Brunello di Montalcino 2016, one step away from perfection

There had been talk for some time about this being a highly attractive and promising vintage. After tasting Etna, Chianti Classico, Barbaresco and Barolo, there was just one “great absentee”, to quote the title of one of Renato Zero’s finest songs: Brunello di Montalcino.

The 2016 vintage in Montalcino is graceful and juicy. In the glass, the wines are solid and characterful, elegant and decidedly well made by the various producers who took part in the tastings.

The very high level immediately showed an impressive consistency in the blind tasting organized at the Piazza wine shop in Montalcino where 140 Brunello di Montalcino 2016 were tasted in just over 3 days.

Dynamic and well-balanced, the vintage is perfectly in line with the Mediterranean essence of Italy’s great reds and displays goût de terroir and personality, offering an intriguing variety in the styles from the different slopes.

The Giodo vineyard changes color in this mid-autumn.

The weather pattern was certainly regular in Montalcino. There was little rain during the winter, which was never particularly cold, with minimum temperatures never falling below – 6 degrees Celsius. A rainy spring ensured excellent growth of the vegetation during flowering and fruit set, though avoiding the harmful effects of coulure. The summer registered constant daytime temperatures above 30° C, in line with recent vintages, and good thermal excursion between day and night. There were just a few timid rain showers around the middle of what was generally a dry July, but they were essential for the vines and grapes to be in excellent shape in August. A small amount of rain in September and October allowed the producers to enjoy a calm and relaxed harvest, in line with the overall balance of the year.

Rated 5 stars by the Consortium of Brunello di Montalcino wine, the 2016 vintage shows a fragrant sensory profile rich in red fruits and in many cases decidedly floral.

The Molino di Sant’Antimo winery plays perfectly with new and used woods.

It immediately excites for its great drinkability and immediate pleasure, the daughter of a modern vision and in step with the changing times and the increasingly demanding and less tolerant markets to rusticity and dryness on the palate.

Giodo’s cellar is a hymn to beauty and presents every possible type of container. Wood of different sizes and the amphora.

The tannins are extremely ripe and smooth in most cases and, together with the wines’ natural acidity, create the backbone that will give them good aging potential.

There weren’t any perfect wines, but three different producers came remarkably close, making bottles that are hedonistic and immediately appealing.

Siro Pacenti Brunello di Montalcino Vecchie Vigne 2016 is the most powerful of the 3 wines on the podium. Taut and muscular, it reveals quite a lot of oak that still has to become integrated and firm tannins that grip from the mid-palate onwards, leaving an impressively long, lively finish. This is a wine that needs more time to open up and reveal all its delicate potency, that vinous oxymoron we like so much here at WinesCritic.com

On equal points, we find a more feminine, mellow expression of a 100% Sangiovese, produced by a world-famous winemaking consultant, together with his daughter Bianca.

Giodo Brunello di Montalcino 2016 is the wine that comes closest to being perfectly crafted, with its aristocratic and even almost snobbish profile, which is impressively fresh on the palate.

It is the beauty of its simplicity of execution that makes it extremely complex and fascinating. Everything is in the right place, making its appealing style its real trump card. The silky tannins and juicy fruit are impressive and confirm what the nose had already suggested: real fruit juice on the palate, where the alcohol is perfectly masked by – and melds with – the wine’s other elements.

The 2016 Argiano Brunello di Montalcino Vigna il Suolo completes the podium. Argiano’s special selection is the Brunello that displays the most territorial identity. Extremely floral, it offers an excitingly complex bouquet and broad, juicy, and notably persistent fruit on the palate. In this case, too, the tannins are perfectly integrated, and the flavor’s appeal is all in the juiciness and richness of the fruit in the aftertaste. Its extremely clean style offers an immediate guarantee of its keeping qualities, and it will be a pleasure tasting it again with a couple more years’ bottle-age.

Renieri, Talenti and Ciacci Piccolomini d’Aragona are consistent as ever, producing wines of great ripeness and complexity.

In tasting with Paolo Bianchini and Alex Bianchini. Pianrosso’s performance in the vertical of vintages is extraordinary.

Numerous other wines are of superb quality, among which we must mention a new entry from Banfi: Vigna Marrucheto.

Vigna Marrucheto is a 15-year-old Cru of 10.5 hectares, bred in a mixed way with spurred cordon and sapling to better exploit the richness of the soil in some parts of the vineyard and facilitate vegetative growth in less vigorous areas.

Vigna Marrucheto in Banfi, the last label on the market released for the first year in the splendid 2016 vintage.

The internal project in the company was born a few years ago but is only now on the market, anticipating Vigna Fontaccia and Vigna Marchigiana by a few years.

La Magia, Cava d’Onice and Mastrojanni can always be relied on for the precise style and character of the wines they produce. Sensis and Vigna Loreto are a bit tight at the moment and will open up in the next two years, but they display a quality of fruit that has few equals.

A major surprise and a definite improvement in quality for Celestino Pecci, Ventolaio and Terre Nere, which presented the most interesting wines from the point of view of value for money.

Di seguito tutti i commenti dei vini degustati:


Vini Rossi

Produttore Denominazione Vino Annata Score Tipo
Fuligni Brunello di Montalcino Riserva 2015 100 Rosso

Estremamente complesso al naso regala note di gerani bagnati, foglie di tè nero, bacche di ginepro, cardamomo e cioccolato fondente nel profilo principale. In sottofondo l’asfalto bollente domina la scena secondaria fondendosi egregiamente a note di cumino, pepe bianco, cedro in pezzi e fiori di arancio. Corpo pieno, tannini rifiniti di natura leggermente grezza creano l’ossatura principale di questa giovane e dinamica Riserva. Il finale è d’impressionante lunghezza e resta succoso e brillante nel climax dell’allungo emozionante. Meglio dal 2022. Un vino perfetto, un vino divino.

Casanova di Neri Brunello di Montalcino Cerretalto 2015 99 Rosso

È centrato e regale nel profilo ricco di tensione fatto di note che ricordano prugne nere, foglie di mirto, bacche di ginepro, sandalo, incenso, terra bagnata e succo di arancia rossa. Sviluppa lentamente sentori complessi e poco usuali di grafite, polvere da sparo e ciottolo caldo che donano una profondità di pochi eletti alla matrice. Corpo pieno, leggermente rigido nella struttura principale mostra dei tannini mordenti e polverosi ed un finale che si infiamma dal centro palato in poi nella ricerca di un allungo impressionante. Magistrale la combinazione di potenza orizzontale e profondità verticale. Un capolavoro a Montalcino che merita eterna gloria. Da un vigneto di 4 ettari esposizione est. Meglio dal 2022.

Ciacci Piccolomini D’Aragona Brunello di Montalcino Vigna di Pianrosso Santa Caterina d’oro Riserva 2015 99 Rosso

Maturo e complesso regala note di gerani bagnati, incenso, sandalo e gocce di bergamotto. In sottofondo l’energia agrumata si regala nell’emozione del chinotto fuso a lime e fiori di arancio. Corpo pieno, succoso e centrato mostra un core solido e verace. Corpo pieno, tannini di notevole fattura rotondi e ben estratti nella matrice ed un finale dalla chiusura elegante. Meglio dal 2022.

Siro Pacenti Brunello di Montalcino Vecchie Vigne 2016 99 Rosso

Incandescente al naso regala piacevoli emozioni figlie di precisione d’esecuzione e visione futurista della bellezza essenziale. I sentori di prugne rosse si fondono a note di ibisco, gerani e caramello salato. C’è di più in sottofondo nelle note di lavanda e succo di mirtilli fusi nella matrice tridimensionale che ben richiama le sfumature balsamiche. Corpo pieno, tannini incredibilmente fusi nella matrice che accarezzano il palato e descrivono una parabola crescente di luminosa essenza. Il finale è ricco di polpa e succoso, centrato e perfettamente bilanciato. Meglio dal 2022.

Giodo Brunello di Montalcino 2016 99 Rosso

Delicato e succoso il profilo principale di Giodo 2016 emoziona sin da subito per quella sottile e timida presentazione che nasconde un’inebriante complessità sperata. I sentori misti floreali e fruttati virano in differenti direzioni fondendo la camomilla disidratata a note di ibisco appassito e fiori di sambuco. Il “core” principale è ricco di lamponi, ribes e melagrana unite a zenzero fresco, mandorle bianche e cedro in pezzi. Corpo pieno, tannini setosi ricchi di grazia ed un finale centrato e perfettamente in linea con la visione d’eleganza del produttore. Meglio dal 2022.

Argiano Brunello di Montalcino Vigna del Suolo 2016 99 Rosso

Egocentrico e ricco di personalità imposta grazia e precisione d’esecuzione toccando punte di innaturale bellezza. Delicato e al contempo performante mostra note floreali di canfora, ibisco, gerani, acacia e sambuco. In sottofondo la performance principale viene dalla potenza del succo di mandarino ben fuso a note di caramello salato e prezzemolo tritato. Corpo medio-pieno, tannini incredibilmente setosi all’ingresso al palato ed un finale succoso e brillante che vibra dal centro palato fino alla chiusura sapida e succosa. Che stile! Da una vigna di 4,4 ettari con esposizione est-ovest. Solo 5200 bottiglie prodotte. Meglio dal 2021.

Poggio di Sotto Brunello di Montalcino 2016 98 Rosso

Radioso ed essenziale nel calice si mostra di corpo scarico e brillante nelle sfumature color ciliegia inebriando di profumi che ricordano i fiori di ibisco, i fiori di mandarino, la calendula, la camomilla ed il timo selvatico. In sottofondo la citronella si fonde a sfumature di limone e buccia di lime donando ricchezza e complessità alla matrice. Corpo medio, tannini perfettamente maturi ed un finale di impressionante bevibilità. Amore a prima vista. Bevi ora o invecchia.

Corte Pavone Brunello di Montalcino Fiore del Vento 2016 98 Rosso

Pieno ed avvolgente nel profilo principale si regala nella bellezza di violetta selvatica, fiori di gelsomino, fragoline di bosco e cioccolato bianco. Il sottofondo in leggera riduzione dona complessità e si fa notare. Corpo pieno, denso e compatto al palato mostra una potenza incredibile di difficile replica ed un finale manifestazione del bello. Un’espressione di Brunello lontano dal classicismo ma di indubbia qualità ed emozionante chiusura. Meglio dal 2023

Tassi Brunello di Montalcino Colombaio 2016 98 Rosso

Emozionante il profilo principale che si regala schietto e senza filtri nella bellezza di arancia, sandalo, cedro, mandarino cinese, fiori di limone e camomilla disidratata. C’è di più nell’avvolgenza secondaria che regala nunace di petali di rosa, pomplemo e cannella. Corpo medio, tannini perfettamente maturi e polimerizzati ed un finale di impressionante bevibilità. Un campione in terra ilcinese. Bevi ora o invecchia.

Il Marroneto Brunello di Montalcino Madonna delle Grazie 2016 98 Rosso

Decadente e bohémien regala nobiltà nel profilo terso e definito. Le prugne rosse si uniscono a note di amarene, ciliegie disidratate, cannella in polvere ed anice stellato. Il sottofondo di egual intensità regala una dolcezza sincrona fondendo zucchero a velo, chinotto e timo selvatico. È complesso nel profilo mediterraneo che fa della maggiorana e della salvia arsa la cornice perfetta di un quadro realizzato con cura e dedizione. Corpo pieno, tannini di grana fine perfettamente polimerizzati nella matrice ed un finale teso e vibrante che dal centro palato in poi si infiamma nella ricerca di una chiusura tesa e persistente. Meglio dal 2022.

Pietroso Brunello di Montalcino Riserva 2015 98 Rosso

Ricco di inebriante e pronunciata persolità un Brunello poliedrico che incalza nella dolcezza impressionante delle prugne rosse fuse a sentori di mallo di noce, foglie di tè verde, chinotto, zucchero a velo e cannella. La cornice speziata e mediterranea si descrive nella bellezza del timo selvatico, della citronella e del tiglio. Corpo pieno, tannini incredibilmente vellutati ed un finale solido e centrato che mostra una grazia ed una cremosità di difficile replica. Meglio dal 2022.

Castello Romitorio Brunello di Montalcino Riserva 2015 98 Rosso

Ricco di ciliegie disidratate e succo di pompelmo anima la scena principale in modo brillante e dinamico. I sentori di buccia di mandarino, tiglio e pietra sbriciolata regalano la complessità sperata in sottofondo. Corpo pieno, tannini incredibilmente setosi al palato sono fusi nella matrice ed esprimono garanzie e conferme in uno dei produttori più concreti a Montalcino. Bevi ora o invecchia.

Poggio Antico Brunello di Montalcino Riserva 2015 98 Rosso

Maturo e carnoso offre un quadro complesso nel ventaglio sensoriale pieno di prugne nere, more, cioccolato fondente, liquirizia bagnata e gerani in fiore. In sottofondo la complessità si evidenzia nell’altalena della piacevolezza che vede in scena il mirto selvatico ed i chiodi di garofano uniti al pepe bianco. Corpo pieno, delicato e leggiadro al palato mostra dei tannini cremosi di qualità eccelsa ed un finale avvolgente di pura bellezza. Un elogio al bello di purità eccelsa. Bevi ora o invecchia.

Renieri Brunello di Montalcino Riserva 2015 98 Rosso

Estremamente floreale regala note di petali di rosa, ibisco, gerani, magnolia, tiglio ed acacia. In sottofondo è notevole l’energia agrumata mista a note speziate di pepe bianco e noce moscata. È complesso e ricco di identità e non passa di certo inosservato nella vivace progressione sensoriale. Corpo pieno, tannini rotondi ben integrati nella matrice ed un finale vivo e vibrante che emoziona sin dal primo sorso. Meglio dal 2022.

Fuligni Brunello di Montalcino 2016 98 Rosso

Incandescente e decisamente emozionante l’animo regale di questo giovane Brunello che mostra sentori di fiori di acacia pressati, incenso, pepe bianco, foglie bagnate, mirto selvatico e caramello salato. Il sottofondo floreale anima la scena secondaria addolcendo la speziatura ed il carattere principale. Corpo medio-pieno, tannini di grana fine perfettamente levigati ed integrati ed un finale leggiadro ed elegante nella chiusura delicata ed essenziale. Meglio dal 2021.

Ciacci Piccolomini D’Aragona Brunello di Montalcino Pianrosso 2016 98 Rosso

Maturo ed essenziale offre note di amarene sotto spirito, ciliegie disidratate, fiori pressati e buccia di limone arsa. In sottofondo l’eleganza del profilo mediterraneo arricchisce la matrice con sfumature di timo e rosmarino. Corpo medio-pieno, succoso e centrato offre dei tannini setosi ed un finale esile di avvolgente armonia. Meglio dal 2021.

Siro Pacenti Brunello di Montalcino PS Riserva 2015 98 Rosso

Imperiale e progressivo mostra un profilo sensoriale di indomita bellezza pronunciato e decisamente intrigante. L’eleganza dei fiori rossi pressati si fonde a note dark di amarene mature, lavanda, violetta selvatica, tiglio e bacche di ginepro. L’eleganza del profilo secondario regala qualità nella bellezza del succo di arancia e della rosa canina. Corpo pieno, tannini incredibilmente setosi all’attacco mutano forma e struttura dal centro palato in poi ispessendosi e creando una tensione di pochi eletti nel mondo del Sangiovese. Il finale è avvolgente e verticale e dura al palato per quasi un minuto. Meglio dal 2023.

Renieri Brunello di Montalcino 2016 98 Rosso

Elegante e bohèmien mostra tratti floreali di ibisco, mallo di noce, chinotto, bacche di ginepro e buccia di mandarino arsa. In sottofondo piccoli accenni di sandalo accrescono la grazia della matrice. Corpo pieno, tannini vellutati succosi e perfettamente estratti nella matrice ed un finale che mostra una chiusura balsamica leggiadra e luminosa. Meglio dal 2021.

Talenti Brunello di Montalcino Piero 2016 98 Rosso

Leggermente offuscato al naso rivela lentamente sentori di fiori rossi pressati, noci sgusciate, camomilla disidratata e ciliegie dolci. In sottofondo l’animo nobile regala la bellezza della maggiorana appassita, l’origano ed il coriandolo. Corpo medio-pieno, tannini docili estratti in modo gentile ed una freschezza in chiusura di notevole bellezza che incanta sorso dopo sorso. Meglio dal 2022.

Tenuta Buon Tempo Brunello di Montalcino Oliveto p.56 Riserva 2015 97 Rosso

Succoso e delizioso nel profilo fragrante offre sentori floreali di ibisco, mandorlo, glicine ed agapanto. In sottofondo lo stampo agrumato ricorda la natura made in Montalcino. Corpo pieno, tannini perfettamente maturi distesi ed integrati nella matrice ed un finale di impressionante bellezza italiana. Bevi ora o invecchia.

Casanova di Neri Brunello di Montalcino Tenuta Nuova 2016 97 Rosso

Incandescente e poliedrico mostra un profilo ricco di note dark di prugne nere, more, foglie di tè nero, incenso, canfora appassita, fiori di arancio e chiodi di garofano. Nobile e centrato il profilo secondario che rivela lentamente sentori di curcuma, caramello salato e banana disidratata. Corpo pieno, tannini di naturale bellezza che costituiscono l’ossatura principale di questo Brunello solido e compatto ed un finale tagliente che chiude fresco e decisamente verticale. Meglio dal 2022.

Lazzeretti Brunello di Montalcino L7 Riserva 2015 97 Rosso

Bohémien e d’altri tempi il profilo principale che regala sentori di fiori rossi pressati, ciliegie disidratate, mandorle tritate, gerani bagnati e noce moscata. In sottofondo la luminosità del succo di limone domina la scena secondaria e ne aumenta la fragranza. Corpo pieno, tannini vellutati di egregia fattura ed un finale succoso e centrato che si infiamma dal centro palato in poi. Un masterpiece da tenere in cantina. Meglio dal 2022.

Fanti Brunello di Montalcino Vigna Le Macchiarelle Riserva 2015 97 Rosso

Concentrato e ricco di vibrazioni l’animo principale ribelle di una Riserva fresca e fragrante. La qualità sensoriale si regala immediatamente nella precisione dei lamponi fusi a ribes, melagrana, ciliegie poco mature e fragoline di bosco. In sottofondo l’energia dei fiori di limone incontra la buccia di lime ed insieme animano la scena secondaria. Corpo pieno, bilanciato e setoso al palato mostra dei tannini avvolgenti di grana fine ed un finale dalla buona progressione. L’eleganza non è mai stata così moderna. Meglio dal 2022.

Talenti Brunello di Montalcino Pian di Conte Riserva 2015 97 Rosso

L’animo wild si rivela lentamente nel calice nei sentori di prugne nere, foglie di tè nero, ciottolo caldo ed olive snocciolate. Di natura elitaria la scena secondaria che complessa la bellezza dei fiori rossi appassiti a sentori di agrumi arsi. Corpo medio, tannini soffici poco estratti ed un finale ricco di grazia e bevibilità. Bevi ora o invecchia.

Verbena Brunello di Montalcino Riserva 2015 97 Rosso

Armonico ed essenziale rivela carattere e tensione nei sentori di prugne nere, more selvatiche, cassis, foglie di tè nero e visciole. In sottofondo l’energia del graspo spezzato incontra la bellezza del succo di pomplemo, la foglia di pomodoro ed il pepe nero. Corpo pieno, solido e compatto offre dei tannini vellutati perfettamente integrati ed un finale da masterpiece dell’enologia Italia per precisione d’esecuzione e ritorno fruttato e speziato nell’aftertasting. Un capolavoro made in Montalcino. Meglio dal 2022.

La Magia Brunello di Montalcino 2016 97 Rosso

Elegante e a tratti complesso mostra un’impostazione floreale gentile che regala sfumature di petali di rosa, lavanda in fiore, pietra calda sbriciolata, ciliegie disidratate e buccia di limone. In sottofondo il succo di pompelmo domina la scena secondaria. Corpo pieno, tannini di grana fine perfettamente integrati nella matrice ed un finale di incredibile succosità che sorprende sin da subito. Meglio dal 2021.

Banfi Brunello di Montalcino Vigna Marrucheto 2016 97 Rosso

Wild e ricercato nel profilo principale mostra una struttura erbacea che rivela sentori di graspo spezzato, erba tagliata, sedano e timo. In sottofondo la complessità sensoriale si evidenzia nei tratti fruttati poco maturi di prugne rosse e pesche bianche. Corpo medio-pieno, vibrante e teso al palato mostra dei tannini morbidi ben levigati ed un finale piccante che persiste al palato. Notevole sin da subito sarà meglio dal 2022.

Livio Sassetti Brunello di Montalcino Riserva 2015 97 Rosso

Radioso ed essenziale offre sentori di ribes, lamponi, ciliegie disidratate, foglie di tè verde e rosmarino spezzato. Elegante e centrato il profilo secondario che rivela una solida precisione d’esecuzione ed un’integrità del frutto impressionante. Corpo medio, tannini succosi ben estratti ed integrati nella matrice ed un finale disteso che dal centro palato in poi cerca una chiusura in allungo e tensione leggermente amaricante. Moderno e visionario si regalerà nel tempo. Meglio dal 2022.

Banfi Brunello di Montalcino Poggio alle Mura Riserva 2015 97 Rosso

Solido e centrato offre sentori di gerani bagnati, asfalto caldo, foglie spezzate, zenzero tagliato e rosa canina. La fattura sensoriale impressionante del sottofondo regala note di fiori di aranci pressati, pepe bianco e bacche di ginepro. Corpo medio-pieno, tannini leggermente rigidi al momento che si distenderanno nel tempo ed un finale teso e vibrante che fa dell’allungo infinito la sua arma principale. Meglio dal 2022.

Terre Nere Brunello di Montalcino 2016 97 Rosso

Fresco e balsamico mostra un profilo ricco di identità che non passa di certo inosservato. Fiori di ibisco e magnolia si fondono a note di pietra sbriciolata, pepe bianco e foglie di eucalipto. Corpo pieno, tannini setosi perfettamente integrati e polimerizzati ed un finale di impressionante bevibilità e performante leggerezza. La chiusura mostra un aftertasting pronunciato di grande piacevolezza. Meglio dal 2021.

Cava d’Onice Brunello di Montalcino Riserva 2015 97 Rosso

È preciso e compatto nel calice ed offre sentori di gerani, ribes, lamponi, fiori di arancio e chiodi di garofano. In sottofondo le spezie dominano la scena secondaria nelle sfumature di maggiorana appassita e cannella in polvere. Corpo pieno, tannini levigati di ottima mordenza ed un finale tagliente che dal centro palato in poi vibra ed emoziona. Meglio dal 2022.

Poggio Antico Brunello di Montalcino Altero 2016 97 Rosso

È fragrante e vivace nel profilo principale e dispensa energia e profondità sensoriale nelle note miste floreali e fruttate. La lavanda e la violetta selvatica si fondono a note di biancospino e miele di acacia. Lo sfondo secondario ricco di grazia ricorda i petali di rosa appassiti ed il cedro in pezzi. Corpo medio, tannini rotondi, integrati e leggermente mordenti che mostrano carattere ed un finale succoso di notevole bevibilità. Delizioso sin da subito ma meglio dal 2021.

Tenuta di Sesta Brunello di Montalcino 2016 97 Rosso

È preciso ed espressivo e si mostra pieno di energia nei sentori di prugne nere, foglie di tè nero, caffè tostato e nocillo. Corpo pieno, tannini cremosi e perfettamente integrati ed un finale che coniuga in modo eccellente il profilo voluminoso e la sottile austerità dell’ acidità vibrante. Emozionante sarà meglio dal 2022.

Mastrojanni Brunello di Montalcino Vigna Loreto 2016 97 Rosso

Etereo e nobile manifesta una qualità sensoriale stupefacente che lascia interdetti. L’alternanza di fiori rossi pressati e ciliegie disidratate crea dinamismo e regala un bouquet incandescente. In sottofondo la buccia di pompelmo, il cedro, i petali di rosa bianca e la camomilla in fiore impostano il quadro secondario che si fa spazio mostrando ugual intensità della matrice principale. Corpo pieno, tannini di grana fine perfettamente polimerizzati ed un finale che brilla di luce propria e racconta l’essenza di un territorio unico al mondo. Meglio dal 2022.

Molino Sant’Antimo Brunello di Montalcino Riserva 2015 97 Rosso

Opulento e dai muscoli importanti questo Brunello mostra profondità sensoriale nelle sfumature di prugne nere, more di rovo, foglie di mirto selvatico, bacche di ginepro e ginseng. Corpo pieno, tannini leggermente rigidi che creano l’ossatura principale di questo Brunello che sfiderà l’immortalità ed un finale teso e leggiadro che scalpita dal centro palato impostando una verticalità impressionante centrata e lungimirante. Una Riserva di delicata potenza che emoziona sin da subito e verrà fuori nei prossimi 10 anni. Meglio dal 2022.

Mastrojanni Brunello di Montalcino 2016 97 Rosso

Maturo ed avvolgente mostra note di ibisco, gerani pressati, chiodi di garofano, noce moscata e salvia arsa. In sottofondo la dolcezza dei tratti floreali incornicia un quadro complesso e di natura impressionista. Corpo medio-pieno, tannini di qualità eccelsa ed un finale pura esplosione di carattere varietale. Un grande Sangiovese in una grande annata a Montalcino. Meglio dal 2021.

Banfi Brunello di Montalcino Poggio Alle Mura 2016 97 Rosso

Unico nel suo genere dispensa una nobile energia fatta di sfumature wild ed attraenti che ricordano i ribes, i lamponi, il melagrana i fiori di acacia e il rabarbaro. La radice di ginseng incontra in sottofondo le note di mirto selvatico e canfora. Corpo medio-pieno, tannini leggermente rigidi al momento che nascondo energia e struttura ed un finale teso e vibrante. Meglio dal 2022.

Villa Poggio Salvi Brunello di Montalcino 2016 97 Rosso

Concentrato e vivace offre sentori fruttati di prugne nere, more, foglie di basilico, formaggio fuso e crosta di pane. In sottofondo c’è potenza nella matrice secondaria che regala sfumature speziate di chiodi di garofano e noce moscata. Corpo pieno, tannini di grana fine leggermente rigidi al momento ed un finale proiettato verso un allungo importante. Meglio dal 2022.

Ventolaio Brunello di Montalcino 2016 97 Rosso

Emozionante e di difficile replica il profilo sensoriale di questo Brunello che fa dell’eleganza la sua arma principale. L’altalena dei sentori offre una matrice accattivante ricca di lamponi, ribes, melograno, gerani in fiore, buccia di limone e succo di mandarino. In sottofondo la bellezza mediterranea porta la firma del timo selvatico, della citronella e del muschio selvatico. È incandescente al palato mostrando una setosità di pochi eletti grazie ad i tannini perfettamente polimerizzati ed integrati nella matrice ed un finale leggiadro e dinamico che chiude in modo teso e verticale pur restando maturo ed avvolgente durante tutta la progressione. La grandezza dell’annata si manifesta a pieno in questa giovane espressione ancora tutta da scoprire. Meglio dal 2022.

Castello Romitorio Brunello di Montalcino Filo di Seta 2016 97 Rosso

È delicato e al contempo solido nel profilo sensoriale ricco di note dolci di amarene, visciole, fiori di agapanto e violetta selvatica. In sottofondo la natura nobile si manifesta con i sentori di cioccolato ed asfalto bagnato. Corpo pieno, tannini vellutati ed un finale compatto e delizioso. Opulento e muscoloso resta leggiadro e brillante. Meglio dal 2022.

Fanti Brunello di Montalcino Vallocchio 2016 97 Rosso

È maturo a primo impatto ma gioca perfettamente con l’alternanza di tratti erbacei che stemperano dolcezza ed opulenza. Ha carattere da vendere nei sentori di ciliegie, lamponi, ribes e graspo spezzato. Mi piace il sottofondo dinamico ricco di fiori bianchi ed agrumi. Corpo pieno, tannini setosi di grana fine perfettamente integrati nella matrice ed un finale che regala grazia in ogni secondo della sua progressione. Incandescente dal centro palato in poi coniuga dolcezza, freschezza e delicata persistenza piccante. Meglio dal 2021.

Podere Le Ripi Brunello di Montalcino Amore e Magia 2016 97 Rosso

È deciso ed essenziale nel profilo maturo ma ben disteso nei sentori misti di lamponi, ribes, melograno, petali di rosa, fiori di ibisco, mandorle sgusciate e ciliegie disidratate. In sottofondo l’animo mediterraneo si regala con le sfumature di mandarino verde e buccia di lime. Corpo pieno, tannini incredibilmente setosi al palato ed un finale eclettico che incanta a prima vista. Meglio dal 2021.

Livio Sassetti Brunello di Montalcino 2016 97 Rosso

Espressivo e ricco di carattere mostra note miste floreali e fruttate perfettamente giocate con la sottile riduzione che dona complessità. I sentori di prugne rosse, prugne nere, ciottolo caldo, fiori di ibisco e gerani appassiti sono i sentori principali. L’asfalto bagnato ed il chinotto riempiono la scena secondaria. Corpo medio, tannini dolci rotondi ben integrati nella matrice ed un finale amabile e teso che imposta la sua bellezza sulla delicata progressione. Meglio dal 2022.

La Rasina Brunello di Montalcino Persante 2016 97 Rosso

Profondo ed intenso nel profilo sensoriale parte in leggera riduzione per irradiare sentori misti di prugne nere, sandalo, incenso e bacche di ginepro. Succoso e centrato mostra un agrume arso che ne caratterizza lo sfondo secondario. Corpo pieno, tannini setosi che avranno bisogno di tempo per distendersi ed un finale stretto e moderno che si infiamma dal centro palato in poi. Meglio dal 2022.

Cava d’Onice Brunello di Montalcino Sensis 2016 97 Rosso

Il frutto integro sembra impossibile da scalfire e in modo solido e centrato esprime garanzia nel quadro sensoriale gioioso ricco di prugne nere, prugne rosse, foglie di mirto spezzate, chiodi di garofano e tiglio pressato. Corpo pieno, tannini levigati, perfettamente maturi che ricordano il velluto al palato ed un finale di indomita bellezza. Meglio dal 2021.

Celestino Pecci Brunello di Montalcino Poggio al Carro 2016 97 Rosso

Nobile e ricco di maturità mostra un profilo bohémien che si racconta nelle note di prugne nere, visciole, more di rovo, asfalto caldo, sandalo e canfora. In sottofondo il bergamotto ed il lime tritato regalano freschezza e mordenza alla matrice. Corpo pieno, tannini incredibilmente setosi ed un finale integro che chiude balsamico ed avvolgente. Meglio dal 2021.

Andretta Brunello di Montalcino Riserva 2015 97 Rosso

Succoso e fragrante offre sentori di gerani in fiore, succo di pompelmo e prugne blu. In sottofondo la grazia del succo di mandarino dona vivacità e brillantezza. Corpo pieno, tannini di trama fine perfettamente integrati ed un finale nobile di radiosa bellezza. Bevi ora o invecchia.

La Magia Brunello di Montalcino Riserva 2015 97 Rosso

Maturo e compatto regala una notevole complessità figlia dell’annata straordinaria a Montalcino. La regale partenza vede la precisione d’esecuzione nelle note di prugne rosse, tiglio, canfora e fiori di arancio. In sottofondo la delicata potenza racconta di cedro in pezzi ed amarene sotto spirito. Corpo pieno, tannini vellutati perfettamente fusi nella matrice ed un finale di natura orizzontale più che verticale. Delizioso sin da subito, ma meglio dal 2021.

Lisini Brunello di Montalcino 2016 97 Rosso

È solido e centrato ed offre un misto accattivante di note rosse e nere di ibisco, violetta pressata, gerani bagnati, bacche di ginepro e pepe nero. Corpo medio-pieno, disteso ed ampio mostra dei tannini dolci ed un finale di stampo classico a cui è difficile resistere. È complesso ed autentico nel climax emozionante sorso dopo sorso. Bevi ora o invecchia.

Voliero Brunello di Montalcino 2016 96 Rosso

Ampio e di spiazzante bellezza si regala nell’energia agrumata di mandarino, pompelmo, melagrana, lime e bergamotto. Corpo medio-pieno, tannini vellutati che si distendono al palato solleticando durante il sorso ed un finale leggiadro e di impressionante modernità. Definito, radioso ed elegante è un vino che farà parlare di sè nel tempo. Bevi ora o invecchia.

Corte Pavone Brunello di Montalcino Campo Marzio 2016 96 Rosso

Floreale misto fruttato l’anima principale di questa giovane Riserva mente e cuore che si regala nelle note di lamponi, ribes, mirto selvatico. citronella e timo selvatico. Corpo medio-pieno, vibrante e di notevole tensione dal centro palato in poi, offre tannini leggermente rigidi che avranno bisogno di tempo per distendersi ed un finale di incalzante progressione, secco e tagliente. Meglio dal 2023.

Corte Pavone Brunello di Montalcino Fior di Meliloto 2016 96 Rosso

Grassoso ed inconfondibile mostra pienezza ed opulenza elegante nelle sfumature di more, prugne nere, foglie di tè nero ed olive nere. Corpo medio-pieno, tannini levigati di naturale mordenza e grip ed un finale amabile e succoso. Che bello! Meglio dal 2022.

Le Gode Brunello di Montalcino Vigna Montosoli 2016 96 Rosso

È profondo ed integro nell’energia dark di prugne, more, violetta selvatica, bacche di ginepro e pepe nero. È complesso grazie alle sfumature di sandalo ed incenso che dominano la scena secondaria. Corpo pieno, tannini di incredibile qualità, distesi ed integrati ed un finale che punta in verticale ad una chiusura vibrante e di indimenticabile profilo. Meglio dal 2023.

Castiglion del Bosco Brunello di Montalcino Millecento Riserva 2015 96 Rosso

Floreale e ricco di note verdi alterna sentori di kiwi poco maturi, foglie di tè verdi, eucalipto e menta piperita. Corpo medio-pieno, tannini perfettamente maturi ed un finale iconico davvero disteso e piacevole nella beva. Bevi ora o invecchia.

Tenuta di Sesta Brunello di Montalcino Duelecci Ovest Riserva 2015 96 Rosso

Radioso e compatto si regala con un naso maturo di prugne disidratate, cedro in pezzi, papaya e frutto della passione. È davvero potente al palato mostrando opulenza e concentrazione ma non risultando per nulla pesante. Corpo pieno, tannini morbidi ed avvolgenti ed un finale di lunga persistenza. Meglio dal 2023.

Villa Le Prata Brunello di Montalcino Massimo Riserva 2015 96 Rosso

Balsamico e di natura nobile si regala nei sentori di eucalipto, menta piperita, camomilla, sandalo, muschio bianco e pepe bianco. Corpo pieno, disteso e concentrato mostra una qualità del frutto impressionente ed uno stile che non passa di certo inosservato. Meglio dal 2023.

Il Marroneto Brunello di Montalcino 2016 96 Rosso

Eccelso e brillante mostra un profilo delicato ricco di grazia che richiama i fiori rossi, le foglie bagnate, il chinotto ed il bergamotto. Ben fuse in sottofondo le note di buccia di lime e bacche di ginepro arricchiscono la matrice secondaria. Centrato nel core principale mostra un corpo medio, tannini soffici poco estratti nella matrice ed un finale disteso ed equilibrato sin da subito che emoziona nella chiusura delicata e di incredibile radiosità. Delizioso ora, ma meglio dal 2021.

Pietroso Brunello di Montalcino 2016 96 Rosso

È pronunciato e dinamico il profilo sensoriale ricco di fiori rossi di ibisco, gerani, canfora, fiori di arancio, cedro in pezzi, caramelle gommose, ciliegie disidratate e fiori di magnolia. In sottofondo l’animo speziato ricco di pepe bianco e polvere da sparo racconta complessità e personalità da vendere. Corpo medio-pieno, vibrante e teso mostra una freschezza importante sulla parte laterale del palato ed una chiusura di notevole progressione incalzante. Meglio dal 2022.

Cortonesi Brunello di Montalcino La Mannella Riserva 2015 96 Rosso

È concentrato e maturo nel profilo di natura classica e pura ricca di note che ricordano le fragoline di bosco, le more, la liquirizia dolce e la salvia arsa. La scena secondaria mostra grazie nelle sfumature mediterranee di timo e rosmarino. Corpo pieno, avvolgente e suadente al palato offre una precisione d’esecuzione impressionante ed un finale di piacevolezza importante. Bevi ora o invecchia.

Caparzo Brunello di Montalcino Riserva 2015 96 Rosso

Caldo ed avvolgente offre sentori di prugne rosse, ribes, lamponi, ciliegie disidratate e succo di limone. In sottofondo la magia della presenza di pepe bianco e noce moscata arricchisce la matrice regalando carattere e vivacità. Corpo medio, tannini leggermente rigidi al momento di ottima qualità ed un finale disteso ed elegante che chiude nella bellezza di un aftertasting puro e vibrante. Meglio dal 2022.

Franco Pacenti Canalicchio Brunello di Montalcino Riserva 2015 96 Rosso

Caldo ed avvolgente inebria nei sentori di prugne rosse disidratate, foglie di tè verde, liquirizia bagnata e terra umida. Corpo medio-pieno, tannini vellutati e gentili perfettamente spalmati nella matrice ed un finale elegante e classico figlio di precisione e gentilezza d’animo. Wow, emozionante la chiusura nobile decisamente elegante. Bevi ora o invecchia.

Celestino Pecci Brunello di Montalcino Riserva 2015 96 Rosso

Radioso ed essenziale intreccia la composizione floreale nobile ed elegante ad una matrice impostata principalmente nella ricerca della succosità sgrumata di cedro, buccia di mandarino e succo di lime. Corpo medio-pieno, succoso e brillante al palato mostra una piacevolezza spiazzante ed un finale dalla chiusura amabile. Successo assicurato. Bevi ora o invecchia.

Camigliano Brunello di Montalcino Gualto Riserva 2015 96 Rosso

Intrigante e di buona complessità offre sentori di gerani bagnati, asfalto caldo, bacche di ginepro, stecca di liquirizia e olive nere. Corpo pieno, tannini di grana fine fusi e ben maturi ed un finale armonico e bilanciato che chiude con un volume interessante. Bevi ora o invecchia.

Collemattoni Brunello di Montalcino Vigna Fontelontano Riserva 2015 96 Rosso

Fragrante e dinamico il profilo principale di questa giovane Riserva ricca di lamponi, ribes, melagrana e fiori di limone. In sottofondo la citronella alterna la presenza con il timo selvatico ed insieme descrivono il profilo secondario. Corpo medio-pieno, succoso ed amabile mostra una dolcezza impressionante nel centro palato ed un finale elegante e ben disteso che ammalia sin da subito. Un capolavoro a Montalcino nella splendida annata da record. Meglio dal 2021.

Ventolaio Brunello di Montalcino Riserva 2015 96 Rosso

Concentrato e brillante il profilo principale di questa Riserva nobile e gentile ricca di agrumi arsi, cedro in pezzi, fiori di ibisco, cannella in polvere ed anice stellato. Incredibile quanto spazi in differenti direzioni per regalare la propria essenza e tutto il suo carattere dinamico. Corpo pieno, tannini di natura vellutata ed un finale preciso ed essenziale che fa innamorare sin da subito. Wow! Meglio dal 2022.

Villa Poggio Salvi Brunello di Montalcino Riserva 2015 96 Rosso

È estremamente accattivante nel profilo essenziale ricco di fiori rossi pressati di magnolia, tiglio, ibisco ed agapanto. Regala “nuance” in sottofondo che ricordano i fiori di limone e la curcuma. Corpo medio, tannini incredibilmente setosi al palato ed un finale delicato ed essenziale che regala bellezza ad ogni sorso. Rapisce con la delicata eleganza e si allontana dai canoni della potenza. Meglio dal 2022.

Le Macioche Brunello di Montalcino Riserva 2015 96 Rosso

È nobile ed estremamente elegante il profilo principale di questo giovane Brunello che regala piacevolezza immediata. I sentori di tiglio ed acacia si fondono a canfora, bergamotto e legno di sandalo regalando una matrice principale complessa e di difficile replica. Le prugne rosse poco mature, le ciliegie disidratate ed il succo di limone ne aumentano la complessità nella scena secondaria. Corpo pieno, tannini di grana fine perfettamente polimerizzati ed un finale sottile ed elegante nella chiusura essenziale. Meglio dal 2022.

Argiano Brunello di Montalcino Riserva 2015 96 Rosso

Preciso e sartoriale regala sentori di fiori rossi di ibisco, gerani, magnolia e tiglio appassito. In sottofondo le “nuance” di cedro, timo selvatico e rosmarino riempiono la scena secondaria nel profilo poliedrico di un masterpiece dell’enologia italiana. Corpo pieno, tannini di natura dolce e grana fine perfettamente integrati nella matrice ed un finale luminoso di notevole bevibilità. Meglio dal 2021.

Tenuta di Sesta Brunello di Montalcino Duelecci Ovest Riserva 2015 96 Rosso

Pronunciato e decisamente preciso nei sentori “red” dispensa note di ribes, lamponi, graspo spezzato, gerani in fiore e buccia di limone. In sottofondo lo zenzero fresco domina la scena secondaria. Corpo pieno, succoso ed avvolgente al palato mostra dei tannini vellutati ed un finale amabile solido e centrato di natura orizzontale. Meglio dal 2022.

Il Poggione Brunello di Montalcino 2016 96 Rosso

Ricco e carnoso mostra mordenza e carattere nelle note di ribes, lamponi, fragole mature e chiodi di garofano. Corpo pieno, tannini di qualità eccelsa, rotondi e ben integrati ed un finale di lodevole bellezza. Wow exciting expression. Meglio dal 2022.

Carpineto Brunello di Montalcino Riserva 2015 96 Rosso

Energico e vibrante offre sentori misti floreali e fruttati di ibisco, foglie di mirto spezzate, prugne rosse e ribes. La cornice secondaria si riempie di ricordi di crosta di pane e legno di sandalo. Corpo medio-pieno, preciso ed essenziale mostra dei tannini leggermente rigidi al momento che creano l’ossatura principale ed un finale leggiadro e tagliente nella chiusura moderna e verticale. Emozionante. Meglio dal 2022.

La Magia Brunello di Montalcino Ciliegio 2016 96 Rosso

Emozionante nel colore dispensa autorità e devastante progressione sensoriale nell’altalena delle note fruttate di lamponi, ribes, melagrana, buccia di pompelmo e salvia arsa. Corpo medio-pieno, tannini vellutati che accarezzano il palato ed un finale dal carattere voluminoso ed amabile. Meglio dal 2022 quando le note dolci saranno completamente fuse nella matrice.

Banfi Brunello di Montalcino Poggio All’Oro Riserva 2015 96 Rosso

Elegante e dal profilo pronunciato offre sentori di prugne rosse, mandorle bianche tritate, buccia di limone, succo di mandarino, timo selvatico e citronella. Corpo medio, tannini vellutati distesi e perfettamente integrati nella matrice ed un finale di moderna impostazione scorrevole e disteso. Non passa di certo inosservato un vino da non perdere. Meglio dal 2022.

Poggio Antico Brunello di Montalcino 2016 96 Rosso

La potenza devastante riempie il calice di note dark che ricordano la violetta selvatica, la liquirizia dolce, le bacche di ginepro, le amarene sotto spirito e la terra bagnata. Corpo pieno, tannini incredibilmente setosi che al palato regalano una carezza ed un finale iconico che coniuga egregiamente la potenza del volume alla progressione verticale. Un vino emozionante. Meglio dal 2022.

Casanuova delle Cerbaie Brunello di Montalcino 2016 96 Rosso

Incandescente nel profilo sensoriale mostra note di prugne rosse, pepe rosa, rosa canina e succo di pompelmo rosa. È affascinante e decisamente brillante nel carattere principale e mostra tannini ben levigati ed armonici fusi nella matrice ed un finale di luminosa bellezza. Meglio dal 2021.

Cortonesi Brunello di Montalcino La Mannella 2016 96 Rosso

Iconico e di gran classe emoziona nelle note complesse ed intriganti che ricordano il sandalo, l’incenso, il muschio bianco, la terra bagnata e la radice di ginseng. C’è tanta energia rossa in sottofondo con le note di ribes, lamponi e cassis. Corpo pieno, tannini perfettamente levigati che sostengono la struttura di questo lodevole Brunello ed un finale integro e proiettato in allungo che verrà fuori con il tempo. Meglio dal 2022.

Tiezzi Brunello di Montalcino Vigna Soccorso 2016 96 Rosso

Tante ciliegie e more impostano la scena principale, fondendosi a note di mirto, prugne nere e liquirizia dolce. Corpo medio-pieno, tannini leggermente rigidi che ben costituiscono l’anima di questo rosso ed un finale che si infiamma dal centro palato in poi nella ricerca di un allungo impressionante. Wow, una delle più belle espressioni di eleganza e precisione d’esecuzione. Immancabile in cantina. Meglio dal 2022.

Donatella Cinelli Colombini Brunello di Montalcino Prime Donne 2016 96 Rosso

Espressivo e ricco di grazia mostra note gentili di petali di rosa, buccia di limone, lamponi maturi, formaggio spalmabile e cassis. In sottofondo le ciliegie disidratate ed il succo di mandarino regalano carattere e freschezza alla matrice complessa. Corpo medio-pieno, tannini vellutati ed un finale speziato che chiude in una notevole persistenza. Meglio dal 2022.

Ciacci Piccolomini D’Aragona Brunello di Montalcino 2016 96 Rosso

Wow, iconico esprime bellezza e precisione d’esecuzione nelle note di ibisco, gerani in fiore, ribes e melograno. La matrice secondaria si tinge di fiori di limone e buccia di mandarino. Corpo medio-pieno, tannini di egregia qualità morbidi ed integrati ed un finale succoso e centrato. Meglio dal 2021.

Talenti Brunello di Montalcino 2016 96 Rosso

Nobile e ricercato il profilo di questo Brunello mostra tanta energia composta nei sentori di lamponi, ribes, melograno, buccia di limone e salvia. In sottofondo un ricordo di terra bagnata e cioccolato regalano carattere alla matrice. Corpo medio-pieno, tannini gentili ed un finale rotondo ed armonico. Muscoloso e compatto regala bellezza sin da subito. Meglio dal 2022.

Altesino Brunello di Montalcino 2016 96 Rosso

Delicato rivela la propria essenza nei tratti floreali di ibisco, agapanto, gerani in fiore ed ortensie. In sottofondo la maturità si mette in luce nelle note gentili di ciliegie e petali di rosa. Corpo medio-pieno, tannini setosi ed un finale compresso di brillante vivacità. Meglio dal 2021.

Altesino Brunello di Montalcino Montosoli 2016 96 Rosso

Prugne rosse, duroni, fragole e ribes sono i sentori principali che emergono dalla matrice complessa. Maturo e carnoso offre sentori affumicati di incenso, nocciole tostate e tiglio appassito in sottofondo. Corpo medio-pieno, tannini di grana fine, setosi nella trama ed un finale suadente ed accattivante. Meglio dal 2022.

Val di Suga Brunello di Montalcino Vigna Spuntali 2016 96 Rosso

Preciso al naso coniuga sentori di ciliegie, mandorle bianche, fiori di tiglio ed acacia. In sottofondo è piacevole la presenza della buccia di arancia fusa a note di miele. Corpo medio-pieno, tannini vellutati di egregia qualità ed un finale elegante di media lunga persistenza. Meglio dal 2022.

Siro Pacenti Brunello di Montalcino Pelagrilli 2016 96 Rosso

Molto dolce al naso mostra note di prugne nere, prugne rosse, fragole mature e tanta vaniglia. In sottofondo c’è tanta qualità nella potenza dei lamponi e delle note di ribes. Corpo medio-pieno, tannini vellutati ben integrati nella matrice ed un finale di media-lunga persistenza. Meglio dal 2022.

Val di Suga Brunello di Montalcino Vigna del Lago 2016 96 Rosso

Maturo al naso offre sentori di ciliegie, fiori rossi pressati, caramello salato, iodio e formaggio spalmabile. Corpo medio-pieno, tannini di qualità eccelsa leggermente rigidi al momento ed un finale teso e vibrante che emoziona sin da subito. Meglio dal 2022.

Poggio Rubino Brunello di Montalcino Riserva 2015 96 Rosso

È delicato ed essenziale nel profilo principale floreale che offre sentori di lavanda, ibisco, gerani in fiore e camomilla disidratata. Corpo pieno, tannini incredibilmente vellutati ed un finale cremoso che si esalta sin da subito per brillantezza e carattere. La qualità del Sangiovese in una grande annata si palesa in questa etichetta estremamente precisa e moderna. Meglio dal 2021.

Cava d’Onice Brunello di Montalcino Colombaio 2016 96 Rosso

È composto e definito nella luminosità di un rosso vivace e croccante che mostra note di ciliegie, fiori bianchi e fiori rossi. Il mosto d’uva pressato domina la scena secondaria. La leggerezza si fonde con l’amabilità di un frutto perfettamente maturo e sapientemente lavorato. Corpo medio, tannini rotondi senza spigoli ed un finale leggiadro ricco di succosità e mordenza. Meglio dal 2021.

Villa Poggio Salvi Brunello di Montalcino Pomona 2016 96 Rosso

Molto maturo offre sentori misti floreali e fruttati che ricordano i fiori di ibisco, acacia, sambuco e biancospino. In sottofondo la pienezza sensoriale ha la forma delle prugne rosse disidratate e del graspo spezzato che aggiunge freschezza e mordenza alla matrice. Corpo medio-pieno, tannini poco estratti di natura nobile e gentile ed un finale di media lunga persistenza. Meglio dal 2022.

La Fortuna Brunello di Montalcino Riserva 2015 95 Rosso

È delicato e suadente ed offre un profilo principale di evidente bellezza ricco di sfumature floreali di ibisco, gerani, lavanda e fiori di arancio. In sottofondo la complessità sperata si evidenzia nel ricordo della cannella in polvere e del pisto napoletano. Corpo medio-pieno, succoso e fragrante mostra un profilo elegante di notevole distensione e ritorno fruttato nell’aftertasting. Bevi ora o invecchia.

Tenuta La Fuga Brunello di Montalcino 2016 95 Rosso

Maturo e concreto nel profilo principale alterna sentori di fragole, prugne rosse, buccia di arancia rossa, cedro e cannella in polvere. In sottofondo la matrice bianca si fonde di sfumature che ricordano lo yogurt magro ed il cioccolato bianco. Corpo medio, tannini perfettamente maturi ed un finale composto che chiude piccante e speziato. Meglio dal 2023.

Uccelliera Brunello di Montalcino 2016 95 Rosso

Profondo ed essenziale regala emozioni a primo impatto nella bellezza delle note di prugne rosse, calendula, camomilla, tiglio e mandorle tritate. Corpo medio, tannini soffici eleganti e perfettamente estratti ed un finale iconico e di stampo classico. Con un po’ di mordenza e maggiore progressione sarebbe tra i migliori della denominazione. Bevi ora o invecchia.

Roberto Cipresso Brunello di Montalcino 2016 95 Rosso

Pontente e profondo nel colore impenetrabile offre sentori di amarene, more e mirtilli pressati. In sottofondo tante fragoline di bosco e dolcezza di vaniglia e cannella dominano la scena secondaria. Corpo pieno, tannini polimerizzati ed un finale iconico che mostra stile e perfetta gestione della materia in cantina. Grande crescita qui. Meglio dal 2023.

Canalicchio di Sopra Brunello di Montalcino La Casaccia 2016 95 Rosso

Integro e di grande personalità offre sentori di fragole, caramello salato, prugne rosse disidratate e pietra calda. Corpo pieno, profondo ed estremamente levigato al palato offre un finale caldo ed avvolgente di notevole bellezza. Bevi ora o invecchia.

La Fornace Brunello di Montalcino Fornace 2016 95 Rosso

Floreale e davvero vibrante il profilo sensoriale di questa giovane Riserva che offre sentori di prugne nere, more, mirto selvatico e mirtilli pressati. Corpo pieno, tannini mordenti di natura vellutata perfettamente maturi ed un finale che si accende dal centro palato in poi. Meglio dal 2022.

Tassi Brunello di Montalcino Tassi Giuseppe 2016 95 Rosso

Pronunciato e slanciato si mostra essenziale toccando le sfere giuste di arancia sanguinella, salvia arsa, ciliegie disidratate e camomilla disidratata. Il profilo secondario speziato ricorda la curcuma ed il pepe bianco che si ripropone anche nell’aftertasting. Corpo medio-pieno, tannini maturi perfettamente maturi e dun finale succoso e di grande armonia. Bevi ora o invecchia.

Baricci Brunello di Montalcino Nello Riserva 2015 95 Rosso

Solido e compatto si regala subito nella pienezza di more di rovo, rosa canina, caramello salato e bacche di ginepro. Corpo pieno, tannini rotondi di natura vellutata ed un finale solido e vibrante che si regala con la massima personalità. Meglio dal 2023.

Casanova di Neri Brunello di Montalcino 2016 95 Rosso

Preciso e sartoriale incanta nelle note fresche di frutti rossi di ribes, lamponi, prugne rosse, cannella in polvere e bacche di ginepro. In sottofondo l’essenza territoriale si manifesta nel ricordo del mosto d’uva pressato che dona fragranza e carattere. Corpo medio-pieno, tannini di trama tannica rifinita e vellutata che accarezzano il palato ed un finale di media lunghezza che chiude nell’esplosione di una dolcezza ammaliante. Meglio dal 2021.

Col d’Orcia Brunello di Montalcino Vigna Nastagio 2015 95 Rosso

Classico e ricco di energia nobile offre sentori di fiori di ibisco, agapanto, buccia di limone arsa e pietra sbriciolata. In sottofondo la sottile presenza ematica domina la scena secondaria nella bellezza dei Sangiovese più autentici e mordenti. Corpo pieno, tannini rotondi di notevole bellezza ed un finale radioso di media lunga persistenza. Meglio dal 2022.

Donatella Cinelli Colombini Brunello di Montalcino Riserva 2015 95 Rosso

Pronunciato e ricco di fiori rossi pressati fonde l’energia red al carattere speziato del pepe nero, dei chiodi di garofano e del chinotto che dona mordenza e carattere. Corpo pieno, tannini di solida fattura ed un finale elegante di media lunga persistenza. Bevi ora o invecchia.

Casanuova delle Cerbaie Brunello di Montalcino Riserva 2015 95 Rosso

Classico e ricco di piacevolezza questa giovane Riserva mostra energia nei fiori di magnolia, tiglio e sambuco fusi a note di ginepro ed aghi di pino nel profilo mediterraneo sempre apprezzato. Corpo pieno, dolce ed avvolgente al palato mostra una qualità importante ed un finale rotondo privo di spigoli e tensione. Piacevole sin da subito una gioia per i palati più esigenti. Bevi ora.

La Gerla Brunello di Montalcino Riserva Gli Angeli 2015 95 Rosso

Maturo ed essenziale rivela una buona energia red ricca di note di lamponi, ribes, fiori di ibisco, zenzero fresco e marmellata di prugne. Corpo medio, tannini rifiniti di notevole bellezza ed un finale bilanciato di notevole succosità. Bevi ora o invecchia.

Il Poggione Brunello di Montalcino Vigna Paganelli Riserva 2015 95 Rosso

Decisamente floreale nell’animo principale rivela carattere ed identità da vendere nei sentori di ibisco, gerani, foglie di tè verde, mallo di noce e menta piperita. Balsamico e ricco di freschezza imposta grazia e tensione nell’alternanza del succo di pompelmo e del lime tritato. Corpo pieno, tannini leggermente mordenti di natura sapida ed una finale leggiadro e progressivo che dal centro palato in poi regala un climax unidirezionale. Meglio dal 2022.

Banfi Brunello di Montalcino Castello Banfi 2016 95 Rosso

Classico e ricco di stile mostra la propria essenza nei sentori di ciliegie, prugne rosse, mandorle bianche, tiglio ed acacia. Femminile ed accattivante mostra un profilo preciso e puro che colpisce sin da subito il consumatore. Corpo medio-pieno, tannini vellutati che costituiscono l’ossatura principale della matrice ed un finale pura espressione del bello nazionale. Innamorato sin da subito si regalerà nel tempo. Meglio dal 2022.

Il Palazzone Brunello di Montalcino Le Due Porte 2015 95 Rosso

Dinamico ed estremamente definito grazie alla precisione d’esecuzione regala piacevoli ricordi di lavanda, foglie di eucalipto, pietra bianca calda, gesso e talco. In sottofondo l’animo nobile si rivela nei tratti agrumeti di mandarino. bergamotto. Corpo pieno, tannini setosi perfettamente fusi nella matrice ed un finale essenziale pura forma d’arte nella grandezza di un’annata da incorniciare a Montalcino. Meglio dal 2022.

Silvio Nardi Brunello di Montalcino 2016 95 Rosso

Gentile ed autentico mostra un profilo di notevole bellezza nelle note miste floreali e fruttate di gerani, ibisco, camomilla disidratata, elicriso, prugne rosse, more e mirto selvatico. In sottofondo il ricordo al classico si manifesta con accenni di petali di rosa, buccia di pompelmo e pietra bianca. Corpo pieno, tannini di grana fine di notevole qualità ed un finale corposo e pieno che chiude in modo avvolgente. Il bello dell’essenziale. Meglio dal 2021.

Palazzo Brunello di Montalcino Riserva 2015 95 Rosso

Ribes, lamponi, cedro in pezzi e zenzero fresco sono i sentori principali di questa Riserva dinamica e decisamente fragrante nel profilo principale. Il sottofondo polveroso ne aumenta la complessità iniziale. Corpo medio-pieno, succoso e bilanciato al palato offre dei tannini ricchi di grazia di grana fine ed un finale di grande bevibilità. Delizioso sin da subito.

Patrizia Cencioni Brunello di Montalcino Riserva 2015 95 Rosso

Radioso e decisamente dinamico il profilo principale alterna fiori rossi, agrumi poco maturi e frutti rossi a bacca piccola. Corpo pieno, tannini morbidi di notevole qualità ed un finale delizioso che regala qualità ad ogni sorso. Delizioso sin da subito ma meglio dal 2022.

Casa Raia Brunello di Montalcino 2016 95 Rosso

Dark nel profilo sensoriale rivela tanta energia con note di violetta pressata, succo di mirtilli, arancia rossa, cedro in pezzi, fiori di arancio e liquore allo zafferano. Corpo pieno, tannini grintosi e mordenti ed un finale di notevole distensione e progressione al palato. Speziato e piccante regala un’esperienza incandescente. Meglio dal 2023.

Verbena Brunello di Montalcino Le Pope 2016 95 Rosso

Violento nell’estrazione mostra un colore mordente ed accattivante che ammalia sin da subito. I sentori di camomilla ed elicriso si fondono a note ben più mature di prugne nere, violetta selvatica, liquirizia bagnata, asfalto caldo e fiori di arancio. Corpo pieno, i tannini incredibilmente vellutati all’ingresso palato, si snodano per mostrare grinta e tensione e rivelare un carattere di difficile domabilità. Il finale è stretto e verticale e mostra una tensione di pochi eletti. Bisognerà aspettarlo in cantina ma sarà un masterpiece di difficile replica e varrà la pena attenderlo. Meglio dal 2024.

Cortonesi Brunello di Montalcino Poggiarelli 2016 95 Rosso

È maturo e definito e mostra una notevole concentrazione nei frutti di lamponi, ribes, prugne rosse e mandorle tritate. Corpo pieno, tannini dolci ben integrati nella matrice ed un finale rotondo di struttura voluminosa ed essenziale. Notevole espressione di Sangiovese made in Montalcino. Meglio dal 2022.

Il Poggiolo Brunello di Montalcino 2016 95 Rosso

È emozionante e rimanda al profilo dei grandi Sangiovese nelle sfumature miste di melagrana, ribes, succo di pompelmo, camomilla disidratata, cedro in pezzi e chiodi di garofano. Corpo pieno, tannini setosi che accarezzano il palato e ben si fondono al finale integro e succoso. Centrato e bilanciato. Meglio dal 2021.

Lazzeretti Brunello di Montalcino 2016 95 Rosso

Ricco ed avvolgente nel profilo principale offre sentori di more, lamponi, prugne nere e chiodi di garofano. Al palato mostra un corpo pieno suadente e compatto che lentamente si profila verso una chiusura delicata e succosa che emoziona sin da subito. Meglio dal 2021.

Podere Le Ripi Brunello di Montalcino Cielo d’Ulisse 2016 95 Rosso

Wow profondo ed intenso mostra un profilo caldo e maturo fatto di note di prugne nere, more, bacche di ginepro e pepe nero. Tante foglie di tè nero in sottofondo dominano la scena secondaria. Corpo pieno, tannini setosi cremosi ed un finale leggiadro e speziato nell’aftertasting intrigante. Meglio dal 2021.

Castello Romitorio Brunello di Montalcino 2016 95 Rosso

È gentilissimo e leggermente snob nel profilo principale questa giovane espressione di Brunello che si regala dolcemente nelle note di melograno, rabarbaro, bergamotto in gocce e camomilla in fiore. Corpo pieno, tannini vellutati di grana fine ed un finale perfettamente in linea con la bellezza dell’annata fresca e mediterranea. Meglio dal 2021.

Val di Suga Brunello di Montalcino Poggio al Granchio 2016 95 Rosso

Leggermente giocato sulla riduzione iniziale offre sentori di gerani appassiti, tiglio, sambuco e mandorle bianche. In sottofondo l’energia delle ciliegie domina la scena secondaria e si fonde al cedro in pezzi. Corpo medio-pieno, tannini levigati di solida e ferma qualità ed un finale di luminosa bellezza e succosità. Meglio dal 2021.

San Polo Brunello di Montalcino Podernovi 2016 95 Rosso

Esuberante nel profilo nobile regala una freschezza disarmante nei sentori di prugne rosse poco mature, fragoline di bosco, pepe bianco, menta piperita e foglie di eucalipto. Emoziona nell’animo seducente che colpisce a primo impatto. Corpo medio-pieno, tannini vellutati che avranno bisogno di tempo per distendersi ed un finale di media persistenza. Meglio dal 2022.

San Lorenzo Brunello di Montalcino 2016 95 Rosso

Solido e centrato esprime garanzie nel profilo delicato di petali di rosa, lavanda in fiore, gelsomino e prugne rosse. In sottofondo l’energia vivace evidenzia tratti di zafferano, cedro e buccia di pompelmo. Corpo pieno, tannini setosi di trama finissima ed un finale equilibrato e disteso che emoziona sin da subito. Meglio dal 2021.

Vitanza Brunello di Montalcino Tradizione 2016 95 Rosso

Maturo al naso mostra sentori di prugne nere, more selvatiche, liquirizia dolce e legno di sandalo. In sottofondo il frutto carnoso si racconta con buccia di arancia arsa e fiori rossi pressati. Corpo pieno, tannini incredibilmente vellutati ed un finale sapido ben integrato e succoso. Meglio dal 2021.

Andretta Brunello di Montalcino 2016 95 Rosso

Ciliegie mature, fiori di ibisco e fiori di sambuco sono i sentori principali di questo giovane Brunello che regala piacevolezza e freschezza di grande rilievo. Corpo medio-pieno, tannini vellutati che donano avvolgente e struttura ed un finale di natura voluminosa. Meglio dal 2021.

Vitanza Brunello di Montalcino Firma Riserva 2015 95 Rosso

Solido e compatto nel profilo principale mostra note di fiori rossi bagnati, succo di pompelmo, gelsomino pressato e succo di lime. Corpo pieno, rotondo e ben avvolgente al palato mostra struttura voluminosa e chiusura delicata ed amabile. Bevi ora.

Corte Pavone Brunello di Montalcino 2016 95 Rosso

Profondo e cupo nei sentori dark che ricordano le prugne nere, le more, le amarene e le foglie di tè nero, si mostra solido e performante nell’anima principale. Corpo medio-pieno, vibrante e succoso al centro palato mostra tensione e vivacità nei tannini leggermente mordenti e nel finale di lunga persistenza. Brunello Geniale. Meglio dal 2022.

Tenuta Buon Tempo Brunello di Montalcino 2016 94 Rosso

Vibrante e dinamico il profilo principale di questo giovane Brunello che offre sentori di ciliegie, fragoline di bosco mature, cassis, mirto selvatico e bacche di ginepro. Il sottofondo armonico regala sfumature di graspo spezzato e tiglio. Corpo medio, tannini definiti, leggermente rustici ed un finale di gran beva. Una bellissima e vibrante espressione di Sangiovese puro. Meglio dal 2023.

Col di Lamo Brunello di Montalcino Diletta 2016 94 Rosso

Intrigante il profilo principale che si racconta nella pienezza mediterranea di rosmarino, maggiorana e salvia arsa. In sottofondo sono sottili ma ben presenti le sfumature di viola e lime. Corpo pieno, tannini nobili ed un finale di medio impasto e profondo impatto. Ben fatto. Bevi ora o invecchia.

San Polino Brunello di Montalcino Helichrysum 2016 94 Rosso

Speziato ed intrigante il profilo principale di questo giovane rosso che rivela sentori di prugne nere, chinotto, lavanda pressata e tiglio in fiore. Corpo pieno, tannini molto levigati a cui manca un po’ di mordenza e tensione ed un finale classico di facile beva. Bevi ora.

Lisini Brunello di Montalcino Ugolaia Riserva 2015 94 Rosso

Centrato e succoso si regala nella pienezza di succo di arancia, cedro, camomilla, chinotto, bergamotto e pietra calda. In sottofondo le sfumature di graspo spezzato e presenza ematica dominano la scena secondaria. Corpo pieno, tannini rotondi ed un finale amabile di natura rotonda e classica. Bevi ora o invecchia.

Tenuta La Fuga Brunello di Montalcino Le Due Sorelle Riserva 2015 94 Rosso

Camaleontico ed affascinante mostra sentori di prugne rosse, terra bagnata, olive verdi e noce moscata. Corpo pieno, tannini vellutati maturi e scorrevoli al palato ed un finale succoso e disteso. Meglio dal 2021.

Padelletti Brunello di Montalcino Riserva 2015 94 Rosso

Ematico e camaleontico offre sentori misti di fiori rossi bagnati, lamponi, ribes e ferro battuto. Mi piace il ricordo di iodio e gesso in sottofondo in una delle espressioni più intrigante made in Montalcino. Corpo medio, tannini rifiniti di buona qualità, mordenti e ricchi di grip ed un finale leggiadro e dinamico. Wow, bellissima espressione. Meglio dal 2021.

Martoccia Brunello di Montalcino Riserva 2015 94 Rosso

Ricco di fiori rossi pressati unisce la complessità delle prugne disidratate al succo di mirtilli e della lavanda pressata. Corpo medio-pieno, succoso e bilanciato al palato mostra dei tannini rotondi perfettamente integrati nelle matrice ed un finale leggero e performante. Bellissimo sin da subito ma meglio dal 2022.

Cordella Brunello di Montalcino Riserva 2015 94 Rosso

Succoso e brillante regala piacevolezza nei petali di rosa e nel succo di pompelmo ben fusi a note di cedro in pezzi e succo di arancia nel profilo principale agrumeto decisamente vivace. Corpo pieno, tannini vellutati di egregia qualità ed un finale compatto e denso. Bevi ora.

Bellaria Brunello di Montalcino Assunto Riserva 2015 94 Rosso

Molto dolce a primo impatto rivela note di prugne nere, more, cioccolato bianco, vaniglia e zucchero a velo. Corpo pieno, tannini vellutati ed un finale di impostazione dolce che chiude delicato e performante. Meglio dal 2022.

Tiezzi Brunello di Montalcino Vigna Soccorso Riserva 2015 94 Rosso

Preciso ed elegante nel profilo principale regala note di prugne rosse, fragole, lamponi e pietra bianca sbriciolata. In sottofondo è di delicata bellezza l’arancia sanguinella che dona fragranza e freschezza alla matrice. Corpo pieno, tannini di notevole fattura egregiamente polimerizzati ed un finale solido e compatto. Meglio dal 2021.

Poggio Nardone Brunello di Montalcino Riserva 2015 94 Rosso

Preciso e di buona fragranza il profilo principale che regala sentori di prugne rosse, fiori di ibisco, gerani bagnati e chinotto. Corpo pieno, succoso e bilanciato al palato offre dei tannini rotondi ed un finale leggiadro dalla chiusura speziata nell’aftertasting. Una gioia sin da subito ma meglio dal 2022.

Cerbaia Brunello di Montalcino Vigna Cerbaia Riserva 2015 94 Rosso

Dolce ed ammaliante rivela sentori di prugne nere, more, liquirizia dolce, cannella in polvere e zucchero a velo. In sottofondo è dinamica la scena secondaria che alterna il cedro e la buccia di mandarino. Corpo medio, tannini leggermente rigidi al palato che si distenderanno nel tempo ed un finale di media tensione. Meglio dal 2022.

Caprili Brunello di Montalcino Adalberto Riserva 2015 94 Rosso

Ciliegie disidratate, anice stellato, pietra bianca sbriciata e sandalo sono i sentori principali che emergono da questa matrice complessa e ben eseguita. In sottofondo la luminosità sensoriale progredisce nella bellezza della buccia di limone tritata. Corpo medio-pieno, tannini di egregia fattura ed un finale succo e centrato di naturale bellezza. Meglio dal 2022.

Corte dei Venti Brunello di Montalcino Riserva 2015 94 Rosso

Incandescente al naso mostra una radiosa bellezza fatta di note floreali ed officinali di ibisco, agapanto, timo selvatico e rosmarino. In sottofondo il succo di pompelmo domina la scena secondaria offrendo complessità alla matrice. Corpo pieno, è dolce all’attacco grazie ad i tannini maturi, rotondi e privi di spigoli ed un finale succoso e brillante. Meglio dal 2021.

Cordella Brunello di Montalcino 2016 94 Rosso

Wow, è emozionante e si regala sin da subito nelle note agrumate di arancia rossa, prugne rosse, lamponi, ribes e succo di pompelmo. La bellezza floreale incontra inoltre i frutti rossi a bacca piccola in sottofondo descrivendone l’animo ribelle secondario. Corpo medio, tannini rotondi, armonici e fusi nella matrice ed un finale di media distensione. Biologico certificato. Meglio dal 2022.

Camigliano Brunello di Montalcino 2016 94 Rosso

Maturo ed essenziale dispensa energia nelle note di prugne rosse, fragole, mirto selvatico, rosmarino e salvia spezzata. Corpo medio-pieno, succoso e brillante sclalpita al palato mostrando carattere e tensione. I tannini ben levigati costituiscono insieme all’acidità vibrante l’ossatura principale che sosterrà il vino nel tempo. Meglio dal 2022.

Cerbaia Brunello di Montalcino 2016 94 Rosso

È accattivante e ricco di sentori questo giovane Brunello che offre note di gerani in fiore, violetta selvatica, prugne blu, mirtilli pressati e cera calda. In sottofondo il ricordo ai lamponi poco maturi e al graspo spezzato dona concretezza e potenza alla matrice. Corpo pieno, tannini vellutati ed un finale armonico e bilanciato che mostra spalle larghe e tendenza al volume. Meglio dal 2022.

Altesino Brunello di Montalcino Riserva 2015 94 Rosso

Piacevole e disteso nel profilo principale regala note di fiori rossi pressati, canfora, fiori di arancio e hummus. Corpo pieno, morbido ed avvolgente al palato mostra dei tannini rotondi privi di spigoli ed un finale di media tensione. Radioso ed essenziale personifica la grandezza del Sangiovese maturo a Montalcino. Meglio dal 2021.

Mocali Brunello di Montalcino Vigna delle Raunate Riserva 2015 94 Rosso

Luminoso e fragrante offre sentori di gerani, fiori di ibisco, violetta selvatica, mandorle bianche e liquirizia dolce. Complesso e di personalità forte regala sfumature di cedro e chiodi di garofano in sottofondo. Corpo medio-pieno, tannini leggermente rigidi di ottimo grip ed un finale teso e vibrante. Meglio dal 2022.

La Togata Brunello di Montalcino Riserva 2015 94 Rosso

Luminoso e vibrante regala piacevolezza nelle note di lavanda, succo di mirtilli, timo selvatico, citronella, fiori di limone e succo di mandarino. In sottofondo regala una sottile sfumatura di basilico che ne amplifica il profilo già complesso. Corpo medio, tannini leggermente mordenti al momento ed un finale teso e vibrante. Meglio dal 2021.

Piccini Brunello di Montalcino Riserva 2015 94 Rosso

Elegante e preciso nel profilo principale regala note di lavanda pressata, gerani bagnati, salvia e rosmarino. In sottofondo la ricchezza dei sentori a bacca piccola di ribes e lamponi anima la scena secondaria lentamente. Corpo pieno, tannini maturi vellutati al palato ed un finale succoso ed armonico. Delizioso ora ma meglio dal 2021.

Albatreti Brunello di Montalcino 2016 94 Rosso

Maturo ed intenso nel calice offre sentori di prugne nere, more, fragole, gerani in fiore e rosa canina. Corpo pieno, solido e compatto al palato mostra dei tannini vellutati ed un finale dal volume interessante e la media lunga persistenza. Meglio dal 2022.

Castelli Martinozzi Brunello di Montalcino 2016 94 Rosso

Incredibilmente pulito e definito ammalia nella grazia dei sentori di petali di rosa, biancospino, malva, magnolia e gerani. Al palato è disteso ed amabile e mostra dei tannini cremosi perfettamente estratti e maturi che costituiscono l’anima principale di questo nobile rosso. Il finale è piacevole e fruttato nell’aftertasting e regala emozioni sin da subito. Meglio dal 2022.

Villa I Cipressi Brunello di Montalcino Zebras 2016 94 Rosso

Maturo ed avvolgente mostra potenza sensoriale nelle note di prugne, more, mirtilli pressati e violetta selvatica. In sottofondo le note dolci di amarene mature si fondono a note di bacche di ginepro e pepe nero. Corpo medio-pieno, avvolgente ed integro nel frutto mostra dei tannini senza spigoli poco mordenti ed un finale di spessore e volume. Meglio dal 2021.

Pian delle Querci Brunello di Montalcino Riserva 2015 94 Rosso

Dolce a primo impatto regala note di tiglio, gelsomino, magnolia e fiori d’ibisco. E’ delicata la scena secondaria nella bellezza dei fiori di limone e del succo di lime che donano fragranza alla matrice. Corpo medio-pieno, tannini vellutati ed un finale leggiadro di disarmante piacevolezza. Meglio dal 2021

Pian delle Querci Brunello di Montalcino 2016 94 Rosso

Solido e centrato mostra note di prugne rosse, amarene, fiori d’ibisco e buccia di limone. Corpo medio-pieno, tannini rotondi senza spigoli ed un finale succoso ed amabile. Meglio dal 2021.

Argiano Brunello di Montalcino 2016 94 Rosso

Grazia e carattere si manifestano nei tratti gentili floreali di ibisco, gerani in fiore, asfalto bagnato ed elicriso. Buona la presenza di note mature di prugne rosse e fragole. Corpo medio-pieno, tannini sapidi ed un finale integrato di media persistenza. Meglio dal 2022.

Le Chiuse Brunello di Montalcino 2016 94 Rosso

È distintivo ed unico nel suo genere questa giovane espressione di Brunello che offre sentori di camomilla disidratata, fiori rossi pressati, pietra calda sbriciolata e lamponi maturi. Corpo medio-pieno, tannini ben estratti di natura leggermente rigida ed un finale compresso ma delizioso ricco di succosità e vibrazione. Meglio dal 2021.

Croce di Mezzo Brunello di Montalcino 2016 94 Rosso

Tanti fiori rossi impostano il bouquet principale fondendosi a note di buccia di mandarino, lamponi, ribes e melograno. Corpo medio, struttura distesa leggermente effervescente al palato nella bellezza di una tridimensionalità inaspettata ed un finale leggiadro di notevole fattura. Meglio dal 2021.

Fattoi Brunello di Montalcino 2016 94 Rosso

Di devastante bellezza emoziona nei tratti floreali che ricordano la lavanda, i fiori di agapanto, le mandorle sgusciate e le visciole poco mature. Corpo medio-pieno, centrato e preciso nell’estrazione polifenolica mostra dei tannini leggermente rigidi che si distenderanno nel tempo ed un finale dalla chiusura vibrante. Meglio dal 2022.

Santa Giulia Brunello di Montalcino 2016 94 Rosso

È classico e ben disteso nel profilo sensoriale pronunciato ed offre note di prugne rosse, cacao in polvere, fiori rossi pressati e camomilla disidratata. Corpo pieno, tannini gentili di natura nobile ed un finale cremoso ed avvolgente. Delizioso sin da subito ma meglio dal 2021.

Scopone Brunello di Montalcino 2016 94 Rosso

Muscoloso e ricco di energia dark regala pienezza e delicata concentrazione di prugne nere, more, foglie di tè nero, mirto selvatico, bacche di ginepro e chiodi di garofano. Gli agrumi arsi in sottofondo ricordano i pomeriggi invernali al camino nelle sfumature di cannella, vaniglia, cedro in pezzi e buccia di mandarino. Corpo pieno, tannini vellutati di grana fine ed un finale sapido ben disteso in una media progressione. Eccezionale conferma la grandezza dell’annata straordinaria a Montalcino. Meglio dal 2021.

Corte dei Venti Brunello di Montalcino 2016 94 Rosso

La bellezza delle ciliegie si fonde egregiamente a note di fiori di limone e buccia di mandarino descrivendo una matrice mordente e ricca di carattere giovane e fragrante. Al palato mostra un corpo medio-pieno, tannini vellutati che solleticano il palato ed un finale esile ma di indubbia e notevole qualità. Leggermente dolce nell’aftertasting. Meglio dal 2021.

Poggio Nardone Brunello di Montalcino 2016 94 Rosso

Buona la presenza delle ciliegie mature e delle susine che aprono la scena sensoriale di questo giovane Brunello ben fuse a ribes, lamponi e buccia di limone. Corpo medio, elegante e disteso mostra una delicata concentrazione dei composti polifenolici ed un finale esile ma di indubbia qualità. Meglio dal 2021.

Il Paradiso di Frassina Brunello di Montalcino Moz Art Wine 2015 94 Rosso

Intenso ed accattivante ammalia nei sentori di fiori rossi bagnati, prugne blu, succo di mirtilli e caramello dolce. La scena secondaria è radiosa grazie alla presenza sincrona di gerani, petali di rosa ed anice stellato. Corpo medio, tannini di grana fine perfettamente integrati ed un finale esile che emoziona nella chiusura luminosa e leggiadra. Meglio dal 2021.

Bellaria Brunello di Montalcino Assunto 2016 94 Rosso

Profondo e ben maturo dispensa energia nei sentori di amarene sotto spirito, ciliegie, muschio bianco, mandorle e caramello fuso. Dolce in sottofondo ricorda la vaniglia e l’anice stellato. Corpo pieno, tannini vellutati ed un finale amabile di solida bellezza. Meglio dal 2022.

La Rasina Brunello di Montalcino 2016 94 Rosso

Leggermente in riduzione mostra carattere da vendere in un profilo dark di prugne nere, more e foglie di tè nero. Tanto chinotto e maggiorana appassita impostano la scena secondaria. Corpo medio, tannini vellutati molto piacevoli all’ingresso al palato ed un finale esile ma ben progettato. Meglio dal 2021.

Caparzo Brunello di Montalcino Vigna La Casa 2016 94 Rosso

Elegante nel profilo sensoriale mostra note floreali di lavanda, fiori di ibisco e gerani bagnati. Una delicata presenza di yogurt bianco e fiori di magnolia regalano la bellezza nella matrice secondaria. Corpo medio-pieno, tannini dolci ben levigati ed un finale ampio e voluminoso che mostra muscoli e carattere. Meglio dal 2022.

Martoccia Brunello di Montalcino 2016 94 Rosso

È delizioso al naso nel profilo floreale che ricorda la lavanda, i fiori di magnolia, le prugne blu ed il succo di mirtilli. Tana buccia di pompelmo in sottofondo regala piacevolezza nella scena secondaria. Corpo medio-pieno, tannini dolci di perfetta estrazione ed un finale succoso e brillante. Meglio dal 2021.

Caparzo Brunello di Montalcino 2016 94 Rosso

Eclettico e pronunciato mostra distensione nelle note di ciliegie, prugne rosse, caramello salato e fiori rossi pressati. Dolce in sottofondo ricorda le mandorle sgusciate. Corpo pieno, tannini vellutati di grana fine ed un finale stretto e verticale. Meglio dal 2021.

Celestino Pecci Brunello di Montalcino 2016 94 Rosso

Preciso ed estremamente puro mostra un profilo dark che ricorda le note di prugne nere, more di rovo, asfalto bagnato e chiodi di garofano. Intenso e vibrante mostra carattere e notevole bellezza sin da subito. Corpo pieno, tannini dolci ben fusi nella matrice ed un finale voluminoso. Meglio dal 2022.

Camigliano Brunello di Montalcino Paesaggio Inatteso 2016 94 Rosso

Espressivo e ricco di carattere questo Brunello mostra un profilo dark ricco di note di prugne nere, salvia, caramello salato, buccia di arancia e gerani pressati. In sottofondo la sottile presenza di cioccolato fuso dona calore ed avvolgente alla matrice. Corpo pieno, tannini rotondi di buona fattura ed un finale preciso e luminoso che dispensa precisione d’esecuzione ed essenza verace del Sangiovese a Montalcino. Meglio dal 2022.

Canalicchio di Sopra Brunello di Montalcino 2016 94 Rosso

Wow, delizioso il profilo principale gentile e compostyo figlio di sapienza e conoscenza della materia in cantina. Le note di petali di rosa si fondono a sentori di tiglio, fiori di sambuco, rosa canina e cedro sottile. Corpo medio-pieno, succoso e centrato offre dei tannini morbidi ed eleganti ed un finale armonico di notevole grazia. Bevi ora o invecchia.

Visconti Brunello di Montalcino 2016 94 Rosso

È radioso ed essenziale e mostra note dark che ricordano le prugne nere, le more, il cioccolato fondente e le amarene sotto spirito. È deciso e ricco di carattere ed offre potenza e precisione d’esecuzione. Corpo pieno, tannini di egregia qualità ed un finale teso e vibrante che stringe dal centro palato in poi. Meglio dal 2022.

Tassi Brunello di Montalcino 2016 93 Rosso

Leggermente opaco al naso si rivela lentamente mostrando sentori di canfora, buccia di arancia, pepe bianco e funghi tritati. Corpo medio-pieno, tannini maturi di natura vellutata e ben polimerizzata ed un finale armonico dalla bella progressione. Meglio dal 2023.

Fattoria dei Barbi Brunello di Montalcino Vigna del Fiore 2016 93 Rosso

Ampio e disteso nel profilo principale si regala nella bellezza dei fiori rossi di di ibisco, gerani, ortensie e mandarino. In sottofondo il mallo di noce si fonde a sfumature di bergamotto e cedro. Corpo medio-pieno, tannini leggermente metallici ed un finale di semplice fattura leggermente esile. Meglio dal 2022.

Sasso di Sole Brunello di Montalcino Sasso di Luna 2016 93 Rosso

Si nota subito per la spavalderia e la luminosità della matrice che si mostra integra e crccante nelle note di lamponi, succo di mandarino, buccia di limone, origano fresco e maggiorana. Corpo medio, tannini mordenti che hanno carattere e stile ed un finale di ottima progressione. Meglio dal 2023.

Pian delle Vigne Brunello di Montalcino Vigna Ferrovia 2015 93 Rosso

Scosso e leggermente resinoso al naso mostra sentori di tiglio appassiti, gerani bagnati e aghi di pino. Tanta resina e sciroppo d’acero dominano la scena secondaria. Corpo pieno, tannini vellutati molto rifiniti ed un finale di notevole potenza nella chiusura del sorso. Avanti sui terziari. Bevi ora.

Terre Nere Brunello di Montalcino Capriolo Riserva 2015 93 Rosso

Nobile ed affascinante pone nella matrice principale l’eleganza del graspo spezzato fusa a note di maggiorana e calendula. Corpo pieno, tannini morbidi ed avvolgenti al palato ed un finale solido e compatto. Meglio dal 2022.

Santa Giulia Brunello di Montalcino Riserva 2015 93 Rosso

Pronunciato e di notevole intensità sensoriale questo giovane Brunello mostra qualità nei sentori di amarene mature, lamponi, fragole e buccia di limone. Corpo pieno, compatto e succoso offre una buona distensione al palato grazie ad i tannini leggermente gommosi ed un finale rotondo ed avvolgente. Perfetto ora.

Poggio al Tordo Brunello di Montalcino Riserva 2015 93 Rosso

Molto agrumato fonde egregiamente sentori di buccia di arancia a note di limone, cedro e pompelmo. La sottile speziatura alberga in sottofondo nelle “nuance” di pepe bianco e noce moscata. Corpo pieno, tannini di buona fattura ed un finale ricco di grip e tensione. Meglio dal 2022.

Ridolfi Brunello di Montalcino Mercatale Riserva 2015 93 Rosso

Classico e tradizionalista personifica il carattere di un Sangiovese puro e casto. I fiori di ibisco si uniscono a note eleganti di pompelmo rosa, cedro in pezzi e petali di rosa. Corpo medio, tannini di grana fine leggermente polverosi nella struttura ed un finale di buona ampiezza e progressione. Meglio dal 2021.

Fattoi Brunello di Montalcino Riserva 2015 93 Rosso

Tanti fiori rossi impostano la scena principale e si fondono in modo elegante a note di buccia di mandarino e bergamotto. Corpo pieno, tannini vellutati ben distesi nella matrice che creano l’ossatura principale ed un finale dalla chiusura polverosa decisamente intrigante. Bevi ora.

Mocali Brunello di Montalcino 2015 93 Rosso

Piacevole e decisamente maturo offre un quadro sensoriale complesso ricco di gerani bagnati, asfalto caldo, terra bagnata, zenzero fresco e radice di ginseng. Corpo pieno, tannini di grana fine di natura sapida ed un finale che si stringe dal centro palato in poi. Meglio dal 2021.

Querce Bettina Brunello di Montalcino Riserva 2015 93 Rosso

Maturo e composto dispensa note di prugne rosse disidratate, amarene sotto spirito, terra bagnata, lamponi pressati e fiori di limone pressati. Corpo pieno, tannini di natura dolce rotondi nella forma ed un finale preciso ed essenziale. Bevi ora.

Rodolfo Cosimi Brunello di Montalcino Terra Rossa Riserva 2015 93 Rosso

Intenso e ricco di energia dark regala note di foglie di tè nero, salvia arsa, maggiorana appassita e chiodi di garofano. Corpo pieno, tannini dolci di buona qualità ed un finale avvolgente ed amabile nella chiusura delicata. Meglio dal 2021.

Podere Le Ripi Brunello di Montalcino Lupi e Sirene Riserva 2015 93 Rosso

Preciso ed essenziale regala sentori di prugne rosse, canfora, cedro in pezzi e fiori di arancio. In sottofondo la presenza di gerani bagnati e caramello dolce regalano piacevolezza e tridimensionalità alla matrice. Corpo pieno, succoso e compatto mostra dei tannini leggermente gommosi ed un finale solido di buona bevibilità. Meglio dal 2021.

Terre Nere Brunello di Montalcino Riserva 2015 93 Rosso

Ciliegie, buccia di limone, fiori rossi pressati, cannella in polvere, polvere di cacao e caramello fuso sono i sentori principali di questa espressione di Riserva complessa e ricca di personalità. Corpo pieno, tannini soffici poco estratti ed un finale di buona bevibilità. Meglio dal 2021.

Castello Giulio Brunello di Montalcino 2016 93 Rosso

Classico e ben maturo mostra un profilo sensoriale fatto di note floreali che ricordano i fiori di ibisco, i gerani, il tiglio ed i fiori di sambuco. Ben intrecciate nello sfondo secondario le note classiche di ciliegie disidratate e di cannella in polvere. Corpo medio-pieno, tannini morbidi ben maturi ed un finale di piacevole chiusura precisa e luminosa. Meglio dal 2021.

Villa al Cortile Brunello di Montalcino Riserva 2015 93 Rosso

Solido e concentrato offre un profilo nobile ricco di prugne nere, foglie di tè nero, maggiorana, caramello salato, datteri e rosmarino. In sottofondo l’energia della pietra caldo e della polvere da sparo domina la scena secondaria. Corpo pieno, tannini rotondi di buona fattura privi di spigoli ed un finale di naturale bellezza. Delizioso ora ma meglio dal 2021.

Poggio al Tordo Brunello di Montalcino 2016 93 Rosso

Piacevole e ben disteso al naso offre note di ibisco, gelsomino, canfora, mallo di noce e pepe rosa. La matrice secondaria speziata regala sfumature di bacche di ginepro e chiodi di garofano. Corpo medio-pieno, tannini di grana fine che avvolgono il palato ed un finale succoso ed armonico che chiude con stile e precisione. Meglio dal 2021.

Ridolfi Brunello di Montalcino 2016 93 Rosso

Scarico nel colore mostra sentori precisi e luminosi di ciliegie, buccia di limone, cassis, mirto e timo selvatico. Corpo medio-pieno, tannini di grana fine egregiamente maturi ed un finale croccante. Meglio dal 2021.

Villa I Cipressi Brunello di Montalcino 2016 93 Rosso

La delicata potenza regala sfumature di petali di rosa, fiori di tiglio, cedro in pezzi, nocciola spalmabile e fiori rossi pressati. I tratti maturi in sottofondo hanno l’aspetto dei ribes e della melagrana e arricchiscono la matrice complessa ed intrigante. È leggiadro e dinamico e mostra dei tannini perfettamente maturi di natura vellutata ed un finale di delicata chiusura. Meglio dal 2021.

Silvio Nardi Brunello di Montalcino Vigneto Manachiara 2016 93 Rosso

Leggermente offuscato a primo impatto offre sentori di prugne nere, caramello salato, terra bagnata e sandalo. In sottofondo il carattere dell’arancia rossa domina la scena secondaria. Corpo pieno, rotondo e succoso mostra una buona struttura ed una chiusura voluminosa. Buona la bevibilità sin da subito. Meglio dal 2021.

Campaperi Brunello di Montalcino Riserva 2015 93 Rosso

È leggermente offuscato nel profilo principale e regala sfumature di nocciole tostate, caramello salato, gerani appassiti e maggiorana. Corpo pieno, tannini morbidi e dolci di natura vellutata ed un finale armonico e perfettamente equilibrato che emoziona sin da subito. Caldo ed avvolgente, un successo assicurato. Meglio dal 2021.

Le Macioche Brunello di Montalcino 2016 93 Rosso

Esplosivo al naso mostra note di ciliegie poco mature, gerani bagnati, foglia di mirto spezzato e fiori di limone. Corpo medio-pieno, tannini di ottima qualità ben maturi ed un finale stretto e verticale. Meglio dal 2022.

Rodolfo Cosimi Brunello di Montalcino Bramante Cosimi 2016 93 Rosso

Elegante e ricercato mostra note classiche e bohémien di fiori rossi pressati, ibisco, cera fusa e caramello salato. Corpo medio-pieno, tannini gentili ed un finale armonico e decisamente bilanciato. Meglio dal 2021.

Silvio Nardi Brunello di Montalcino Vigneto Poggio Doria 2016 93 Rosso

Maturo al naso mostra note di prugne rosse, fiori pressati, ciottolo caldo, polvere da sparo e rosa canina. Corpo medio, tannini rotondi ben fusi nella matrice ed un finale di buona distensione fresco e fruttato nell’aftertasting. Ben fatto. Meglio dal 2021.

La Togata Brunello di Montalcino 2016 93 Rosso

Intenso e graffiante nel profilo principale offre sentori di fiori rossi bagnati, pietra calda, petali di rosa, muschio bianco e rosa canina. Corpo medio, tannini di naturale bellezza soffici e ben estratti ed un finale senza spigoli che in modo dolce chiude il sorso dinamico. Meglio dal 2021.

La Torre Brunello di Montalcino 2016 93 Rosso

Gentile nel profilo sensoriale mostra note di petali di rosa, ribes, melograno, timo selvatico e rosmarino. In sottofondo la mordenza ed il carattere si mettono in mostra nei tratti agrumati di cedro, buccia di mandarino e cannella in polvere. Corpo medio, tannini di grana fine ben estratti ed un finale di notevole luminosità e bevibilità. Meglio dal 2021.

Terra Rossa Brunello di Montalcino 2016 93 Rosso

Carnoso e succoso mostra una matrice viva ricca di note di lamponi, ribes, buccia di limone e foglie di mirto spezzate. Corpo pieno, tannini ben polimerizzati ed un finale che ben coniuga il volume alla media persistenza. Meglio dal 2021.

Luciani Brunello di Montalcino 2016 93 Rosso

È caldo e profondo al naso ed offre un quadro sensoriale complesso con note di prugne nere, caramello salato, amarene sotto spirito, fiori rossi pressati e radice di ginseng. Corpo medio-pieno, tannini soffici poco estratti ed un finale di notevole bellezza. Meglio dal 2021.

La Gerla Brunello di Montalcino 2016 93 Rosso

Vivace e scalpitante nel calice offre sentori di gerani, magnolia, tiglio, petali di rosa e ciliegie disidratate. Corpo medio-pieno, sapido e scorrevole al palato mostra dei tannini privi di spigoli ed un finale di media tensione. Meglio dal 2021.

Molino Sant’Antimo Brunello di Montalcino 2016 93 Rosso

Ammalia e regala pura espressione del bello nei tratti floreali di ibisco, magnolia, fiori di limone, timo selvatico e maggiorana. I sentori di eucalipto e menta piperita regalano freschezza e balsamicità in sottofondo. I tannini vellutati regalano una struttura tridimensionale e tesa che emoziona sin da subito. Meglio dal 2021.

La Colombina Brunello di Montalcino 2016 93 Rosso

La matrice precisa e luminosa regala note di gerani, ribes, ciliegie e fiori di limone. C’è di più nella presenza delle note floreali in sottofondo che ingentiliscono la matrice. Corpo medio-pieno, tannini di forma rotonda priva di spigoli ed un finale succoso e centrato. Meglio dal 2021.

Collemattoni Brunello di Montalcino 2016 93 Rosso

Ricco e ben pronunciato al naso offre sentori di gerani, magnolia, sambuco e biancospino. In sottofondo le nocciole tostate dominano la scena secondaria certificando la qualità di questo Brunello. Corpo medio, tannini mordenti ed un finale luminoso di media distensione. Piacevole e ben fatto. Meglio dal 2021.

Col d’Orcia Brunello di Montalcino 2016 93 Rosso

Leggermente timido nel profilo principale mostra note di prugne nere, canfora, sandalo ed incenso. Corpo pieno, tannini rotondi privi di spigoli poco estratti ed un finale di natura voluminosa che si allarga orizzontalmente al palato. Meglio dal 2021.

Bellaria Brunello di Montalcino 2016 93 Rosso

Ricco e solido nella matrice principale regala note di gerani in fiore, lavanda pressata, fiori di ibisco e prugne rosse. Corpo medio, tannini di buona qualità perfettamente fusi nella matrice ed un finale esile e scattante che chiude in modo elegante e leggermente dolce. Meglio dal 2021.

Val di Suga Brunello di Montalcino 2016 93 Rosso

Leggermente grezzo a primo impatto mostra una sottile chiusura che andrà via con il tempo. I sentori di prugne nere e foglie di tè impostano la scena principale. Corpo pieno, tannini rotondi cremosi ed un finale avvolgente. Meglio dal 2022.

Poggio Rubino Brunello di Montalcino Campo del Prete 2016 93 Rosso

La gentilezza d’animo regala sfumature red di lamponi, ribes e graspo spezzato. In sottofondo la presenza di fiori bianchi di magnolia e mandorle bianche donano dolcezza. Corpo medio, tannini maturi ben estratti nella matrice ed un finale rotondo e succoso di media distensione. Piacevole ed autentico. Meglio dal 2021.

Ridolfi Brunello di Montalcino 2016 93 Rosso

È dolce ed accattivante nei sentori di mandorle bianche, fragole, ciliegie disidratate e buccia di limone. In sottofondo note di fiori di arancio e canfora dominano la scena secondaria. Corpo medio, tannini sapidi di buona qualità ed un finale stretto e verticale. Meglio dal 2022.

Castello Tricerchi Brunello di Montalcino A.D. 1441 2016 93 Rosso

È maturo e ricco nella matrice sensoriale ed offre note di prugne nere, more, foglie di tè nero e bacche di ginepro. Offuscato mostra un ricordo di polvere da sparo in sottofondo. Corpo medio, tannini leggermente rigidi ed un finale a cui manca un po’ di carattere e tensione per entrare nell’Olimpo. Meglio dal 2021.

Castello Tricerchi Brunello di Montalcino 2016 93 Rosso

Camaleontico al naso attira attenzione nell’alternanza intrigante di fiori rossi pressati, caramello fuso, fiori di tiglio e ginestra selvatica. Corpo medio, tannini integrati di buona qualità ed un finale di media persistenza. Meglio dal 2021.

Belpoggio Brunello di Montalcino 2016 93 Rosso

Offuscato e tridimensionale nel calice offre sentori di prugne nere, salvia arsa, maggiorana appassita e timo selvatico. Corpo pieno, tannini vellutati ed un finale amabile che dona piacevolezza immediata. Buona la succosità e la radiosità del frutto. Meglio dal 2021.

Baricci Brunello di Montalcino 2016 93 Rosso

Parte in leggera riduzione il profilo principale che ben alterna a seguire note mature di fragole, fiori rossi pressati, pietra calda sbriciolata e datteri. In sottofondo le sfumature di tiglio e magnolia regalano piacevolezza e predispongono all’assaggio. Corpo medio-pieno, tannini perfettamente maturi ed un finale compatto che ben coniuga il profilo orizzontale e verticale. Meglio dal 2022.

Capanna Brunello di Montalcino 2016 93 Rosso

Lucido e fragrante offre sentori di lamponi, ribes, muschio bianco e calendula. Corpo medio-pieno, succoso e preciso nel sorso regala piacevolezza nella chiusura mista speziata balsamica. Bevi ora o invecchia.

La Palazzetta Brunello di Montalcino 2016 93 Rosso

Preciso ed essenziale mostra note di fiori rossi pressati, gerani in fiore, ibisco e buccia di limone. I sentori di caramello salato si fondono a note di pinoli tostati e succo di pompelmo in sottofondo. Corpo medio, tannini dolci di buona qualità ed un finale luminoso di buona croccantezza. Meglio dal 2021.

Le Gode Brunello di Montalcino 2016 93 Rosso

Leggermente agitato al naso offre sentori di fiori di acacia, canfora, china e rabarbaro. Corpo medio, tannini levigati ben fusi nella matrice ed un finale pastoso leggermente legato e compresso che avrà bisogno di tempo per distendersi. Meglio dal 2023.

Le Ragnaie Brunello di Montalcino 2016 93 Rosso

In leggera riduzione la partenza austera ed impostata che lentamente si rivela nei sentori di prugne nere, caramello salato e bacche di ginepro. Corpo medio-pieno, tannini levigati di ottima fattura ed un finale ampio e di notevole luminosità. Bevi ora.

La Fortuna Brunello di Montalcino Giobi 2016 93 Rosso

Maturo e ben centrato offe sentori di lavanda, prugne rosse, fiori di agapanto, ciliegie disidratate e buccia di limone arsa. Armonico ed equilibrato irradia bellezza nel sottofondo gentile che ricorda la camomilla appassita. Corpo pieno, rotondo e bilanciato al palato offre pienezza nei tannini soffici ben integrati e nel finale opulento e al contempo leggiadro. Meglio dal 2021.

Pinino Brunello di Montalcino 2016 93 Rosso

Il profilo dark si regala lentamente nelle sfumature di more, fragoline di bosco, mirtilli e ginepro. Corpo medio, tannini leggermente rigidi che avranno bisogno di tempo in bottiglia per distendersi ed un finale di natura verticale. Meglio dal 2023.

San Polino Brunello di Montalcino 2016 92 Rosso

Essenziale e ben bilanciato nei profumi regala note di succo di mandarino, cedro, sandalo, incenso e bergamotto. Corpo pieno, tannini ben estratti ed ammorbiditi ed un finale compatto dalla sottile percezione alcolica in chiusura. Bevi ora.

Santa Giulia Brunello di Montalcino 2016 92 Rosso

È positiva l’energia che fonde ai frutti rossi piccoli di lamponi e ribes sfumature mediterranee che ricordano il rosmarino, le ciliegie disidratate ed il caramello dolce. Corpo medio-pieno, tannini dolci rotondi e precisi nell’estrazione ed un finale succoso ed amabile. Meglio dal 2022.

Castiglion del Bosco Brunello di Montalcino Campo del Drago 2016 92 Rosso

Erbacea la prima impostazione che ricorda il graspo spezzato, il malto d’orzo e la citronella. Corpo medio, tannini leggermente rustici e grezzi al palato ed un finale di media tensione a cui manca un po’ di eleganza. Meglio dal 2023.

La Fiorita Brunello di Montalcino Fiore di No 2016 92 Rosso

Pieno e grasso in una matrice leggermente opulente si regala lentamente dopo l’apertura nel calice con note di violetta selvatica, datteri, bacche di ginepro e noce moscata. Corpo pieno, tannini maturi leggermente astringenti al momento ed un finale di media lunghezza. Meglio dal 2022.

La Lecciaia Brunello di Montalcino Vigna Manapetra 2016 92 Rosso

Iconico e classico si regala nelle note di datteri, fragole, fiori di limone, cedro e aghi di pino. Corpo pieno, centrato e succoso mostra piacevolezza e carattere. Bevi ora.

Campogiovanni Brunello di Montalcino Il Quercione Riserva 2015 92 Rosso

Balsamico e a tratti femminile mostra note di ciliegie disidratate, fiori di limone, pepe bianco e tante foglie di eucalipto. Corpo pieno, dolce e di presenza legnosa al palato avrà bisogno di tempo per distendersi. Meglio dal 2023.

Campaperi Brunello di Montalcino 2016 92 Rosso

Succoso e ben bilanciato nel profilo principale offre sentori di prugne nere, fragole, succo di mirtilli e foglie bagnate. Molto maturo il sottofondo ricco di fragoline di bosco e maggiorana appassita. Corpo pieno, tannini morbidi ben fusi ed un finale di natura orizzontale preciso e piacevole. Meglio dal 2021.

Croce di Mezzo Brunello di Montalcino Riserva 2015 92 Rosso

Deciso e ricco di carattere regala note di olive verdi, foglie di tè nero, amarene mature e cioccolato fuso. Corpo pieno, tannini soffici ben integrati di buona fattura ed un finale luminoso. Meglio dal 2021.

Máté Brunello di Montalcino Riserva 2010 92 Rosso

Fragole, lamponi, foglie di tè nero, maggiorana e cola sono i sentori principali di questa giovane Riserva. Il sottofondo speziato rivela sentori di bacche di ginepro e chiodi di garofano. Corpo pieno, tannini di natura sapida ed un finale di media tensione. Bevi ora o invecchia.

Donatella Cinelli Colombini Brunello di Montalcino 2016 92 Rosso

Bohèmien e nobile nel profilo principale dispensa note di gerani, prugne rosse, caramello salato, iodio e maggiorana. In sottofondo il pisto napoletano dona una ricchezza speziata nell’alternanza della cannella e della noce moscata. Corpo medio, tannini soffici poco estratti ed un finale di piacevole chiusura. Meglio dal 2021.

Il Poggiolo Brunello di Montalcino Riserva 2015 92 Rosso

Classico e bohémien mostra tanti fiori rossi pressati, terra bagnata, chiodi di garofano, pepe nero e bacche di ginepro. La salvia spezzata domina la scena secondaria fondendosi a note di cannella e caramello fuso. Corpo pieno, tannini morbidi e rotondi privi di mordenza ed un finale di media tensione. Bevi ora.

Scopone Brunello di Montalcino Riserva 2015 92 Rosso

Maturo e deciso nei sentori di natura aperta regala note di violetta selvatica, prugne rosse, amarene sotto spirito e liquirizia dolce. Corpo pieno, tannini leggermente secchi ed un finale di natura amabile leggermente pesante in chiusura. Meglio dal 2022.

Amantis Brunello di Montalcino 2016 92 Rosso

Accattivante nel colore brillante mostra sentori di violetta selvatica, fiori di acacia, biancospino, succo di arancia e terra bagnata. Corpo medio-pieno, tannini soffici ben estratti ed un finale di media persistenza, preciso e puro nella chiusura. Meglio dal 2021.

Il Colle del Fante Brunello di Montalcino 2016 92 Rosso

Maturo ed essenziale mostra note di ibisco, caramello salato, ciliegie disidratate, buccia di pompelmo e succo di limone. Corpo medio, tannini soffici ben distribuiti nella matrice ed un finale leggiadro e scalpitante. Meglio dal 2021.

Bellaria Brunello di Montalcino Fagnani 2015 92 Rosso

Petali di rosa, succo di pompelmo, cedro in pezzi e succo di arancia sono i sentori principali che emergono da questa giovane riserva. Corpo pieno, tannini soffici poco estratti ed un finale rotondo ed essenziale. Bevi ora.

Verbena Brunello di Montalcino 2016 92 Rosso

Leggermente offuscato nel profilo principale mostra note dark di prugne nere, more, fiori pressati, foglie di tè nero e stecca di liquirizia bagnata. Corpo pieno, tannini morbidi ed avvolgenti ed un finale dalla chiusura balsamica che regala emozioni sin da subito. Muscoloso e potente mostra estrazione e sapiente gestione della materia polifenolica. Meglio dal 2022.

Campaperi Brunello di Montalcino 2015 92 Rosso

Deciso e ben luminoso nel calice offre sentori di gerani bagnati, terra umida, ciliegie disidratate e succo di arancia. Corpo medio, tannini morbidi ben fusi nella matrice ed un finale di media tensione. Meglio dal 2021.

Patrizia Cencioni Brunello di Montalcino 30 Anni 2016 92 Rosso

Complesso e di natura classica regala sentori di fiori di ibisco, magnolia, calendula e pepe bianco. In sottofondo la freschezza agrumata si manifesta nei sentori misti di lime, buccia di limone e succo di pompelmo. Corpo medio, tannini rotondi ben estratti e fusi nella matrice ed un finale di qualità importante. Meglio dal 2021.

Padelletti Brunello di Montalcino 2016 92 Rosso

Aperto al naso mostra note di gerani in fiore, amarene sotto spirito, fiori di arancia pressati e resina. Corpo pieno, tannini rotondi poco mordenti ed un finale di media tensione. Ben fatto. Meglio dal 2021.

Caprili Brunello di Montalcino 2016 92 Rosso

Leggermente offuscato a primo impatto mostra un profilo dark con note di prugne nere, more e terra bagnata. Corpo medio-pieno, tannini sapidi ed un finale di media persistenza preciso ed essenziale. Meglio dal 2021.

Geografico Brunello di Montalcino 2016 92 Rosso

Fragrante e centrato offre sentori di fiori rossi pressati, prugne rosse disidratate e pinoli tostati. Corpo medio-pieno, tannini rotondi di buona estrazione ed un finale luminoso. Meglio dal 2021.

Poggio Lucina Brunello di Montalcino 2016 92 Rosso

Intrigante ed offuscato mostra un velo protettivo che lentamente lascia emergere i sentori di indomita bellezza di prugne nere, more, mirto, bacche di ginepro, salvia e rosmarino. Corpo pieno, tannini mordenti ricchi di grip e carattere ed un finale di media tensione. Meglio dal 2022.

Campo alle Noci Brunello di Montalcino 2016 92 Rosso

Molto maturo al naso regala sentori fragole, chiodi di garofano e caramello salato. Corpo medio-pieno, tannini di natura dolce ed un finale bilanciato di media persistenza. Meglio dal 2021.

Mocali Brunello di Montalcino 2016 92 Rosso

Parte in leggera riduzione e ha bisogno di aria per mostrare la propria essenza. Ci sono note di visciole, fiori di sambuco, gelsomino pressato, liquirizia bagnata e muschio bianco. Corpo medio-pieno, tannini ben estratti ed un finale di media tensione che si distenderà nel tempo. Meglio dal 2022.

Mocali Brunello di Montalcino Le Raunate 2016 92 Rosso

Ciliegie, susine e mallo di noce sono i sentori principali di questo giovane Brunello. La matrice secondaria dona piacevolezza nel ricordo delle foglie di tè nero e del ciottolo caldo. Corpo medio-pieno, tannini rotondi ed un finale dalla chiusura sapida. Meglio dal 2021.

Máté Brunello di Montalcino 2016 92 Rosso

Etereo e ricco di classe questo rosso made in Montalcino si rivela in tutta la sua essenza floreale e fruttata. La lavanda ed i fiori di agapanto descrivono l’animo gentile primario, il succo di pompelmo e le amarene dolci quello secondario. Corpo pieno, tannini morbidi di natura rotonda e senza spigoli ed un finale composto ed equilibrato. Meglio dal 2021.

Carpineto Brunello di Montalcino 2016 92 Rosso

È complesso e ricco di personalità questo giovane Brunello che dispensa tratti erbacei di erba tagliata e graspo spezzato e notevole piacevolezza nelle note di lamponi, melograno e fiori di acacia. In sottofondo il ricordo al miele dona dolcezza e ne conferma il carattere. Corpo medio, tannini poco estratti ed un finale composto e ben disteso. Meglio dal 2021.

Palazzo Brunello di Montalcino Cosimo 2016 92 Rosso

Maturo e ben espressivo al naso offre sentori di gerani in fiore, asfalto bagnato, caramello dolce e vaniglia. Corpo pieno, tannini morbidi di grana fine ed un finale avvolgente leggermente compresso al momento. Meglio dal 2022 quando sarà integrata la dolcezza del legno.

Poggio Rubino Brunello di Montalcino 2016 92 Rosso

Tanta energia red nei sentori di lamponi, ribes, melagrana e pietra bianca sbriciolata. Corpo medio-pieno, tannini rotondi ben integrati ed un finale succoso ed amabile nella chiusura delicata. Meglio dal 2021.

Franco Pacenti Canalicchio Brunello di Montalcino 2016 92 Rosso

Preciso ed essenziale mostra note di fiori rossi, fiori di acacia, tiglio e gerani in fiore. Corpo medio, tannini dolci di buona qualità ed un finale morbido ed avvolgente. Meglio dal 2021.

Fanti Brunello di Montalcino 2016 92 Rosso

Preciso e luminoso nel calice offre sentori di gerani, fiori rossi di ibisco, buccia di limone, ciottolo caldo e salsedine. Corpo medio, tannini morbidi senza spigoli ed un finale di media tensione e buona bevibilità. Meglio dal 2021.

Tiezzi Brunello di Montalcino Poggio Cerrino 2016 92 Rosso

Preciso ed essenziale al naso offre sentori misti di fiori bagnati, carne arrostita, succo di lime e foglie di tè verdi. Corpo medio, tannini di buona qualità rotondi ed integrati ed un finale luminoso ben disteso. Meglio dal 2021.

Madonna Nera Brunello di Montalcino 2016 92 Rosso

Maturo e ben disteso al naso offre sentori di prugne rosse, fragole, foglie di tè nero e canfora. In sottofondo il sottobosco si evidenzia con note di terra bagnata e bergamotto. Corpo medio-pieno, tannini soffici ben fusi nella matrice ed un finale corretto di buona piacevolezza in chiusura. Meglio dal 2021.

Madonna Nera Brunello di Montalcino Riserva 2015 92 Rosso

Classico e ricco di stile mostra carattere e tensione nel profilo floreale di ibisco, lavanda e gelsomino. I sentori di succo di mandarino, bergamotto e buccia di lime regalano fragranza e mordenza nella scena secondaria. Corpo medio-pieno, tannini ben maturi ed un finale equilibrato e di buona piacevolezza. Bevi ora o invecchia.

Agostina Pieri Brunello di Montalcino 2016 92 Rosso

Radioso e scalpitante nel calice offre generosità nei frutti rossi di lamponi, ribes, melagrana e buccia di limone. Corpo medio-pieno, tannini polimerizzati ben fusi nella matrice ed un finale pieno e concreto. Leggera percezione alcolica aftertasting. Bevi ora.

Fattoria dei Barbi Brunello di Montalcino 2016 92 Rosso

Integro nel frutto poco maturo e piacevole nelle sfumature verdi di eucalipto e foglie di tè verdi questo giovane Brunello si mostra essenziale e preciso nell’impostazione principale. Corpo medio, tannini leggermente rigidi ma maturi e ben estratti ed un finale di medio allungo. Meglio dal 2022.

Casisano Brunello di Montalcino 2016 92 Rosso

Maturo e centrato mostra note piene di fragole, mandorle tritate, caramello salato e fiori bagnati. Corpo medio, tannini soffici ed un sorso piacevole e disteso. Bevi ora.

Il Paradiso di Frassina Brunello di Montalcino 2016 92 Rosso

Luminoso e classico offre sentori delicati di labile presenza di gerani, fiori di mandarino e buccia di limone. Corpo medio-pieno, tannini rotondi ed un finale succoso radioso ed essenziale. Bevi ora o invecchia.

La Fortuna Brunello di Montalcino 2016 92 Rosso

Radioso ed essenziale offre sentori di petali di rosa, violetta selvatica, ribes maturi ed anice stellato. Balsamico e fresco nella scena secondaria ricorda le foglie di menta strappate. Corpo medio-pieno, tannini ben integrati e maturi ed un finale dalla chiusura diretta ed autentica. Meglio dal 2021.

Pian delle Vigne Brunello di Montalcino 2016 92 Rosso

Piacevole e maturo mostra note di fiori bagnati, foglie di tè nero, tabacco sbriciolato, salvia arsa e cedro in pezzi. Corpo medio, tannini leggermente erbacei ed un finale piacevole ed essenziale. Bevi ora o invecchia.

Poderi 322 Brunello di Montalcino Riserva 2015 91 Rosso

Maturo e ben disteso al naso regala note di prugne disidratate, cioccolato fondente, pinoli tostati e nocciole tostate. Corpo medio, tannini di natura sapida e granulosa ed un finale di media tensione. Meglio dal 2021.

Montecarbello Brunello di Montalcino Riserva 2015 91 Rosso

Vivace e dinamico offre sentori di lamponi, ribes, melagrana, zenzero, crosta di pane e mallo di noce. Corpo medio-pieno, succoso e centrato al palato mostra dei tannini leggermente rigidi ed un finale di media tensione. Meglio dal 2021.

Podere Scopetone Brunello di Montalcino 2016 91 Rosso

La partenza leggermente affumicata dona intrigo e prepara alla degustazione. Le note di prugne rosse disidratate, canfora, fiori di sambuco e gerani appassiti regalano carattere alla matrice distinta. Corpo medio, tannini soffici poco estratti di natura sapida ed un finale di media tensione. Buona la materia, tanto spazio per crescere qui. Bevi ora.

Patrizia Cencioni Brunello di Montalcino 2016 91 Rosso

Ciliegie disidratate, gerani in fiore, ribes, lamponi e cassis costituiscono l’anima principale di questo giovane Brunello succoso e centrato nel profilo sensoriale. Corpo medio, tannini soffici poco estratti ed un finale disteso di notevole bevibilità. Bevi ora.

Abbadia Ardenga Brunello di Montalcino 2016 91 Rosso

Espressivo e ricco di personalità manifesta un carattere “green” nobile e pronunciato. È ricco di note erbacee che ricordano il fieno, l’erba tagliata, il kiwi poco maturo ed i fiori bianchi di sambuco. Corpo medio, tannini di buona maturità ed un finale fresco e balsamico in chiusura che verrà fuori con il tempo. Meglio dal 2022.

Piccini Brunello di Montalcino 2016 91 Rosso

Classico e ben aperto al naso mostra sentori di ciliegie, prugne rosse, fiori di ibisco, mandorle tritate e gelsomino pressato. Corpo medio, tannini soffici poco estratti ed un finale luminoso. Meglio dal 2021.

Armilla Brunello di Montalcino 2016 91 Rosso

Leggermente timido mostra un profilo di fiori rossi, sandalo, canfora e mallo di noce. In sottofondo l’animo gentile si racconta con graspo spezzato e chiodi di garofano. Corpo medio, tannini poco estratti ed un finale di media distensione. Meglio dal 2021.

Castiglion del Bosco Brunello di Montalcino 2016 91 Rosso

Il carattere del Sangiovese emerge puro e selvaggio nei sentori misti floreali e fruttati che ricordano i gerani, i fiori di ibisco, i fiori di arancio, la buccia di limone ed il succo di mandarino. Corpo medio, tannini soffici poco estratti ed un finale semplice dalla sottile percezione alcolica in chiusura. Bevi ora.

Lambardi Brunello di Montalcino 2016 91 Rosso

Succoso e piacevole nel profilo principale regala mordenza nei settori agrumati che ricordano il pomelo, il pompelmo rosa e la buccia di mandarino delicata. Corpo medio, tannini soffici ed un finale classico che ricorda i Brunello veraci e legati al passato richiamando la tradizione. Bevi ora.

San Carlo Brunello di Montalcino 2016 90 Rosso

È notevole l’energia con cui si mostra nel calice regalando note di bergamotto, salvia arsa, prugne rosse e cedro in pezzi. Corpo medio, tannini vibranti leggermente erbacei ed un finale di media distensione e freschezza. Bevi ora.

Sasso di Sole Brunello di Montalcino Riserva 2015 90 Rosso

I fiori di ibisco si fondono a note di gerani pressati e pietra bagnata ed impostano la scena primaria di questa Riserva gentile dai tratti mediterranei. Corpo medio, tannini poco estratti ed un finale leggermente alcolico in chiusura. Bevi ora.

Il Palazzone Brunello di Montalcino Riserva 2015 90 Rosso

Molto aperto al naso offre sentori di fiori rossi pressati, liquirizia, ginestra e ciliegie disidratate. In sottofondo sottile la presenza della buccia di limone arsa regala le sfumature secondarie alla matrice. Corpo medio, tannini rotondi ben integrati e maturi ed un finale di media lunghezza. Bevi ora.

Poggiarellino Brunello di Montalcino 2016 90 Rosso

Un diamante grezzo mostra nel calice note di fiori rossi pressati, buccia di limone, olive verdi e maggiorana. Corpo medio, tannini gentili ed un finale piacevole ma di natura esile. Meglio dal 2021.

Querce Bettina Brunello di Montalcino 2016 90 Rosso

È preciso ed essenziale e mostra note di fiori rossi pressati, caramello salato, cuoio e caffè in grani. Corpo medio, tannini soffici di ottima forma ed un finale a cui manca un po’ di tensione per entrare nell’Olimpo. Meglio dal 2021.

Villa al Cortile Brunello di Montalcino 2016 90 Rosso

È caldo ed avvolgente e mostra note di fiori rossi pressati, buccia di arancia arsa e cuoio. Corpo medio-pieno, tannini leggermente rigidi ed un finale di media persistenza. Meglio dal 2021.

Podere la Vigna Brunello di Montalcino 2016 90 Rosso

È maturo e preciso al naso ed offre sentori di fiori rossi pressati, prugne rosse, ciliegie e mallo di noce. Corpo medio-pieno, leggermente alcolico nella percezione al palato mostra dei tannini poco estratti ed un finale a cui manca un po’ di tensione. Meglio dal 2021.

La Poderina Brunello di Montalcino 2016 90 Rosso

L’annata equilibrata e fresca si manifesta in questo giovane Brunello che evidenzia tratti erbacei di graspo spezzato ben fusi a sentori di ciliegie poco mature e fiori di biancospino. Corpo medio, tannini soffici poco estratti ed un finale pulito. Meglio dal 2021.

Il Palazzone Brunello di Montalcino 2016 90 Rosso

Succoso ed espressivo mostra l’energia del Sangiovese nei sentori di lamponi, ribes e buccia di limone. Tanti fiori bianchi illuminano la scena secondaria. Corpo medio-pieno, tannini di buona maturazione poco estratti ed un finale disteso di media lunghezza. Bevi ora.

Poggio dell’Aquila Brunello di Montalcino 2016 90 Rosso

Dolce nell’animo principale dispensa note di fiori rossi pressati, terra bagnata e buccia di mandarino poco maturo. Corpo medio, tannini soffici ed un finale semplice ma ben progettato. Meglio dal 2021.

Baccinetti Brunello di Montalcino Saporoia 2016 90 Rosso

Classico nell’anima principale mostra dei sentori aperti di amarene, prugne disidratate, pinoli tostati e fichi dolci. Bella la sfumatura in sottofondo che ricorda l’arancia rossa. Corpo pieno, tannini docili integrati ed un finale voluminoso. Meglio dal 2021.

Poderi 322 Brunello di Montalcino 2016 90 Rosso

Pronunciato e nobile irradia bellezza nelle note di fiori rossi pressati, incenso, pietra calda sbriciolata e zenzero fresco. La leggera riduzione dona complessità in sottofondo. Mostra un corpo medio-pieno, dei tannini rotondi ed un finale compresso che si distenderà nel tempo. Meglio dal 2021.

Sasso di Sole Brunello di Montalcino 2016 90 Rosso

Wild e leggermente grezzo nel profilo sensoriale offre sentori misti floreali e fruttati che inducono piacevoli emozioni. I petali di rosa appassiti incontrano le ciliegie disidratate, le prugne ed i fiori di arancio. Belle le sfumature di rabarbaro in sottofondo. Corpo pieno, tannini leggermente erbacei ed un finale che perde un po’ di forza dal centro palato in poi. Meglio dal 2021.

Palazzo Brunello di Montalcino 2016 90 Rosso

Integro nel frutto scuro regala la propria essenza nelle sfumature di prugne nere, caramello dolce, chinotto, liquirizia e foglie di tè nero. Corpo medio, tannini poco mordenti ed un finale classico di buona fattura. Meglio dal 2021.

Aisna Brunello di Montalcino 2016 90 Rosso

Aperto e schietto mostra sentori maturi di fragole, prugne rosse e pinoli tostati. Una sottile percezione erbacea di foglia di pomodoro domina la scena secondaria. Corpo medio, tannini poco estratti ed un finale semplice. Bevi ora.

San Lorenzo Brunello di Montalcino Bramante Riserva 2015 89 Rosso

Aperto al naso offre sentori di gerani bagnati, asfalto bagnato, visciole e fiori di arancio pressati. Corpo pieno liquoroso al palato si mostra pesante e privo di brio. Bevi ora.

Rodolfo Cosimi Brunello di Montalcino Bramante Cosimi Riserva 2015 89 Rosso

Molto maturo al naso regala note di prugne rosse disidratate, confettura di fichi, pinoli tostati, e bucce di arachidi. Corpo medio, tannini soffici poco estratti ed un finale essenziale di semplice fattura. Bevi ora.

Fattoria del Pino Brunello di Montalcino 2016 89 Rosso

Polveroso e leggermente scosso offre sentori di grafite, pietra nera, fragoline di bosco poco mature e graspo spezzato. Corpo medio, tannini a cui manca un po’ di maturazione ed un finale leggermente sottotono. Bevi ora.

Cantina di Montalcino Brunello di Montalcino 2016 88 Rosso

Vivo e mordente mostra note di lamponi, ribes, prugne blu e fiori rossi pressati. Corpo medio-pieno, tannini rotondi ed un finale dalla chiusura di natura speziata molto dolce nell’aftertasting. Bevi ora.

La Poderina Brunello di Montalcino Poggio Abate Riserva 2015 88 Rosso

Fiori bagnati, erba tagliata, graspo spezzato e timo tritato sono i sentori principali di una matrice a cui manca maturità e pienezza sensoriale. Corpo medio, tannini leggermente secchi ed un finale a cui manca un po’ di struttura e tensione. Bevi ora.

La Togata Brunello di Montalcino La Togata dei Togati 2016 88 Rosso

Timido nel calice offre sentori di ciliegie, fragole poco mature, maggiorana e polvere da sparo. Leggermente erbaceo nel carattere mostra dei tannini rigidi ed un finale di media-breve persistenza. Meglio dal 2021.

Montecarbello Brunello di Montalcino 2016 88 Rosso

Leggermente offuscato al naso mostra note di prugne nere disidratate, caramello fuso, fiori rossi pressati ed asfalto bagnato. Corpo medio-pieno, tannini ben integrati ed un finale leggermente seccante in chiusura. Meglio dal 2021.

Share this Post

Share on facebook
Share on twitter
Share on email

Read More

Are you a Producer?

Keep in touch with our Team