Brunello di Montalcino Riserva 2016. L’attesa regalerà emozioni forti.

Mons Ilcinus stupisce ancora : La Riserva 2016 è senza ombra di dubbio una delle migliori espressioni mai prodotte nello splendido comune della Val d’Orcia.

L’andamento stagionale decisamente regolare a Montalcino ha visto un inverno poco piovoso e non troppo rigido con temperature minime mai inferiori ai -6 gradi Celsius. Una primavera piovosa ha garantito uno stato vegetativo ottimale durante fioritura ed allegazione evitando comunque spiacevoli fenomeni di cascola.

L’estate ha registrato costanti temperature diurne sopra i 30 gradi in linea con le ultime annate ed una buona escursione termica tra il giorno e la notte. Un Luglio secco ha visto comunque fenomeni scarsi intorno alla metà del mese con piogge timide ma fondamentali per arrivare nello stato di forma ottimale ad Agosto. Pochi fenomeni di pioggia a Settembre ed Ottobre hanno regalato ai produttori una vendemmia serena e distesa in linea con l’equilibrio stagionale.

Valutata 5 stelle dal Consorzio del vino Brunello di Montalcino l’annata 2016 mostra un profilo sensoriale fragrante ricco di frutti rossi ed in molti casi decisamente floreale.

Due i vini perfetti prodotti a Montalcino nell’annata 2016.

Il primo vino perfetto in ordine di degustazione è una nuova etichetta prodotta per la prima volta nel millesimo 2016.

Il vino in questione è una selezione di una vigna già molto apprezzata e riconosciuta che compie il salto definitivo per entrare nell’olimpo dei vini perfetti.

Castello Romitorio Brunello di Montalcino Filo di Seta Riserva 2016 è il vino che più ci ha colpito in anteprima nella degustazione delle Riserva a Montalcino. Il millesimo di estrema bellezza ed una selezione maniacale di una già equilibrata e complessa vigna nel versante Nord Ovest di Montalcino producono un vino di unica fattura dove l’estro e la genialità di Filippo Chia vengono fuori spiazzando completamente il consumatore.

Degustato in anteprima a Settembre, Filo di Seta Riserva 2016 centra il punteggio perfetto al suo debutto.

Filo di Seta è il nome di un ruscello che scorre vicino la vigna. Siamo a circa 350 metri di altitudine sul livello del mare. L’uva viene selezionata prima e dopo la diraspatura e può subire diverse conduzioni in vinificazione a seconda dell’annata e della tipologia dei valori analitici che vengono registrati nei diversi millesimi.

Nel 2016 per la prima volta il blend è rimasto rilegato a pochi tonneau in affinamento che mostravano un carattere decisamente maestoso, da qui dunque la nascita di questa nuova etichetta.

Il secondo vino perfetto è prodotto da Casanova di Neri e si chiama Cerretalto. Cerretalto 2016 è un vino perfetto a cui è impossibile chiedere di più. La poesia del quadro sensoriale sposa perfettamente con la complessità gustativa di splendida forma e tensione. È profondo ma agile e longilineo. È diretto ma intrigante e schivo a primo impatto. È luminoso ed estremamente intenso e verace restando nobile ed elegante. Un ossimoro continuo che emoziona e regala brividi. È questo secondo WinesCritic.com il miglior Cerretalto di sempre, il primo a ricevere il punteggio perfetto.

Cerretalto 2016 è un vino perfetto decisamente leggiadro e complesso.

Desideriamo premiare con tutta la volontà possibile una costante produzione che migliora di anno in anno da parte di tutti i produttori ilcinesi.

Il produttore che più ci ha sorpreso in questa degustazione è invece Fattoi. Siamo nel Versant Sud Ovest, nella zona famosa per grandissimi nomi a Montalcino (Soldera e Pieve Santa Restituta, ma non solo) e qui si produce uno dei vini più complessi e ricchi di personalità prodotti a Montalcino nel millesimo 2016.

Lucia ci mostra l’azienda Fattoi nel versante Sud Ovest di Montalcino.

Un’azienda simbolica a Montalcino, una proprietà che racconta nel migliore dei modi il lavoro dell’artigianato italiano ed ilcinese in generale.

Acciao in fermentazione alcolica e malolattica, e botte grande da 45 hl, sono i pochi mezzi a disposizione utilizzati per produrre un ottimo Brunello di Montalcino. Le botti sono tutte prodotte in Italia da Garbellotto, metà con legno di rovere francese e metà con legno di rovere di Slavonia).

Piccole botti da 10hl donano profondità e sono impiegate per la realizzazione della Riserva ed in parte distribuite nel blend finale dell’annata.

Splende la Riserva 2016 di questo produttore proprietario di 11 ettari vitati, a cui assegniamo 99 punti.

Un ex aequo impressionante di splendida bellezza per Livio Sassetti Brunello di Montalcino Riserva 2016 e Fuligni Brunello di Montalcino Riserva 2016.

Il versante Nord brilla nel calice in una tensione impressionante che avrà bisogno di qualche anno per venire fuori in tutta la sua complessità.

Il Divasco Riserva 2015 esce con un anno di ritardo sul mercato e convince per precisione, spezia, profondità ed avvolgenza. Il vino prodotto da Marco Mantengoli è unico nello stile e piace per la spontaneità ed il carattere wild decisamente affascinante.

In uscita sul mercato un vino che ha personalità da vendere : Diecianni Riserva 2012 di Le Chiuse. Già sul mercato invece Dieci 2007, la Riserva firmata Livio Sassetti che esce sul mercato dopo 10 anni di affinamento in bottiglia.

Un piccolo grande capolavoro per cifra stilistica e personalità progettato da Lorenzo nella visione di offrire al mercato il vino della tipologia in una delle fasi migliori della sua vita. È imbarazzante in positivo la freschezza e la balsamicità della chiusura.

Ancora nel Versante Nord c’è la visione di Altesino, è sua la Riserva più elegante assaggiata in questa tornata di assaggi. Dolce nel carattere principale, mostra amabilità e precisione sensoriale unita a distensione e qualità polifenolica.

Decisamente ottimo il lavoro che continuano a portare avanti Talenti, Siro Pacenti e Cortonesi, continuano a crescere per quanto possibile nella produzione di etichette che sfiorano la perfezione.

Sono pochi i vini che non ci hanno convinto, sempre importante la cifra stilistica forse tradita durante l’elevage in cantina.

Di seguito i commenti di tutti i vini degustati :


Vini Rossi

Produttore Denominazione Vino Annata Score Tipo
Castello Romitorio Brunello di Montalcino Filo di Seta Riserva 2016 100 Rosso

Incredibile nella progettazione elegante mostra complessità e purezza sensoriale che si descrivono nell’alternanza di more di rovo, succo di mirtillo, susine, liquirizia, vaniglia di Barbour, scorza di arancia, citronella, fiori di tiglio, mandorle bianche, ciliegie disidratate ed origano fresco. È genuino e leggiadro il profilo secondario che regala nuance di petali di rosa e pompelmo fuse a cioccolato fondente. Corpo pieno, tannini setosi di incredibile fattura ed un finale di precisa e sartoriale chiusura. Una nuova etichetta per Castello Romitorio che seleziona le migliori uve del suo Single Vineyard Filo di Seta per la prima volta dopo 6 anni. Meglio dal 2023. Un vino perfetto, un vino divino.

Casanova di Neri Brunello di Montalcino Cerretalto 2016 100 Rosso

Complesso ed estremamente profondo ed intenso mostra nel modo più suadente e nobile un’alternanza floreale che rapisce sin da subito. I sentori di violetta selvatica si fondono a pepe bianco, mandorle, gesso, pietra focaia, polvere da sparo e bergamotto. C’è di più nella presenza del cioccolato fondente misto a menta piperita ed eucalipto. Corpo pieno, tannini perfettamente polimerizzati di grana finissima ed un finale piccante nella leggiadria sorprendente di un purosangue verace ma nobilissimo. Il miglior Cerretalto di sempre. Meglio dal 2024. Un vino perfetto, un vino divino.

Livio Sassetti Brunello di Montalcino Riserva 2016 99 Rosso

Speziato e di natura dark alterna note di prugne nere, china, liquirizia, foglie di tè nero, pepe bianco e bacche di ginepro. In sottofondo il bergamotto e l’arancia sanguinella dominano la scena secondaria. Corpo pieno, tannini perfettamente maturi polimerizzati e fusi nella matrice ed un finale solido e compatto che regala emozioni ad ogni sorso. Un masterpiece dell’enologia italiana in un’annata da incorniciare a Montalcino. Solo 4000 bottiglie prodotte. Meglio dal 2022.

Fuligni Brunello di Montalcino Riserva 2016 99 Rosso

Maturo e complesso mostra un bouquet floreale importante ricco di fiori rossi appassiti ai quali si alternano sfumature di frutti rossi a bacca piccola e agrumi misti. Corpo medio-pieno, tannini soffici poco mordenti ed un finale caldo ed avvolgente che regala emozioni ad ogni sorso. Radioso ed essenziale. Meglio dal 2024.

Fattoi Brunello di Montalcino Riserva 2016 99 Rosso

Floreale e ricco nel profilo gentile mostra note di petali di rosa, gerani, ciliegie disidratate, succo di mandarino, bergamotto e mandarino verde. La gentilezza d’animo colpisce ed emoziona ogni volta che si ritorna al calice. La profondità del profilo esile nell’ossimoro di difficile comunicazione rende accattivante la matrice e positiva la predisposizione al sorso. Corpo pieno, tannini setosi di encomiabile bellezza, ed un finale leggiadro e verace che fa della sua semplicità di beva e della sua complessità nell’aftertasting le sue arme principali. Solo 4000 bottiglie prodotte. Meglio dal 2023. Un vino perfetto, un vino divino.

Siro Pacenti Brunello di Montalcino PS Riserva 2016 98 Rosso

Profondo e decisamente elegante nel profilo sensoriale principale mostra note di susine, mirtilli, fiori di agapanto, giacinto, pepe bianco e mosto d’uva pressato. In sottofondo il bergamotto ed il lime donano freschezza alla matrice. Corpo pieno, tannini perfettamente maturi e polimerizzati ed un finale che mostra classe e tensione. Meglio dal 2025.

Talenti Brunello di Montalcino Pian di Conte Riserva 2016 98 Rosso

Terso e decisamente accattivante nella matrice sensoriale mostra note di fiori rossi, bergamotto, tiglio, biancospino, canfora, succo di mandarino e foglie di tè verdi. Corpo pieno, tannini di incredibile bellezza perfettamente fusi e polimerizzati ed un finale iconico che brilla per potenza, precisione e leggiadria. Un capolavoro da degustare dopo il 2023.

Banfi Brunello di Montalcino Poggio alle Mura Riserva 2016 97 Rosso

Estremamente affascinante mostra note di calendula, ginestre, fiori di tiglio, canfora e cedro in pezzi. In sottofondo c’è di più nell’alternanza di mallo di noce, foglie di tè verdi e rosmarino che in modo sottile ma essenziale donano un’impronta mediterranea alla matrice. Corpo medio-pieno, tannini rigidi al momento che mostrano tensione e carattere scontroso ed un finale teso di impressionante lunghezza. Un vino progettato per invecchiare nel tempo avrà bisogno di molto tempo per venir fuori in tutta la sua espressività. Meglio dal 2025.

La Rasina Brunello di Montalcino Il Divasco Riserva 2015 97 Rosso

Estremamente accattivante e nobile nella matrice principale regala note miste floreali e fruttate che ricordano le fragole, le amarene, i fiori di limone, la vaniglia di Barbour ed il succo di arancia. In sottofondo le sfumature di gelsomino e canfora descrivono l’anima secondaria. Corpo pieno, tannini morbidi setosi nella qualità impressionante ed un finale armonico ed avvolgente che regala emozioni ad ogni sorso. Una Riserva dallo stile classico che in maniera leggiadra mostra tutta l’eleganza del versante Nord-Est di Montalcino. Bevi ora o invecchia.

Castello Romitorio Brunello di Montalcino Riserva 2016 97 Rosso

Visionario ed intrigante nella matrice sensoriale leggermente opaca alterna note che ricordano le foglie di tè nero a sfumature di ginepro, mirto selvatico, marasca, fiori di mandarino e sambuco. Corpo medio-pieno, tannini setosi di grana fine ed un finale armonico e bilanciato nell’allungo impressionante che dura secondi al palato e lascia una piacevole presenza sapida e succosa nel palato laterale. Meglio dal 2023.

Cortonesi Brunello di Montalcino La Mannella Riserva 2016 97 Rosso

Floreale e dal carattere bohemien mostra note di gerani, ibisco, glicine, fiori di mandarino e gesso sbriciolato. Con il tempo nel calice emergono sentori di rosa canina e pepe bianco. Corpo medio-pieno, tannini soffici di grana fine perfettamente maturi e polimerizzati ed un finale iconico che mostra l’eleganza e la profondità del Versante Nord di Montalcino. Da vigne impiantate nel 1983 si produce la Riserva di La Mannella che nasce solo dalle migliori annate. Esile ed elegantissima mostra una persistenza nell’aftertasting di pochi eletti. Splendido sin da subito ma meglio dal 2023.

Altesino Brunello di Montalcino Riserva 2016 97 Rosso

Complesso nella matrice principale mostra note di fiori rossi appassiti, terra bagnata, calendula, ginestra e salvia. Corpo pieno, tannini perfettamente polimerizzati ed un finale di grazia e splendore che colpiscono il lettore a primo impatto. La leggiadria del vino e la persistenza gustativa è di encomiabile bellezza e di difficile replica. Splendida Riserva made in Montalcino. Meglio dal 2022.

Renieri Brunello di Montalcino Riserva 2016 97 Rosso

Tante fragole nel calice si fondono a note di ribes, lamponi e buccia di arancia. Il sottofondo floreale dona complessità alla matrice. Corpo medio-pieno, tannini morbidi di qualità eccelsa ed un finale caldo ed avvolgente che piace proprio a tutti per precisione d’esecuzione e carattere orizzontale. Meglio dal 2024.

Ciacci Piccolomini D’Aragona Brunello di Montalcino Vigna di Pianrosso Santa Caterina d’Oro Riserva 2016 97 Rosso

Estremamente brillante al naso mostra note miste floreali e fruttati che ricordano l’ibisco, l’agapanto, la maggiorana, l’origano ed il tiglio appassito. Le prugne rosse si fondono a sfumature di fragole e cedro in pezzi e dominano la scena secondaria. Corpo pieno, tannini estremamente levigati di qualità setosa rara ed un finale armonico e bilanciato che descrive bellezza ad ogni sorso. Meglio dal 2022.

Pietroso Brunello di Montalcino Riserva 2016 96 Rosso

Tanto frutto nel profilo principale si racconta con sfumature di gerani, fiori rossi misti, cipria, pietra sbriciolata, grafite ed amarene mature. I fiori bianchi appassiti dominano la scena secondaria ricordando sensazioni nobili ed eleganti. Corpo pieno, tannini vellutati ed un finale di impostazione calda e ben scorrevole nel sorso. Meglio dal 2024.

Campogiovanni Brunello di Montalcino Il Quercione Riserva 2016 96 Rosso

Delicato e preciso nel profilo principale mostra note di ciliegie, prugne rosse, fiori di magnolia e biancospino. Corpo medio, tannini soffici di notevole bellezza ed un finale equilibrato che racconta bellezza ad ogni sorso. In splendida forma sin da subito. Bevi ora o invecchia.

Col d’Orcia Brunello di Montalcino Vigna Nastagio 2016 96 Rosso

Ricco e genuino nel profilo principale mostra eleganza nelle note di succo di pompelmo, mandarino, fiori di tiglio, gelsomino, pietra sbriciolata e gesso. C’è di più nelle note di alloro e maggiorana che arricchiscono il profilo secondario. Corpo pieno, setoso nel profilo tannico chiude armonico e bilanciato di grande personbalità. Una delle migliori espressioni di Vigna Nastagio. Bevi ora o invecchia.

Casanuova delle Cerbaie Brunello di Montalcino Vigna Montosoli Riserva 2016 96 Rosso

Affascinante e decisamente terso nel profilo principale mostra note di fiori rossi appassiti, prugne rosse, caramello salato e bucce di agrumi misti. Corpo medio-pieno, tannini estremamente levigati e piacevoli nel sorso delicato ed un finale leggiadro e ben disteso in allungo. Splendido. Meglio dal 2023.

San Lorenzo Brunello di Montalcino Bramante Riserva 2016 96 Rosso

Molto caldo e speziato mostra note di prugne nere, canfora, fiori di arancio appassiti, alloro, salvia e bacche di ginepro. Corpo pieno, tannini morbidi perfettamente maturi ed un finale radioso e compatto che mostra potenza e saggezza. Una splendida Riserva da provare dopo il 2024.

Piancornello Brunello di Montalcino Riserva 2016 96 Rosso

Iconico e leggiadro mostra note di fiori rossi, foglie di tè verde, pepe bianco, coriandolo, alloro e bacche di ginepro. Corpo pieno, tannini morbidi di dolcezza splendida ed un finale che coniuga potenza orizzontale e lunghezza verticale. Meglio dal 2023.

Cava d’Onice Brunello di Montalcino Riserva 2016 96 Rosso

Preciso ed essenziale nel calice multiforme mostra note di prugne rosse, buccia di limone, fiori bianchi appassiti, calendula, timo selvatico, amarene dolci, mandorle tritate, lime e gesso sbriciolato. Corpo pieno, tannini perfettamente maturi ed integrati ed un finale di notevole distensione e carattere. Meglio dal 2024.

Uccelliera Brunello di Montalcino Riserva 2016 96 Rosso

Molto maturo e ricco di energia mostra note di prugne nere, more, cannella in polvere e cioccolato fondente. Corpo medio-pieno, tannini mordenti che mostrano carattere ed energia ed un finale pulito di piacevolissima chiusura. Meglio dal 2024.

La Magia Brunello di Montalcino Riserva 2016 96 Rosso

Molto maturo e concentrato mostra note di prugne nere, foglie bagnate, chinotto e pepe nero. Corpo pieno, tannini setosi ed un finale caldo ed avvolgente che chiude leggermente piccante nell’aftertasting. Meglio dal 2024.

Mastrojanni Brunello di Montalcino Vigna Schiena d’Asino 2016 96 Rosso

Ribes, lamponi, ciliegie disidratate, succo di arancia e rosmarino sono i sentori principali di questa giovane Riserva. In sottofondo la complessità si racconta con tanti fiori bianchi pressati. Corpo medio-pieno, tannini mordenti che mostrano carattere e tensione ed un finale verticale ed unidirezionale che avrà bisogno di tempo per distendersi. Meglio dal 2024.

Il Poggione Brunello di Montalcino Riserva 2016 96 Rosso

Intrigante e dal carattere dark mostra note di salvia, alloro, prugne nere, chiodi di garofano e pepe nero. Corpo medio-pieno, tannini morbidi di grana finissima ed un finale disteso e scorrevole che cerca un piacevole allungo. Meglio dal 2023.

Patrizia Cencioni Brunello di Montalcino Riserva 2016 96 Rosso

Affascinante e deciso nel profilo sensoriale mostra note di fragole, prugne rosse, gerani, buccia di limone e caramello salato. I fiori rossi appassiti dominano la scena secondaria. Corpo pieno, tannini mordenti ben integrati nella matrice ed un finale verticale che chiude sapido e centrato. Meglio dal 2023.

Padelletti Brunello di Montalcino Riserva 2016 96 Rosso

Classico e brillante nel profilo principale mostra note di fragole, prugne rosse, ribes, fiori di limone e mandorle tritate. Corpo medio-pieno, tannini soffici ed un finale lineare e gustoso che mostra piacevolezza e qualità immediata. Meglio dal 2023.

Andretta Vitanza Winery Brunello di Montalcino Riserva Firma 2016 96 Rosso

Maturo e lucido nel profilo accattivante alterna note di visciole, fiori rossi pressati, succo di limone, tiglio, gelsomino, petali di rosa e rosa canina. Corpo pieno, tannini morbidi di ottima fattura ed un finale incredibilmente elegante e compatto che verrà fuori nel tempo. Meglio dal 2023.

Tassi Brunello di Montalcino Franci Riserva 2016 95 Rosso

Maturo e ben centrato mostra note di fragole, prugne rosse, ribes, lamponi e succo di mandarino. Speziato e camaleontico il profilo secondario affascinante. Corpo pieno, tannini morbidi di notevole fattura ed un finale solido e centrato che avrà bisogno di tempo per distendersi. Meglio dal 2024.

Querce Bettina Brunello di Montalcino Riserva 2016 95 Rosso

Deciso e ricco nel profilo principale mostra note di fragole, prugne rosse, succo di arancia e foglie di tè verde. Corpo pieno, tannini vellutati di incredibile fattura ed un finale succoso e disteso che emoziona ad ogni sorso. Meglio dal 2023.

Fanti Brunello di Montalcino Vigna Le Macchiarelle Riserva 2016 95 Rosso

Aperto e decisamente sensuale nella matrice principale mostra note di fiori rossi, buccia di arancia, succo di mandarino e fiori di tiglio appassiti. Corpo medio-pieno, tannini soffici ed un finale succoso e leggermente compassato al momento. Meglio dal 2024.

Argiano Brunello di Montalcino Riserva 2016 95 Rosso

Maturo ed essenziale nel profilo sensoriale mostra note di prugne rosse, fiori di mandarino, cedro in pezzi, succo di arancia e canfora. Corpo pieno, tannini morbidi di ottima fattura ed un finale di stampo classico aperto e ben disteso nel sorso. Meglio dal 2022.

Le Chiuse Brunello di Montalcino Diecianni Riserva 2012 95 Rosso

Complesso e decisamente affascinante nella matrice principale mostra note di fiori rossi, zenzero, buccia di mandarino, cedro in pezzi, curcuma e terra bagnata. Tanto bergamotto e chinotto descrivono la scena secondaria e ne aumentano la fattura. Corpo pieno, tannini morbidi di grana finissima ed un finale leggiadro e luminoso che chiude elegantissimo. Meglio dal 2023.

Máté Brunello di Montalcino Riserva 2016 95 Rosso

Aperto al naso mostra note di lamponi, ribes, melagrana e fiori bianchi appassiti. Corpo medio-pieno, tannini mordenti leggermente rigidi al momento ed un finale teso e vibrante che avrà bisogno di tempo per distendersi. Meglio dal 2024.

Caprili Brunello di Montalcino Ad Alberto Riserva 2016 95 Rosso

Maturo e speziato mostra note di prugne nere, china, liquirizia, datteri e foglie bagnate. Corpo pieno, tannini morbidi di grana fine ed un finale di stampo classico, radioso e bellissimo nel sorso. Meglio dal 2023.

Piccini Brunello di Montalcino Riserva 2016 95 Rosso

Profondo e maturo nel calice mostra note miste floreali e fruttate che ricordano la violetta bagnata, i gerani, l’agapanto e tante fragole. Corpo pieno, tannini morbidi di qualità setosa splendidi nell’estrazione sapiente ed un finale elegante e progressivo di encomiabile bellezza. Meglio dal 2023.

La Fortuna Brunello di Montalcino Riserva 2016 95 Rosso

Decisamente profondo e speziato mostra una matrice complessa che ricorda di china, rabarbaro, sandalo, fiori rossi bagnati, asfalto, citronella e coriandolo nei toni freschi in sottofondo. Corpo medio-pieno, tannini vellutati e ricchi di slancio nel sorso si fondono ad un finale luminoso e freschissimo di notevole bellezza. Meglio dal 2023.

Andretta Vitanza Winery Brunello di Montalcino Riserva 2016 95 Rosso

Affascinante e decisamente complesso mostra note di gerani, calendula, alloro fresco, salvia, amarene dolci, bacche di ginepro e cumino. Corpo pieno, tannini molto morbidi e piacevoli al sorso ed un finale di stampo classico che ben coniuga potenza e sorso. Bevi ora o invecchia.

Pian delle Querci Brunello di Montalcino Riserva 2016 94 Rosso

Preciso e ben vivace nel calice mostra note di ciliegie, lamponi, ribes, fiori di mandarino e cannella in polvere. Corpo pieno, tannini morbidi di notevole qualità ed un finale caldo ed avvolgente che mostra eleganza e precisione d’esecuzione. Meglio dal 2023.

Col d’Orcia Brunello di Montalcino Poggio al Vento Riserva 2015 94 Rosso

Luminoso e di piacevole carattere red mostra note di lamponi, ribes, buccia di limone e succo di arancia. C’è di più nelle sfumature di cedro e caramello salato. Corpo medio-pieno, tannini leggermente astringenti ed un finale che avrà bisogno di tempo per distendersi. Meglio dal 2024.

Ventolaio Brunello di Montalcino Riserva 2016 94 Rosso

Maturo e ricco di fiori rossi il profilo principale di questo giovane rosso che fonde note di ribes, lamponi e melagrana. Corpo medio, tannini soffici poco estratti ed un finale caldo che avrà bisogno di tempo per distendersi. Meglio dal 2023.

Fornacina Brunello di Montalcino Riserva 2016 94 Rosso

Vivace ed esuberante nel calice mostra note di prugne rosse, amarene, buccia di arancia e caramello dolce. Corpo medio-pieno, tannini mordenti che nascondono grinta e carattere ed un finale di buona precisione. Meglio dal 2024.

Poggio Landi Brunello di Montalcino Riserva 2016 94 Rosso

Maturo e ricco nel profilo sensoriale mostra note di fiori rossi appassiti, buccia di mandarino, fiori di tiglio, biancospino e buccia di limone. Corpo medio-pieno, tannini vellutati di grana finissima ed un finale luminoso ed essenziale. Meglio dal 2022.

Mocali Brunello di Montalcino Le Raunate Riserva 2016 94 Rosso

Estremamente profumato ricorda di fiori rossi, talco, fragoline di bosco, tiglio, biancospino e bergamotto. Corpo medio-pieno, tannini morbidi di grana fine ed un finale terso e coinvolgente. Meglio dal 2023.

Sasso di Sole Brunello di Montalcino Riserva 2016 94 Rosso

Maturo e leggermente velato nel profilo principale di stampo riduttivo mostra note di prugne nere, foglie di tè nero, more, china e mirto selvatico. Corpo medio-pieno, tannini soffici di ottima fattura ed un finale terso e coinvolgente nel sorso. Meglio dal 2024.

Podere Brizio Brunello di Montalcino Riserva 2016 94 Rosso

Leggermente agitato nel profilo principale mostra note di fiori rossi appassiti, foglie di tè nero, biancospino e sambuco. Corpo medio-pieno, tannini morbidi di buona fattura ed un finale di stampo classico che avrà bisogno di tempo per distendersi. Meglio dal 2024.

Canalicchio di Sopra Brunello di Montalcino Riserva 2016 94 Rosso

Concentrato e ben maturo mostra note di ribes maturo, prugne nere, more e foglie bagnate. Corpo medio-pieno, tannini leggermente rigidi ed un finale di media distensione. Meglio dal 2023.

La Palazzetta Brunello di Montalcino Riserva 2016 94 Rosso

Intrigante e decisamente complesso ben alterna note floreali a spezie più o meno dolci. Ricorda di gerani bagnati misti ad ibisco, datteri maturi, salicornia, sottobosco, pepe verde e cumino. Corpo pieno, tannini morbidi decisamente nobile ed eleganti nel sorso ed un finale avvolgente che regala gioia ad ogni sorso. Che bello. Bevi ora o invecchia.

Ridolfi Brunello di Montalcino Mercatale Riserva 2016 93 Rosso

Fresco e balsamico e di piacevole impatto sensoriale mostra note di agapanto, ibisco, buccia di limone e menta piperita. Citronella e salvia impostano la scena secondaria arricchendone il profilo. Corpo medio-pieno, tannini soffici ed un finale armonico e bilanciato davvero gustoso. Meglio dal 2023.

Camigliano Brunello di Montalcino Gualto Riserva 2016 93 Rosso

Decisamente affumicato nel profilo principale mostra note di legna bagnata, cumino, pepe bianco, fiori bianchi appassiti e buccia di arancia arsa. Corpo medio-pieno, tannini soffici di grana fine ed un finale di buona bevibilità. Meglio dal 2022.

Scopone Brunello di Montalcino Riserva 2016 93 Rosso

Molto aperto al naso mostra note di ciliegie, amarene, mandarino, fiori di tiglio e gelsomino. Corpo medio-pieno, tannini soffici di ottima fattura ed un finale piacevole e succoso che verrà fuori nel tempo. Meglio dal 2023.

Donatella Cinelli Colombini Brunello di Montalcino Riserva 2016 93 Rosso

Molto aperto al naso mostra note di prugne disidratate, gerani bagnati, bergamotto, china e polvere da sparo. Corpo medio-pieno, tannini morbidi di buona fattura ed un finale teso che avrà bisogno di tempo per distendersi. Meglio dal 2023.

Castelli Martinozzi Brunello di Montalcino Riserva 2016 93 Rosso

Classico ed aperto nel profilo principale mostra note di fiori rossi, lamponi, ribes e melagrana. In sottofondo la buccia di limone ed il succo di mandarino dominano la scena secondaria. Corpo medio-pieno, tannini vellutati all’attacco ed un finale che avrà bisogno di tempo per distendersi. Sottile la chiusura amaricante si perderà lentamente nel tempo. Meglio dal 2023.

La Gerla Brunello di Montalcino Riserva Gli Angeli 2016 93 Rosso

Aperto e leggermente pungente nel profilo sensoriale mostra note di fragole, prugne rosse, buccia di mandarino e fiori di tiglio appassiti. Corpo medio-pieno, tannini morbidi ed un finale avvolgente di natura orizzontale. Meglio dal 2022.

Tenuta di Sesta Brunello di Montalcino Duelecci Est Riserva 2016 93 Rosso

Intrigante e dal profilo misto e speziato mostra note di prugne nere, foglie di tè, cumino e pepe nero. Corpo medio-pieno, tannini morbidi ed un finale piacevole e terso che chiede di tornare al calice. Meglio dal 2022.

Santa Giulia Brunello di Montalcino Riserva 2016 93 Rosso

Decisamente floreale e speziato mostra note di gerani, ibisco, agapanto, susine, prugne rosse e datteri. Sfumature agrumate dominano la scena secondaria. Corpo medio-pieno, tannini morbidi di grana fine ed un finale solido e ben disteso nel sorso. Bevi ora.

Lazzeretti Brunello di Montalcino Riserva 2016 93 Rosso

Maturo e classico nello stile mostra note di prugne rosse, fragole, fiori misti ed arancia sanguinella. Corpo medio-pieno, tannini leggermente astringenti al palato ed un finale che avrà bisogno di tempo in bottiglia per distendersi. Meglio dal 2023.

Caparzo Brunello di Montalcino Riserva 2016 93 Rosso

Misto nel profilo sensoriale floreale e fruttato mostra note di fragole, prugne rosse, succo di arancia, cedro in pezzi e fiori bianchi appassiti. Corpo medio-pieno, tannini mordenti di buon grip al palato ed un finale compassato che avrà bisogno ancora di tempo per distendersi. Meglio dal 2023.

Banfi Brunello di Montalcino Poggio all’Oro Riserva 2016 93 Rosso

Balsamico a primo impatto mostra note di prugne rosse, fragoline di bosco poco mature, eucalipto e timo selvatico. Corpo medio-pieno, tannini soffici di buona qualità ed un finale leggermente compassato che verrà fuori nel tempo. Meglio dal 2024.

Villa Poggio Salvi Brunello di Montalcino Riserva 2016 93 Rosso

Aperto e nobile nel profilo principale mostra note di fiori misti, coriandolo, passiflora, gerani e cumino. Corpo medio-pieno, tannini morbidi ed un finale teso e vibrante che avrà bisogno di tempo per distendersi. Meglio dal 2024.

Castiglion del Bosco Brunello di Montalcino Millecento Riserva 2016 93 Rosso

Maturo e piacevolissimo nel profilo principale mostra note di lamponi, ribes, melograno, pompelmo rosa e ciliegie disidratate. Tanta buccia di limone domina la scena secondaria. Corpo medio-pieno, tannini morbidi leggermente gommosi ed un finale compatto che avrà bisogno di tempo per distendersi. Meglio dal 2024.

Il Palazzone Brunello di Montalcino Le Due Porte 2016 93 Rosso

Caldo ed aperto nel profilo principale mostra note di fragole, prugne rosse, gerani, fiori di tiglio e caramello salato. Corpo medio-pieno, tannini tesi e mordenti ed un finale che avrà bisogno di tempo per distendersi e venir fuori. Meglio dal 2023.

Paradiso di Cacuci Brunello di Montalcino Riserva 2016 92 Rosso

Profondo ed intenso nel profilo principale mostra succo di arancia, prugne nere, chinotto, bergamotto, mandarino arso e spezie indiane. Bacche di ginepro e pepe nero dominano la scena secondaria. Corpo medio-pieno, tannini morbidi di grana fine ed un finale armonico e bilanciato slanciato e progressivo nel sorso. Bevi ora o invecchia.

Piccini Brunello di Montalcino 2016 92 Rosso

Aperto e deciso nel carattere principale mostra note di ciliegie, fragole, datteri e cedro in pezzi. La cannella in polvere domina la scena secondaria. Corpo pieno, tannini maturi dolci nella forma ed un finale caldo ed avvolgente di piacevole distensione. Meglio dal 2022.

Fossacolle Brunello di Montalcino Riserva 2016 92 Rosso

Speziato e dark nella matrice principale mostra note di prugne nere, caramello salato, salvia arsa e buccia di mandarino. Corpo pieno, tannini morbidi di notevole fattura ed un finale succoso e luminoso in chiusura. Meglio dal 2024.

Terre Nere Brunello di Montalcino Riserva 2016 92 Rosso

Molto profondo al naso mostra note di prugne nere, more, mirto selvatico, legna bagnata, terra bagnata e ciliegie disidratate. Corpo medio-pieno, tannini soffici al palato ed un finale compresso che avrà bisogno di tempo per distendersi. Meglio dal 2023.

Podere la Vigna Brunello di Montalcino Riserva 2016 92 Rosso

Molto maturo al naso mostra note di prugne nere, more, cannella in polvere e pietra sbriciolata. Tanta terra bagnata domina la scena secondaria. Corpo pieno, tannini morbidi di buona qualità ed un finale solido e compatto. Meglio dal 2022.

La Poderina Brunello di Montalcino Poggio Abate Riserva 2016 92 Rosso

Leggermente erbaceo nel profilo principale mostra note di graspo spezzato e radice di ginseng. Corpo medio-pieno, tannini soffici di grana fine ed un finale morbido e disteso. Ben fatto. Meglio dal 2023.

Poggio Antico Brunello di Montalcino Riserva 2016 92 Rosso

Molto maturo e concentrato mostra note di prugne nere, more, pinoli tostati, succo di mandarino e fiori bianchi appassiti. Corpo pieno, tannini morbidi ed un finale di sottile natura dolce. Meglio dal 2023.

Verbena Brunello di Montalcino Riserva 2016 92 Rosso

Mosto d’uva, succo di mirtilli, foglie bagnate e datteri maturi sono i sentori principali di questo giovane rosso. Corpo pieno, tannini morbidi ed un finale solido e compatto. Meglio dal 2023.

Poggio il Castellare Brunello di Montalcino Pian Bossolino Riserva 2016 92 Rosso

Maturo e preciso mostra note di fragole, gerani, buccia di arancia, chiodi di garofano e cannella in polvere. Corpo medio-pieno, tannini soffici poco estratti ed un finale luminoso, bello nel sorso leggiadro. Meglio dal 2022.

Campaperi Brunello di Montalcino Riserva 2016 92 Rosso

Preciso ed essenziale mostra note di prugne nere, more, china, radici bagnate, sandalo e cumino. Corpo medio-pieno, tannini morbidi di media qualità ed un finale caldo ed avvolgente leggermente compassato nel sorso. Meglio dal 2023.

Casisano Brunello di Montalcino Colombaiolo Riserva 2016 91 Rosso

Affumicato nel profilo principale mostra note di fiori di mandarino appassiti, cannella in polvere, nocciola tostata e sandalo. Corpo medio-pieno, tannini di grana fine ed un finale sapido di buona struttura e piacevolezza. Meglio dal 2023.

Poggio Nardone Brunello di Montalcino Riserva 2016 91 Rosso

Aperto al naso mostra note di prugne disidratate, pinoli tostati, aghi di pino e fiori bianchi appassiti. Corpo medio-pieno, tannini leggermente secchi ed un finale di media distensione. Meglio dal 2023.

Mocali Brunello di Montalcino Riserva 2016 91 Rosso

Leggermente agitato nel profilo principale mostra note di foglie di pomodoro, coriandolo e pinoli tostati. Tante fragole mature dominano la scena secondaria. Corpo medio-pieno, tannini morbidi e ben distesi nel sorso ed un finale ampio di notevole bevibilità. Meglio dal 2022.

La Torre Brunello di Montalcino Riserva 2016 90 Rosso

Splendido nel carattere floreale alterna note di agapanto, tiglio, biancospino, ciliegie disidratate e calendula. In sottofondo ginestra e mirto selvatico descrivono il profilo secondario. Corpo medio-pieno, tannini soffici poco estratti ed un finale di media distensione. Meglio dal 2023.

Il Palazzone Brunello di Montalcino Le Due Porte 2016 89 Rosso

Deciso nel profilo principale mostra note di gerani, caramello salato, fiori di tiglio appassiti e cumino. Corpo medio-pieno, tannini leggermente polverosi ed un finale di media persistenza. Bevi ora.

Aisna Brunello di Montalcino 2016 89 Rosso

Molto maturo e concentrato mostra note di prugne disidratate, fragole, datteri e fiori bagnati. Corpo pieno, tannini leggermente secchi ed un finale caldo che lascia emergere il carattere alcolico della matrice. Bevi ora.

Poggio dell’Aquila Brunello di Montalcino Riserva 2016 89 Rosso

Preciso ed essenziale nel profilo principale mostra note di fiori rossi misti, biancospino, tiglio e fragoline di bosco. Corpo medio-pieno, tannini leggermente astringenti ed un finale compassato che avrà bisogno di tempo per distendersi. Meglio dal 2023.

Condividi questo post

Share on facebook
Share on twitter
Share on email

Altri articoli

Sei un produttore?

Entra in contatto con il nostro team