Varramista, verticale di 15 annate a Montopoli nella Tenuta della Famiglia Piaggio-Agnelli

Il 29 Settembre è un celebre titolo di una canzone di Mogol e Battisti ma è anche il giorno scelto per aprire le porte ai giornalisti di Fattoria Varramista a Montopoli, territorio in provincia di Pisa tra la Valdarno e la Valdera.

Fattoria Varramista è la tenuta della famiglia Piaggio un tempo appartenuta alla famiglia Capponi.

Costruita nel 1598 come residenza estiva, la tenuta fu acquistata da Enrico Piaggio negli anni ’50 al termine della Seconda Guerra Mondiale.

La proprietà vanta un’estensione di 390 ettari di cui 8 vitati prevalentemente a Syrah, 200 di bosco, 70 di seminativi e 10 di rimboschimento essenze.

Alla fine degli anni ’80 con la rinascita della viticoltura italiana un giovane Giovanni Alberto Agnelli, dopo il matrimonio di Antonella Bechi Piaggio con Umberto Agnelli, viene posto a dirigenza della tenuta.

La storia di Varramista ha dunque inizio e Giovannino, come affettuosamente veniva chiamato in Paese il direttore, maturò scelte importanti e costruì la squadra incaricata per la produzione di vino di qualità e l’organizzazione ricettiva della struttura.

La produzione vitivinicola di qualità nasce a Varramista nel 1972 quando viene reinnestata la prima vigna di Chianti a Syrah, vitigno per il quale Giovanni Alberto Agnelli aveva una profonda predilezione.

A seguire nuovi impianti fino al 2007.

Sotto la direzione di Federico Staderini, scettico ai primi incontri e duro nelle parole iniziali mosse al territorio, l’azienda si struttura negli anni e trova carattere e personalità nei vini.

Degustazione Verticale di Varramista dal 1995 al 2019.

Ad oggi i vigneti hanno un’età media di 20 anni e le varietà principali allevate sono Syrah, Merlot e Sangiovese.

Negli anni la proprietà ha acquistato anche vigneti ed uliveti a Capalbio in Maremma da cui oggi si producono uve italiane ed internazionali ed un olio, il “Marruchetone” da varietà miste di Frantoio, Leccino e Moraiolo.

Tra gli obbiettivi prefissati dall’azienda nei prossimi anni c’è quello di farsi conoscere maggiormente in Italia come azienda produttrice di un grande Syrah.

Grazie all’invito da parte della proprietà abbiamo degustato 17 annate prodotte da Varramista in cui è stato sorprendente vedere quanto il territorio fosse forte prevalendo sempre sul vitigno e mostrando i segni dell’annata ben interpretati nella conduzione enologica.

Varramista è Syrah in purezza dall’annata 2003; nei primi anni è stato invece un blend di Syrah, Sangiovese e spesso Merlot.

Dopo una produzione iniziale in cui si produceva principalmente in barrique di rovere francese nuove dal pedigree bordolese (Taransaud in gran parte) Varramista ad oggi viene affinato sempre in barrique ma ha deviato molto nell’impiego dell’ usato fino al 70%.

Umiltà e consapevolezza sono valori fondamentali per Federico Staderini che conclude la degustazione con l’auspicio di rivederci nel 2041 e degustare una nuova verticale di Varramista, commentando nel futuro se e quanto siano state corrette le scelte enologiche maturate negli ultimi anni tra le quali l’impiego dei raspi in vinificazione.

Di seguito i commenti di tutti i vini degustati:


Vini Rossi

Produttore Denominazione Vino Annata Score Tipo
Varramista Toscana Varramista 2019 96 Rosso

Estremamente accattivante rapisce con note sexy e suadenti di lavanda, ibisco, mirto selvatico, pompelmo, pepe rosa, citronella, timo selvatico e lavanda. Il richiamo al mosto d’uva e alla piacevolezza del frutto fresco è impressionante. Corpo pieno, tannini vellutati di encomiabile bellezza ed un finale verace, leggermente wild ed aperto nel sorso dinamico e leggiadro. Un capolavoro di purezza e genuinità. Meglio dal 2022.

Varramista Toscana Varramista 2016 95 Rosso

Magico e preciso il 2016 di Varramista è una poesia leggera che si racconta nelle note di lavanda, ibisco, agapanto, gerani, magnolia e gardenie. In sottofondo le susine giocano in contrasto con l’agrume di pompelmo, lime e mandarino. Corpo medio-pieno, tannini perfettamente maturi, vellutati nella fattura ed un finale figlio di bellezza ed armonia. Un Syrah in purezza di eleganza importante con pochi rivali in Italia. Meglio dal 2023.

Varramista Toscana Varramista Edizione Limitata 2018 95 Rosso

Preciso ed essenziale nel calice alterna note di lavanda pressata, ibisco, susine, nocciole tostate e graspo spezzato. In sottofondo le note di pepe bianco regalano piacevolezza e carattere alla matrice. Corpo pieno, tannini morbidi di notevole fattura ed un finale scorrevole più elegante che potente. 100% Syrah. Bevi ora o invecchia.

Varramista Toscana Varramista 2004 94 Rosso

Dinamico e multiforme mostra complessità nella freschezza sensoriale e nell’alternanza di lavanda, ibisco, violetta selvatica e gerani bagnati. È solido e centrato e lentamente completa il bouquet con note di coriandolo, prezzemolo tritato e pepe bianco. Esile e disteso nel sorso mostra eleganza e visione moderna difficilmente presente nei vini del millesimo in Toscana. Spaziale. Bevi ora o invecchia.

Varramista Toscana Varramista 2013 94 Rosso

Solido e ricco in materia il Syrah in purezza di Varramista nell’annata 2013 si tinge di sfumature nere e blu. Le more selvatiche si fondono a violetta selvatica, susine, fiori di agapanto e gardenie. Con il passare del tempo nel calice emergono sfumature di citronella, timo selvatico e pepe bianco. Corpo pieno, tannini perfettamente maturi e distesi, di qualità setosa, ed un finale avvolgente che ben coniuga il profilo orizzontale con quello verticale. Irresistibile adesso potrà invecchiare nel migliore dei modi e regalare emozioni anche tra 10 anni e più.

Varramista Toscana Varramista 2015 94 Rosso

Preciso ed elegante mostra un’intensità sensoriale importante che rivela lentamente la sua identità floreale. Le note di agapanto si fondono ad ibisco, gerani, ortensie e calendula. In sottofondo il tratto maturo di fragole e prugne nere domina la scena secondaria. Corpo pieno, tannini estremamente levigati ed un finale sapido e centrato che coniuga il profilo orizzontale a quello verticale. Bevi ora o invecchia.

Varramista Toscana Varramista 1998 93 Rosso

Wow, incredibilmente compatto e solido nella matrice sensoriale mostra note di prugne nere, more, cannella in polvere, mirto selvatico e bacche di ginepro. Sfumature balsamiche e cedro in pezzi albergano in sottofondo e ne aumentano la complessità. Corpo pieno, tannini perfettamente maturi ed un finale leggiadro e succoso che descrive bellezza ad ogni sorso. Incandescente e di rara bellezza, un vino che emoziona ad ogni sorso. Bevi ora o invecchia.

Varramista Toscana Varramista 2007 93 Rosso

Maturo e compatto nella matrice principale mostra note potenti di prugne rosse, fragole, foglie di pomodoro, incenso, cumino, cannella in polvere e bacche di ginepro. Pepe bianco, talco e gesso descrivono l’anima secondaria di un vino ancora giovane e vibrante. Corpo pieno, tannini estremamente levigati di incredibile fattura ed un finale piccante che chiude solido e lunghissimo. Bevi ora o invecchia.

Varramista Toscana Varramista 2000 92 Rosso

Caldo ed affascinante nel profilo principale mostra note di fiori rossi pressati, calendula, ginestra, elicriso, zafferano e zenzero. Particolare e decisamente complesso fa delle sfumature accattivanti la sua arma principale. Corpo medio-pieno, tannini morbidi di lodevole bellezza ed un finale esile e longilineo che si distende nel sorso piacevole ed elegante. Bevi ora.

Varramista Toscana Varramista 2005 92 Rosso

Floreale e ricco di grazia mostra note di lavanda, violetta selvatica, rabarbaro, amarene, fiori di ibisco, buccia di limone e succo di mandarino. Brillante e decisamente intenso nei sentori mostra molti anni in meno nel bouquet sensoriale. Corpo medio-pieno, tannini distesi, morbidi e privi di spigoli, ed un finale di stampo classico piacevole nel sorso ed equilibrato in tutte le componenti polifenoliche. Bellissimo ora potrà invecchiare ancora nel migliore dei modi. Bevi ora.

Varramista Toscana Varramista 2012 92 Rosso

Floreale e decisamente succoso nel quadro sensoriale mostra note gentili che ricordano la lavanda, le susine, le ciliegie disidratate, la magnolia, le gardenie e la violetta selvatica. Fresco e balsamico il profilo secondario mostra la bellezza della menta piperita, della nepetella e della citronella. Corpo medio, soffici di ottima fattura poco estratti ed un finale succoso e radioso che fa dell’armonia e dell’equilibrio la sua arma migliore. Bevi ora.

Varramista Toscana Varramista 1995 91 Rosso

Aperto al naso alterna note di fiori rossi pressati, amarene, ciliegie pressate e succo di mandarino. Corpo medio-pieno, tannini mordenti di piacevole carattere ed un finale sapido e succoso. Bellissimo 26 anni dopo. Bevi ora o invecchia.

Varramista Toscana Varramista 2002 91 Rosso

Maturo ed ematico mostra note di ferro, terra bagnata, succo di arancia, alloro, salvia arsa e foglie di pomodoro. La bellezza mediterranea si manifesta lentamente con il passar del tempo nel calice con nuance di timo, maggiorana ed origano. Corpo medio, suadente ed elegante nel sorso mostra una piacevolezza di pochi eletti nella scorrevolezza e nel basso estratto secco percepito nel sorso. Bevi ora.

Varramista Toscana Varramista 2003 91 Rosso

Vivace ed esuberante al naso mostra note di cipria, talco, arancia sanguinella, fiori rossi misti e cacao. Terra bagnata e cedro in pezzi descrivono il profilo secondario. Corpo medio-pieno, succoso e ben armonico nel sorso chiude elegante e composto 18 anni dopo la vendemmia. Bevi ora.

Varramista Toscana Varramista 1996 90 Rosso

Chinotto, bergamotto, foglie di tè nero e funghi trifolati descrivono l’anima principale di questo Syrah in purezza figlio di un’annata calda in Toscana. Corpo medio-pieno, tannini morbidi leggermente asciutti ed un finale che chiude caldo di media distensione. Bevi ora.

Varramista Toscana Varramista 2001 90 Rosso

Terso ed ematico mostra nobiltà d’animo e profilo struggente nelle note miste floreale e fruttate. Le prugne nere si fondono a more, china e radice di ginseng. In sottofondo le sfumature di chinotto, cipria e polvere da sparo infiammano la scena secondaria. Corpo medio-pieno, tannini leggermente compassati nel sorso ed un finale luminoso e piacevolissimo. Bevi ora.

Varramista Toscana Varramista 1997 88 Rosso

Calda e poco accattivante nel profilo principale mostra in modo violento note di fiori rossi pressati, foglie di pomodoro, fichi secchi, curcuma, alloro, incenso e cuoio. Tanta buccia di arancia arsa descrive la scena secondaria. Corpo medio-pieno, tannini soffici ed un finale leggermente stanco che affronta la sua fase di discesa. Bevi ora.

Condividi questo post

Share on facebook
Share on twitter
Share on email

Altri articoli

Sei un produttore?

Entra in contatto con il nostro team