alta Valle Riserva 2011 95 Rosso

È etereo e incanta nella delicata potenza di un profilo sensoriale che alterna i fiori rossi ed i frutti nere di prugne, more, cioccollato fondente, tabacco dolce e pisto napoletano. Emergono in sottofondo i sentori balsamici di foglie di eucalipto, menta piperita, pepe verde e pietra bianca sbriciolata. Corpo pieno, tannini vellutati ben polimerizzati ed un finale iconico e decisamente fresco che rende giustizia ad un’annata tendenzialmente calda ma che in modo leggiadro chiude elegante e preciso. Solo 3300 bottiglie prodotte. Bevi ora o invecchia!

Montevetrano Colli di Salerno Montevetrano 2017 94 Rosso

Il mosto d’uva apre la scena sensoriale nella fragranza del frutto e nell’equilibrio sensoriale del profilo principale. L’alternanza di frutti rossi a bacca piccola con note di ciliegie, ribes, cassis, lamponi, mirto, canfora e mallo di noce. Il sottofondo √® dolce nella presenza delle note di vaniglia di Bourbon e foglie di t√® verde. Corpo medio-pieno, dinamico e slanciato al centro palato mostra una buona mordenza ed un finale brillante. Un blend di 50% Cabernet Sauvignon, 30% Merlot e 20% Aglianico. Meglio dal 2021.

Salvatore Molettieri Taurasi Vigna Cinque Querce 2008 94 Rosso

Classico e bohémien mostra tratti di fiori appassiti, foglie bagnate, maggiorana arsa, funghi tritati e cuoio. Corpo medio-pieno, tannini soffici ben estratti e fusi ed un finale leggiadro e di piacevole chiusura che chiede di tornare al calice. Bevi ora.

Stefania Barbot Irpinia Campi Taurasini Ion 2017 94 Rosso

Speziato e ricco di carattere il profilo principale di questo rosso intenso e carico nel colore viola brillante. Mostra sentori di lamponi, fragoline di bosco, mandorle tostate, crema di nocciole e terra bagnata. Corpo pieno, struttura bilanciata e profonda che in modo impeccabile mostra tannini perfettamente maturi ben polimerizzati ed un finale teso e vibrante che resta fresco e verticale nella progressione di notevole lunghezza. Meglio dal 2021.

Villa Raiano Taurasi 2015 94 Rosso

Armonico e bilanciato mostra un profilo sensoriale solido fatto di note dark che ricordano le prugne nere, le more, le amarene e la liquirizia dolce. In sottofondo √® notevole l’energia del succo di arancia che dona brillantezza alla matrice. Corpo medio-pieno, bilanciato al palato mostra dei tannini rotondi ben polimerizzati ed un finale di media lunghezza. Delizioso sin da subito ma meglio dal 2021.

Perillo Taurasi 2010 94 Rosso

Il profilo principale è ricco di carattere e mostra una pienezza da top player. I sentori principali sono le prugne rosse, il succo di arancia, la pietra calda e lo zenzero fresco. Il sottofondo ferroso rilascia ricordi ematici che emozionano sin da subito. È spezzato nella presenza della cannella in polvere ma dona freschezza grazie alle note balsamiche di menta piperita e tè verde. Corpo pieno, struttura bilanciata, tannini vellutati egregiamente polimerizzati ed un finale disteso ed amabile che chiede di tornare al calice mostrando al mondo di che stoffa sono fatti i grandi Taurasi fini ed eleganti. Bevi ora o invecchia.

Stefania Barbot Irpinia Campi Taurasini Ion 2017 94 Rosso

√à preciso ed essenziale nell’animo floreale ricco di lavanda appassita, violetta selvatica, muschio bianco, gerani in fiore e yogurt bianco. In sottofondo il cedro e la buccia di mandarino regalano freschezza e carattere alla matrice. Corpo pieno, potente e teso mostra energia e tensione nella qualit√† egregia dei tannini che sono stati estratti egregiamente. Bevi ora o invecchia.

Stefania Barbot Irpinia Campi Taurasini Ion 2016 94 Rosso

L’impronta floreale √® di delicata potenza e rivela carattere nei sentori di petali di rosa, gerani, magnolia, gelsomino e tiglio. In sottofondo √® brillante e regala piacevolezza immediata nei sentori di prugne blu e succo di mirtillo. Corpo medio-pieno, tannini di grana fine perfettamente fusi nella matrice ed un finale ampio e disteso che in modo voluminoso e verticale si avvia verso una chiusura di notevole lunghezza. Meglio dal 2021.

Salvatore Molettieri Taurasi Vigna Cinque Querce 2012 94 Rosso

Pieno ed intenso nel calice offre sentori di gerani, fiori di ibisco, violetta selvatica appassita, mandorle bianche e ciliegie mature. In sottofondo l’accenno speziato regala carattere e ne aumenta la complessità. Corpo pieno, tannini di grana fine ed un finale equilibrato e succoso che regala sin da subito la bellezza di un Aglianico elegante dai tratti gentili. Bevi ora o invecchia.

Tenuta Cavalier Pepe Taurasi La Loggia del Cavaliere Riserva 2013 93 Rosso

Energia e carattere definiscono il profilo principale con note di prugne rosse, fragole, foglie bagnate e pinoli tostati. Corpo medio-pieno, tannini morbidi ed avvolgenti ed un finale integrato e di buona piacevolezza. Bevi ora.

Masseria Piccirillo Pallagrello Nero Terre del Volturno 2018 93 Rosso

Molto floreale e di notevole bellezza sensoriale questo giovane rosso mostra sentori di lavanda, violetta, prugne blu e cassis. Corpo medio-pieno, struttura armonica e bilanciata ed un finale vibrante e disteso. Bevi ora o invecchia.

Alois Casavecchia Campania Trebulanum 2009 93 Rosso

Impressionante l’impatto floreale che regala dopo 11 anni sentori di lavanda, ibisco appassito, gerani in fiore, buccia di mandarino, succo di pompelmo e canfora. In sottofondo il carattere ematico domina la scena secondaria regalando bellezza ed autenticità. Corpo pieno, struttura distesa dalla sottile mordenza ed un finale luminoso di magra essenza ma notevole piacevolezza. Bevi ora.

Agnanum Piedirosso Campi Flegrei Vigna delle Volpi 2017 93 Rosso

Preciso e diretto nel profilo sensoriale mostra una notevole pulizia nei sentori odorosi che ricordano le fragole, le prugne rosse, i mirtilli, i fiori di campo e la citronella. Corpo pieno, struttura rotonda precisa e ben progettata che rivela dei tannini mordenti ed un finale preciso e verticale di natura moderna. Meglio dal 2021.

Nativ Irpinia Segreti 2018 93 Rosso

Intenso nel profilo principale mostra note di prugne nere, marasca, caramello dolce, fiori rossi pressati e violetta selvatica. In sottofondo c’√® una dolce energia di cedro e vaniglia che descrivono l’anima secondaria. Corpo pieno, tannini vellutati ed un finale di impostazione dolce di media lunga persistenza. Perfetto per alcuni mercati esteri. Meglio dal 2021.

Il Cancelliere Aglianico Irpinia Gioviano 2017 93 Rosso

Intrigante e complesso questo giovane rosso che mostra sentori di prugne nere, fiori di gelsomino, lavanda appassita e fragole poco mature. Corpo medio-pieno, struttura solida e compatta ed un finale di buona tensione e chiusura leggermente amarognola che regala piacevolezza ed identità. Bevi ora o invecchia.

Feudi di San Gregorio Taurasi 2015 93 Rosso

Leggermente offuscato il profilo principale che mostra note di prugne nere, salvia, maggiorana, funghi tritati e coriandolo. Corpo pieno, tannini morbidi ben rifiniti ed un finale esile ma perfettamente lineare e progressivo. Grazia e potenza si fondono nel migliore dei modi qui. Bevi ora o invecchia.

Canonico e Santoli Taurasi Horus Riserva 2014 93 Rosso

Vivace ed esuberante mostra un animo gentile ricco di fiori rossi, lavanda, succo di pompelmo, fiori di tiglio e gelsomino. Emoziona la precisione d’esecuzione del sottofondo che regala sfumature di citronella, melissa e buccia di limone. Corpo pieno, tannini vellutati ed un finale solido e compatto che mostra qualit√† e deliziosa mordenza. Meglio dal 2021.

Tenuta Cavalier Pepe Taurasi La Loggia del Cavaliere Riserva 2014 93 Rosso

Preciso ed essenziale fonde egregiamente fiori di magnolia, sambuco, tiglio ed acacia a note di ibisco e prugne rosse. Corpo pieno, solido e concentrato al palato mostra una notevole progressione grazie ai tannini maturi e mordenti ed un finale moderno ben slanciato. Bevi ora o invecchia.

Di Meo Taurasi Vigna Olmo Riserva 2013 93 Rosso

Pronunciato e ricco di note dolci regala sfumature di pasta di nocciole, vaniglia e zucchero a velo fusi a note fruttate di prugne rosse, caramello salato e gerani in fiore. Corpo pieno, tannini rotondi e ben polimerizzati ed un finale equilibrato dalla piacevole chiusura distesa ed amabile. Meglio dal 2021.

Bellaria Taurasi 2012 93 Rosso

Espressivo nel carattere floreale mostra fiori di ibisco, gerani ed acacia. Balsamico il profilo secondario che dona freschezza alla matrice. Corpo medio-pieno, tannini vivi e leggermente rustici ma ben maturi ed un finale solido e centrato. Resta leggero e performante. Che bello. Bevi ora o invecchia.

Stefania Barbot Irpinia Campi Taurasini Ion 2013 93 Rosso

È ematico e centrato nel profilo sensoriale e mostra sentori di ciliegie, canfora, muschio bianco, bacche di ginepro e noce moscata. Corpo medio-pieno, succoso e brillante nel centro palato mostra equilibrio e distensione nei tannini morbidi e rotondi ed il finale è vivace e beverino. Che gioia berlo adesso in uno stato di grazia. Bevi ora.

Stefania Barbot Irpinia Campi Taurasini Ion 2015 93 Rosso

Fiori rossi pressati ed amarene sotto spirito aprono le scene sensoriale mostrando energia e vibrazioni. In sottofondo è sottile e mostra il succo di pompelmo rosa e la polvere da sparo. Corpo medio-pieno, tannini leggermente rigidi al momento ed un finale di impressionante verticalità e lunghezza. Meglio dal 2021.

Villa Raiano Taurasi 2013 93 Rosso

È potente e deciso nel profilo principale che alterna sentori floreali di biancospino, magnolia ed ibisco a note più intense di prugne nere, more e fragoline di bosco. In sottofondo la spaziatura dona complessità nel ricordo del pepe nero e delle bacche di ginepro. Corpo pieno, struttura solida e compatta che mostra una buona acidità laterale vibrante di elegante chiosa. Bevi ora o invecchia.

Perillo Taurasi Riserva 2008 93 Rosso

Emozionante il profilo principale che mostra potenza sensoriale regalando tracce ematiche e ferrose. Lo sfondo secondario è ricco di note mature di prugne, fragole di bosco e liquirizia dolce. Corpo pieno, struttura rigida nella trama tannica ed un finale teso e vibrante che mostra una potenza devastante. Bevi ora o invecchia.

Fattoria La Rivolta Piedirosso Sannio 2019 93 Rosso

Giovane e fragrante mostra un profilo ricco di sentori precisi di prugne rosse, more, ciliegie ed amarene. I frutti a bacca piccola dominano la scena secondaria. Corpo pieno, cremoso al palato mostra dei tannini rotondi di grana fine ed un finale mordente e leggermente austero che chiede di tornare al calice. Meglio dal 2021.

Colli Di Castelfranci Taurasi Alta Valle Riserva 2007 93 Rosso

Parte in leggera riduzione rivelando un’opacità che difende la matrice principale e alterna sentori di fiori secchi, prugne rosse disidratate, pinoli tostati, maggiorana e timo appassito. Corpo medio-pieno, tannini rotondi senza spigoli ed un finale armonico e ben bilanciato che chiude in un sorso rustico.

Colli Di Castelfranci Irpinia Vadantico 2014 93 Rosso

Luminoso e definito nel calice alterna sentori di fiori rossi, prugne rosse, ribes e melograno. In sottofondo si mostra leggermente balsamico e disteso nei tannini rotondi privi di spigoli e nel finale piacevole che mostra grande bevibilità. Bevi ora.

Il Verro Pallagrello Nero Terre del Volturno 2015 92 Rosso

Prugne nere, more, liquirizia, cioccolato fondente e caramello fuso. I sentori di fiori pressati donano piacevolezza e carattere nobile alla matrice composta ma leggermente riduttiva a primo impatto. Corpo medio, tannini mordenti, ricchi di vibrazioni ed un finale sottile ed elegante che regala bellezza nella sua bevibilità. Bevi ora o invecchia.

Tenuta del Meriggio Irpinia Campi Taurasini 2017 92 Rosso

Preciso e compatto nel profilo floreale ricco di lavanda, violetta selvatica, fiori di agapanto e prugne blu. Leggera la percezione riduttiva in sottofondo che ne aumenta la complessit√† e doner√† lunghezza alla presenza dell’annata nel tempo. Corpo pieno, struttura leggermente tesa e rigida al momento ed un finale verticale che avr√† bisogno di temo per esprimersi al meglio. Meglio dal 2022.

Agnanum Piedirosso Campi Flegrei 2019 92 Rosso

Espressivo e ricco di carattere mostra qualit√† nella precisione sensoriale fatta di note che ricordano il mosto d’uva, le ciliegie, le amarene, il melograno i ribes ed i lamponi. In sottofondo √® molto piacevole la presenza della buccia di limone che rende accattivante la matrice. Corpo medio, tannini di trama fine ben polimerizzati ed un finale nitido e di estrema bellezza. Senza pretese un vino egregiamente eseguito perfetto per ogni occasione. Bevi ora.

Astroni Piedirosso Campi Flegrei Colle Rotondella 2018 92 Rosso

Polverosa a primo impatto rapisce e cattura per il profilo intrigante che lentamente rivela note di prugne nere, asfalto caldo, lamponi, fiori rossi ben fusi ad una notevole traccia ematica in sottofondo. Corpo medio-pieno, tannini leggermente rigidi ed un finale preciso di natura verticale. Delizioso ora ma meglio dal 2021.

Contrada Salandra Piedirosso Campi Flegrei 2016 92 Rosso

Ferroso e ricco di autenticità questo Piedirosso resta giovane mostrando note di prugne rosse, fragole mature, caramello salato e fiori rossi pressati. Corpo medio-pieno, struttura distesa di notevole fattura che mostra tannini morbidi e rifiniti. Il finale è piacevole ed armonico. Bevi ora.

Casa Setaro Lacryma Christi del Vesuvio Rosso Don Vincenzo Rosso 2015 92 Rosso

È fragrante e ben ricercato il profilo principale che coniuga note di prugne nere, foglie di tè, grafite e polvere da sparo. Corpo medio-pieno, tannini ben estratti che restano vivaci e mordenti ed un finale disteso che chiude in una piacevole sensazione sapida. Bevi ora o invecchia.

Tenuta del Meriggio Irpinia Campi Taurasini 2017 92 Rosso

È maturo e decadente nel profilo bohemien di tutto rispetto che coniuga la potenza floreale della lavanda in fiore e della violetta a note di prugne nere, more di rovo e cioccolato fondente. Corpo medio-pieno, struttura tesa e vibrante con tannini maturi mordenti ed un finale di media-lunga persistenza. Meglio dal 2021.

Nativ Irpinia Campi Taurasini Eremo San Quirico 2016 92 Rosso

√à preciso e nitido nel profilo principale e irradia grazia nelle note di petali di rosa, pompelmo, buccia di mandarino, foglie di eucalipto, t√® verde e mallo di noce. Il tutto √® spalmato su una matrice red gentile fatta di note che ricordano il melograno, i ribes ed i lamponi. Corpo pieno, tannini vellutati ed un finale avvolgente d’impostazione dolce. Bevi ora o invecchia.

Di Prisco Taurasi 2015 92 Rosso

Fragrante e rustico nel profilo principale alterna egregiamente note di fiori rossi bagnati a sentori fruttati di fragole, buccia di mandarino, chinotto e foglie di tè verde. Corpo medio-pieno, struttura rigida al momento ed un finale speziato e piccante. Meglio dal 2022.

Le Masciare Taurasi 2015 92 Rosso

Molto speziato nel profilo principale regala sentori di canfora, sandalo, bacche di ginepro, noce moscata e pepe bianco. Il tutto è ben fuso a note di amarene poco dolci. Corpo pieno, tannini rotondi di buona tessitura ed un finale ricco di grazia e piacevolezza. Bevi ora o invecchia.

Borgodangelo Taurasi Borgodangelo 2014 92 Rosso

Leggermente timido in partenza mostra sentori di ciliegie mature, prugne rosse disidratate, caramello salato e cassis. Corpo medio-pieno, tannini rotondi nella forma ben maturi ed un finale preciso di buona bevibilità. Meglio dal 2021.

I Capitani Taurasi Bosco Faiano 2014 92 Rosso

Tanti frutti nel calice con note di fragoline di bosco, prugne rosse, fiori di arancio, canfora e sambuco. Corpo pieno, solido e centrato al palato mostra un profilo tannico gentile ed un finale di media intensità. Ben fatto. Bevi ora.

Tenuta Cavalier Pepe Taurasi Opera Mia 2014 92 Rosso

È maturo e concerto al naso e mostra sentori di prugne rosse, pietra calda, foglie bagnate e graspo spezzato. Corpo pieno, tannini di buona fattura rotondi e ben maturi ed un finale composto di buona linearità. Leggermente amabile in chiusura è perfetto per avvicinare i giovani alla denominazione. Bevi ora.

Borgodangelo Taurasi Borgodangelo Riserva 2013 92 Rosso

È delicato ed essenziale e mostra note di gerani in fiore, petali di rosa e buccia di mandarino. Corpo medio, tannini dolci poco estratti ed un finale luminoso ben disteso. Che grazia e precisione. Bevi ora.

Stefania Barbot Taurasi Fren 2013 92 Rosso

Si rivela lentamente nel calice e regala emozioni nel ricordo dei grandi Taurasi che mostrano complessit√† sensoriale mista nelle sfumature di prugne nere, more, incenso, liquirizia, fiori bagnati, tabacco e prugne disidratate. L’accenno ai sentori terziari √® al suo stadio iniziale. Corpo medio-pieno, succoso e bilanciato al palato mostra una buona distensione ed un finale equilibrato di tessitura elegante e media lunga persistenza. Bevi ora o invecchia.

Fontanavecchia Aglianico del Taburno Vigna Cataratte Riserva 2007 92 Rosso

Classe nel profilo sensoriale nei sentori di prugne rosse, amarene, foglie di mirto e salvia. Corpo pieno, tannini vellutati di natura distesa e polimerizzata ed un finale ricco di grazia ed equilibrio. Delizioso ora potrà invecchiare egregiamente.

Salvatore Molettieri Taurasi Vigna Cinque Querce Riserva 2009 92 Rosso

Classico nello stile mostra un profilo maturo nei sentori di prugne nere, cioccolato fondente, foglie bagnate, pepe verde, mallo di noce e graspo spezzato. Corpo pieno, tannini leggermente rigidi ed un finale leggermente offuscato in chiusura intrigante di media intensità. Bevi ora.

Tenuta Cavalier Pepe Irpinia Campi Taurasini Santo Stefano 2015 91 Rosso

Floreale e luminoso nel calice offre sentori di ciliegie, marasca, mandorle bianche, fragoline di bosco e fiori di arancio. Corpo medio, tannini morbidi ben polimerizzati ed un finale di chiusura vivace e tagliente. Bevi ora.

Masseria Piccirillo Casavecchia Terre del Volturno 2018 91 Rosso

Deciso e ricco di carattere mostra energia nei sentori di prugne nere, violetta selvatica, pietra focaia, foglie bagnate e foglie di mirto spezzate. In sottofondo è polveroso e nell’intrigo sensoriale regala autenticità nelle note di polvere da sparo. Corpo medio, tannini ben estratti ed un finale disteso ed armonico. Bevi ora.

Alois Casavecchia Campania 1999 91 Rosso

Esprime garanzie nel profilo classico che offre sentori di gerani appassiti, prugne rosse disidratate, nocillo, chinotto, carne arrostita e fragoline di bosco. L’anima secondaria è ricca di sfumature erbacee e balsamiche. Corpo medio, tannini soffici poco mordenti ed un’acidità piacevole ed integrata. Bevi ora.

Alois Pallagrello Nero Terre Del Volturno Cunto 2009 91 Rosso

Preciso e maturo al naso mostra sentori di prugne nere, cioccolato fondente, mandorle bianche e fiori rossi appassiti. Corpo medio, tannini leggermente erbacei ed un finale di buona maturità leggermente magro. Bevi ora.

Tenuta del Meriggio Aglianico Irpinia 2015 91 Rosso

Le ciliegie si fondono a note di ribes, lamponi, melograno, cedro e succo di mandarino. Il sottofondo manifesta una buona energia sensoriale nelle sfumature sgrumate di lime e mandarino verde. Corpo pieno, struttura elegante ben armonica ed un finale esile ma ben presente. Bevi ora.

Cobellis Massimo Barbera Paestum Eleanico 2018 91 Rosso

√à preciso e ricco di carattere e mostra sentori di ciliegie, prugne rosse, lamponi, ribes e foglie di mirto spezzate. I n sottofondo una sottile sfumatura di rosmarino dona l’impronta mediterranea al profilo secondario. Corpo medio, struttura rotonda ben avvolgente al palato ed un finale preciso di luminosa chiusura. Bevi ora.

Astroni Piedirosso Campi Flegrei Tenuta Camaldoli Riserva 2016 91 Rosso

Rustico e wild nel profilo principale vira in differenti direzioni nella descrizione sensoriale di note che ricordano il timo, la maggiorana, le foglie di tè nero, il coriandolo e la terra nera calda. Corpo medio, struttura tannica precisa e ben estratta ed un finale luminoso nella chiusura tagliente. Bevi ora o invecchia.

La Sibilla Piedirosso Campi Flegrei Vigna Madre 2014 91 Rosso

I fiori rossi si fondono nel profilo fresco balsamico che ricorda le note di eucalipto, timo selvatico e citronella. In sottofondo è piacevole la qualità agrumata della buccia di limone e del lime. Corpo medio, tannini morbidi di buona fattura ed un finale voluminoso che resta largo e grassoso fino alla chiusura. Fresco e decisamente moderno. Bevi ora.

Casa Setaro Lacryma Christi del Vesuvio Rosso Munazei 2019 91 Rosso

Molto floreale questo giovane rosso colpisce per la pulizia sensoriale della lavanda dei fiori di agapanto e delle prugne blu. Piacevole e disteso mostra grazia nel profilo secondario con note di petali di rosa e succo di pompelmo. Corpo medio, tannini morbidi e rotondi di natura dolce ed un finale bilanciato molto piacevole. Bevi ora.

Sorrentino Lacryma Christi del Vesuvio Rosso Vigna Lapillo 2017 91 Rosso

Maturo al naso mostra sentori di prugne rosse, lamponi maturi, pinoli, vaniglia dolce e nocciole tostate. Corpo medio, tannini rotondi ed un finale luminoso di buona bevibilità. Bevi ora.

Le Masciare Irpinia Campi Taurasini 2015 91 Rosso

√à potente e si regala in tutta l’essenza fruttata ricca di note di fragole, prugne rosse, aghi di pino, canfora, fiori di limone e succo di arancia. Corpo medio, tannini di grana fine ben polimerizzati ed un finale luminoso di buona bevibilit√†. Bevi ora.

Tenuta del Meriggio Aglianico Irpinia 2015 91 Rosso

Preciso e luminoso nel calice offre note di lamponi, ribes, fiori di limone, ciliegie disidratate e buccia di arancia. Corpo medio, tannini poco estratti ed un finale bilanciato ed armonico che mostra una buona predisposizione al ritorno al calice. Bevi ora.

Cantine di Marzo Taurasi 2016 91 Rosso

Le ciliegie si fondono a note di tè verde, pietra bianca calda, pepe bianco, fiori di magnolia e tiglio. Corpo medio-pieno, struttura solida e compatta che mostra dei tannini leggermente rigidi al momento ed un finale ampio e ben disteso. Meglio dal 2021.

Pietracupa Taurasi 2015 91 Rosso

Preciso e ricco di grazia nell’animo gentile regala sentori di petali di rosa, pompelmo, timo selvatico, succo di arancia e fiori di tiglio. Corpo medio, tannini poco estratti e ben maturi al palato ed un finale bilanciato di ottima bevibilit√†. Armonico e bilanciato √® perfetto sin da subito. Bevi ora.

Vigne Guadagno Taurasi 2015 91 Rosso

Molto floreale nella matrice principale mostra note di gerani, fiori di ibisco, lamponi, ribes e melograno. Corpo medio, struttura di buona linearità che presenta dei tannini maturi leggermente rigidi al momento ed un finale teso e vibrante. Meglio dal 2021.

Vesevo Taurasi 2013 91 Rosso

Floreale e delicata la matrice principale di questo Taurasi che resta giovane e regala note di lavanda, fiori di agapanto prugne blu e pietra focaia. Corpo pieno, tannini maturi ben distribuiti ed un finale magro ma piacevole e ben eseguito. Bevi ora.

Villa Raiano Irpinia Campi Taurasini 2013 91 Rosso

È ematico nel profilo principale e mostra sentori di prugne rosse, fragole mature, caramello salato, bacche di ginepro e fiori pressati. Corpo medio, tannini maturi che mostrano grip e mordenza ed un finale luminoso di notevole fattura. Bevi ora.

Montevetrano Campania Core 2017 91 Rosso

Preciso e decadente nel profilo sensoriale mostra una delicata opulenza fatta di note che ricordano i fiori rossi pressati, le amarene mature e le more. Chinotto e bergamotto ne descrivono la scena secondaria raccontando in modo pronunciato l’animo mediterraneo. Corpo medio, tannini mordenti di buona tessitura leggermente granulosi al palato ed un finale ben bilanciato ed armonico. Bevi ora.

Tenuta Cavalier Pepe Aglianico Irpinia Terra del Varo 2016 90 Rosso

Maturo al naso mostra note di prugne nere, more e pinoli tostati. Corpo pieno, struttura compatta ed un finale disteso di buona armonia. Leggermente aperto al naso mostra buona struttura al palato. Fermentato ed affinato in cemento. Bevi ora.

Contrada Taurasi 2014 90 Rosso

È classico nel profilo sensoriale nelle note di fiori rossi, lavanda, cassis, ciliegie disidratate e buccia di limone. Corpo medio, tannini leggermente rigidi ed un finale fresco di spiccata acidità. Bevi ora.

Il Verro Casavecchia Terre del Volturno Lautonis 2016 90 Rosso

Violetta selvatica, prugne blu, lavanda, fiori di ibisco, gerani e cannella in polvere. Sottile la percezione della liquirizia in sottofondo. Corpo medio, tannini soffici poco estratti ed un finale rotondo di buona bevibilità. Bevi ora.

Fontanavecchia Piedirosso Sannio 2019 90 Rosso

Preciso e fragrante nella matrice principale questo giovane rosso mostra sentori di lavanda, violetta selvatica, fiori di agapanto e ciottolo caldo. Corpo medio, struttura definita precisa e leggermente mordente ed un finale di media tensione. Bevi ora.

Cantine del Mare Piedirosso Campi Flegrei Terrazze Romane 2018 90 Rosso

√à preciso e floreale nell’identit√† principale e regala note di lavanda, ciliegie disidratate, buccia di limone e buccia di mandarino verde. Corpo medio, tannini definiti poco estratti ed un finale luminoso e nitido nella chiusura fruttata. Bevi ora.

Mustilli Piedirosso Sannio Sant’Agata dei Goti Artus 2018 90 Rosso

Un giovane rosso prodotto da uve Piedirosso, si mostra opaco nei sentori di ciliegie disidratate e fiori bianchi che compongono il bouquet principale. Tanti fiori di limone e foglie di t√® nero in sottofondo dominano la scena secondaria. Corpo medio, struttura vibrante leggermente erbacea nell’animo ed un finale pulito di ottima tensione. Bevi ora.

Di Meo Aglianico Campania 2017 90 Rosso

I fiori rossi, le ciliegie e le amarene compongono il profilo principale fondendosi a note di fragoline di bosco poco mature e pepe bianco. Corpo medio, struttura rotonda armonica e bilanciata che mostra tannini fini ed un finale leggiadro e dinamico. Bevi ora o invecchia.

Villa Raiano Irpinia Campi Taurasini Costa Baiano 2017 90 Rosso

Preciso al naso mostra sentori di fragole, ribes, lamponi ed amarene dolci. Corpo pieno, avvolgente e bilanciato al palato mostra un profilo disteso a cui manca un po’ di grassezza per puntare all’olimpo. Delizioso ora.

Antico Castello Aglianico Irpinia Magis 2016 90 Rosso

Ematico e vulcanico a primo impatto questo giovane rosso mostra sentori di prugne rosse, fiori rossi, mandorle bianche, cedro in pezzi, canfora, sandalo e pepe bianco. La noce moscata in sottofondo ne aumenta la complessità. Corpo medio-pieno, tannini poco estratti ed un finale leggiadro e dinamico. Bevi ora.

I Favati Irpinia Campi Taurasini Cretarossa 2013 90 Rosso

Fresco nel profilo sensoriale mostra sentori di ciliegie, lamponi, ribes e foglie di t√® verdi. Corpo medio, disteso al palato mostra dei tannini soffici ben integrati nella matrice ed un finale limpido e lineare. Il bello dell’essenziale. Bevi ora.

Stefania Barbot Taurasi Fren 2016 90 Rosso

Leggermente in riduzione la partenza sensoriale che rivela lentamente le note di fragoline di bosco, salvia arsa e maggiorana appassita. Corpo medio-pieno, struttura definita e due finale leggermente pesante dal centro palato in poi con un ritorno nell’aftertasting poco armonico. Meglio dal 2021.

Contrade di Taurasi Taurasi Coste 2015 90 Rosso

Manca un po’ di precisione la matrice principale che mostra note di ciliegie poco mature, fiori rossi ed erba tagliata. Corpo medio, tannini poco estratti ed un finale magro ma ben progettato. Bevi ora.

Antico Castello Taurasi 2014 90 Rosso

L’animo principale √® decisamente fruttato e regala sfumature di amarene, prugne rosse, cioccolato fondente e maggiorana. In sottofondo la speziatura si racconta con note di pepe nero e noce moscata. Corpo medio-pieno, tannini maturi ben distribuiti nella matrice ed un finale di buona luminosit√†. Bevi ora.

Terre d’Aione Taurasi 2014 90 Rosso

Leggermente tormentato l’animo di questo Taurasi che regala note di amarene molto mature, resina, foglia di pomodoro e succo di arancia rossa. Corpo pieno, tannini ben integrati di buona fattura ed un finale definito che mostra in chiusura l’agitazione dell’animo principale portando con s√® il carattere riduttivo iniziale. Bevi ora.

Stefania Barbot Taurasi Fren 2016 90 Rosso

Estremamente floreale nell’animo gentile mostra sentori di lavanda, fiori di agapanto, tiglio, acacia, e cioccolato bianco. Le sfumature in sottofondo ricordano di ciliegie disidratate, fiori di limone e succo di mandarino e ne aumentano la complessit√†. Corpo pieno, succoso e centrato al palato mostra energia e tensione ed un finale verticale di spiccata progressione. La chiusura di chinotto e bergamotto mostra carattere e ne accresce il carattere e l’autenticit√†. Meglio dal 2021.

Tenuta del Meriggio Taurasi 2012 90 Rosso

Elegante e radioso nel profilo sensoriale mostra note di gerani in fiore, prugne rosse, marasca, fragole e cassis. Al palato è maturo e pieno, mostra dei tannini rotondi ed un finale morbido e di buona tensione. Bevi ora.

Tenuta del Meriggio Taurasi 2014 90 Rosso

Luminoso e fragrante mostra note di prugne rosse, ciliegie, ribes, lamponi e lavanda pressata. Vibrante in sottofondo mostra tensione e struttura. Corpo medio-pieno, struttura compatta ed un finale di buona piacevolezza moderno e progressivo. Bevi ora.

Fattoria La Rivolta Aglianico del Taburno 2017 90 Rosso

È solido e compatto nella matrice principale e mostra sentori di prugne rosse, pinoli tostati, radice di ginseng e chinotto. Corpo medio, tannini leggermente rigidi al momento ed un finale di buona distensione. Meglio dal 2021.

Fattorie Ciabrelli Aglianico Sannio Anthos 2016 90 Rosso

È succoso e bilanciato nel profilo principale nei sentori di prugne nere, more, amarene, liquirizia e cioccolato fondente. Corpo medio, struttura rotonda e due finale bilanciato. Bevi ora.

Fattorie Ciabrelli Beneventano Solo 2015 90 Rosso

Sentori di prugne nere, more, fiori rossi pressati, foglie di eucalipto, menta piperita e violetta selvatica. Corpo medio, struttura rotonda ben slanciata ed un finale agile e scattante. Un blend di Sangiovese, Aglianico e Barbera.

Terre Stregate Aglianico Beneventano Costa del Duca 2015 90 Rosso

Sentori maturi di prugne nere, more, amarene dolci e pinoli tostati. Leggermente rustico il profilo sensoriale in sottofondo con note offuscate. Corpo medio-pieno, piacevole e disteso al palato mostra dei tannini rotondi ed un finale di media persistenza. L’affinamento nei diversi legni di ciliegio, rovere e noce conferisce un carattere deciso. Un blend di Aglianico, Sciascinoso e Piedirosso. Bevi ora.

Contrada Aglianico Irpinia 2016 89 Rosso

Preciso al naso mostra sentori intriganti floreali di lavanda appssita, ibisco, pepe bianco e gerani. Corpo medio, tannini soffici ed un finale fresco e beverino che induce salivazione e voglia di tornare al calice. Bevi ora.

Masseria Piccirillo Pallagrello Nero Terre del Volturno 2015 89 Rosso

Bohémien ed essenziale mostra un profilo sensoriale di fiori rossi pressati, affumicato, pepe bianco, marasca e liquirizia e nocillo. Corpo medio, tannini morbidi ed un finale disteso di buona bevibilità. Bevi ora.

Vinosia Aglianico Irpinia Sesto a Quinconce 2012 89 Rosso

Molto maturo al naso mostra sentori di prugne nere, more, anice stellato, liquirizia e gerani pressati. Corpo medio-pieno, tannini rotondi soffici nell’estrazione ed un finale di media tensione e buona scorrevolezza. Bevi ora.

Monserrato Barbera Sannio 2019 89 Rosso

Solido e compatto nel profilo principale mostra sentori di prugne nere, more, liquirizia dolce e foglie di tè nero. Tante fragole in sottofondo rendono di buona dolcezza la matrice secondaria. Corpo medio, struttura di buona acidità e tensione con tannini leggermente vibranti ed un finale secco e tagliente. Ben fatto. Bevi ora.

Bosco de Medici Pompeiano Pompeii 2019 89 Rosso

Ancestrale nel carattere mostra una leggera torbidezza nel profilo principale dal quale emergono sentori di cassis, mirto, foglie di tè nero ed erba bagnata. I lamponi ed i mirtilli pressati dominano la scena secondaria. Corpo medio, esile al palato mostra una buona struttura ed un finale leggermente salato. Bevi ora.

Bosco de Medici Pompeiano Agathos 2018 89 Rosso

Offuscato e leggermente chiuso a primo impatto mostra sentori di prugne nere, more, foglie di tè nero e cumino. Corpo medio, struttura magra, tannini poco estratti e due finale leggermente semplice. Bevi ora.

Martusciello Salvatore Piedirosso Campi Flegrei Settevulcani 2018 89 Rosso

Floreale e fruttato il profilo principale di questo giovane rosso che mostra sentori di fiori rossi, fragoline di bosco, prugne disidratate e pinoli tostati. Corpo medio, struttura definita rotonda e morbida al palato ed un finale leggermente semplice a cui manca un po’ di tensione e vibrazione. Bevi ora.

Villa Matilde Falerno del Massico 2016 89 Rosso

Fresco e fragrante nel profilo principale mostra note di lavanda, fiori di ibisco, gerani e tiglio. In sottofondo il mallo di noce e le foglie di t√® verdi regalano un’impronta “green” alla matrice. Corpo medio, tannini morbidi ed un finale di impostazione dolce decisamente “ruffiano” di buona bevibilit√†. Bevi ora.

De’ Gaeta Irpinia Campi Taurasini De’ Gaeta 2015 89 Rosso

“Red” nell’animo principale mostra note di lamponi, ribes, melograno, fragole e tante prugne mature. Corpo medio, tannini poco estratti che restano mordenti al palato e che mancano leggermente di maturit√† ed un finale di media tensione. Bevi ora.

Delite Irpinia Campi Taurasini Nonna Seppa 2013 89 Rosso

Vivace e dinamico il profilo principale che mostra note di prugne rosse, amarene sotto spirito, fiori rossi pressati, zenzero fresco e fragoline di bosco mature. Corpo pieno, tannini morbidi ed un finale un po’ pesante. Bevi ora.

Luigi Tecce Taurasi Poliphemo Riserva 2015 89 Rosso

Leggermente stanco nel profilo principale mostra in modo evidente sentori terziari di cuoio, ferro, terra bagnata e fiori secchi. Corpo medio-pieno, struttura semplice con tannini poco estratti ed un finale un po’ semplice. Bevi ora.

Luigi Tecce Taurasi Puro Sangue Riserva 2015 89 Rosso

Ricco e contrastato il profilo principale che alterna note di prugne nere ed asfalto caldo tipica dei profili dark a sentori di fiori bagnati e gelsomino appassito. Corpo pieno, struttura leggermente offuscata al palato ed un finale disteso di media tensione. Bevi ora.

Stefania Barbot Irpinia Campi Taurasini Ion 2014 89 Rosso

È gentile e poco pronunciato il profilo principale che offre sentori di fiori secchi, erba bagnata, tiglio appassito e gerani. Corpo medio, tannini leggermente rustici ed un finale di media intensità. Bevi ora.

Mustilli Piedirosso Sannio Sant’Agata dei Goti Artus 2015 89 Rosso

La prima annata in anfora invecchia egregiamente nei sentori di prugne rosse disidratate, pinoli tostati, incenso, resina e fiori di acacia appassiti. Corpo medio, struttura rotonda di buon grip e mordenza ed un finale luminoso. Bevi ora.

Fontanavecchia Aglianico del Taburno Vigna Cataratte Riserva 2008 89 Rosso

Carismatico ed autentico il profilo di questo Aglianico che resta compatto e solido nei sentori di prugne nere, maggiorana, salvia arsa e carne arrostita. Corpo medio-pieno, leggermente dolce al palato mostra un finale deciso di natura rustica. Bevi ora.

Fattoria Ciabrelli Barbera Sannio Repha’el 2017 88 Rosso

Centrato e preciso nel profilo sensoriale mostra maturità nei sentori di fragole, prugne rosse, amarene e pietra calda. In sottofondo la leggera percezione del cioccolato rende attraente ed accattivante la matrice. Corpo medio, struttura rotonda ed un finale esile ma ben disteso nella media progressione. Bevi ora.

Donnachiara Aglianico Irpinia 2017 88 Rosso

Maturo e ben disteso al naso mostra sentori di lamponi, fragoline di bosco, cedro, buccia di mandarino e pepe bianco. Corpo pieno, tannini ben estratti ed un finale leggermente seccante in chiusura. Bevi ora.

Feudi di San Gregorio Aglianico Irpinia Serpico 2014 88 Rosso

È centrato e bilanciato e mostra sentori di prugne nere, foglie di tè, terra bagnata e stecca di liquirizia. Corpo pieno, tannini rotondi ed un finale che slega leggermente la parte odorosa da quella alcolica. Bevi ora.

Contrade di Taurasi Taurasi Vigne d’Alto 2015 88 Rosso

Leggermente stanco nel profilo principale mostra sentori di prugne disidratate, caramello salato, terra bagnata e peperoni verdi. Corpo medio, struttura semplice ed un finale a cui manca un po’ di tensione e grassezza. Bevi ora.

Delite Taurasi Pentamerone 2012 88 Rosso

Vivace nel profilo sensoriale mostra note di prugne rosse, caramello dolce, succo di arancia e fiori di limone. In sottofondo la matrice √® dominata da note dolci di vaniglia e zucchero a velo. Corpo pieno, tannini morbidi di natura vellutata ed un finale leggermente dolce per la quantit√† importante di legno. Meglio dal 2022 ma sicuro meglio con un po’ meno di legno nuovo.

Cantine di Marzo Aglianico Irpinia 2018 87 Rosso

Leggermente vinoso il profilo principale che mostra foglie bagnate, fiori di gelsomino pressati, lavanda e mirtilli. Corpo medio, tannini poco estratti, esile al palato mostra un finale semplice a cui manca un po’ di tensione e lunghezza. Bevi ora.

Nativ Aglianico Irpinia Blu Onice 2017 87 Rosso

Molto dolce al naso mostra note di fragole mature, marmellata di prugne, nocciole tostate, crema pasticcera e vaniglia. Corpo pieno, tannini dolci poco mordenti ed un finale amabile che chiude in modo luminoso. Ben fatto ma non proprio il mio stile. Bevi ora.

Tenuta Cavalier Pepe Irpinia Campi Taurasini Santo Stefano 2015 87 Rosso

Molto maturo al naso mostra sentori di prugne disidratate, fiori rossi pressati, pepe bianco e foglie di eucalipto. Corpo medio-pieno, tannini leggermente seccanti ed un finale a cui manca un po’ di armonia e grazia. Bevi ora.

Perillo Taurasi Riserva 2000 87 Rosso

È selvaggio e di natura wild la struttura sensoriale che mostra note bohémien di fiori rossi pressati, carne arrostita, funghi tagliati, terra bagnata e cacao in polvere. Riduttivo il carattere del profilo secondario che manca un po’ di brillantezza. Corpo medio, struttura semplice ed un finale in discesa. Bevi ora.

La Guardiense Aglianico Campania 2019 87 Rosso

È Delicato nel profilo principale e mostra sentori di buccia di mandarino, pompelmo rosa, fiori di magnolia e buccia di limone. Corpo medio, struttura leggermente magra a cui manca un po’ di equilibrio ed un finale a cui manca un po’ di mordenza. Bevi ora.

Villa Dora Lacryma Christi del Vesuvio Gelsonero 2018 86 Rosso

Opulento al naso mostra note di prugne nere, more, asfalto caldo, radice di ginseng e noce moscata. Corpo medio-pieno, struttura semplice a cui manca un po’ di tensione e mordenza ed un finale di breve persistenza. Bevi ora.

Villa Matilde Roccamonfina Cecubo 2014 86 Rosso

Fresco e balsamico al naso mostra note di gerani, fiori di gelsomino, melograno, ribes e fiori di tiglio. Speziato il sottofondo che ricorda l’anice stellato. Corpo medio-pieno, tannini estratti poco mordenti ed un finale leggermente piatto. L’avrei preferito con pi√π carattere e tensione. Bevi ora.

Benito Ferrara Aglianico Irpinia Vigna Quattro Confini 2017 86 Rosso

Concentrato ed opulento nella matrice principale questo giovane rosso mostra sentori di prugne nere, more selvatiche e cannella in polvere. In sottofondo la liquirizia dolce e la vaniglia impostano la scena secondaria. Corpo pieno, struttura rotonda ed un finale d’impostazione dolce. Perfetto per alcuni mercati esteri. Bevi ora.

Regina Collis Taurasi Hircinus 2014 86 Rosso

Maturo nel profilo sensoriale mostra un profilo leggermente alcolico che copre i sentori di amarene sotto spirito e liquirizia. Corpo pieno, tannini poco mordenti ed una chiusura docile a cui manca un po’ di tensione e profondit√†. Bevi ora.

Amarano Taurasi Principe Lagonessa 2012 86 Rosso

Leggermente surmaturo il profilo principale che mostra sentori di foglia di pomodoro, pinoli tostati, aghi di pino e marmellata di fragole. Corpo medio, tannini leggermente secchi ed un finale in discesa poco disteso. Bevi ora.

Villa Dora Lacryma Christi del Vesuvio Rosso Forgiato 2018 85 Rosso

Maturo e potente nel profilo principale mostra sentori di fragole, prugne rosse disidratate, aghi di pino, pinoli tostati, maggiorana e cumino. Corpo medio-pieno, tannini leggermente secchi ed un finale magro che slega la parte alcolica da quella odorosa. Bevi ora.

Regina Collis Irpinia Campi Taurasini Valens 2015 85 Rosso

Leggermente surmaturo al naso mostra sentori di prugne disidratate, caramello salato, olive verdi e noce moscata. Tanta vaniglia e resina dominano la scena secondaria. Corpo medio-pieno, alcolico al palato mostra dei tannini poco mordenti ed un finale semplice a cui manca tensione e progressione. Bevi ora.

Il Cancelliere Taurasi Nero Né 2015 85 Rosso

Stanco ed in declino la matrice sensoriale che mostra note poco accattivanti di prugne nere disidratate, cuoio, pinoli tostati e terra bagnata. Corpo medio, tannini rotondi ed un finale poco nitido nella chiusura e nell’aftertasting. Non proprio il mio stile.

Cantine di Marzo Aglianico Irpinia 2017 84 Rosso

Pesante il profilo principale che mostra note vinose ed alcoliche nel calice. Timido il profilo sensoriale che ricorda le prugne rosse disidratate e la resina. Corpo medio, tannini poco estratti ed un finale semplice leggermente piatto. Non primo il mio stile. Bevi ora.

Vini Bianchi

Produttore Denominazione Vino Annata Score Tipo
Sammarco Ettore Costa d’Amalfi Ravello Bianco Vigna Grotta Piana 2019 97 Bianco

La complessit√† sensoriale √® devastante ed inscena un monologo fruttato di natura esotica che in modo gentile e delicato regala piacevolezza immediata. L’altalena sensoriale prende il via nelle note di papaya, ananas, mango e litchii per poi lasciare lentamente spazio in un climax elitario a note di canfora, pepe bianco, mallo di noce e pietra calda sbriciolata. Corpo pieno, solido e denso al centro palato mostra una precisione da top player ed una grazia di pochi eletti. La chiusura speziata incanta e rende l’assaggio intrigante dal primo all’ultimo sorso. Riflessivo e contemplativo si candida ad essere uno dei migliori bianchi made in Campania.

Marisa Cuomo Costa d’Amalfi Furore Bianco Fiorduva 2018 97 Bianco

Molto pronunciato al naso ricorda i grandi vini bianchi di Bordeaux nella totale essenza ricca nel carattere internazionale del Semillon e di altri grandi vitigni. Siamo in Campania per√≤ nel vigneto prefillossera ricco di rocce dolomitiche e calcaree della Costa Amalfitana. Le note di pesche gialle, miele di acacia e sciroppo d’acero impostano la struttura principale raccogliendo come calamite le sfumature di cedro e timo appassito. Il sottofondo emozionante miscela in modo sapiente evitando l’ostentazione la dolce qualit√† della curcuma, dello zafferano e del pepe bianco. C’√® di pi√π nella matrice complessa che vede l’alternanza dei picchi di albicocche dolci ai fiori di ginestra e del mango disidratato. Corpo pieno, potente e strutturato al palato mostra un’energia dei top player che dalla pienezza del volume concentra le sue energia nel lungo finale verticale nell’intreccio inverecondo della spirale vorticosa potenza-eleganza. Mostra opulenza e carattere da vendere nella cornice che sfiora la perfezione d’esecuzione in uno dei vini pi√π entusiasmanti che esistono al mondo. Un blend di vitigni autoctoni campani di 30% Fenile, 30% Ginestra e 40% Ripoli. Bevi ora o invecchia.

Sorrentino Lacryma Christi del Vesuvio Bianco Superiore Vigna Lapillo 2018 95 Bianco

Trasparente nel calice mostra una notevole eleganza nel profilo visivo accendendo la voglia e l’immaginazione. Al naso √® vivo ed il colore scarico nulla toglie all’energia dei petali di rosa che si fondono al succo di pompelmo, al cedro e ai fiori di gelsomino. C’√® di pi√π nella dolce presenza delle mandorle dolci che incontrano il mallo di noce, l’erba tagliata ed il malto d’orzo in sottofondo. Corpo medio-pieno, potente e di notevole fattura il centro palato avvolgente e bilanciato che dispensa energia e bellezza in ogni secondo della degustazione per arrivare esaltato al finale ampio e radioso che racconta al mondo di che stoffa √® fatto il Vesuvio. Wow, Vigna Lapillo chiede di tonare al calice immediatamente nella perfetta sintonia che c’√® tra il Caprettone e la Falanghina nel blend perfettamente indovinato. Bevi ora o invecchia.

Sammarco Ettore Costa d’Amalfi Ravello Bianco Selva delle Monache 2019 95 Bianco

Delicato e performante la matrice in questione che offre note di pompelmo rosa, buccia di mandarino, zenzero fresco, foglie di t√® verdi e foglie di eucalipto. Corpo pieno, solido e compatto al centro palato mostra struttura corpo e persistenza nella sincronia dell’equilibrio. La chiusura speziata colpisce e denota qualit√†. Che bello! Bevi ora o invecchia.

La Sibilla Falanghina Campi Flegrei Cruna del Lago 2017 95 Bianco

Emozionante e di unica fattura il profilo sensoriale di estrema eleganza e complessità di un fenomeno made in Campania che regala note di canfora, foglie spezzate, mirto selvatico, curcuma, zafferano, pisto napoletano, ginestra in fiore, succo di mandarino e noce moscata. Semplicemente incredibile nella fattura sensoriale mostra una tessitura di notevole impostazione che regala tratti rustici al palato con freschezza ed acidità importanti ed un finale teso e verticale di natura moderna e futuristica. Emozionante rompe gli schemi regalando piacevolezza ed armonia. Meglio dal 2021.

Cantine di Marzo Greco di Tufo Ortale 2018 95 Bianco

Grazioso ed essenziale il profilo principale di Ortale 2018 che mostra eleganza e visione moderna nelle note di petali di rosa, succo di pompelmo, biancospino, tiglio e melissa. In sottofondo l’animo gentile si regala nelle sfumature di mandorle bianche e cioccolato fuso. Corpo pieno, al palato mostra energia e tensione giocando su un’altalena di sensazioni che toccano la sfera emotiva avvicinando il dolce, il salato, l’acido e l’amaro nella perfetta sincronia dei grandi bianchi campani. Bevi ora o invecchia.

Montevetrano Campania Core Bianco 2019 95 Bianco

Progressivo ed incalzante il profilo sensoriale di Core 2019 che mostra sentori misti floreali e fruttati che in modo definito riempiono il calice. Potente nelle note di papaya, percoche e ginestra fonde egregiamente il profilo secondario nelle sfumature di gelsomino ed acacia. Speziato nella tridimensionalità della cornice regala accenni di pepe bianco e coriandolo. Corpo pieno, rotondo e grassoso nella matrice vino mostra potenza e precisione ben fuse ad un finale delicato ed amabile nella chiusura luminosa. Un blend di 50% Fiano e 50% Greco. Meglio dal 2021.

Cobellis Massimo Coda di Volpe Paestum Eleanico bianco 2018 94 Bianco

Opulento e potente mostra energia e concentrazione nelle note di ginestra, camomilla, acacia, succo di arancia e buccia di limone. In modo pronunciato manifesta un profilo sensoriale dolce ricco di note che ricordano il caramello fuso e le nocciole tostate. Corpo pieno, struttura voluminosa precisa e perfettamente bilanciata ed un finale orizzontale che persiste al palato per quasi un minuto. Una delle migliori Coda di Volpe del tasting. Bevi ora o invecchia.

Contrade di Taurasi Campania Grecomusc’ 2017 94 Bianco

Espressivo e mediterraneo mostra precisione e consapevolezza nella fermentazione alcolica condotta alla perfezione. I sentori di tiglio, acacia e gelsomino impostano la scena principale, i fiori di limone ed il pepe bianco quella secondaria. Corpo pieno, piccante e concentrato al palato mostra una devastante grazia e concentrazione che esaltano durante il tasting ed emozionano a primo impatto. Che bello. Bevi ora o invecchia.

Pietracupa Falanghina Campania Pietracupa 2019 94 Bianco

√à complesso e ricco di fascino il profilo principale di questa Falanghina che mostra note differenti di magnolia, tiglio, erba tagliata, kiwi poco maturi e gerani in fiore. Corpo pieno, struttura cremosa che per nulla risulta pesante ed un finale in crescendo che mostra tensione e cremosit√†. Resta leggermente compresso per regalarsi lentamente, sar√† per questo molto interessante vedere l’evoluzione nel tempo. Meglio dal 2021.

Rocca del Principe Fiano di Avellino 2018 94 Bianco

Espressivo ed autoritario mostra note di fiori gialli pressati, pietra calda, zenzero, zafferano e pepe verde. Complesso ed unico nel profilo sensoriale si esalta nel profilo gustativo che mostra un profilo disteso egregiamente realizzato ed un finale che coniuga in modo energico volume e verticalit√†. Mi piace la chiusura speziata che ricorda la cannella in polvere e la noce moscata nell’aftertasting. Bevi ora o invecchia.

Pietracupa Fiano Campania Pietracupa 2018 94 Bianco

√à maturo e si esalta nell’intreccio delle note che ricordano la delicata percezione ossidativa dei grandi Champagne nelle sfumature delle mele tagliate e lasciate all’aria, nel marzapane, nella noce moscata e nel pepe bianco. Di corpo pieno mostra una struttura leggermente rustica vibrante che o ami o odi ed un finale elegante di natura verticale e progressista. Bevi ora o invecchia.

Cantine di Marzo Greco di Tufo Laure 2018 94 Bianco

Complesso ed autoritario resta compresso nei sentori odorosi per regalarsi lentamente nel tempo. Si evidenziano tracce di erba tagliata, malva, melissa, tiglio, t√® verde e mallo di noce. In sottofondo l’animo balsamico si regala con note di kiwi poco maturi e foglie di eucalipto. Corpo medio-pieno, struttura tagliente moderna ed attuale ed un finale preciso di natura incandescente. Che tensione! Meglio dal 2021.

Villa Raiano Fiano di Avellino Alimata 2013 94 Bianco

Classe da vendere nel bouquet aromatico che regala in modo potente ed energico sentori di fattura definita che ricordano il fieno, le foglie di tè verdi, le pietre bianche sbriciolate, il caramello fuso ed i fiori bianchi pressati. In sottofondo la spaziatura di pepe bianco e noce moscata regala piacevoli emozioni. Corpo medio-pieno, disteso ed ampio nella matrice mostra una sottile densità e una quasi perfetta estrazione dei composti dalla matrice. Il finale è succoso e integro e chiude in modo equilibrato ed emozionante. Bevi ora o invecchia.

Villa Raiano Fiano di Avellino Ventidue 2013 94 Bianco

Da terreni calcareo argillosi si produce un vino intrigante nel profilo principale che rivela nel calice note di albicocche disidratate, fiori bianchi pressati, yogurt bianco, buccia di limone e cedro in pezzi. Corpo medio-pieno, struttura morbida ed avvolgente che mostra precisione e tensione ed un finale luminoso e fragrante che emoziona ad ogni sorso. Colpisce per la tridimensionalità della matrice che gioca su sapidità, dolcezza e carattere effervescente. Bevi ora o invecchia.

Villa Raiano Greco di Tufo Ponte dei Santi 2018 94 Bianco

Impervia nella bellezza singolare di un’eccellenza mediterranea questo giovane bianco prodotto con uve Greco raccolte a Tufo patria e giusta dimora di un vitigno versatile conosciuto in tutto il mondo. I sentori di pesche bianche si fondono al melone, ai fiori di acacia e di tiglio e generano il profilo principale. Lo sfondo si tinge di note verdi che si descrivono con timo e maggiorana nella bellezza sensoriale di un purosangue made in Avellino. Corpo medio-pieno, succoso e tridimensionale nella struttura si completa con un finale luminoso e radioso di visione futuristica e di stampo verticale. Meglio dal 2021.

Rocca del Principe Fiano di Avellino Neviera 2019 94 Bianco

É gentile e luminoso nel profilo principale che offre note di gerani, mandorle bianche, mallo di noce, kiwi poco maturi e fieno. L’erba tagliata si fonde a note di pietra pomice, timo selvatico e citronella definendo in modo radioso il profilo secondario. Corpo pieno, strutturato e ricco nella tessitura polifenolica mostra grinta e tensione tipica dei grandi vini bianchi del Sud Italia. Macerazione di 15 ore e battonage sulle fecce per circa 5 giorni prima di iniziare la fermentazione. Meglio dal 2022 quando sarà sul mercato.

Rocca del Principe Fiano di Avellino Tognano 2018 94 Bianco

Essenziale e ricco di energia il profilo principale di questo Fiano maturo egregiamente eseguito. Si alternano sentori di pesche bianche, erba tagliata, timo selvatico, foglie di tè verde ed eucalipto. In sottofondo la balsamicità prosegue nelle sfumature di kiwi poco maturi e pepe bianco. Corpo pieno, struttura cremosa di qualità eccelsa ed un finale armonico e bilanciato che emoziona ad ogni sorso. Macerazione di 15 ore. Da piante vecchie 30 anni. Bevi ora o invecchia.

Rocca del Principe Fiano di Avellino Tognano 2016 94 Bianco

È preciso e succoso nella gentilezza sensoriale che mostra una mordenza ed un carattere fresco e floreale. I fiori di magnolia si fondono a note di canfora, tiglio, acacia, pepe bianco, fiori di limone e gelsomino. È composto e ben disteso al palato restando esile nella struttura ma performante dal centro palato in poi. La chiusura è armonica e bilanciata. Delizioso ora.

Colli Di Castelfranci Fiano di Avellino Pendino 2002 94 Bianco

È amore a prima vista e l’emozione è tanta nel ricordo di un profilo sensoriale che raramente incontri nella vita. Resta fresco e brillante raccontando a pieno la sapienza di un vero vignaiolo conoscitore del vitigno. Questo Fiano nel calice matura un profilo multiforme nel ricordo di un genio che regala essenza e territorialità di un vitigno dalle incredibili potenzialità. Al naso alterna sentori di fiori di ginestra, camomilla, zafferano, canfora, albicocca disidratata, buccia di mandarino, fiori di limone, zenzero fresco e foglie di tè verdi. Sottile nel profilo idrocarburico si avvicina a sentori tipici delle varietà che invecchiano nel migliore dei modi. Corpo medio, struttura leggiadra e dinamica che in modo scattante e magra resta teso e di innaturale lunghezza. Uno dei Fiano più grandi mai degustati nella mia vita.

Colli Di Castelfranci Greco di Tufo Grotte 2002 94 Bianco

È maturo e preciso in un profilo tridimensionale che rivela sentori di ginestre, fiori di zucca, caramello salato, mango disidratato, nocciole tostate e foglie di tè verde. In sottofondo le sfumature di cedro e rosmarino rivelano l’essenza mediterranea sempre gradita. Corpo medio-pieno, struttura polifenolica dalla texture tipica dei rossi ed un finale cremoso e voluminoso che mostra una freschezza di pochi eletti. In perfetta forma mostra la grandezza di una grande annata in Irpinia. Bevi ora o invecchia.

Contrada Fiano di Avellino Selvecorte 2015 93 Bianco

Carattere e territorialità si traducono nel calice nell’altalena sensoriale dei fiori bianchi e fiori gialli di camomilla ed elicriso. Complesso e solido il profilo secondario che rivela note di ginestra, pepe bianco, mandorle e mallo di noce. Corpo pieno, setoso al palato mostra densità e piacevole grassezza ed un finale armonico e bilanciato. Nuova scoperta che emoziona sin da subito. Solo 4000 bottiglie prodotte. Bevi ora o invecchia.

Sorrentino Caprettone Vesuvio Benita ’31 2019 93 Bianco

Concentrato e progressivo il profilo principale che offre note di gerani, ginestra, pesche gialle e curcuma. In sottofondo c’√® complessit√† ed autorit√† nella presenza dei fiori di arancio e del cedro. Corpo pieno, bilanciato e voluminoso al palato mostra rotondit√† e profondit√† nella chiusura di media lunga persistenza. Bevi ora o invecchia.

Alois Pallagrello Bianco Terre del Volturno Morrone 2018 93 Bianco

Intenso e vibrante il profilo principale di questo bianco made in Campania che mostra note di pesche bianche, albicocche, gerani e mallo di noce. In sottofondo la balsamicit√† della fresca annata tardiva in Campania regala sfumature di eucalipto e menta piperita. Corpo pieno, bilanciato e progressivo resta compatto dall’ingresso al palato fino alla chiusura. Delizioso ora si esalter√† nei prossimi 4 anni.

Agnanum Falanghina Campi Flegrei Falanghina 2019 93 Bianco

Complesso e ricercato il profilo principale ricco di note che ricordano le percoche, le albicocche il cedro ed i fiori di arancio. Sulfureo il carattere del profilo secondario che dona autorità ed essenza alla matrice. Corpo pieno, solido e compatto rivela la devastante progressione dal centro palato in poi. Bevi ora o invecchia.

Astroni Falanghina Campi Flegrei Colle Imperatrice 2018 93 Bianco

Geniale e visionario il profilo principale che regala una delicata potenza tipica dei top payer e dei grandi terroir. I sentori principali si identificano nelle note di pesche bianche ben fuse a note di elicriso, ginestra, cumino, pepe bianco e sabbia incandescente. Al palato è voluminoso e strutturato, mostra una buona tensione ed un finale avvolgente. Love it. Bevi ora o invecchia.

Cantine di Marzo Fiano di Avellino 2019 93 Bianco

Ricco ed espressivo ben coniuga la piacevolezza e la grazia nitida degli esteri di fermentazione con note ben più complesse di pepe bianco, pietra calda, zucchero a velo e foglie di tè verde. Corpo pieno, struttura grassa e voluminosa che incanta a primo impatto ed un finale rotondo ed amabile che dal centro palato descrive una parabola crescente di piacevolezza. Bevi ora.

Feudi di San Gregorio Fiano di Avellino Pietracalda 2019 93 Bianco

Preciso ed essenziale mostra nel calice note di fiori bianchi di magnolia, tiglio ed acacia ben fusi a tratti mediterranei di timo e maggiorana. Corpo pieno, strutturato e leggermente rustico e wild al palato mostra tensione e piacevole progressione. Ben fatto. Meglio dal 2021.

Colli di Lapio Fiano di Avellino 2018 93 Bianco

Vivace e scalpitante nel calice offre note di magnolia, gerani, biancospino e gelsomino. In sottofondo le note di mandorle e cioccolato bianco dominano la scena secondaria regalando complessità. Corpo pieno, struttura voluminosa ben lavorata con battonage ed un finale pieno ed avvolgente. Bevi ora o invecchia.

Feudi di San Gregorio Greco di Tufo Cutizzi 2019 93 Bianco

Ricco e pronunciato mostra energia da vendere nei tratti floreali perfettamente fusi alle note di pesche bianche, ananas, pompelmo rosa e gerani in fiore. Mi piace l’energia del sottofondo che si manifesta con la buccia di mandarino ed il succo di limone. Corpo pieno, struttura armonica ben bilanciata ed un finale radioso ed essenziale. Bevi ora o invecchia.

Pietracupa Greco Campania Pietracupa 2018 93 Bianco

Radioso ed esaustivo il profilo principale di questo Greco lavorato senza paura del contatto della matrice vino con l’ossigeno. Si racconta con note di zenzero fresco, caramello salato, iodio marino e pietra calda sbriciolata. Al palato √® teso e vibrante e si slancia verso una chiusura salata figlia del territorio. Emozionante e di sicuro unico nel suo genere. Bevi ora o invecchia.

Cantine di Marzo Greco di Tufo Vigna Serrone 2018 93 Bianco

I petali di rosa si fondono a note di gerani in fiore, tiglio, gelsomino e timo selvatico impostando la scena principale. La secondaria mostra energia e tensione nelle sfumature agrumate che ricordano il mandarino verde di Calabria ed il lime. Corpo pieno, maturo e centrato nel profilo principale rivela pienezza e concentrazione tipica dei grandi terroir. Meglio dal 2021.

Feudi di San Gregorio Greco di Tufo Chianchetelle 2017 93 Bianco

Incandescente nel profilo sensoriale regala un’armonia autentica ed espressiva che vira in differenti direzioni. La qualit√† sensoriale si manifesta nei sentori di pesche bianche, melissa, tiglio, magnolia, acacia e foglie bagnate descrivendo una matrice principale decisamente floreale ma complessa e ricca d’identit√†. Corpo pieno, struttura compatta deliziosa nella succosit√† e nella fragranza ed un finale piccante. Bevi ora o invecchia.

Villa Raiano Greco di Tufo Contrada Marotta 2013 93 Bianco

A 650 metri sul livello del mare con esposizione Sud-Est si produceva il Contrada Marotta di Villa Raiano ormai purtroppo non prodotto pi√π. I sentori di percoche, albicocche disidratate, resina, fiori di sambuco, ginestra e miele si fondono per comporre il profilo principale. Corpo pieno, voluminoso all’attacco al palato mostra tensione e struttura polifenolica ed un finale leggermente rustico che rivela essenza e carattere di un purosangue made in Montefusco. Bevi ora o invecchia.

Colli Di Castelfranci Fiano di Avellino Paladino 2016 93 Bianco

È complesso e presenta un profilo sensoriale maturo e pieno in uno stato di grazia attuale nello slancio sensoriale che rivela note di miele di acacia, fieno, malto d’orzo, cannella in polvere e coriandolo. Mostra eleganza nei sottili tratti di albicocche disidratate e mango dolce. Corpo pieno, struttura precisa, luminosa e vibrante ed un finale leggiadro di buona distensione. Bevi ora o invecchia.

Ciro Picariello Fiano di Avellino Ciro 906 2014 93 Bianco

Estremamente complesso al naso mostra energia e carattere nei sentori di fiori bianchi pressati, camomilla, timo, maggiorana, mallo di noce e foglie di tè verde. In sottofondo l’animo autentico si rivela nelle sfumature di sedano e yogurt bianco. Corpo medio-pieno, rigido ed austero al palato mostra tensione e verticalità di notevole lunghezza. Bevi ora o invecchia.

Tenuta Cavalier Pepe Coda di Volpe Irpinia Bianco di Bellona 2019 92 Bianco

Gentile ed amabile il profilo principale intenso nei fiori bianchi di tiglio, gerani, acacia e magnolia. In sottofondo l’energia degli esteri di fermentazione si manifesta nei tratti di mele verdi e banana. Corpo medio-pieno, struttura morbida e concentrata ed un finale solido e compatto. Drink now.

Masseria Piccirillo Pallagrello Bianco Terre del Volturno Beati Colli 2018 92 Bianco

Mediterraneo e ricco di carattere mostra sentori piacevoli e distesi che ricordano l’identità mediterranea di maggiorana, salvia, rosmarino, ginestre e foglie di pepe rosa. Corpo pieno, struttura grassa ed avvolgente ma di naturale progressione. Bevi ora.

Il Verro Pallagrello Bianco Terre del Volturno 2018 92 Bianco

Corretto e decisamente preciso nel profilo principale offre sentori di pere dolci, mandorle bianche, fiori di biancospino, magnolia e limone. Corpo medio-pieno, disteso e ricco di carattere mostra armonia e bevibilità restando secco e di buona distensione. Bevi ora.

Alois Pallagrello Bianco Terre del Volturno Caiatì 2019 92 Bianco

È dolce e ricercato il profilo sensoriale che ben coniuga la presenza floreale a note di mandorle dolci, nocciole tostate, fiori di biancospino e sambuco. Corpo pieno, struttura solida e ricca nel volume ed un finale bilanciato e ben disteso. Bevi ora.

Tenuta del Meriggio Falanghina Campania Campania Falanghina 2019 92 Bianco

Giocato in riduzione questo bianco mostra carattere ed autenticità e rivela lentamente note di crosta di pane, mandorle bianche, incenso e pepe bianco. Corpo pieno, struttura rotonda morbida e piacevole ed un finale amabile. Bevi ora.

Cantine del Mare Falanghina Campi Flegrei Torrefumo 2018 92 Bianco

Incandescente al naso regala note di elicriso, ginestre, pietra calda, curcuma e zafferano. In sottofondo √® vivace e ben distribuita l’energia sensoriale dello iodio marino e delle nocciole tostate. Corpo medio-pieno, struttura polifenolica ed un finale rustico ma egregiamente eseguito. Bevi ora.

Contrada Salandra Falanghina Campi Flegrei Falanghina 2017 92 Bianco

Preciso e leggermente wild nel profilo principale si esalta nelle note di gerani, ginestra, camomilla e foglie di t√® verdi. Corpo pieno, struttura morbida e rotonda ed un finale ricco di grazia che in modo esile ma per nulla banale si regala nella bellezza dell’essenza floreale. Succoso e ben disteso in una difficile annata. Bevi ora.

Astroni Falanghina Campi Flegrei Strione 2013 92 Bianco

Ricchezza sensoriale da grande Chardonnay con pienezza aromatica e sentori di mela rossa, melagrano, limone e sfumature di timo. Si parla per√≤ di Falanghina made in Campi Flegrei e rende orgogliosi nella complessit√† e nella grazia d’esecuzione. Ricco e deciso si esalta ulteriormente grazie alla presenza di fiori bianchi in sottofondo. Il finale √® chiaro, preciso e croccante nelle vibrazioni. Bevi ora o invecchia.

San Salvatore 1988 Fiano Paestum Pian di Stio 2019 92 Bianco

Complesso e ricercato mostra note di gerani, kiwi poco maturi, grafite, maggiorana sbriciolata e pepe bianco. Corpo medio-pieno, resta succoso nella matrice principale e mostra una notevole distensione ed una delicata progressione. Preciso ed avvolgente resta leggero e performante. Ben fatto. Bevi ora.

Marino Fiano Cilento Proclamo 2019 92 Bianco

La conoscenza del vitigno permette in modo sapiente di generare un profilo sensoriale complesso e ricco di autorità che si rivela nelle note di biancospino ben fuso a note di buccia di mandarino, cedro, maggiorana e citronella. Corpo pieno, struttura armonica e bilanciata ed un finale radioso. Che bello. Bevi ora o invecchia.

Marino Fiano Paestum Fiano Vendemmia Tardiva 2019 92 Bianco

√à radioso e brillante nel calice ed offre note di magnolia, biancospino, crema pasticcera e vaniglia dolce. In sottofondo l’energia sensoriale del mango disidratato imposta la scena secondaria. Al palato √® preciso composto e decisamente maturo mostra precisione e chiusura verticale. Bevi ora o invecchia.

Viticoltori Polito Fiano Cilento Riva 2017 92 Bianco

Espressivo e pronunciato si regala nei tratti maturi e leggermente ossidati che ricordano note di mele tagliate, fiori di sambuco, canfora e pepe bianco. Corpo pieno, maturo e preciso mostra una buona struttura densa ed armonica ed un finale radioso nella chiusura delicata. Che bello. Bevi ora.

I Favati Fiano di Avellino Pietramara 2019 92 Bianco

È preciso e manifesta una notevole intensità sensoriale nel calice con note di pesche bianche, fiori di magnolia, acacia e tiglio. In sottofondo la dolcezza del cioccolato bianco e dello zucchero a velo domina la scena secondaria. Corpo pieno, grasso e voluminoso nel centro palato mostra una buona freschezza laterale ben distribuita durante tutta la progressione al palato. Bevi ora o invecchia.

Cantine di Marzo Greco di Tufo 2019 92 Bianco

Delicato e di deliziosa progressione il profilo sensoriale di questo giovane Greco che mostra note di fiori gialli di elicriso, ginestra e fiori di zucca. In sottofondo l’animo vibrante regala note di pietra calda e zafferano in polvere. Corpo medio-pieno, tagliente e moderno nello stile si impone per la sottile progressione verticale che in modo inarrestabile si concretizza nella chiusura decisamente “croccante”. Personalit√† da vendere. Meglio dal 2021.

Vigne Guadagno Greco di Tufo 2018 92 Bianco

Le albicocche dolci impostano la scena principale fondendosi a note di mango disidratato, papaya, curcuma, nocciole tostate e caramello salato. In sottofondo le sfumature di maggiorana e timo selvatico certificano la provenienza made in Campania. Corpo pieno, struttura solida e concentrata che in modo succoso resta compressa e centrata fino al finale brillante leggiadro e scattante. Bevi ora o invecchia.

Colli Di Castelfranci Greco Irpinia Vallicelli 2016 92 Bianco

Ricco ed intenso il profilo principale che offre sentori esotici di mango disidratato, papaya, buccia di mandarino arsa, albicocche disidratate e pepe bianco. Corpo pieno, scheletro vibrante e di buona struttura polifenolica con un finale che si stringe dal centro palato in poi puntando alla bellezza della verticalità!

Mustilli Greco Sannio Sant’Agata De’ Goti 2015 92 Bianco

Elegante e ricercato il profilo principale che offre sentori pieni ed avvolgenti di albicocche disidratate, pesche gialle, fiori di ginestra, curcuma e zafferano. Corpo pieno, bilanciato e disteso al palato mostra un profilo minerale ed un finale brillante. Delizioso ora potrà invecchiare ancora nel migliore dei modi.

Ciro Picariello Fiano di Avellino 2019 92 Bianco

È incandescente nel profilo sensoriale che offre note di gerani, fiori di biancospino, gelsomino, kiwi poco maturi, graspo spezzato e sedano. In sottofondo la sottile riduzione complessa la matrice e regalerà protezione nel tempo. Corpo pieno, struttura solida e compatta che mostra una matrice grassa e voluminosa di buona struttura e acidità. Tagliente la chiusura che mostra freschezza aromatica nell’aftertasting. Meglio dal 2021.

Contrada Greco di Tufo 2018 91 Bianco

Fiori di arancio, cedro, buccia di mandarino ed erba tagliata impostano la scena principale. La salvia ed il pepe bianco la secondaria. Corpo pieno, struttura dal buon volume ed un finale grasso che combina orizzontalità e verticalità. Bevi ora.

Contrada Fiano di Avellino 2018 91 Bianco

Definito al naso mostra sentori misti floreali e fruttati. Bella la presenza di nocciole tostate e kiwi poco maturi. Corpo medio-pieno, struttura brillante fresca e vivace ed un finale di buona progressione, scorrevole che induce salivazione. Bevi ora.

Fattoria Ciabrelli Coda di Volpe Sannio Jenn’Emois 2019 91 Bianco

Decadente ed affascinante mostra la pienezza sensoriale dei fiori bianchi pressati e delle sfumature agrumate del cedro e del succo di mandarino. Corpo medio-pieno, struttura bilanciata di media profondità ed un finale luminoso. Bevi ora.

Il Verro Pallagrello Bianco Terre del Volturno 2019 91 Bianco

Energia pura nei tratti floreali di magnolia, sambuco, timo, menta piperita, foglia di alloro spezzata e leggera percezione di anice stellato. Corpo pieno, grasso ed avvolgente ed un finale amabile dal carattere orizzontale. Bevi ora o invecchia.

Villa Dora Lacryma Christi del Vesuvio Bianco Vigna del Vulcano 2018 91 Bianco

Maturo e disteso nel profilo sensoriale mostra note di pesche gialle, fiori di camomilla, albicocche e cedro in pezzi. Corpo pieno, struttura definita di natura grassa ed un finale luminoso di media persistenza. Bevi ora.

Il Verro Terre del Volturno Sheep 2019 91 Bianco

Tanti fiori bianchi pressati si fondono a note di tiglio, acacia, sambuco e fiori di arancio. Corpo pieno, solido e compatto mostra una buona grassezza fusa ad una media tensione e progressione. Bevi ora.

Cantina di Lisandro Pallagrello Bianco Terre del Volturno Lancella 2019 91 Bianco

Ricco e pronunciato nel profilo sensoriale mostra note di albicocche, pesche bianche, buccia di limone e timo selvatico. Corpo pieno, struttura rotonda ben armonica ed equilibrata ed un finale luminoso. Bevi ora.

Villa Matilde Falerno del Massico Vigna Caracci 2016 91 Bianco

Maturo al naso mostra note di pesche gialle, curcuma, zafferano e buccia di mandarino arsa. Corpo pieno, tessitura polifenolica ricca di austerità ed un finale che ben coniuga il profilo orizzontale a quello verticale. Intrigante e differente. Meglio dal 2021.

Fattoria La Rivolta Falanghina del Sannio Taburno Falanghina del Sannio Taburno 2019 91 Bianco

Tanti esteri di fermentazione nel calice offrono certezze e garanzia nelle sfumature di mele, pere e banana. In sottofondo il tiglio ed il biancospino regalano qualità al sottofondo. Corpo pieno, struttura voluminosa ben avvolgente ed un finale cremoso di buona struttura. Notevole. Bevi ora.

La Guardiense Falanghina del Sannio Senete 2019 91 Bianco

Preciso ed essenziale regala note di mele verdi, pere e fiori bianchi. Corpo medio-pieno, struttura rotonda ed armonica ed un finale brillante. Il bello dell’essenziale. Bevi ora.

Agnanum Falanghina Campania Sabbia Vulcanica 2019 91 Bianco

Espressivo e ricco di carattere mostra note di fiori bianchi che ricordano il biancospino, la magnolia, il tiglio e l’acacia. C’√® di pi√π in sottofondo nelle sfumature di buccia di lime e pietra sbriciolata. Essenziale e verace ricorda di che stoffa √® fatta la Falanghina nei Campi Flegrei. Si spinge al limite ma conosce perfettamente il limite dell’estrazione sensoriale mostra saggezza e conoscenza del parietale. Corpo medio-pieno, tagliente e visionario mostra eleganza nei tratti erbacei in chiusura che per nulla molestano. Invecchier√† nel migliore dei modi. Meglio dal 2021.

Astroni Campi Flegrei Tenuta Jossa 2018 91 Bianco

Identità da vendere nel calice con le note di zafferano, fave, pietra calda e fiori gialli pressati. Corpo medio, struttura luminosa ed un finale ben eseguito e disteso. Bevi ora.

Canonico e Santoli Fiano di Avellino Iside 2019 91 Bianco

È luminoso e fragrante il profilo principale che manifesta la presenza di note di fiori di acacia ben fusi a sentori di foglie di mirto spezzate, gelsomino e sambuco. Corpo medio-pieno, struttura avvolgente ed un finale solido e preciso nella chiusura moderna verticale. Bevi ora o invecchia.

Cantine di Marzo Fiano di Avellino 2018 91 Bianco

Preciso ed essenziale nel calice offre note di gerani, biancospino, magnolia e tanto gelsomino in fiore. In sottofondo la dolce presenza di vaniglia e zucchero a velo illumina la scena secondaria. Corpo medio-pieno struttura lineare di buona progressione ed un finale luminoso. Bevi ora.

Rocca del Principe Fiano di Avellino Tognano 2017 91 Bianco

È maturo ed armonico nel calice mostrando note di erba tagliata, rosmarino, mele cotte, pesche bianche e maggiorana appassita. Corpo pieno, struttura ruffiana voluminosa di evidente piacevolezza ed un finale esaustivo e concreto che mostra piacevolezza immediata. Bevi ora.

Tenuta Sarno Fiano di Avellino Sarno 1860 Erre 2017 91 Bianco

Luminoso e brillante nel calice mostra note di mele, pere, fiori di limone e buccia di lime. Corpo medio-pieno, struttura solida e concentrata ed un finale tagliente di notevole bellezza. Che stile! Bevi ora.

Tenuta del Meriggio Greco di Tufo Colle dei Lauri 2018 91 Bianco

È preciso e luminoso e irradia bellezza nelle note di canfora, sandalo, nocciole tostate e fieno. Le foglie bagnate dominano la scena secondaria e ne aumentano il carattere. Corpo medio-pieno, struttura acida e vibrante ed un finale tagliente moderno nello stile. Resta integro e mostra una buona profondità. Delizioso ora potrà invecchiare ancora senza alcun problema.

Bellaria Greco di Tufo Oltre 2017 91 Bianco

Mele verde, yogurt bianco e kiwi maturi definiscono il profilo principale fondendosi in modo piacevole a note di fiori di magnolia e biancospino. Corpo pieno, struttura rotonda solida e compatta ed un finale brillante. Delizioso ora.

Stefania Barbot Fiano di Avellino Xorós 2019 91 Bianco

Delicato ed essenziale mostra eleganza ed armonica nei sentori di foglie di pere Williams, foglie di tè verdi, mallo di noce e mandorle. Leggermente grassoso il sottofondo che anima la scena secondaria. Corpo medio, struttura fresca ed armonica ed un finale luminoso. Meglio da Ottobre 2020.

Tenuta Cavalier Pepe Falanghina Irpinia Santa Vara 2018 91 Bianco

Complesso ed autentico nel profilo principale regala eleganza nei tratti floreali bianchi di magnolia, biancospino, tiglio ed acacia. In sottofondo c’√® brillantezza nella buccia di limone e nel ricordo della crosta di pane che dona grassezza. Corpo medio, tagliente e leggermente magro al palato mostra vivacit√† e tensione. Bello lo stile e la freschezza. Bevi ora.

Tenuta Cavalier Pepe Greco di Tufo Grancare 2017 91 Bianco

Brillante e ricco di carattere la matrice vino in questione si racconta nei sentori di pesche gialle, mandorle bianche, fiori di ginestra e camomilla. Corpo medio, struttura leggermente mordente di buona austerità ed un finale di media persistenza. Bevi ora.

Mustilli Falanghina Sannio Sant’Agata De’ Goti 2002 91 Bianco

È bohémien nel profilo principale e mostra sentori di ginestra, camomilla, mirto bianco, cedro, buccia di mandarino e maggiorana appassita. Corpo pieno, struttura cremosa di luminosa fattura ed un finale leggiadro e dinamico che al palato regala emozioni e conferme. Una bella esperienza conservata nel migliore dei modi. Bevi ora.

Fattoria La Rivolta Coda di Volpe Sannio Taburno 2019 91 Bianco

Decisamente floreale il profilo principale che mostra sentori di magnolia, tiglio, acacia e sambuco. Corpo pieno, struttura armonica brillante al palato ed un finale deciso che chiude con grassezza e tensione. Colpisce per l’aftertasting chiaro di frutti a polpa bianca ed esteri di fermentazione.

Fattoria La Rivolta Beneventano Sogno di Rivolta 2018 91 Bianco

Struttura polifenolica evidente nel profilo sensoriale ricco di albicocche, percoche, pere, melone cantalupo e succo di mandarino. Corpo pieno, struttura tesa e vibrante ed un finale di natura orizzontale. Fermenta in barrique e poi affina in acciaio per un anno ed infine riposa per un altro anno in bottiglia. Falanghina, Fiano e Greco nel blend. Bevi ora o invecchia.

Traerte Coda di Volpe Irpinia Coda di Volpe 2018 90 Bianco

Solido e concentrato mostra pienezza nei sentori di mele verdi, mallo di noce, foglie di tè verdi, pepe bianco e coriandolo. È differente e mostra una consapevolezza autoritaria che emoziona a primo impatto. Corpo medio-pieno, salato ed elegante al palato mostra una sottile progressione che in modo incalzante mostra tensione e lunghezza. Bevi ora o invecchia.

Casa Setaro Lacryma Christi del Vesuvio Bianco Munazei Bianco 2019 90 Bianco

Decisamente fruttata l’impostazione principale che regala armonia e piacevolezza nei sentori di mele, pere, pesche bianche, pietra calda e pepe verde. Corpo medio, struttura esile ben progettata ed un finale tagliente molto moderno nella visione. Bevi ora o invecchia.

Il Verro Terre del Volturno Sheep 2018 90 Bianco

È complesso e si rivela lentamente nel calice con sentori di pere Williams, mandorle bianche, fiori pressati di ginestra ed elicriso. Corpo medio, struttura polifenolica ed un finale leggermente rustico dal carattere verace. Bevi ora.

Famiglia Pagano Falanghina Beneventano Don Andrea 2019 90 Bianco

Fresco nel profilo sensoriale mostra note di gerani, biancospino, magnolia e pepe bianco. Corpo medio-pieno, struttura rotonda ben definita ed un finale amabile che avvicina i consumatori bella piacevolezza di beva. Bevi ora.

Cantine Iannella Falanghina del Sannio Taburno Falanghina del Sannio Taburno 2019 90 Bianco

Si spinge fino al limite della macerazione e dell’estrazione per regalare note di pesche gialle, curcuma, pepe bianco, albicocche disidratate e gerani in fiore. Al palato √® pieno ed avvolgente e mostra una struttura solida e compatta. La chiusura √® precisa e moderna e mostra consapevolezza nel trattare il vitigno. Che bello. Bevi ora.

Mustilli Falanghina del Sannio Falanghina del Sannio 2019 90 Bianco

Radioso ed essenziale nel calice offre note di biancospino, gerani, gelsomino ed acacia. In sottofondo √® buona e decisamente piacevole la speziatura che ricorda l’anice stellato. Corpo medio, struttura precisa ed un finale di buona distensione. Bevi ora.

Terre Stregate Falanghina del Sannio Svelato 2019 90 Bianco

Tanti esteri di fermentazione riempiono il calice nelle note di mele, pere e banana. In sottofondo una timida presenza di yogurt bianco domina la scena secondaria. Corpo medio-pieno, struttura precisa ed armonica ed un finale radioso nell’essenza composta. Grande crescita qui. Bevi ora.

Cantine Barone Fiano Cilento Vignolella 2019 90 Bianco

È preciso e manifesta una buona energia nelle note di gerani, mallo di noce, tè verde e kiwi poco maturi. Corpo medio, struttura vibrante ed un finale luminoso. Bevi ora.

Albamarina Fiano Paestum Primula 2019 90 Bianco

Molto erbaceo nel profilo principale mostra note di asparago, peperoni verdi, fave e piselli. Corpo medio-pieno, struttura piacevole ben distesa ed un finale di media tensione. Bevi ora.

Famiglia Pagano Fiano Campania Don Andrea 2019 90 Bianco

Preciso e ricercato mostra nel profilo principale note di sandalo, fiori di magnolia, gerani in fiore e buccia di limone. Corpo medio, struttura bilanciata di buona qualità ed un finale piacevole. Bevi ora.

Albamarina Fiano Cilento Valmezzana 2018 90 Bianco

Rigido nel profilo principale mostra note verdi di peperoni, erba tagliata, fave e piselli. Corpo pieno, struttura grassona ben lineare ed un finale di buona bevibilità e piacevole chiusura. Bevi ora.

Tenuta del Meriggio Fiano di Avellino Colle delle Ginestre 2018 90 Bianco

Aperto al naso si racconta con note di albicocche disidratate, fiori bianchi pressati e pietra calda sbriciolata. In sottofondo è sottile la presenza della noce moscata che rimanda alla spaziatura sperata nel varietale. Corpo pieno, struttura dal volume importante ed un finale essenziale ben disteso. Perfetto per avvicinarsi al mondo del vino. Bevi ora.

Feudi di San Gregorio Fiano di Avellino Morandi 2017 90 Bianco

Piacevole e ben costruito mostra note di pesche gialle, curcuma, zafferano e pietra calda nel profilo ricco d’identit√† in una difficile annata in Campania. Corpo medio-pieno, struttura leggermente rigida ed austera al palato ed un finale radioso nella chiusura polifenolica. Bevi ora.

Di Prisco Greco di Tufo 2018 90 Bianco

È maturo e compatto nel profilo sensoriale e regala pienezza nel calice grazie alla presenza sincrona di note che ricordano le mele, la banana e la cannella in polvere. In sottofondo è piacevole la presenza delle sfumature di cedro e marzapane. Corpo pieno, struttura armonica ben voluminosa ed un finale avvolgente. Bevi ora.

Feudi di San Gregorio Greco di Tufo Nassano 2017 90 Bianco

√à ricco d’identit√† nella matrice principale mostrando piacevolezza sensoriale nelle note di mandorle, nocciole tostate, mallo di noce, foglie di t√® verde, eucalipto e pepe bianco. Corpo pieno, struttura tesa e vibrante ed un finale amabile di buona luminosit√†. Bevi ora.

Tenuta Cavalier Pepe Falanghina Irpinia Lila 2019 90 Bianco

Buona l’energia e la freschezza sensoriale nei sentori di mele verdi, kiwi maturo, fiori di magnolia e pere Williams. Corpo medio, struttura ben cremosa al palato ed un finale luminoso di buona succosit√†. Bevi ora.

Fontanavecchia Falanghina del Sannio Taburno 2015 90 Bianco

È delizioso il profilo principale che evolve nel migliore dei modi nei sentori di albicocche, pesche bianche, fiori di ginestra, camomilla, pepe bianco, cedro e succo di mandarino. In sottofondo c’è energia nel ricordo del rosmarino. Corpo pieno, succoso e centrato mostra un finale piccante e di buona tensione. Bevi ora.

Fattorie Ciabrelli Coda di Volpe Sannio Jenn’Emois 2017 90 Bianco

Preciso al naso mostra sentori di mela, pere, fiori di arancio, gelsomino e sambuco. Corpo medio, struttura armonica e bilanciata ed un finale luminoso.

San Salvatore 1988 Falanghina Campania Capranera 2019 89 Bianco

Molto fruttato regala la piacevolezza degli esteri di fermentazione nelle note di mele, pere, albicocche e banana. Corpo medio, struttura rotonda di buona piacevolezza ed un finale luminoso ben costruito. Bevi ora.

Antico Castello Falanghina Irpinia Demetra 2019 89 Bianco

Mele verdi, kiwi poco maturi, mallo di noce e t√® verde impostano la scena principale mostrando il profilo sensoriale di un’annata fresca ben interpretata. Corpo medio, struttura leggermente rigida ed un finale di buona luminosit√†. Bevi ora.

Martusciello Salvatore Falanghina Campi Flegrei Settevulcani 2018 89 Bianco

Fresco e bilanciato nel profilo sensoriale regala note di fiori di magnolia, biancospino, gerani e tiglio. Corpo medio, struttura precisa ed un finale di media tensione e buona bevibilità. Bevi ora.

Vuolo Fiano Colli di Salerno 2mila18 2018 89 Bianco

Affumicato e di notevole impostazione decadente il profilo principale che mostra note di fiori gialli pressati, formaggio spalambile e pepe bianco. Corpo medio-pieno, leggermente magro dal centro palato,in pi√π mostra precisione e purezza del frutto. Bevi ora.

Lunarossa Fiano Colli di Salerno Quartara 2017 89 Bianco

Carico nel colore si diverte nell’estrazione della matrice che regala sentori di papaya, ananas, fiori gialli pressati e coriandolo. Corpo medio-pieno, leggermente surmaturo al centro palato mostra un finale tipico dei vini naturali, luminoso e fruttato. Bevi ora.

Le Masciare Fiano di Avellino 2019 89 Bianco

Ricco d’identit√† mostra note miste floreali e fruttate che ben si combinano a sentori di mandorle, noce moscata e fiori bianchi bagnati. Corpo medio-pieno, struttura di buona luminosit√† ed un finale leggermente semplice ma ben eseguito. Bevi ora.

Cantine di Marzo Greco di Tufo Linea 2019 89 Bianco

Essenziale e fragrante nelle note di fiori di biancospino ed acacia fusi a note di cedro e pesche gialle. Corpo medio-pieno, struttura rotonda ben armonica e precisa ed un finale semplice ma ben realizzato. Il bello dell’essenziale. Bevi ora.

Cantine dell’Angelo Greco di Tufo Torrefavale 2018 89 Bianco

Fragrante e succoso nel profilo sensoriale mostra note di mele, pere e fiori bianchi pressati. Corpo medio, struttura piacevole ed un finale luminoso. Bevi ora.

Monserrato Falanghina del Sannio 2019 89 Bianco

Luminoso nel carattere mostra sentori di fiori bianchi pressati, melone bianco, mandorle e cioccolato bianco. Leggermente vinoso il profilo secondario. Corpo medio, struttura magra ed un finale un po’ sotto tono. Bevi ora.

Contrada Coda di Volpe Irpinia 2018 88 Bianco

Piacevole ed armonico negli esteri di fermentazione mostra note di mele, pere, fiori di magnolia e tiglio. Corpo medio, struttura aromatica al palato di buona intensità ed un finale luminoso e succoso. Bevi ora.

Sclavia Pallagrello Bianco Terre del Volturno Cal√π 2019 88 Bianco

Tanti fiori bianchi compongono il profilo principale di questo bianco made in Campania che offre sentori di magnolia, fiori di limone, asparagi ed erba tagliata. Corpo medio, struttura semplice ed un finale luminoso. Bevi ora.

Fattorie Ciabrelli Falanghina del Sannio Alexia 2017 88 Bianco

Leggermente evoluto il profilo principale che presenta sentori di fiori gialli pressati, zenzero e zafferano. Tante albicocche in sottofondo si fondono a sentori di mallo di noce e pepe bianco. Corpo medio, struttura leggermente magra ed un finale semplice. Bevi ora.

Monserrato Falanghina Beneventano Levata 2019 88 Bianco

Fresco e fragrante mostra sentori di pesche bianche, cedro, rosmarino e timo selvatico. Corpo medio, struttura leggermente magra ed un finale luminoso. Bevi ora.

Terre Stregate Falanghina del Sannio Svelato Sur Lie 2018 88 Bianco

Luminoso e preciso mostra sentori di fiori di limone, gelsomino, petali di rosa e gerani in fiore. Corpo medio-pieno, struttura di buona tessitura ed un finale leggermente magro che stacca la parte alcolica da quella sensoriale. Bevi ora.

Famiglia Pagano Campania Don Andrea Il Bianco 50 Riserva 2017 87 Bianco

√à maturo al naso e mostra note di percoche, gerani, ginestra e mele cotte. Corpo pieno, struttura leggermente piatta ed un finale a cui manca un po’ di vibrazione. Sicuro di una crescita qui nel prossimo futuro. Bevi ora.

Bosco de Medici Pompeiano Pompeii 2019 87 Bianco

C’√® carattere e tensione nel profilo sensoriale ricercato che coniuga i fiori bianchi di gelsomino a note speziate di pepe, incenso e canfora. Corpo medio, struttura salata al centro palato leggermente esile ed un finale semplice. Bevi ora.

Monserrato Falanghina Beneventano Levata 2019 87 Bianco

Semplice nel profilo sensoriale mostra note di mele, fiori di biancospino ed un sottile ricordo di cannella in polvere. Corpo medio, struttura leggermente squilibrata ed un finale semplice a cui manca distensione. Bevi ora.

Borgodangelo Fiano di Avellino Borgodangelo 2019 87 Bianco

Leggermente polveroso ed offuscato il profilo principale che mostra note di foglie spezzate, pietra calda e terra bagnata. Corpo medio, struttura leggermente erbacea al palato ed un finale un po’ semplice. Bevi ora.

Bellaria Fiano di Avellino Gold 2018 87 Bianco

Leggermente ossidato nel profilo principale mostra note di fiori bianchi bagnati e mela tagliata. Corpo medio, struttura magra ed un finale a cui manca un po’ di precisione. Bevi ora.

I Capitani Fiano di Avellino Gaudium 2019 86 Bianco

Leggermente offuscato il profilo principale che mostra note di fiori bianchi pressati, mandorle tritate, bucce di nocciole e pepe bianco. Corpo pieno, leggermente dolce al palato mostra una buona struttura ed un finale leggiadro. Ben fatto ma non proprio il mio stile. Bevi ora.

Regina Collis Coda di Volpe Irpinia Urà 2016 84 Bianco

Maturo e leggermente ossidato nel profilo principale mostra note di zenzero tagliato, fiori gialli secchi e mela tagliata. Corpo medio, struttura piatta ed un finale privo di carattere e di forma. Non proprio il mio stile. Bevi ora.

Vini Rosati

Produttore Denominazione Vino Annata Score Tipo
Villa Raiano Greco di Tufo Ponte dei Santi 2018 90 Rosato

L’Aglianico in purezza genera un rosato strutturato che mostra note delicate di ciliegie, ribes, cassis e petali di rosa. Corpo medio-pieno, struttura rotonda ed un finale di media tensione e buona piacevolezza. Bevi ora.

Famiglia Pagano Campania Don Andrea il Rosato 50 Riserva 2019 89 Rosato

Succoso e centrato nel profilo principale mostra note di buccia di mandarino, pompelmo rosa e lime. Il colore scarico rivela una solida e delicata potenza. Corpo medio, struttura di buona distensione al palato ed un finale armonico e bilanciato che mostra una chiusura sapida. Bevi ora.

Tenuta del Meriggio Irpinia Rosato 2019 89 Rosato

Disteso e piacevole mostra una buona pulizia sensoriale nelle note di pompelmo rosa, buccia di mandarino, succo di limone e cedro. Corpo medio, struttura vibrante ed un finale radioso. Bevi ora.

Fattorie Ciabrelli Vino Rosato René 2019 89 Rosato

Fiori di acacia, sambuco, gelsomino, buccia di mandarino e succo di pompelmo sono i sentori principali di questo giovane vino rosa dal blend autentico di 70% Aglianico e 30% Barbera. Corpo medio, struttura rotonda di buona piacevolezza ed un finale rotondo di buona grassezza. Bevi ora.

Casa Setaro Lacryma Christi del Vesuvio Munazei Rosato 2019 88 Rosato

Delicato al naso esprime grazia e gentilezza nelle note di pompelmo rosa, buccia di mandarino e fiori bianchi. Corpo medio-pieno, strutturadalla buona tessitura e volume ed un finale rotondo e grassoso. Bevi ora.

Terre Stregate Beneventano Attimo Rosato 2019 88 Rosato

Ricco di sentori che ricordano i fiori rossi, i ribes, le ciliegie ed i lamponi ben fonde tratti agrumati nel sottofondo vivace. Corpo medio, leggermente mosso al palato, mostra un finale leggermente piatto. Bevi ora.

Cantine Barone Aglianico Paestum Primula Rosa Rosato 2018 87 Rosato

Carnoso e boisè il carattere principale di questo giovane vino rosa che mostra energia e carattere nei profumi di lamponi, timo e maggiorana. Corpo medio-pieno, struttura semi dolce al palato ed un finale di media intensità. Perfetto per alcuni mercati. Bevi ora.

Sclavia Casavecchia Terre del Volturno Scirocco Rosato 2019 86 Rosato

È preciso e ben luminoso nel calice offrendo sentori di fiori di pesco, albicocche dolci e cioccolato bianco. Corpo medio, struttura vinosa che lascia emergere leggermente la parte alcolica ed un finale semplice. Bevi ora.

Vini Sparkling

Produttore Denominazione Vino Annata Score Tipo
Masseria Piccirillo Vino Spumante di Qualità Metodo Classico Prima Gioia Millesimato Brut 2017 92 Sparkling

Fresco ed armonico mostra sentori di fiori di tiglio, gerani, succo di lime, nocciole tostate e caramello salato. Al palato mostra un corpo medio, una sapidità fresca e coinvolgente ed un finale di buona impostazione. Bevi ora.

Rossovermiglio Falanghina del Sannio Spumante Frenesia 0000 91 Sparkling

Fruttato ed espressivo questo sparkling made in Campania che mostra note di gerani, pompelmo, succo di mandarino e buccia di limone. Corpo medio-pieno, grassoso e ben bilanciato al palato mostra tensione pur chiudendo in modo orizzontale. Bevi ora.

Casa Setaro Caprettone Spumante Metodo Classico Pietrafumante 2017 91 Sparkling

Intrigante e ricco di fascino la matrice principale che offre note rustiche di fiori di campo di ginestra e camomilla ben fusa a tratti di elicriso e sambuco appassito. Corpo pieno, struttura rotonda ricca di volume ed un finale preciso ed equilibrato che regala piacevolezza sin da subito. Bevi ora o invecchia.

Tenuta del Meriggio Irpinia Greco Spumante Aura Levis Brut 0000 90 Sparkling

È preciso e ricco nel carattere floreale di magnolia, gelsomino ed acacia. In sottofondo la presenza agrumata domina la scena secondaria. Corpo medio, bollicina sottile ed un finale preciso e vibrante. Ben fatto. Bevi ora.

Martusciello Salvatore Gragnano Penisola Sorrentina Ottouve 2019 90 Sparkling

Divertente e differente al naso mostra sentori di ciliegie, marasca, nocciole tostate, foglie bagnate e mirtilli pressati. Corpo medio, struttura rotonda armonica e bilanciata ed un finale lattico che ben irradia bellezza ed equilibrio alla matrice. Bevi ora.

La Guardiense Vino Spumante Metodo Classico Cinquantenario Janare Millesimato 2015 89 Sparkling

Mostra complessità ed autencità nei sentori di pesche gialle, zenzero fresco, timo, maggiorana, curcuma e salsedine che ricorda nel carattere il profilo delle ostriche. Corpo pieno, struttura polifenolica ed un finale che chiude in leggera percezione amarognola. Bevi ora.

Martusciello Salvatore Asprinio Aversa Spumante Trentapioli Metodo Martinotti Brut 2018 88 Sparkling

Molto aperto al naso mostra note di precoce, buccia di mandarino, mela tagliata e gerani appassiti. Corpo medio, struttura tagliente ed un finale teso e verticale. Modern style here. Bevi ora.

Viticoltori Lenza Aglianico Colli di Salerno Gabry Rosato Frizzante 2019 88 Sparkling

Torbido e poco preciso al naso questo metodo ancestrale mostra note di lamponi, ribes, prugne rosse e foglie bagnate. Corpo medio-pieno, struttura acida precisa ed un finale armonico e bilanciato che chiude in modo espressivo con l’aftertasting fruttato. Bevi ora.

Cantine di Marzo Vino Spumante di Qualit√ 1930 0000 87 Sparkling

Ricco di carattere e dalle spalle larghe questa bollicina che ben coniuga la bellezza sensoriale della magnolia, del sambuco e dei fiori di tiglio a note di cedro e buccia di arancia. Corpo pieno, solido al centro palato mostra una chiusura leggermente piatta a cui manca un po’ di progressione. Bevi ora.

La Guardiense Falanghina del Sannio Spumante 2018 87 Sparkling

Armonico e bilanciato nel profilo principale mostra sentori di mele, pere, cantalupi, melone bianco e petali di rosa. Corpo medio-pieno, succoso e centrato al palato mostra una buona freschezza ed un finale luminoso e vibrante.

La Guardiense Vino Spumante Ovid Metodo Charmat 0000 86 Sparkling

Semplice al naso mostra sentori di mele verdi, kiwi poco maturi e fiori bianchi. Corpo medio, struttura magra, bollicina sottile ed un finale leggermente dolce in chiusura. Bevi ora.

Cantine Iannella Falanghina del Sannio Euforia Extra Dry 0000 84 Sparkling

Leggermente scorbutico il profilo principale che mostra sentori di mela tagliata e marzapane. In sottofondo una presenza acetica domina lo sfondo e priva di fascino la matrice. Corpo medio, bollicina molto sottile ed un finale di media tensione. Bevi ora.

Vini Dolci

Produttore Denominazione Vino Annata Score Tipo
Terre Stregate Beneventano Malaca Passito 2015 88 Dolce

Tanti fiori bianchi e fiori gialli nel profilo principale si fondono a note di confetto, mandorle, muschio bianco e timo selvatico. Corpo medio-pieno, struttura leggermente acida sul laterale ed un finale di media alta dolcezza. Circa 130 gr di zucchero residuo. Appassimento in vigna e successivamente passito anche su graticci. Bevi ora.

Condividi questo post

Share on facebook
Share on twitter
Share on email

Altri articoli

Sei un produttore?

Entra in contatto con il nostro team