Barolo 2020, compassato e con meno polpa del previsto. Leggermente sottotono al debutto.

Il Barolo 2020 in uscita dal 1 Gennaio 2024 non convince e mostra alcuni segni di debolezza.

Parte di un trio di annate davvero importante in cui fa da collante ai millesimi 2019 e 2021, l’annata 2020 degustata a Novembre e a Dicembre non convince.

Abbiamo approfondito e degustato 100 Barolo in anteprima per poter raccontare di più sul millesimo in uscita e sull’interpretazione che i diversi produttori hanno dato all’annata.

Solare e tersa, una giornata di Novembre splendida a Barolo in occasione delle nostre ultime visite.

Un millesimo che non si ricorda (finalmente) per eventi atmosferici straordinari e che quindi potremo tornare a definire ordinario. Ordinario per così dire. Se è vero che non si ricorda per grandinate, gelate, temporali e grande siccità o venti violenti è certamente il millesimo che più ricorderemo per la pandemia da Covid 19 che ha portato i lockdown imposti in tutto il mondo.

L’annata 2020 è in linea generale di carattere mediterranea seppur decisamente improntata su una notevole solarità. Un’annata che ha visto un buon andamento stagionale e buone piogge nei momenti importanti. Una notevole quantità d’uva sulle piante con i produttori che hanno lavorato duramente per garantire la giusta carica per ceppo.

L’andamento stagionale ha visto i mesi di Gennaio e di Febbraio tendenzialmente più caldi e questo ha portato ad un leggero anticipo di germogliamento ad Inizio Aprile.

Tra gli episodi da registrare si riscontrano pochi danni per una gelata ad Aprile che ha colpito le zone più umide e fredde dove l’aria tende ad essere ferma.

Un episodio di grandinata ha colpito a metà Giugno i comuni di Verduno e di La Morra e le classiche strisciate hanno lasciato danni a macchia di leopardo abbattendosi su alcuni appezzamenti e risparmiandone altri.

L’estate è stata calda ma mai veramente siccitosa. Guardando a cosa è accaduto negli ultimi 3 millesimi non possiamo certamente parlare di un’annata siccitosa.

L’evento forse più significativo da ricordare è la pioggia importante di inizio Ottobre. Quando le uve si avvicinavano alla perfetta maturità nei diversi comuni e sulle diverse altitudini, circa 100 mm in media di acqua hanno bagnato il territorio delle Langhe.

Una quantità importante che ha cambiato le carte in tavola e ha fatto rivedere i piani e le date di raccolta della maggior parte dei produttori. Da lì in avanti le scelte hanno condizionato la qualità finale dei vini che abbiamo recensito.

La chiave di lettura e la differenza tra i diversi produttori di cui abbiamo degustato e recensito i vini ha certamente fondamento in questo episodio. La raccolta è avvenuta in modo eterogeneo seppur in media il periodo preferito di raccolta è rimasto invariato con molti produttori che hanno scelto di vendemmiare dopo questa pioggia e prima di metà Ottobre.

Poco tempo dunque per smaltire una notevole quantità di acqua che ha disteso la concentrazione e la complessità degli acini portando nella maggior parte dei casi una sorta di calore della vendemmia con abbassamento della vibrazione e dello slancio dei vini in uscita.

Un’annata di media qualità, tendenzialmente calda al palato ma a cui è mancata tensione, persistenza, presenza tannica e acidità brillante.

In più di non facile lettura è un millesimo che impiega del tempo a venir fuori. Si presenta leggermente timido nei profumi ed in alcuni casi anche erbaceo ed indietro nella maturità fenolica.

Manca quella polpa che lo contraddistingue nei millesimi più belli, negli anni recenti vedi 2015,2016 e 2019.

L’analogia sottile potrebbe essere con il millesimo 2018 eppure le due sono cosi distanti. L’annata 2018, piovosa più che fresca, ha permesso alle piante di “abituarsi” all’idea della diluizione dei componenti e nelle matrici più sottili ma composte ed essenziali ha generato vini discretamente eleganti.

L’annata 2020 invece porta nella sua mediterraneità e nella sua ordinaria fattura uno starordinario capovolgimento di fronti in cui la solarità ed il senso di appagatezza delle matrici sono state decisamente portate via da una pioggia forse eccessiva ed in alcuni casi da una resa leggermente più alta di quanto le piante potessero sopportare in un millesimo simile che ha visto un brusco cambiamento di direzione poco prima della vendemmia.

È mancata l’eleganza, è mancata la vivacità. C’è un po’ di tutto nella lettura difficile eppure non ha emozionato. Colpo di grazia è stato sicuramente la mancanza di brillantezza e succosità a cui molti vini possono dire grazie in assenza di profili acidi, tannici o grassi e ricchi di materia.

Alcuni dei vini degustati siamo sicuri potranno beneficiare di 4-6 anni di evoluzione in bottiglia grazie proprio alla partenza lenta e meno dinamica ma difficilimente vediamo proiettato il millesimo con grandi evoluzioni in quanto la presenza del millesimo caldo è certamente più evidente di quanto sperassimo.

Nel tasting si distinguono certamente alcune delle espressioni più interessanti di tutto il panorama vitivinicolo, grazie alla solida conoscenza dei produttori e certamente la grandissima qualità di un territorio in grado di emergere anche nelle situazioni più difficili.

Abbiamo apprezzato il lavoro certosino, condotto con occhi di bambino per stupore e continua voglia di apprendere in questo fantastico mondo di Poderi Gianni Gagliardo. Come per il millesimo 2018 ruba la scena e produce i migliori vini degustati in questa tornata di assaggi. (Seguirà un secondo approfondimento con la recensioni di altri vini).

Serra dei Turchi ha il sapore di casa. È la vigna più vicina all’azienda, la vigna che viene “schiccata” a mano e da cui si producono pochissime bottiglie solo in formato Magnum, per la precisione 136.

È il vino più complesso e camaleontico. Mostra tratti maturi ma mai pesanti. Solarità ed armonia echeggiano con una bellissima persistenza gustativa.

Seguono del medesimo produttore Fossati e Lazzarito Vigna Preve. Le piccolissime produzioni, il consulente di fama mondiale e la scelta sapiente della raccolta nel momento perfetto solo solo alcuni dei punti a favore di questa azienda che sta seriamente alzando il livello qualitativo anno dopo anno.

La Serra di Mauro Molino è il vino più complesso degustato con Matteo e Martina negli assaggi delle nuove annate fatti a Novembre. C’è lo stampo erbaceo che si fonde in modo davvero energico ad un carattere scuro e speziato in un contrasto verace unico.

Splendida interpretazione del millesimo 2020 da parte di Matteo e Martina Molino.

Poderi Luigi Einaudi produce alcuni dei migliori vini mai realizzati. L’interpretazione di Monvigliero è magistrale, ma anche Cannubi e Terlo Costa Grimaldi sono brillanti e vivi.

Bricco delle Viole di Vajra una certezza, una solida presenza con frutti nitidi, brillanti per nulla indeboliti. La migliore espressione di Burlotto per WinesCritic.com è Castelletto, benissimo Monvigliero e solido Cannubi ma la classicità e l’intepretazione della MGA di Monforte d’Alba ha avuto la meglio sul millesimo serio.

Splendido Rocchettevino di Bovio, l’esposizione Est e la buona altitudine del comune di La Morra permettono di produrre un vino complesso decisamente accattivante in cui tutto è al posto giusto.

Un’espressione così, insieme alle altre già menzionate sarà sicuramente divertente ed appagante degustarla tra qualche anno.

Di seguito i commenti ed i punteggi di tutti i vini degustati :


Punteggi Vini

Produttore Denominazione Vino Annata Score Tipo
Poderi Gianni Gagliardo Barolo Serra dei Turchi 2020 97 Rosso

Geniale e multiforme nel profilo sensoriale mostra note di gerani, passiflora, guaranà, ibisco, karkadè, buccia di mandarino, pompelmo rosa, citronella, vetiver, magnolie, gardenie, muschio bianco, cipria, talco, gesso sbriciolato ed erbe officinali. Corpo medio, tannini perfettamente maturi ed un finale leggiadro ed essenziale che fa della bellezza e della godibilità la sua arma migliore. Una poesia liquida che merita di diritto un posto tra i migliori vini italiani. Un Piccolo territorio con tutto al concentrato dove una schiena d’asino ed un anfiteatro si incontrano per generare un distillato essenziale di Barolo. Solo 136 Magnum prodotte. Bevi ora o invecchia.

Poderi Gianni Gagliardo Barolo Fossati 2020 96 Rosso

Ricco ed esuberante nel profilo sensoriale mostra note di lavanda, gerani, karkadè, petali di rosa, rosa canina e guaranà. Corpo medio-pieno, tannini vellutati di splendida forma e maturità ed un finale succoso, brillante, armonico e di notevole grazia. Dalla vigna più piccola in azienda di soli 1900 metri. Solo 836 bottiglie prodotte. Meglio dal 2026.

Poderi Gianni Gagliardo Barolo Lazzarito Vigna Preve 2020 96 Rosso

Regale e nobile nel profilo sensoriale mostra note di petali di rosa, pompelmo rosa, citronella, vetiver, sandalo, tiglio, buccia di mandarino, muschio bianco, foglie di tè miste e fiori di limone. Tanto zenzero descrive la scena secondaria di notevole grazia e brillantezza. Corpo medio-pieno, tannini vibranti che hanno bisogno di tempo per venir fuori ed un finale verticale ben interpretato nel millesimo generoso. Meglio dal 2026.

Mauro Molino Barolo La Serra 2020 95 Rosso

Dinamico ed accentratore ricorda di agrumi misti, citronella, vetiver, sedano spezzato, ciliegie, lamponi, ribes e cumino. Tante sfumature accattivanti emergono dal sottofondo con bergamotto, chiodi di garofano e spezie miste. Espressivo e di natura ricca mostra una notevole tridimensionalità che dona gioia immediata all’assaggio. Meglio dal 2026.

Poderi Luigi Einaudi Barolo Monvigliero 2020 95 Rosso

Luminoso ed accattivante mostra note di ciliegie, prugne rosse, fragoline di bosco, mirto selvatico, zenzero e karkadè. Corpo medio-pieno, tannini ben estratti e decisi ed un finale coinvolgente che persiste al palato per una notevole splendida quantità di tempo. Una marcia in più nel tasting. Meglio dal 2025.

G.D. Vajra Barolo Bricco delle Viole 2020 95 Rosso

Brillante e deciso nel profilo sensoriale mostra note di gerani, ibisco, prugne rosse, fragoline di bosco e fiori bianchi misti. Corpo medio, tannini soffici ben estratti ed un finale nobile, suadente e decisamente avvolgente. Uno dei migliori Barolo in degustazione. Bevi ora.

Poderi Gianni Gagliardo Barolo Monvigliero 2020 95 Rosso

Fresco e dal tratto balsamico mostra una buona agilità con note di lavanda, ibisco, karkadè, rosmarino e tanto eucalipto a mostrare il carattere balsamico deciso. Corpo medio, tannini di grana finissima ed un finale snello e gustoso che si esalta dal centro palato in poi. Da una vigna del 1973. Un vigneto tendenzialmente caldo per l’azienda protetto dal 2020 con reti antigrandine pensate anche per l’ombreggiamento. Solo 847 bottiglie. Bevi ora.

Poderi Gianni Gagliardo Barolo Castelletto 2020 95 Rosso

Speziato e scuro nel carattere principale mostra note terrose, spezie indiane, bacche di ginepro, pepe nero, prugne nere, coriandolo e cumino. Corpo pieno, cremoso e suadente nel sorso mostra tanta grazia e nobiltà. Meglio dal 2025.

Comm. G.B. Burlotto Barolo Castelletto 2020 95 Rosso

Geniale e tridimensionale nel profilo sensoriale emoziona con note di gerani, biancospino, magnolie, sandalo, incenso, pepe bianco, fragoline di bosco e mirtilli pressati. Corpo medio-pieno, tannini perfettamente maturi di incredibile grazia ed un finale armonico e bilanciato di suadente e rara bellezza. Bevi ora.

Mauro Molino Barolo Gallinotto 2020 94 Rosso

Aperto ed accattivante mostra note di gerani, fiori di ibisco, buccia di mandarino, cedro in pezzi, canfora, gelsomino e guaranà. Tante erbe officinali descrivono la scena secondaria di ottima spigliatezza. Corpo medio-pieno, armonico e bilanciato nel sorso chiude succoso e decisamente bilanciato in ogni parte del sorso. Che bello. Bevi ora.

Mauro Molino Barolo Conca 2020 94 Rosso

Caldo ed ematico nel profilo sensoriale mostra note di prugne rosse, fragole, fiori di arancio, fiori di sambuco e gelsomino. Datteri e muschio bianco donano sensazioni contrastanti alla matrice decisamente piacevoli ed uniche nel genere. Corpo medio, tannini di grana finissima ed un finale succoso e di carattere armonico e gustoso. Che bello. Grazia ed equilibrio si fondono in un vino decisamente prorompente. Meglio dal 2025.

Silvio Grasso Barolo Bricco Manzoni 2020 94 Rosso

Solido e decisamente terso nel profilo sensoriale mostra note di lamponi, ribes, melograno, tiglio, gelsomino, buccia di limone e timo selvatico. Corpo medio-pieno, tannini morbidi ed un finale di ottima solarità e compostezza. Bevi ora o invecchia.

Bovio Barolo Rocchettevino 2020 94 Rosso

Deciso e strutturato mostra una notevole speziatura di fondo che ricorda in primis, ciliegie e prugne rosse alle quali ben si fondono tratti scuri di pepe nero, maggiorana e bacche di ginepro. Corpo pieno, struttura compatta e decisa nel sorso mordente ed un finale di notevole leggiadria e brillantezza. Meglio dal 2025.

G.D. Vajra Barolo Baudana 2020 94 Rosso

Ciliegie, lamponi, mirto selvatico, guaranà, prugne rosse e vetiver descrivono la scena principale di questo giovane Barolo. Corpo pieno, levigato nel sorso chiude solido e compatto di natura leggermente dolce. Ottima progressione dal centro palato in poi. Meglio dal 2026.

Poderi Luigi Einaudi Barolo Cannubi 2020 94 Rosso

Regale e ricco nella fragranza floreale ricorda di magnolie, gardenie, gerani, sambuco e biancospino. Corpo pieno, tannini perfettamente estratti e mordenti ed un finale che avrà bisogno di tempo per distendersi. Meglio dal 2025.

Domenico Clerico Barolo Aeroplanservaj 2020 94 Rosso

Prugne rosse, fragoline di bosco, buccia di limone, zenzero e succo di mandarino descrivono la scena principale. Crosta di pane, pompelmo e karkadè la scena secondaria. Corpo medio, tannini ricchi di tensione nel sorso ed un finale vispo e dinamico che racconta il millesimo caldo e solare. Meglio dal 2025.

G.D. Vajra Barolo Cerretta 2020 94 Rosso

Ricco di frutti rossi a bacca piccola mostra sfumature di amarene, visciole e buccia di limone. Corpo medio, tannini soffici ed un finale mordente di buona austerità. Meglio dal 2025.

Negretti Barolo Rive 2020 94 Rosso

Ricco e slanciato nel profilo sensoriale mostra pienezza e carattere. Le note di prugne rosse ben si fondono a fragole, datteri, cedro in pezzi e muschio bianco. Tanto carattere agrumato domina la scena secondaria. Corpo medio-pieno, tannini morbidi ed un finale succoso ed essenziale. Il bello dell’armonia. Bevi ora o invecchia.

Domenico Clerico Barolo Bussia Briccotto 2020 94 Rosso

Ricco e slanciato nel profilo sensoriale mostra note di ribes, lamponi, gelsomino, tiglio e karkadè. Corpo medio-pieno, tannini perfettamente maturi ed un finale composto e verace che racconta territorio e millesimo. Che bello. Meglio dal 2025.

Negretti Barolo Bricco Ambrogio 2020 94 Rosso

Gerani, passiflora, biancospino, gelsomino ed acacia descrivono il profilo principale di questo giovane Barolo. Corpo medio, elegante nel sorso mostra tannini nobilissimi ed un finale davvero composto e moderno. Chapeau. Bevi ora o invecchia.

Poderi Gianni Gagliardo Barolo Del Comune di Monforte d’Alba 2020 94 Rosso

Serio e muscoloso mostra energia e carattere di tipo scuro e speziato che ricorda le prugne nere, le more, il pompelmo, il guaranà, la buccia di mandarini arsa e la china ed il rabarbaro. Corpo pieno, armonico e bilanciato mostra tensione da grande Barolo e persistenza da solido purosangue. Un blend di Mosconi e Castelletto al 50 e 50. Meglio dal 2025.

Poderi Gianni Gagliardo Barolo Mosconi 2020 94 Rosso

Molto maturo al naso mostra note di prugne nere, more, mirto selvatico, cioccolato fondente, menta piperita, cannella in polvere, bacche di ginepro, salvia ed alloro. Corpo pieno, armonico e bilanciato nel profilo sensoriale mostra una chiusura gustosa ed essenziale. Meglio dal 2024.

Comm. G.B. Burlotto Barolo Monvigliero 2020 94 Rosso

Assolutamente intrigante e speziato mostra agilità e dinamismo nella matrice sensoriale unica nel suo genere. Le note di chinotto, liquirizia, noce moscata e bacche di ginepro, riempiono il calice. Le sfumature agrumate e pepate descrivono la scena secondaria. Corpo medio, tannini maturi perfettamente estratti e distesi nella matrice ed un finale di ottima personalità. Bevi ora.

Mauro Molino Barolo 2020 93 Rosso

Vibrante e ricco nella matrice sensoriale di carattere rosso ricorda di lamponi, ribes, buccia di limone, lime, mandarini misti, gelsomino, acacia e guaranà. Corpo medio-pieno, armonico e bilanciato mostra tannini affabili e di ottima qualità. Bello e leggiadro si muove nel migliore dei modi al palato. Un blend di differenti comuni ed MGA (Berri, Annunziata e Perno).

Mauro Molino Barolo Bricco Luciani 2020 93 Rosso

Terso ed accattivante si racconta con note importanti di mirto selvatico, canfora, bacche di ginepro, timo e maggiorana. Amarene e liquirizia completano la scena sensoriale nel sottofondo di natura dark. Corpo pieno, tannini armonici e ben estratti ed un finale composto ed essenziale di ottima linearità. Buona complessità nella fusione di Marna e sabbia. Meglio dal 2025.

Broccardo Barolo Bricco San Pietro 2020 93 Rosso

Gioioso e colorato nella matrice principale mostra note di ciliegie, ribes, sandalo, guaranà, gardenie, magnolie e biancospino. Corpo medio, tannini perfettamente maturi di grana fine ed un finale esile e vibrante che si infiamma dal centro palato in poi. Meglio dal 2025.

Cordero Di Montezemolo Barolo Gattera 2020 93 Rosso

Molto maturo e speziato nel profilo sensoriale mostra note di prugne nere, more, cioccolato fondente, salvia, maggiorana e cumino. Corpo medio-pieno, tannini soffici ed un finale di media distensione. Avvolgente e morbido. Bevi ora.

Vite Colte Barolo Del Comune di Barolo Essenze 2020 93 Rosso

Solido e centrato mostra note di prugne nere, rosse, fragoline di bosco, cedro in pezzi, succo di arancia e buccia di mandarini e fiori di gelsomino. Corpo medio, tannini mordenti ed un finale compatto di grande personalità. Splendida espressione made in Barolo. Meglio dal 2026.

Sordo Barolo Monprivato 2020 93 Rosso

Luminoso e di buona freschezza sensoriale mostra note di ciliegie, lamponi, ribes, buccia di limone e zenzero. Corpo medio, tannini soffici ed un finale dai toni leggermente erbacei. Meglio dal 2026.

Fratelli Serio & Battista Borgogno Barolo Cannubi 2020 93 Rosso

Ciliegie, ribes, rosmarino e datteri maturi descrivono il profilo sensoriale di questo giovane Barolo. Corpo medio, tannini soffici ed un finale dalla chiusura dolce ed ammaliante. Bevi ora.

Poderi Luigi Einaudi Barolo Terlo Vigna Costa Grimaldi 2020 93 Rosso

Composto e ben radioso e coinvolgente mostra note di prugne rosse, fragoline di bosco, cedro in pezzi e guaranà. Corpo medio, tannini soffici ed un finale sapido di notevole grazia ed eleganza. Bevi ora o invecchia.

Domenico Clerico Barolo Ginestra Ciabot Mentin 2020 93 Rosso

Genuino e di ottima freschezza sensoriale mostra note di ciliegie, cassis, ribes, lamponi, mandorle, guaranà e timo selvatico. Corpo medio-pieno, tannini morbidi ed un finale succoso ed essenziale ben interpretato. Meglio dal 2025.

Azelia Barolo San Rocco 2020 93 Rosso

Luminoso ed essenziale nel profilo sensoriale mostra note di gerani, passiflora, cioccolato bianco, muschio bianco e foglia di pomodoro. Corpo pieno, tannini eleganti ben maturi ed estratti ed un finale coinvolgente che mostra il giusto grado di succosità. Bevi ora.

Azelia Barolo Bricco Fiasco 2020 93 Rosso

Molto dolce nel profilo sensoriale mostra note di gerani, passiflora, muschio bianco, gardenie e magnolie. Corpo medio-pieno, tannini leggermente rigidi al momento ed un finale che si distenderà nel tempo. Meglio dal 2026.

Azelia Barolo Margheria 2020 93 Rosso

Ciliegie, lamponi, ribes, zenzero e fiori misti descrivono la scena principale di questo giovane rosso. Corpo medio, tannini soffici poco mordenti ed un finale armonico e bilanciato decisamente regale nel sorso. Bevi ora.

Domenico Clerico Barolo Ginestra Pajana 2020 93 Rosso

Preciso ed essenziale nel profilo sensoriale mostra note di lamponi, ribes, cioccolato bianco e gelsomino. Corpo medio-pieno, tannini soffici ed un finale di media distensione. Poliedrico e gustoso si distende in modo essenziale. Bevi ora.

G.D. Vajra Barolo Coste di Rose 2020 93 Rosso

Ricco e slanciato nel profilo sensoriale mostra note di gerani, biancospino, mandarini e bergamotto. Corpo medio-pieno, tannini soffici ed un finale di piacevole bevibilità. Meglio dal 2025.

G.D. Vajra Barolo Ravera 2020 93 Rosso

Fiori di pesco, lavanda, karkadè, fiori di sambuco e melograno descrivono il profilo principale di questo giovane ed esuberante Barolo. Corpo medio-pieno, tannini soffici ed un finale di media persistenza. Meglio dal 2025.

Monchiero Barolo Rocche di Castiglione 2020 93 Rosso

Terso ed accattivante nel profilo sensoriale mostra note di gerani, karkadè, ribes, lamponi, fiori di gelsomino e buccia di mandarino. Corpo medio, tannini soffici ed un finale composto e succoso di grande personalità. Splendido sin da subito.

Poderi Gianni Gagliardo Barolo Del Comune di La Morra 2020 93 Rosso

Genuino e suadente nel profilo sensoriale mostra note di ciliegie, lamponi, ribes, melograno, buccia di lime e guaranà. Corpo medio, tannini rotondi di piacevole grana fine ed un finale armonico e bilanciato. Tanta grazia e piacevolezza qui. Meglio dal 2024.

Parusso Barolo Bussia Vigna Munie Riserva 2020 93 Rosso

Classico ed aperto nel profilo sensoriale mostra note di gelsomino, acacia, buccia di limone e zenzero tagliato. Corpo medio, tannini leggermente asciuganti ed un finale di media progressione. Meglio dal 2026.

Comm. G.B. Burlotto Barolo Cannubi 2020 93 Rosso

È potente e strutturato e mostra note di gerani, biancospino, prugne rosse, fragole e caramello dolce. Ricco di erbe officinali in sottofondo ricorda di maggiorana e timo selvatico. Corpo medio, tannini morbidi ed un finale composto e gustoso. Bevi ora.

Abrigo Giovanni Barolo Ravera 2020 92 Rosso

Preciso ed essenziale nel profilo sensoriale mostra note di gerani, passiflora, ibisco, karkadè e tanta buccia di limone. Leggermente terroso il sottofondo che incontra sfumature di ginseng. Corpo medio, sapido nel sorso mostra gentilezza ed armonia. Meglio dal 2025.

Marrone Barolo Pichemej 2020 92 Rosso

Freschissimo e balsamico nei tratti principali ricorda di ciliegie, susine, fiori bianchi misti e muschio bianco. Corpo medio-pieno, tannini soffici poco mordenti ed un finale luminoso ed essenziale. Meglio dal 2025.

Cascina Adelaide Barolo Fossati 2020 92 Rosso

Ricco di frutti rossi a bacca piccola ricorda di ribes, lamponi, pompelmo, prugne rosse mature e guaranà. Corpo medio-pieno, tannini mordenti ed un finale fresco a cui manca un po’ di pienezza. Meglio dal 2025.

Marrone Barolo Bussia 2020 92 Rosso

Ciliegie, prugne rosse, amarene, passiflora, zenzero, radice di ginseng e fiori di camomilla descrivono il profilo principale di un giovane ed esuberante Bussia. Corpo medio, sapido nel sorso chiude succoso e di media importanza. Centrato e moderno. Bevi ora.

Dosio Vigneti Barolo Serradenari 2020 92 Rosso

Maturo ed appagante mostra note di prugne rosse, fragoline di bosco, cedro in pezzi, coriandolo, salicornia, cipria e guaranà. Corpo medio, tannini soffici ed un finale lineare ed essenziale di piacevole bevibilità. Meglio dal 2025.

G.D. Vajra Barolo Albe 2020 92 Rosso

Solido e deciso nel profilo sensoriale mostra note di prugne rosse, fragoline di bosco, camomilla, fiori di arancio e buccia di limone. Corpo medio-pieno, tannini morbidi ed un finale coinvolgente. Meglio dal 2025.

Broccardo Barolo I Tre Pais 2020 92 Rosso

Energia da vendere nel calice, si racconta con note di prugne rosse, fragoline di bosco, cedro in pezzi, mandorle dolci, foglie di tè verde ed eucalipto. Corpo pieno, tannini perfettamente maturi ed un finale di ottimo slancio e verticalità. Meglio dal 2025.

Claudio Alario Barolo Sorano 2020 92 Rosso

Maturo nel profilo sensoriale ricorda di fiori rossi appassiti, radice di ginseng, zenzero, terra bagnata e cumino. Tanto pepe nero descrive la scena secondaria. Corpo medio-pieno, elegante e suadente nel sorso chiude armonico e bilanciato. Bevi ora.

Cordero Di Montezemolo Barolo Enrico VI 2020 92 Rosso

Geniale nel profilo sensoriale mostra note di gerani, lamponi, ribes, ibisco, karkadè e buccia di limone. Corpo pieno, duro e compatto nel centro palato mostra tannini leggermente erbacei ed un finale rustico. Meglio dal 2025.

Diego Morra Barolo Zinzasco 2020 92 Rosso

Luminoso e ricco nei frutti rossi a bacca piccola mostra note di prugne rosse, ciliegie, rosmarino e chiodi di garofano. Corpo medio, tannini soffici ed un finale armonico di buona leggiadria. Bevi ora.

Azelia Barolo 2020 92 Rosso

Maturo e classico nel profilo sensoriale mostra note di prugne rosse, fragole, gerani, passiflora, caramello e buccia di mandarino arsa. Corpo medio, tannini mordenti ed un finale teso di natura verticale. Meglio dal 2026.

Poderi Luigi Einaudi Barolo Ludo 2020 92 Rosso

Ricco e slanciato nel profilo sensoriale mostra note di prugne rosse, fragole, succo di limone, fiori di gelsomino e karkadè. Corpo pieno, tannini morbidi ed un finale di grande freschezza ed equilibrio gustativo. Bevi ora.

Sordo Barolo Ravera 2020 92 Rosso

Succoso e ben slanciato nel profilo sensoriale mostra note di ribes, lamponi, gelsomino ed acacia. Corpo medio, tannini soffici ed un finale composto. Bevi ora.

Negretti Barolo Mirau 2020 92 Rosso

Decisamente erbaceo e ricco di erbe officinali ricorda di erba tagliata, maggiorana, timo selvatico, citronella e vetiver. Corpo medio-pieno, tannini soffici ed un finale composto e gustoso. Bevi ora.

Azelia Barolo Cerretta 2020 92 Rosso

Preciso ed essenziale nel profilo sensoriale mostra note di lamponi, ribes, muschio bianco, gelsomino e karkadè. Corpo medio, tannini soffici ed un finale di media persistenza. Meglio dal 2025.

Cordero Di Montezemolo Barolo Monfalletto 2020 92 Rosso

Molto aperto al naso mostra note di visciole, amarene dolci sotto spirito, radice di ginseng, datteri e fichi secchi. Corpo medio-pieno, tannini morbidi ed un finale equilibrato dal volume importante. Bevi ora.

Monchiero Barolo Montanello 2020 92 Rosso

Deciso ed essenziale mostra un profilo sensoriale complesso che ricorda di fiori rossi, prugne, fragoline, incenso e terra bagnata. Corpo medio, tannini soffici ed un finale composto e gustoso. Ben fatto. Meglio dal 2025.

Marrone Barolo 2020 92 Bianco

Gentile e genuino mostra note di lamponi, ribes, petali di rosa, guaranà e muschio bianco. Corpo medio, tannini morbidi ed un finale classico che fa dell’equilibrio gustativo e della piacevolezza la sua arma migliore. Bevi ora.

Poderi Gianni Gagliardo Barolo 2020 92 Bianco

Fresco e dinamico nel profilo sensoriale mostra note di gerani, ribes, melograno e lamponi. Foglia di pomodoro in sottofondo che dona il profilo secondario deciso. Corpo medio, succoso e dinamico nel sorso chiude splendido, agile e gustoso. Che bello. Le vigne di Santa Maria, Bricco San Pietro, Castelletto, Mosconi, Lazzarito, Serra dei Turchi e Fossati parlano tra di loro e creano la giusta tridimensionalità al vino prodotto.

Angelo Negro Barolo 2020 91 Rosso

Maturo ed appagante mostra note di fiori rossi, crosta di pane e sottobosco. Visciole e mandarini descrivono la scena secondaria. Corpo medio, tannini mordenti ed un finale caldo e strutturato di buona progressione e sottile spigolosità al momento. Meglio dal 2026.

Parusso Barolo Mosconi 2020 91 Rosso

Serio e leggermente opaco nel profilo sensoriale ricorda di prugne nere, more, cioccolato fondente e sfumature balsamiche miste. Corpo medio, tannini asciuganti ed un finale di semplice espressività. Uno stile inconfondibile di difficile gestione nel millesimo 2020. Bevi ora.

Broccardo Barolo San Giovanni 2020 91 Rosso

Fresco e preciso nel profilo sensoriale mostra note di ciliegie, prugne rosse, limoni, passiflora, guaranà e tiglio. Corpo medio, tannini rustici, leggermente erbacei, ed un finale fresco e diretto. Meglio dal 2026.

Broccardo Barolo Ravera 2020 91 Rosso

Espressivo e ben slanciato nel profilo sensoriale mostra note di ciliegie, cassis, mandorle dolci, fiori bianchi misti e coriandolo. Corpo medio, tannini soffici poco mordenti ed un finale essenziale, preciso e gustoso. Bevi ora.

Tenuta Rocca Barolo Bussia 2020 91 Rosso

Ricco di materia e struttura sensoriale mostra note di prugne rosse, fragoline di bosco, mallo di noce e sedano spezzato. Corpo medio, tannini soffici ed un finale di buona linearità. Meglio dal 2025.

Diego Morra Barolo San Lorenzo di Verduno 2020 91 Rosso

Intrigante e ben colorato nella matrice sensoriale ricorda di prugne rosse, fragoline di bosco, muschio bianco e guaranà. Corpo pieno, struttura levigata e dolce nel sorso chiude succoso e ben dinamico. Bevi ora.

Tenuta Rocca Barolo 2020 91 Rosso

Classico nel profilo sensoriale mostra note di prugne rosse, fragoline di bosco, foglie di tè miste, gerani in fiore e sandalo. Corpo medio, tannini soffici ed un finale di media scorrevolezza. Meglio dal 2025.

Scrimaglio Barolo 2020 91 Rosso

Aperto e maturo nel profilo sensoriale mostra note di prugne rosse, mirto selvatico, guaranà, timo e citronella. Corpo medio, tannini soffici ed un finale di media distensione. Bevi ora.

Tenuta Rocca Barolo Del Comune di Serralunga d’Alba 2020 91 Rosso

Aperto e classico nel profilo sensoriale mostra note di ciliegie, cassis, guaranà, sambuco e tiglio appassito. Corpo medio-pieno, tannini leggermente asciuganti ed un finale di semplice scorrevolezza. Meglio dal 2025.

Poderi Luigi Einaudi Barolo Villero 2020 91 Rosso

Classico nel profilo sensoriale mostra note di ribes, buccia di limone, zenzero tagliato, caramello e guaranà. Corpo medio, tannini soffici ed un finale di media distensione. Bevi ora.

Bovio Barolo 2020 91 Rosso

Lamponi, ribes, mirto e fiori rossi appassiti descrivono la scena principale fondendosi a note agrumate ben presenti. Corpo medio, tannini leggermente erbacei ed un finale di media progressione. Meglio dal 2026.

Sordo Barolo Perno 2020 91 Rosso

Solido e deciso nel profilo sensoriale mostra note di prugne rosse, fragole mature, mirto, cassis e fiori di mandarino. Corpo medio, tannini soffici ed un finale di media luminosità. Bevi ora.

Bovio Barolo Parussi 2020 91 Rosso

Terso ed accattivante mostra un profilo sensoriale agrumato di tutto rispetto. Mandarini, cedro, lime e bergamotto descrivono il profilo sensoriale ben vibrante. Corpo medio-pieno, tannini soffici poco estratti ed un finale disteso. Bevi ora.

Poderi Luigi Einaudi Barolo Bussia 2020 91 Rosso

Mosto d’uva, lamponi, ribes e succo di lime descrivono la scena principale fondendosi a sfumature di cipria. Corpo medio, tannini soffici ed un finale di media progressione. Bevi ora.

Domenico Clerico Barolo Del Comune di Monforte d’Alba 2020 91 Rosso

Molto maturo nel profilo sensoriale mostra note di prugne rosse, fiori rossi appassiti, buccia di mandarino e biancospino. Corpo medio, tannini soffici ed un finale piacevole ben composto. Bevi ora.

Bovio Barolo Arborina 2020 91 Rosso

Dinamico e di buona forma sensoriale mostra note di prugne rosse, ginseng, rabarbaro, fiori di mandarino, elicriso e gelsomino. Corpo medio, tannini soffici ed un finale magro a cui manca un po’ di spinta e progressione. Meglio dal 2025.

Sordo Barolo Gabutti 2020 91 Rosso

Fiori di sambuco, elicriso e rincospermo descrivono la scena principale di questo giovane Barolo. Corpo medio, tannini soffici ed un finale composto e gustoso. Bevi ora.

Negretti Barolo Monvigliero 2020 91 Rosso

Fendente nel profilo sensoriale mostra note di gelsomino, buccia di limone, tiglio in fiore, gerani e cioccolato fondente. Corpo medio, tannini soffici ed un finale composto e gustoso. Bevi ora.

Bovio Barolo Gattera 2020 91 Rosso

Aperto e di buona distensione sensoriale mostra note di gerani, biancospino, buccia di limone e tiglio appassito. Corpo medio, tannini soffici ed un finale leggiadro. Bevi ora.

Diego Morra Barolo Monvigliero 2020 91 Rosso

Intrigante e di media complessità sensoriale mostra note di gerani, ibisco, karkadè, gelsomino, fiori di sambuco e buccia di mandarino. Corpo medio, tannini soffici ed un finale composto. Bevi ora.

Parusso Barolo Bussia Vigna Rocche Riserva 2020 91 Rosso

Fiori rossi appassiti ed erbe officinali descrivono il profilo sensoriale di fattura bohemien. Corpo medio-pieno, tannini leggermente asciuganti ed un finale compatto a cui manca un po’ di equilibrio e freschezza gustativa. Bevi ora.

Monchiero Barolo Del Comune di La Morra 2020 91 Rosso

Floreale e fruttato mostra note di gelsomino, karkadè, timo selvatico, gerani e biancospino. Corpo medio, tannini soffici ed un finale composto e ben armonico. Bevi ora.

De Simone Barolo Del Comune di Serralunga d’Alba 2020 91 Rosso

Tanti frutti a bacca piccola descrivono il profilo sensoriale fondendosi a ricordi di amarene e liquirizia. Corpo medio-pieno, tannini soffici ed un finale composto. Bevi ora.

Piazzo Comm. Armando Barolo Sottocastello di Novello 2020 91 Rosso

Geniale e decisamente terso nel profilo sensoriale mostra note di ciliegie, lamponi, ribes, guaranà, karkadè e cipria. Talco e camomilla descrivono la scena secondaria complessa. Corpo medio, tannini soffici ed un finale di buona distensione. Meglio dal 2025.

Parusso Barolo Perarmando 2020 90 Rosso

Maturo ed appagante mostra note di prugne rosse, fragole, cedro in pezzi, succo di mandarini, buccia di arancia, camomilla e crosta di pane. Corpo medio, tannini soffici ed un finale di media scorrevolezza. Bevi ora.

Parusso Barolo Mariondino 2020 90 Rosso

Ciliegie, muschio bianco e banane dolci descrivono la scena principale di ottima personalità e notevole dolcezza. Corpo medio-pieno, tannini morbidi ed un finale dalla chiusura mandorlata. Bevi ora.

Dosio Vigneti Barolo Del Comune di La Morra 2020 90 Rosso

Ricco e slanciato mostra note di ciliegie, prugne rosse, fragoline di bosco e guaranà. Tanta buccia di limone descrive la scena secondaria. Corpo medio, tannini soffici ed un finale magro a cui manca un po’ di carattere e personalità. Bevi ora.

Poderi Colla Barolo Bussia Dardi Le Rose 2020 90 Rosso

Molto aperto al naso mostra note di prugne rosse, fragole, nocciole tostate ed olive verdi e nere. Corpo medio, semplice nel sorso chiude con poca freschezza e mordenza. Bevi ora.

Claudio Alario Barolo Riva Rocca 2020 90 Rosso

Potente e deciso nel profilo sensoriale ricorda il carattere blu nella ricchezza di susine, lavanda, giacinto, agapanto e violetta selvatica. Corpo pieno, caldo ed avvolgente nel sorso mostra pienezza e potenza. Bevi ora.

Diego Morra Barolo Del Comune di Verduno 2020 90 Rosso

Ricco e slanciato nel profilo sensoriale mostra note di prugne rosse, fragole, mandorle, gerani e passiflora. Corpo medio, tannini asciuganti ed un finale di media scorrevolezza. Bevi ora.

Monchiero Barolo Del Comune di Castiglione Falletto 2020 90 Rosso

Ricco e slanciato nel profilo sensoriale mostra note di ciliegie, amarene, cassis, sambuco, biancospino e guaranà. Corpo medio, tannini leggermente scomposti al momento nella matrice ed un finale essenziale. Bevi ora.

Francone Barolo 2020 90 Rosso

Ricco di frutti rossi a bacca piccola ricorda di ribes, lamponi e melograno. Corpo medio, tannini soffici ed un finale composto ed essenziale. Bevi ora.

Piazzo Comm. Armando Barolo Valente 2020 90 Rosso

Maturo e solare nel profilo sensoriale mostra note di prugne nere, more, cioccolato fondente, salvia arsa e maggiorana. Corpo medio, tannini soffici ed un finale di media distensione. Bevi ora.

Cascina Adelaide Barolo Baudana 2020 89 Rosso

Molto caldo nel profilo sensoriale mostra note di ribes, lamponi, gelsomino, fiori di acacia e buccia di limone. Corpo pieno, poco disteso ed equilibrato nel sorso, chiude con sensazioni contrastanti di freschezza e sottile visione amaricante.

Parusso Barolo Bussia 2020 89 Rosso

Molto dolce al naso ricorda di prugne miste, vaniglia, zenzero, guaranà e fiori di gardenie. Corpo medio, tannini soffici ed un finale a cui manca un po’ di brillantezza e veracità territoriale. Bevi ora.

Parusso Barolo Del Comune di Monforte d’Alba 2020 89 Rosso

Pronunciato e ricco nel profilo sensoriale mostra note di prugne rosse, fragole, sandalo, incenso, buccia di mandarino e caramello dolce. Corpo medio-pieno, leggermente amaricante nel sorso chiude in cerca di equilibrio. Bevi ora.

Negretti Barolo 2020 89 Rosso

Lamponi, susine, ciliegie, gerani e biancospino descrivono la scena principale. Lavanda e cassis la secondaria. Corpo medio, tannini poco maturi ed un finale a cui manca brillantezza e distensione. Bevi ora.

Gianni Ramello Barolo Rocchettevino 2020 88 Rosso

Molto aperto al naso mostra note di prugne nere, visciole, canfora e buccia di mandarino. Tanta liquirizia domina la scena secondaria. Corpo medio, tannini soffici ed un finale spento. Semplice e leggermente stanco. Bevi ora.

Condividi questo post

Altri articoli

Degustazioni

Sassicaia 2021, fendente ma aggraziato

A Bolgheri la poesia oltre la stagione concentrata La visita presso Tenuta San Guido lo scorso 9 Febbraio è stato momento di approfondimento dei nuovi

Entra in contatto con il nostro team

Se sei un Produttore o un’Azienda e vuoi partecipare alle degustazioni annuali della Compagnia, CONTATTACI all’e-mail: info@winescritic.com.
Potrai ricevere informazioni sul nostro lavoro e sui nostri Eventi virtuali e in presenza. Siamo sempre alla ricerca di nuove realtà da poter raccontare in tutto il Mondo.