Chianti Colli Fiorentini, il vino di Firenze tenta la carica alla modernità

Il Chianti Colli Fiorentini è una denominazione piccola ma di certo non meno importante che vanta una storia antica che risale fino al 1932 quando la “Commissione Dalmasso” ne definisce i confini.

L’area geografica di appartenenza si estende per circa 51300 ettari e abbraccia le colline intorno la capitale della cultura mondiale nei comuni di Montelupo Fiorentino, Fiesole, Lastra a Signa, Scandicci, Impruneta, Bagno a Ripoli, Rignano sull’Arno e Pontassieve.

Sono 330 gli ettari rivendicati a Chianti Colli Fiorentini che rappresenta il 3% degli impianti vitati presenti in Chianti.

Riconosciuta DOC nel 1967 e DOCG nel 1984 la denominazione è un fiore all’occhiello dell’enologia toscana che non è ancora mai riuscita a brillare.

Le altitudini variano dai 150 metri fino ad arrivare ai 350 metri sul livello del mare ed il vino si produce principalmente dal vitigno Sangiovese che da disciplinare deve rappresentare almeno il 70% della matrice.

La splendida vista dall’azienda Castelvecchio a San Casciano in Val di Pesa.

Possono concorrere alla struttura del blend comunque tutti i vitigni ammessi dalla regione Toscana ed i vitigni a bacca bianca fino ad un massimo del 10%.

Ho ricevuto con grande piacere l’invito mosso da parte del Consorzio fondato nel 1994 con lo scopo di migliorare la qualità e promuovere la denominazione la settimana scorsa.

I vini in degustazione cieca presso la bellissima struttura di San Vito a Montelupo Fiorentino sono risultati corretti e precisi e hanno mostrato nella maggior parte dei casi freschezza e carattere.

Come spesso accade durante le degustazioni le giovani annate sono risultate corrette e fragranti.

Lavorate nella maggior parte dei casi interamente in acciaio hanno brillato per mordenza e tensione oscurando alcuni vini più strutturati ed affinati in legno che si sono troppo imputati sulla ricerca della qualità del tannino dimenticando l’importanza della croccantezza e della vivacità dell’ uva spegnendone un po’ il carattere.

Il potenziale del terroir consente di produrre vini di importante profilo polifenolico ma è apparso evidente che la prerogativa principale resta la croccantezza e la ricerca di produrre matrici vino che virano nel ricordo floreale di lavanda, ibisco e giacinto piuttosto che di frutti rossi maturi.

Deliziose le giovani annate dei Canaiolo in purezza prodotte da Malenchini, Fattorie Giannozzi e Castelvecchio. Ancora più incisiva l’esperienza dell’assaggio del futuro Canaiolo prodotto da La Querce nell’annata 2020, degustato in azienda dal serbatoio d’acciaio subito prima di essere stabilizzato ed imbottigliato.

Intriganti alcune espressioni di Merlot in purezza che hanno carattere e tensione mostrando tannini dolci ma finali freschi e vibranti.

In generale ottima la performance di molti vini d’annata in particolare modo piacevole l’espressività del frutto nell’annata 2019. Solido l’impatto con alcune Riserva 2016 che avranno spazio per continuare a crescere in bottiglia.

Di seguito i commenti dei vini degustati:

Vini Rossi

Produttore Denominazione Vino Annata Score Tipo
Fattorie Giannozzi Chianti Colli Fiorentini Villa Marcialla 2019 92 Rosso

È preciso e ricco di frutti blu questo giovane Chianti Colli Fiorentini che rivela sentori di prugne, mirtilli pressati e violetta bagnata. Corpo medio-pieno, succoso ed avvolgente al palato mostra dei tannini ben polimerizzati ed un finale dalla buona progressione. Leggiadro e coinvolgente, un’espressione poco impegnativa ma deliziosa. Bevi ora.

Malenchini Chianti Colli Fiorentini Malenchini 2019 92 Rosso

È ricco e mostra una solida complessità sensoriale nelle note di ibisco, gerani in fiore, mallo di noce e foglie di tè verde. Il carattere balsamico imposta la scena secondaria nelle sfumature di calendula e timo selvatico. Corpo medio-pieno, tannini rotondi e ben fusi nella matrice ed un finale ricco di grazia e piacevolezza. Che bello. Bevi ora o invecchia.

Fattoria di Bagnolo Chianti Colli Fiorentini Fattoria di Bagnolo Riserva 2018 92 Rosso

È complesso e viene fuori lentamente nel calice offrendo sentori di gerani bagnati, giacinto, prugne blu e cocco disidratato. Corpo pieno, succoso e centrato offre dei tannini morbidi ed avvolgenti ed un finale che chiude speziato e verticale. Che bello. Meglio dal 2023.

La Querce Chianti Colli Fiorentini La Torretta Riserva 2017 92 Rosso

È profondo ed avvolgente e stupisce nelle note di prugne blu, caramello salato, terra bagnata, canfora e sandalo. Corpo medio-pieno, teso e vibrante offre dei tannini ben estratti ed un finale tagliente. Meglio dal 2023.

Fattoria San Michele a Torri Chianti Colli Fiorentini San Giovanni 97 Riserva 2017 92 Rosso

Molto maturo ma decisamente accattivante nella ricchezza di fragoline di bosco, more, prugne nere e chiodi di garofano. C’è di più in sottofondo nelle note di gerani bagnati, calendula e rosmarino. Corpo pieno, tannini estremamente polimerizzati ed integrati nella matrice ed un finale di media lunga distensione. Che stile, ricorda i grandi vini classici italiani. Bevi ora o invecchia.

Fattoria di Fiano Chianti Colli Fiorentini Ugo Bing Riserva 2016 92 Rosso

Leggermente rustico al naso offre sentori di camomilla disidratata, cedro in pezzi e tanto legno bagnato che conferisce un aspetto un po’ grezzo nel profilo sensoriale. Corpo medio, tannini succosi ben integrati ed un finale slanciato dalla buona progressione. L’aftertasting è di solida qualità e ritorna con forza e carattere dopo il sorso. Bevi ora o invecchia.

Malenchini Chianti Colli Fiorentini Malenchini Riserva 2016 92 Rosso

Maturo e di solida consistenza offre sentori di prugne nere, more, amarene, gerani bagnati, cioccolato fondente e bacche di ginepro. Corpo pieno, tannini rotondi perfettamente integrati ed un finale di natura leggermente alcolica nella percezione ma che nulla toglie alla scorrevolezza e al piacere del sorso. Bevi ora o invecchia.

Castelvecchio Toscana Il Brecciolino 2016 92 Rosso

E’ preciso e vivace al naso e mostra sentori di lamponi, amarene, ribes, stecca di liquirizia bagnata e fiori bagnati. Corpo medio-pieno, tannini leggermente rigidi che costituiscono l’ossatura ed un finale vibrante e teso. Meglio dal 2023.

Malenchini Chianti 2019 91 Rosso

Succoso e decisamente accattivante offre sentori di lamponi, ciliegie, fiori di limone e succo di pompelmo. Corpo medio, tannini morbidi piacevolissimi al palato ed un finale amabile dalla notevole bevibilità. Essenziale, bellissimo ora.

La Querce Chianti Colli Fiorentini Sorrettole 2018 91 Rosso

Molto maturo al naso coinvolge immediatamente nella ricchezza delle note di fragole mature, giacinto, lavanda e cioccolato bianco. Corpo medio, tannini soffici poco estratti nella matrice ed un finale elegante in chiusura e nobile nel sorso. Ci piace. Bevi ora.

Valvirginio Chianti Colli Fiorentini Colle Rosso 2015 91 Rosso

È solido e di buona presenza nel calice e regala nuance di fragole di bosco, sandalo e legna bagnata. Tanto incenso in sottofondo ne descrive il profilo secondario. Corpo medio-pieno, tannini di buona maturità ed un finale dal buon allungo in progressione. Avrà bisogno ancora di tempo in bottiglia per digerire il legno. Meglio dal 2023.

Fattorie Giannozzi Chianti Colli Fiorentini Villa Marcialla Riserva 2017 91 Rosso

Nobile e preciso nei sentori floreali e fruttati si regala lentamente nella bellezza di lavanda, ibisco, lamponi, ribes e melagrana. Corpo medio, tannini leggermente rigidi ma ben fusi nella matrice ed un finale intrigante e decisamente mordente e vibrante. Meglio dal 2023.

Castelvecchio Chianti Colli Fiorentini Vigna La Quercia Riserva 2017 91 Rosso

È maturo e classico e conosce bene come donare piacevolezza e profondità nelle note di gerani bagnati, salvia e legna arsa. Corpo medio, tannini leggermente mordenti e rustici ma ben estratti e fusi nella matrice ed un finale di media lunga persistenza. Meglio dal 2022.

Fattorie Giannozzi Canaiolo Toscana Vigne Testarde 2019 91 Rosso

Ricco di piacevolezza e sfumature blu regala note di lavanda, violetta selvatica, prugne blu, cedro in pezzi e fiori di magnolia pressati. Corpo medio, tannini succosi e scorrevoli ed un finale ricco di polpa e piacevolezza. la rivoluzione della bellezza gustativa è qui. Bevi ora.

Malenchini Toscana Bruzzico 2017 91 Rosso

Deciso nell’attacco sensoriale offre sentori di prugne nere, foglie di tè nero e terra bagnata. Corpo medio-pieno, leggermente rigido al centro palato con tannini ben estratti ed un finale teso e vibrante. Avrà bisogno di tempo in bottiglia per venirne fuori. Meglio dal 2023.

La Querce Toscana La Querce 2016 91 Rosso

È intenso e classico nel profilo principale e regala note di foglie di tè nero, more, salvia, maggiorana e coriandolo. Corpo medio-pieno, disteso e di buona progressione mostra dei tannini di grana fine ed un finale intrigante. Bevi ora.

Lanciola Toscana Terricci 2015 91 Rosso

Fragrante e vivace regala sfumature di lamponi, ribes, melagrana, ciliegie e timo selvatico. Corpo medio, tannini scalpitanti di notevole bellezza ed un finale leggiadro e dinamico che lascia una chiusura sapida che ruba la scena. Delizioso ora.

Malenchini Chianti Superiore Malenchini 2018 90 Rosso

Intrigante e ricco di personalità alterna i fiori di ibisco a sentori di gesso sbriciolato, cardamomo e liquirizia bagnata. Corpo pieno, struttura compatta e ben distesa al palato con tannini dolci ed un finale di media lunghezza. Piacevole e puro mostra qualità e bevibilità. Bevi ora.

Valvirginio Chianti Il Risveglio 2018 90 Rosso

Radioso nel calice offre sentori di ciliegie, lamponi, ribes e buccia di limone. Corpo medio, tannini rotondi e ben distesi al palato ed un finale leggiadro, leggermente amabile in chiusura. Bevi ora.

Tenuta San Vito Chianti Colli Fiorentini Darno 2019 90 Rosso

Intenso e vivace al naso offre sentori dark che ricordano le prugne nere, le more, i chiodi di garofano e l’incenso. Tanto sughero bagnato e terra sbriciolata ne aumentano la complessità nella matrice secondaria. Corpo medio-pieno, succoso e brillante stringe dal centro palato in poi nella chiusura verticale e decisa. Meglio dal 2022.

Fattoria di Bagnolo Chianti Colli Fiorentini Fattoria di Bagnolo 2019 90 Rosso

Floreale e fruttato imposta la scena principale fondendo note di ibisco, magnolia e ciliegie poco mature. Corpo medio, tannini rotondi e di grana fine ed un finale disteso e luminoso in chiusura. Delizioso ora, why wait?

Malenchini Canaiolo Toscana Malenchini 2019 90 Rosso

Molto floreale e decisamente brillante al naso regala note di ribes, lamponi, rosmarino, citronella e timo selvatico. Corpo medio, tannini soffici di buona qualità ed un finale scorrevole di bellissima presenza ad ogni sorso. Delizioso ora.

Fattoria di Bagnolo Colli della Toscana Centrale Caprorosso 2018 90 Rosso

Leggermente pirazinico nella partenza sensoriale ricorda i vitigni internazionali nelle sfumature di peperone verde, graspo spezzato ai quali ben si fondono note di formaggio fuso e gerani bagnati. Corpo medio-pieno, succoso e brillante mostra dei tannini rotondi ed un finale di sottile percezione alcolica in chiusura. Bevi ora.

Castelvecchio Canaiolo Toscana Numero Otto 2018 90 Rosso

Classico e mordente offre sentori di tiglio, gelsomino, lavanda pressata e fiori di arancio appassiti. Corpo medio, tannini soffici poco estratti ed un finale di media lunghezza. Corretto e poco ricercato è perfetto nella maggior parte delle occasioni. Bevi ora.

Fattoria San Michele a Torri Colli della Toscana Centrale Murtas 2016 90 Rosso

Maturo ed essenziale rivela note di fragole, tiglio, buccia di arancia e pepe nero in grani. Corpo pieno, tannini maturi di natura vellutata ed un finale piccante decisamente alcolico nella chiusura voluminoso. Bevi ora.

Poggio al Chiuso Toscana Voltaccia 49 2016 90 Rosso

Appesantito al naso offre note di gerani bagnati, asfalto bagnato, cuoio e datteri. Corpo medio, tannini morbidi di natura vellutata ed un finale di media tensione. Bevi ora.

Poggio al Chiuso Toscana Voltaccia 49 2018 90 Rosso

Potente al naso regala note di more, prugne nere, cioccolato fondente e origano. Corpo medio-pieno, caldo ed avvolgente al palato ed un finale compatto e solido. Meglio dal 2022.

Valvirginio Chianti Montespertoli 2019 89 Rosso

Maturo nel profilo principale mostra note classiche che ricordano i fiori pressati, i lamponi, la buccia di mandarino ed il pepe bianco. Corpo medio, tannini soffici poco estratti ed un finale esile ma corretto e piacevole. Bevi ora.

Fattoria San Michele a Torri Chianti Colli Fiorentini San Michele a Torri 2019 89 Rosso

Intenso nel profilo sensoriale gioca con la sottile riduzione che dona carattere. I sentori di fiori bagnati si fondono a note di caramello salato e iodio. Corpo medio, tannini leggermente rigidi e metallici ed un finale semplice. Bevi ora.

Poggio al Chiuso Chianti Colli Fiorentini Poggio al Chiuso 2018 89 Rosso

Molto profumato ed essenziale rivela lentamente la propria essenza nella bellezza di petali di rosa, magnolia, gelsomino e sambuco. È notevole l’intensità delle sfumature agrumate in sottofondo che ne aumenta la complessità. Corpo medio, tannini leggermente grezzi ed un finale di natura vibrante. Bevi ora.

Castelvecchio Chianti Colli Fiorentini Il Castelvecchio 2018 89 Rosso

Rigido e leggermente opaco al naso offre sentori di gerani bagnati, asfalto caldo e legna arsa. Manca un po’ di brillantezza e vivacità. Corpo medio, tannini leggermente secchi ed un finale semplice. Bevi ora.

Lanciola Chianti Colli Fiorentini Lanciola 2017 89 Rosso

Molto floreale e decisamente vibrante alterna sentori di tiglio, gelsomino, lamponi e coriandolo. Corpo medio, tannini ben maturi ed un finale leggermente caldo e piccante ma che non distorce la bellezza della chiusura fruttata. Bevi ora.

Poggio al Chiuso Toscana Le Cappelle 2017 89 Rosso

Leggermente surmaturo al naso ricorda note di prugne disidratate, foglia di pomodoro, resina e pinoli tostati. Corpo medio-pieno, tannini poco estratti succosi ed un finale di buona acidità laterale che regala vibrazione. Bevi ora.

La Querce Toscana M 2015 89 Rosso

Solido e centrato offre note di prugne nere, asfalto bagnato, caramello salato e iodio marino. Corpo pieno, estremamente levigato al palato mostra dei tannini dolci e vellutati ed un finale di natura voluminosa. Un po’ old style ma corretto e solido. Bevi ora.

La Querce Toscana Terradivino 2018 88 Rosso

Radioso ed essenziale nel calice offre sentori di lamponi, mirtilli pressati, fiori di limone e buccia di mandarino. Corpo medio, tannini soffici poco estratti e leggermente verdi ed un finale semplice ma preciso e pulito. Bevi ora.

Valvirginio Toscana Baron del Nero 2017 88 Rosso

Fresco e balsamico al naso rivela note terrose fuse a sentori di menta piperita ed eucalipto. Tanto pepe bianco in sottofondo. Corpo medio, tannini soffici leggermente secchi ed un finale semplice. Bevi ora.

Poggio al Chiuso Toscana Le Cappelle 2018 88 Rosso

Leggermente opaco al naso mostra note di sandalo, incenso, camomilla disidratata e foglie di tè verdi. Corpo medio-pieno, tannini sapidi ed un finale di media distensione. Bevi ora.

Fattoria di Fiano Chianti Colli Fiorentini Ugo Bing 2017 87 Rosso

Leggermente altalenante al naso mostra note mature, in leggera riduzione e affumicate. Corpo medio, tannini leggermente grezzi ed un finale leggermente secco in chiusura. Bevi ora.

Tenuta San Vito Chianti Colli Fiorentini Madiere Riserva 2018 87 Rosso

Leggermente rigido ed impostato su una scena poco esplosiva mostra sentori che ricordano il legno nelle note di castagne pressate, legno bagnato e gomma arsa. Corpo medio, tannini morbidi ed avvolgenti ed un finale di natura leggermente ruffiana con una possibile presenza di residuo. Bevi ora.

Vini Bianchi

Produttore Denominazione Vino Annata Score Tipo
Lanciola Chardonnay Toscana Riccio Bianco 2019 88 Bianco

È rustico e ricorda al naso il malto d’orzo, la camomilla poco matura e le olive verdi. Corpo medio, struttura semplice ed un finale a cui manca vivacità e tensione. Leggermente sotto tono, spazio per crescere.

Vini Rosati

Produttore Denominazione Vino Annata Score Tipo
Fattorie Giannozzi Sangiovese Toscana Flamingo Rosato 2019 88 Rosato

Vivace e brillante al naso regala note di fiori di limone, succo di pompelmo e buccia di mandarino. Corpo medio, struttura semplice ed un finale leggermente opaco a cui manca smalto e brillantezza. Bevi ora.

Lanciola Sangiovese Toscana Riccio Rosa Rosato 2020 87 Rosato

Dinamico e vibrante offre sentori di fiori di limone, buccia di lime, cedro e pietra calda sbriciolata. Corpo pieno, leggermente piatto al centro palato mostra una chiusura di natura alcolica. Bevi ora.

Vini Dolci

Produttore Denominazione Vino Annata Score Tipo
Valvirginio Vin Santo del Chianti Santa Pazienza 2010 90 Dolce

È decisamente dolce al naso nelle note di pesche gialle, vaniglia, albicocche disidratate e cioccolato bianco fuso. Corpo pieno, struttura dal volume notevole ed un finale speziato e tagliente. Bevi ora.

Malenchini Vin Santo del Chianti Vin Santo 2015 88 Dolce

Deciso e caratteristico ricorda i vini dolci toscani nelle note di pesche bianche molto mature, albicocche, bucce di limone arse e caramello salato. Corpo medio-pieno, struttura magra ed un finale corretto a cui manca un po’ di brillantezza. Bevi ora.

La Querce Toscana Dama Rosa Passito 2018 87 Dolce

Sentori da vino fortificato al naso si mostrano nelle sfumature di prugne nere disidratate e asfalto bollente. Corpo medio-pieno, amabile al palato mostra una semplice chiusura scorrevole e non troppo pesante. Meglio se si sceglie una direzione più netta. Bevi ora.

Condividi questo post

Share on facebook
Share on twitter
Share on email

Altri articoli

Sei un produttore?

Entra in contatto con il nostro team