Villa Acquaviva, il magico incontro tra uomo e natura

A pochi chilometri da Scansano, nei pressi di Montemerano, ecco aprirsi uno scenario da favola , la Fattoria Acquaviva. 

Nasce nell’84 quando il signor Serafino D’Ascenzi, attuale proprietario, acquista la tenuta dai Marchesi Ciacci.  La sua filosofia è da sempre stata quella del rispetto della natura e dell’unione pacifica con l’uomo: solo in questo modo si riesce ad immaginare un futuro migliore. Ed è proprio quest’atmosfera che si respira entrando nella Villa. Un viale di cipressi è la porta che si apre nell’etereo mondo della famiglia D’Ascenzi.

La struttura è organizzata in modo da comunicare un crescendo di emozioni. Si compone di circa 25 romantiche camere, alcune delle quali affacciano direttamente sui vigneti. 

Una delle camere più belle della Villa affaccia sul vigneto.

Inizialmente vi erano solo tre ettari di vigneti di bianco che il signor Serafino ha poi incrementato con il rosso arrivando all’attuale estensione di 15 ettari. Diverse le tipologie di vitigni: Sangiovese, Cabernet Sauvignon, Shiraz, Malvasia nera, Alicante, Trebbiano, Chardonnay, Verdello, Malvasia Bianca.

Villa Acquaviva ha da sempre creduto nell’enoturismo fin dal 1992 con il via dell’attuale agriturismo, e nel rapporto con il consumatore tanto che negli ultimi anni , con l’aumento delle visite guidate con degustazione, sono diventati un’azienda didattica. 

La Villa offre addirittura un campo da tennis, una rilassante e curatissima piscina e ultimo ma non d’importanza il ristorante La Limonaia gestita dalla dolce signora Valentina.

La piscina sempre tranquilla di Villa Acquaviva e sullo sfondo La Limonaia, il ristorante condotto da tutta la famiglia.

Ci si arriva dopo qualche minuto di passeggiata in una sorta di boschetto che sembra disegnato, avvolti da profumi d’erba, di fiori e di frutti. Con la sua cucina, fatta da pochi ingredienti ma sapientemente mixati, riesce a trasportarti in un mondo fatto di sapori, odori e colori così vivo da sembrare reale! Ingredienti, tra l’altro, km meno che zero ovviamente. 

Una creazione dello Chef Valentina: Pici Senator Cappelli, asparagi, pachino e gamberi rossi di Sicilia crudi e cotti.

Questo è il classico ma raro esempio di come l’unione e l’amore di una famiglia possa trasmettersi nel loro operato: l’intuizione di Serafino, l’amore di Valentina e la costanza del figlio Fabrizio che oggi rappresenta la dinamicità e il futuro di questa splendida realtà.

I vini prodotti sono espressione territoriale di gioia e passione che ogni giorno a Villa Acquaviva sanno trasmettere.

Un posto in cui tutti i winelover dovrebbero concedersi almeno una volta il piacere di soggiornare.

Con l’occasione abbiamo avuto modo di degustare alcune perle rare messe in bottiglia tanti anni fa.

Splendida la degustazione con Serafino e Fabrizio che mi riporta indietro nel tempo fino al 1995.

Scoprite tutti i vini degustati sul My Memory Tasting:

https://mmt.winescritic.com/findVini.php?produttore=1450&nome=&annata=&tipo=0&minimo=75&massimo=100&anno=&id=&action=find&assaggiato=on

Federica Ferone

Condividi questo post

Share on facebook
Share on twitter
Share on email

Altri articoli

Sei un produttore?

Entra in contatto con il nostro team