Top 100 nel 2023. I migliori vini secondo WinesCritic.com

Si concludono le degustazioni previste nel calendario annuale di WinesCritic.com.

Le più grandi di sempre con 5763 vini degustati in un anno straordinario ricco di conquiste e grandi crescite personali e di squadra.

Quest’anno la Top 100 Italia è la più eterogenea di sempre grazie al progressivo e continuo investimento che la compagnia WinesCritic.com continua ad effettuare sul territorio italiano e non solo per poter raccontare ai propri lettori di grandi territori ricchi di storia, cultura e tradizioni.

Dopo il consolidamento degli eventi La Grande Bellezza sviluppati principalmente nei mesi primaverili di Maggio-Giugno nelle tappe di Amsterdam, New York, Napoli e Milano, abbiamo concluso il tour ad Ottobre con la tappa di Bologna.

Un successo con un totale di 73 Aziende partecipanti nelle diverse tappe ed oltre 800 operatori del settore che hanno preso parte alle nostre iniziative sempre indirizzate alla ricerca della bellezza in momenti di approfondimento curati e distesi. Un sentito ringraziamento è doveroso nei confronti dell’aziende che ci hanno supportato e che hanno creduto nel progetto sin dalla nascita.

In Italia tante le visite ai produttori e in zone di produzione di tutto il Bel Paese.

Quest’anno aggiungiamo alle visite in Toscana nelle aree di Bolgheri, Montepulciano, Montalcino, Chianti Classico, Carmignano, Valdarno di Sopra, anche nuovi approfondimenti tra i quali Franciacorta, Lugana, Custoza ed Oltrepò Pavese.

Sul tema degustazioni abbiamo consolidato la nostra presenza a Bordeaux con due viaggi mirati al fine di recensire Bordeaux 2020 e Bordeaux 2021. Trovate entrambi gli articoli pubblicati con tutte le note di degustazione sul sito WinesCritic.com. Ad inizio anno 2024 torneremo ancora per degustare en primeur l’annata 2022 che si preannuncia di notevole spessore enologico.

Abbiamo chiuso ad inizio Dicembre una nuova importante collaborazione con TastingBook.com, la piattaforma finlandese che vanta milioni di lettori grazia alla condivisione di pensieri e note di degustazioni di alcuni dei critici più influenti ed importanti al mondo. Siamo felici di rappresentare l’Italia e portare tanti nuovi contenuti alla piattaforma.

Mentre completiamo le ultime degustazioni con le Anteprime di Barolo 2020, siamo felici di stilare la classifica dei migliori vini italiani del 2023. Un anno particolarmente impegnativo per tanti aspetti che sta per volgere al termine e per lasciare spazio a nuove avventure.

Quest’anno in uscita sul mercato i Barolo 2019, il Brunello 2018, Etna 2019,2020 e 2021 e numerosi Super Tuscan principalmente del millesimo 2020 e 2021.

Mantiene il primato la Toscana con 43 vini in Top 100, non c’è più lo stesso strapotere dell’anno scorso grazie al Piemonte che porta 30 vini in classifica. Tra i migliori vini italiani ci sono grandi novità : l’ingresso di due Sparkling, 14 Bianchi ed 1 vino dolce.

È mancato il vino perfetto quello che raggiunge i 100 punti, e solo un vino è stato consacrato con il punteggio di 99 punti.

È Vietti a produrre il miglior vino d’Italia grazie alla produzione di Lazzarito 2019, un Barolo di straordinaria fattura che coniuga freschezza e balsamicità spiazzanti in una matrice sensoriale complessa ed emozionante. Segue al secondo posto Gagliole, Gallule Gran Selezione è tutto quello che si può chiedere ad un grande Chianti Classico. Equilibrio, succosità, accompagnamento della materia senza alterazioni ed inutili “maquillage”. Un Chianti Classico territoriale che si eleva in botti grandi ma si aiuta nella vinificazione e nel pre imbottigliamento con vasche di cemento grezzo che lasciano davvero parlare la materia ed aprirla perfettamente nel profilo ossido-riduttivo.

Top 100 nel 2023. Il podio di WinesCritic.com. Barolo, Chianti Classico, Etna le tre denominazioni in cui si producono i migliori vini d’Italia.

Al terzo posto troviamo una splendida sorpresa. Un ritorno di fiamma in effetti, già consacrato vino perfetto con l’uscita del millesimo 2016, ci emoziona con grandi sfumature e personalità con il millesimo 2019.

Stiamo parlando di Barbagalli, una vigna unica che produce un Nerello Mascalese importante, solido, deciso, certamente elegante ma di notevole struttura muscolosa.

Pietradolce centra ancora una volta il podio grazie a ricerca, continui investimenti, team affiatato e voglia di mettersi in gioco. Giuseppe Parlavecchio, enologo e direttore dei lavori in cantina, conosce alla perfezione le uve e le Contrade da cui si producono alcuni dei più grandi vini di tutto il Sud Italia. La Famiglia Faro continua a portare grandi riconoscimenti ad un territorio che ormai non ha più bisogno di presentazioni. Siamo felici di condividere una piccola intervista fatta a Giuseppe a Luglio 2023.

WinesCritic.com intervista Giuseppe Parlavecchio, enologo a Pietradolce, azienda sita a Solicchiata frazione di Castiglione di Sicilia nel versante Nord dell’Etna.

Seguono un ex aequo qualitativo nella Top 10, Poderi Aldo Conterno con Bussia Romirasco 2019, di Tenuta Sette Ponti con Oreno 2021, Tenuta San Guido con Sassicaia 2020, Domenico Clerico con Aeroplanservaj, Tua Rita con il Passito di Pantelleria Sese, Petrolo con Boggina B (migliori vino bianco d’Italia) Bellavista con Blanc de Blancs Dosaggio Zero un Franciacorta, Chardonnay in purezza che degustato in azienda la scorsa estate arriva a livelli importantissimi di qualità per un Metodo Classico italiano.

Quest’anno per la prima volta abbiamo pensato di mescolare un po’ le carte alternando anche un po’ i punteggi. La decisione maturata con ardua scelta permette di evitare il dominio di vini rossi nelle prime posizioni e di evitare di vedere più volte gli stessi produttori che hanno elaborato più di un vino da grande riconoscimento. Come si leggerà sono fuori dalla Top 10 alcuni vini con punteggi più alti di alcuni invece presenti all’interno della Top 10.

Speriamo vivamente di non generare alcun malcontento.

Trovate tutti i vini degustati nel 2023 e negli anni passati (oltre 22000 vini recensiti) sul nostro sito nella sezione Cerca Vini. Le note di degustazioni ed i punteggi saranno scaricabili e condivisibili gratuitamente per tutto il 2024 :

https://mmt.winescritic.com/findVini

Siamo fieri ed orgogliosi di potervi presentare la nostra Top 100 nel 2023. Di seguito i commenti ed i punteggi di tutti i vini recensiti :

Vini

Produttore Denominazione Vino Annata Score Tipo
Vietti Barolo Lazzarito 2019 99 Rosso

Estremamente balsamico ma delicatissimo nell’alternanza sensoriale mostra un’altalena di colori e profumi che virano in diverse direzioni. Le ciliegie aprono la strada a sfumature di incenso, coriandolo, eucalipto, pepe bianco e salicornia. In sottofondo c’è di più nell’alternanza di bergamotto, violetta selvatica e petali di rosa appassiti. Corpo medio, tannini setosi di encomiabile bellezza ed un finale davvero persistente che si allunga con carattere e solarità fresca e vibrante. Meglio dal 2024.

Gagliole Chianti Classico Gallule Gran Selezione 2019 98 Rosso

Assolutamente affascinante ed integro nella matrice principale mostra note di lamponi, ribes, fiori di limone, gardenie, tiglio, lime, pepe bianco, gerani in fiore, incenso, camomilla, elicriso, guaranà, ciliegie disidratate ed alchermes. Corpo medio, tannini perfettamente maturi ed un finale teso e vibrante che incalza dal centro palato in poi lasciando nella parte laterale del palato, il gusto sapido ed acido pieno di emozioni. Incredibile, una magia in Chianti Classico. Meglio dal 2026.

Pietradolce Etna Rosso Barbagalli 2019 98 Rosso

Ricco e solare mostra tridimensionalità e carattere scuro quasi scontroso per austerità e sensazioni vivide. Le note di amarene ben si fondono a chiodi di garofano, china, rabarbaro, cedro in pezzi, coriandolo, fiori di sambuco e incenso. C’è di più in sottofondo con sfumature di pepe bianco e maggiorana. Corpo medio, tannini perfettamente maturi e levigati ed un finale di encomiabile bellezza e leggiadria. Potente, ricco e decisamente moderno. Meglio dal 2025.

Poderi Aldo Conterno Barolo Bussia Romirasco 2019 98 Rosso

Preciso al naso e croccante mostra note miste floreali e fruttate che ricordano le fragole, le prugne rosse, il vetiver ed il coriandolo. In sottofondo la cenere si fonde a sfumature di bosso e cumino. È incredibilmente classico ed al contempo moderno nel profilo sensoriale poliedrico ricco di sfaccettature. Corpo pieno, tannini ben polimerizzati ed un finale di stampo classico che cresce in progressione dal centro palato in poi. Meglio dal 2025.

Tenuta Sette Ponti Toscana Oreno 2021 98 Rosso

Luminoso e terso nel profilo denso e deciso mostra note di fiori blu, fiori bianchi, guaranà, basilico, bacche di ginepro, liquirizia, bacche di ginepro, amarene, chiodi di garofano e vetiver. La matrice sensoriale estremamente complessa si regala sin da subito ma con il tempo nel calice evolve e vira in differenti direzioni. Corpo pieno, tannini perfettamente setosi di splendida eleganza e finezza ed un finale piccante, tridimensionale e decisamente mediterraneo che chiude ricordando la bellezza di un areale in crescita devastante. Oreno miglior vino delle denominazione nel millesimo 2021.

Tenuta San Guido Bolgheri-Sassicaia Sassicaia 2020 98 Rosso

Elegantissimo al naso mostra energia e carattere di natura speziata decisamente nobile ed intrigante. Le note di violetta selvatica ben si fondono a mirto selvatico, bacche di ginepro e coriandolo. Il centro del vino è ricco con nuance di prugne nere, foglie di tè nero e chiodi di garofano. Corpo pieno, morbido ed avvolgente nel sorso mostra dei tannini perfettamente maturi, nobili, leggermente rigidi al momento ed un finale davvero entusiasmante che si infiamma dal centro palato in poi mostrando una parabola ascendente progressiva di pochi eletti. Un’annata che metta a dura prova i viticoltori nella zona ma che mostra una complessità davvero importante. Macerazioni più brevi del solito su alcuni vigneti ed una percentuale di legno nuovo più importante sono l’interpretazione del millesimo 2020 in casa San Guido. “Un segno divino al sacrificio e allo sforzo di tutto il team”. Splendido sin da subito ma meglio dal 2026.

Domenico Clerico Barolo Aeroplanservaj 2019 98 Rosso

Profondo e decisamente strutturato mostra una matrice sensoriale compatta che regala lentamente (ma non timidamente) note di ciliegie, lamponi, ribes, pompelmo, pepe rosa, arancia sanguinella e citronella. Corpo medio-pieno, struttura lineare di piacevolissima forma elegante e suadente, tannini setosi ed un finale leggiadro e performante che si infiamma dal centro palato in poi. Una dolce carezza mostra tutta l’energia domata di Baudana in purezza. Meglio dal 2025.

Tua Rita Passito di Pantelleria Sese 2019 98 Dolce

Emozionante e di natura freschissima mostra precisione d’esecuzione e grazia di pochi eletti. Le note di pesche gialle, albicocche, fiori di arancio, petali di rosa, foglie di tè verde, timo selvatico, citronella, bergamotto, cedro in pezzi, capperi, caramello dolce, cuoio, pepe nero, cenere, vetiver, bosso e sandalo. Tanto muschio bianco incornicia una espressione unica nel genere e di emozionante visione. Corpo medio, struttura estremamente armonica e bilanciata di qualità immensa ed un finale che accarezza ogni parte del palato lasciando un ricordo di pura e sana follia enologica! Pazzesco.

Petrolo Toscana Bòggina B 2021 97 Bianco

Estremamente accattivante e deciso nel profilo sensoriale mostra note di prezzemolo, sedano spezzato, basilico, rosmarino, muschio bianco, gelsomino, biancospino, pepe bianco, nocciole tostate, nespole, sandalo, gerani e mandorle tritate che ricordano le Madeleine. Corpo pieno, struttura polifenolica di grand persistenza al palato ed un finale che gioca perfettamente tra volume, orizzontalità e lunghezza verticale. Geniale. Bevi ora o invecchia.

Bellavista Franciacorta Blanc de Blancs Dosaggio Zero 2014 96 Sparkling

Elegante e leggermente compresso nel profilo sensoriale mostra una piacevole austerità che lentamente si dilegua raccontando l’energia di un 100% Chardonnay prodotto in un’annata piovosa difficile per la maturità del vitigno. Le note di fiori di acacia, lime, bergamotto e citronella si fondono a sfumature di iodio, prezzemolo, gardenie, timo selvatico, maggiorana, graspo spezzato e coriandolo. L’anima mediterranea si regala con toni di eucalipto, menta piperita e cumino. Corpo pieno, bollicine finissime di estrema bellezza ed un finale di encomiabile autenticità. È leggiadro e coinvolgente e mostra un carattere da grande campione! Solo 2500 Magnum prodotte. Bevi ora o invecchia.

Fattoria Le Pupille Syrah Toscana Le Pupille 2019 98 Rosso

Estremamente profondo ed intenso mostra personalità e carattere nelle note di prugne nere, more, cannella in polvere, amarene, datteri, mandarini verdi, bergamotto, china e terra bagnata. Assolutamente coinvolgente e speziato nel profilo secondario ricorda bacche di ginepro, cumino e noce moscato. Il carattere mediterraneo vieni fuori con note di capperi ed olive nere. Corpo pieno, tannini estremamente levigati di ottima grana fine ed un finale solido e vibrante. Per la progettazione di questo Syrah in purezza si parte da due vigne, Vigna del Palo fermentata in Orci di Terracotta e Pian di Fiora vinificata e dunque fermentata in tonneau aperti. Al termine della fermentazione la parte vinificata in legno viene utilizzata per colmare gli orci che andranno avanti in affinamento con il cappello sommerso fino al Febbraio successivo. Solo 3600 bottiglie prodotte. Meglio dal 2025.

Siro Pacenti Brunello di Montalcino Pelagrilli 2018 98 Rosso

Elegante e decisamente nobile nel profilo principale mostra note di prugne nere, more, caramello dolce, sandalo, bacche di ginepro e pepe rosa. Complesso e strutturato mostra un profilo secondario solido ricco di mirto selvatico e cioccolato fondente. Corpo pieno, tannini perfettamente maturi ed un finale che avrà bisogno di tempo per distendersi ma che mostra la stoffa del campione sin da subito. Semplicemente emozionante. Impossibile resistervi. Meglio dal 2025.

Azelia Barolo Bricco Fiasco 2019 97 Rosso

Spaziale nel profilo sensoriale alterna complessità nelle note floreali e fruttate. Karkadè, ginseng e pepe bianco si fondono a note di ribes, fragole, prugne rosse ed incenso. Corpo pieno, tannini perfettamente maturi dalla notevole tensione ed un finale di grande precisione enologica. Meglio dal 2026.

Ricasoli Chianti Classico Roncicone Gran Selezione 2020 97 Rosso

Poliedrico e decisamente affascinante nel profilo sensoriale mostra note di susine, fiori rossi misti, pompelmo rosa, cedro in pezzi, guaranà, foglie di tè verde e vetiver. Corpo medio, tannini soffici di ottima fattura ed un finale lineare ed essenziale che coinvolge sin da subito con leggiadria e finezza, precisione d’esecuzione e carattere. Splendido per finezza, compostezza e nobiltà nel sorso gentile armonico. Bevi ora o invecchia.

Poderi Aldo Conterno Barolo Bussia Colonnello 2019 98 Rosso

Estremamente affascinante al naso alterna note di fragole, prugne rosse, lavanda, ibisco, karkadè, fiori di tiglio, buccia di lime e frutto della passione. In sottofondo sfumature erbacee colorano la matrice di verde. Corpo pieno, tannini perfettamente polimerizzati ed un finale caldo ed avvolgente che mostra volume e tensione distendendosi nel migliore dei modi e lasciando una persistenza gustativa importante. Colonnello è la vigna di Bussia in cui prevale la presenza di sabbia. Fermenta in acciaio ed affina in botte grande di rovere di Slavonia. Meglio dal 2026.

Fattoria Le Pupille Toscana Piemme 2020 97 Bianco

Elegantissimo e deciso nel profilo mediterraneo è un’altalena di colori che spazia dal verde, al bianco all’arancione. Le note principali di bosso, timo ed alloro incontrano in modo violento ma saggio le sfumature di magnolie, gardenie e biancospino. In ultimo emergono note di cedro in pezzi, buccia di mandarino e bergamotto. Il tempo regalerà una complessità importante che permetterà di comprendere a pieno il progetto nato nel 2014. Corpo pieno, struttura stratificata, vibrante, tagliente e davvero lineare che emoziona sin da subito e si racconterà nel tempo come pochissimi altri grandi bianchi in Italia. Meglio dal 2025.

Comm. G.B. Burlotto Barolo Castelletto 2019 98 Rosso

Luminoso ed affascinante Castelletto mostra note di gerani, passiflora, succo di pomplemo, ribes, mandorle dolci, fiori di mandarino, melograno, ginestre ed elicriso. In sottofondo la luminosità mediterranea si racconta con note di mirtilli, mirto ed amaretto. Corpo medio, tannini vellutati di forma sensibilmente levigata e piacevole ed un finale che si infiamma dal centro palato in poi. Entra duro con un impatto rigido e classico ma si distende come un vero purosangue. Si distenderà per regalarsi a pieno in 4-5 anni. Meglio dal 2027.

Bovio Barolo Arborina 2019 97 Rosso

Elegante e di buona forma sensoriale moderna mostra note di ciliegie, succo di limone, pompelmo rosa e tiglio. Corpo medio, tannini vellutati di grana finissima ed un finale preciso ed essenziale che mostra energia e stratificazione in allungo. Wow, una splendida espressione made in Arborina!

Dievole Chianti Classico Vigna di Sessina Gran Selezione 2019 97 Rosso

Boom! Un’esplosione di frutti e fiori emergono dal calice ricordando prugne rosse, buccia di limone, lime, sandalo, incenso, camomilla, elicriso, guaranà e karkadè. Corpo medio, elegantissimo nel sorso si racconta con toni sapidi ed una chiusura leggiadra decisamente armonica e solare. Bello, Bello, Bello! Meglio dal 2025.

Tenuta Sette Ponti Toscana Sette 2020 97 Rosso

Spalanca le porte dell’immaginazione un vino unico nel suo genere che coniuga la bellezza del Merlot coltivato in Toscana alla verve di nuovi territori emergenti freschi in provincia di Arezzo. Le note di amarene, fragoline di bosco, sandalo ed incenso si fondono a sfumature di mirto selvatico, bacche di ginepro e coriandolo. Corpo pieno, tannini perfettamente maturi ed un finale gustoso e sapido lineare decisamente “digestive”. Un blend di due vigne tra le 7 selezionate : Sorbaccio e Selvareccio II. Meglio dal 2024.

Vietti Barolo Ravera 2019 98 Rosso

Estremamente poliedrico e complesso mostra una dimensione sensoriale stratificata ed unica nel genere che regala emozioni nel climax progressivo di colore rosso-nero. Le note di pompelmo rosa si fondono a sensazioni calde di ribes, lamponi, mirto selvatico, pepe bianco, bacche di ginepro e bergamotto. La scena secondaria si riempie di china, rabarbaro e fragoline di bosco. Corpo pieno, tannini setosi ed un finale che mostra una qualità impressionante per frutto, fiore ed aftertasting splendido. Meglio dal 2025.

Castello Romitorio Brunello di Montalcino Filo di Seta 2018 97 Rosso

Splende di mille colori diversi il calice regale di Brunello che alterna note di limone, cipria, sandalo, pepe bianco, tiglio, petali di rosa, pompelmo rosa e guaranà. In sottofondo le note di foglie di tè verde e menta piperita regalano una notevole freschezza alla matrice. Corpo medio, tannini perfettamente maturi di carattere setoso ed un finale finissimo che si esalta dal centro palato in poi nella chiusura dinamica e leggiadra. Meglio dal 2024.

Castello di Monsanto Chianti Classico Vigneto Il Poggio Gran Selezione 2018 96 Rosso

Estremamente accattivante e terso nella matrice principale mostra note di prugne rosse, fragoline di bosco e buccia di limone. Speziato e delicatissimo al contempo l’espressione viva ed esuberante made in Monsanto si esalta sin da subito. Corpo medio, tannini perfettamente maturi ed un finale incredibilmente lineare e gustoso. Una “pazza” Gran Selezione che ha pochi rivali nel confronto sul millesimo.

Perillo Taurasi Taurasi 2012 96 Rosso

Genuino ed elegantissimo al naso mostra note di fragole, amarene, succo di limone, fiori di gardenie, petali di rose, gerani, fiori di limone, fiori di gardenie e vetiver. Corpo pieno, tannini estremamente levigati ed un finale elegante, succoso, armonico e profondo. Il più grande spettacolo dopo il Big bang è Perillo!

Azelia Barolo San Rocco 2019 97 Rosso

Ampio e deciso mostra note di prugne rosse, fragole, buccia di mandarino, coriandolo, pepe nero e bacche di ginepro. Corpo pieno, tannini perfettamente estratti di grana finissima ed un finale che accarezza il palato con grande garbo e gentilezza. Classe da vendere. Meglio dal 2025.

Poderi Gianni Gagliardo Barolo Lazzarito Vigna Preve 2019 97 Rosso

Iconico e suadente alterna note di fragoline di bosco, foglie di tè verde, eucalipto, menta piperita, maggiorana e timo selvatico. Corpo medio-pieno, solido e centrato mostra tensione e compattezza. Classico e decisamente nobile nel sorso si regalerà a pieno dal 2025 in poi.

Cordero Di Montezemolo Barolo Gorette Riserva 2013 97 Rosso

Splende nel calice con note intriganti e decisamente vibranti di violetta selvatica, fiori di tiglio, succo di pompelmo, buccia di mandarino, chiodi di garofano e giacinto. In sottofondo le sfumature di cedro, lime e guaranà descrivono la scena secondaria aumentandone la fattura sensoriale. Corpo pieno, tannini setosi di splendida forma cesellata ed un finale integro e gustoso che gioca sul piacevole ossimoro verticalità-volume. Gorette nasce per la prima volta nel 1998 dal versante Sud-Est, una fascia di 6 filari con 80 cloni differenti dalla vigna Monfalletto. Solo 1000 bottiglie Magnum prodotte acquistabili in cantina. Sull’etichetta sono riportati tutti i grandi Cru storici di Barolo. Meglio dal 2024.

La Sibilla Falanghina Campi Flegrei Cruna Delago 2021 96 Bianco

Rapisce nel carattere sottile ed integro idrocarburico, un vino complesso e stratificato che alterna note di erbe mediterranee a sfumature di bosso, vetiver, muschio bianco, cipria e citronella. Corpo medio-pieno, sapido nel sorso mostra energia e carattere e finisce verticale tesissimo. Ricorda il mare! Uno dei migliori vini bianchi campani mai realizzati.

Casanova di Neri Brunello di Montalcino Tenuta Nuova 2018 97 Rosso

Deciso ed affascinante si pronuncia mostrando una superiorità sensoriale nelle note intriganti di amaretto, fiori rossi misti, coriandolo, gelsomino, vetiver, sandalo e muschio bianco. La scena secondaria fonde egregiamente le note di lime a sfumature di mirtilli pressati e noce moscata. Corpo pieno, tannini mordenti di grana finissima ed un finale delizioso che si esalta dal centro palato in poi. Meglio dal 2024.

Fattoria Le Pupille Toscana Saffredi 2020 97 Rosso

Potente e deciso nel profilo sensoriale compatto mostra note miste molto accattivanti che si raccontano con sentori di prugne nere, more, visciole, canfora, china, incenso, coriandolo, sandalo, timo selvatico e vetiver. In sottofondo le note di cioccolato fondente e karkadè descrivono la scena secondaria aumentando la complessità della matrice. Corpo pieno, tannini molto morbidi ed un finale elegante davvero sinuoso e leggiadro. Meglio dal 2025.

Tenuta Sette Ponti Valdarno di Sopra Vigna dell’Impero 2019 97 Rosso

Esplosivo e ricco mostra un profilo sensoriale tridimensionale di notevole genuina ed onesta fattura che alterna note di ciliegie, lamponi, ribes, fragoline di bosco, buccia di limone, sandalo, cumino e pepe bianco. Corpo pieno, tannini di grana finissima eleganti e perfettamente composti nella matrice ed un finale terso e limpido che in punta di piedi chiude sottile e decisamente elegante. Meglio dal 2025.

G.D. Vajra Barolo Bricco delle Viole 2019 97 Rosso

Petali di rosa, cassis, melograno, prugne rosse, pompelmo e glicine. Tanti fiori di limone descrivono la scena secondaria ma anche lavanda ed ibisco. Corpo pieno, tannini vellutati di splendida forma e qualità ed un finale onesto e genuino che ricorda quanta sia bella la fusione tra eleganza e genuinità. Meglio dal 2025.

Passopisciaro Terre Siciliane Contrada R 2021 97 Rosso

Ricco di grazia e leggiadria mostra un profilo sensoriale dinamico, accattivante e decisamente brillante. Le note di ribes e pompelmo rosa ben si fondono a gelsomino, succo di mandarino, arancia, guaranà, pietra focaia e vetiver. C’è di più nel sottofondo della matrice sensoriale che regala echi fragili ma assolutamente integri di eucalipto, menta e basilico. Corpo medio, tannini perfettamente maturi, rigidi e tesi al momento ed un finale di impressionante lunghezza che si distenderà nel tempo. Coesistono potenza, eleganza, grazia, saggezza e nobiltà d’animo in una espressione enologica di grande spessore. Bevi ora o invecchia.

Carlo Giacosa Barbaresco 2020 97 Rosso

Solido e solare mostra sensualità ed audacia nelle note di fragola, cedro, salsedine, mallo di noce, mandarino verde, foglie di tè verde e ciliegie disidratate. Corpo medio, tannini polimerizzati di incredibile setosità al palato ed un finale preciso e sartoriale che chiede di alzarsi in piedi per l’emozionante interpretazione del millesimo. Chapeau, uno dei migliori vini mai degustati dalla denominazione. Meglio dal 2025.

Ridolfi Brunello di Montalcino Mercatale Riserva 2017 96 Rosso

Maturo e di carattere gioioso mostra note di ribes, lamponi, succo di mandarino, lime, citronella ed eucalipto. Corpo medio, tannini perfettamente maturi di splendida qualità ed un finale di estrema bellezza. Inevitabile perdersi in questo succo d’uva perfettamente elevato in affinamento. Meglio dal 2025.

Mauro Molino Barolo Conca 2019 96 Rosso

Energia e calore si raccontano in un vino dal profilo intrigante e decisamente elitario. Le note agrumate ben si fondono a sfumature di bosso, foglie di tè verdi ed incenso. Corpo medio, tannini vellutati di ottima qualità ed un finale equilibrato che dispensa eleganza ed armonia ad ogni sorso. Bevi ora o invecchia.

Pio Cesare Barolo Ornato 2019 97 Rosso

Splende nella ricchezza sensoriale, barocca ma per nulla ostentata, Ornato mostra complessità alternando note di gelsomino, prugne nere, more, bergamotto, citronella, vetiver, sandalo, cumino e nocciole tostate. Tanti fiori appassiti descrivono la scena secondaria aumentandone la complessità e donando l’impronta classica ad un vino leggiadro e saporito. Corpo medio-pieno, tannini perfettamente maturi ed un finale sapido di stampo mediterraneo. Un vero anfiteatro a Serralunga d’Alba. Meglio dal 2026.

Poderi Gianni Gagliardo Barolo Serra dei Turchi 2016 97 Rosso

Solido e decisamente integro nel calice regala emozioni nella luminosità delle note miste floreali e fruttate. Sfumature di prugne rosse si fondono a fragoline di bosco, cedro in pezzi, lime tritato e corteccia bagnata. In sottofondo il guaranà e l’ibisco donano un’impronta red alla matrice sempre vivace e compatta. Corpo pieno, tannini perfettamente maturi di splendida bellezza e grana finissima ed un finale succoso e bilanciato che chiude leggiadro e sapido. Dal primo vigneto acquistato dalla proprietà nel 1961 da Paolo Colla. Un lavoro incredibile di selezione ed individuazione della migliore particella della MGA, poco più grande di mezzo ettaro e di selezione delle uve nelle parti diverse del grappolo. Bevi ora o invecchia.

Petrolo Valdarno di Sopra Galatrona 2021 97 Rosso

Serio al naso ricorda di susine nere, succo di pompelmo ed arancia rossa. Secondariamente, polvere di caffè, succo di mirtilli blu, fiori di lavandino provenzale, elicriso e lavanda selvatica. Al palato, corpo pieno, tannini levigati ma intensi ed un finale succoso ed onesto. Geniale espressione di Merlot made in Valdarno di Sopra. Meglio dal 2025.

Biasi Nicola Vigneti delle Dolomiti Vin de la Neu 2021 96 Bianco

Preciso ed intrigante nel profilo sensoriale mostra note di fiori di limone, gelsomino, tiglio, fiori di limone e zenzero. Tanto basilico e foglie di tè verde descrivono la scena secondaria di ottima fattura. Corpo pieno, struttura armonica e bilanciata di ottima brillantezza ed un finale sapido e centrato di ottima scorrevolezza. Meglio dal 2025.

Comm. G.B. Burlotto Barolo Monvigliero 2019 97 Rosso

Estremamente raro nel profilo sensoriale multiforme alterna note di ciliegie, lamponi, ribes, lavanda, ibisco, karkadè, buccia di limone, lime, bergamotto e tanta citronella. Il sottofondo è ricco di erbe officinali che costituiscono l’ossatura principale di un vino a tratti wild ma sempre genuino e sapientemente condotto in vinificazione. È emozionante l’ossimoro della percezione solare ma fresca che trasmette nel primo approccio. Di corpo medio, mostra una qualità del frutto impressionante, una delicata progressione ed un finale nobile che nella luminosità ed apertura racconta una delle migliori espressioni della collina di Monvigliero. Meglio dal 2025.

E. Pira & Figli Chiara Boschis Barolo Cannubi 2019 97 Rosso

Solare e succoso nella matrice principale alterna note di lamponi, ribes, fragoline di bosco e mirto selvatico. Tanti mirtilli e fiori di agapanto descrivono la scena secondaria. Corpo pieno, tannini perfettamente maturi ed un finale levigato, profondo ed assolutamente ricco di personalità. Cannubi scrive la storia con un’ interpretazione magistrale. Meglio dal 2025.

Passopisciaro Terre Siciliane Contrada S 2021 96 Rosso

È vivace, esuberante, a tratti guascone per quanto spavaldo e diretto. Regala note di prugne rosse poco mature, mandarini misti arancioni e verdi, china, rabarbaro, noce moscata, pepe bianco, fiori rossi bagnati, sandalo ed incenso. La struttura principale si erge su un quadro “croccante” di note agrumate tra le quali ben spiccano bergamotto e lime. Corpo pieno, emozionante nel sorso regala qualità ed armonia, brillantezza e leggiadria con tannini di grana finissima ed un finale esplosivo che fa della bellezza e della qualità dell’uva la sua arma principale. Gioia pura nel calice. Bevi ora o invecchia.

Castello di Bossi Toscana Corbaia 2020 96 Rosso

Potentissimo al naso mostra note di prugne nere, more, canfora, fiori di mandarino, violetta selvatica, frutti rossi misti a bacca piccola, rabarbaro, cedro in pezzi e pompelmo rosa descrivono la scena principale di ottima fattura. In sottofondo nuance di mandarini e lime aumentano il carattere succoso della matrice. Corpo medio-pieno, tannini perfettamente maturi ed un finale succoso vibrante e decisamente persistente. Un blend di 70% Sangiovese, 25% Cabernet Sauvignon e 5% Cabernet Franc. Meglio dal 2025.

Tenute Cisa Asinari dei Marchesi di Grésy Barbaresco Martinenga Camp Gros Riserva 2017 96 Rosso

Spaziale e di natura bohemien mostra note miste floreali e fruttate di ottima personalità che ricordano i fiori rossi misti, il karkadè, i fiori di sambuco, il gelsomino e la buccia di mandarino. Vibrante e solare mostra succosità e mordenza nella matrice decisamente vispa e colorata. Corpo pieno, tannini perfettamente maturi ed un finale davvero masticabile e corposo. Bevi ora o invecchia.

Capraia Chianti Classico Effe 55 Gran Selezione 2019 96 Rosso

Succoso ed integro nel profilo sensoriale mostra note di agapanto, tiglio, buccia di limone, lime, vetiver e coriandolo. Corpo pieno, tannini perfettamente estratti di notevole mordenza ed un finale solido e compatto che emoziona nel sorso verace. Meglio dal 2026.

Palmento Costanzo Etna Rosso Prefillossera 2019 96 Rosso

Aperto e dinamico nel sorso mostra note di prugne rosse, fragole, cedro in pezzi e gerani. Corpo medio-pieno, tannini morbidi ed un finale elegante ed essenziale di piacevole lunghezza gustativa. Bevi ora.

Giodo Nerello Mascalese Sicilia Alberelli di Giodo 2019 96 Rosso

Wow! La personalità ed il carattere di questo Nerello Mascalese in purezza lascia senza fiato per complessità e profondità sensoriale. I sentori di pietra calda si fondono egregiamente a note di tè nero, polvere da sparo, bergamotto, melograno, grano arso e liquirizia. La scena secondaria autoritaria alterna fiori rossi bagnati e sfumature mediterranee di origano e maggiorana. Corpo medio, tannini rotondi di grana finissima ed un finale sapido che regala emozioni ad ogni sorso. Il miglior Alberelli di Giodo mai prodotto. Bevi ora o invecchia.

Damilano Barolo Raviole 2019 97 Rosso

Deciso e potente al naso mostra grinta e qualità floreale con note di giacinto, lavanda, violetta selvatica, magnolie, gardenie e muschio bianco. Corpo pieno, tannini perfettamente maturi ed un finale di encomiabile bellezza, dinamico, suadente e decisamente coinvolgente. Meglio dal 2025.

Banfi Toscana Excelsus 2019 96 Rosso

Rapisce a primo impatto ricordando note miste di Prugne nere, more, cassis, mirto selvatico, lavanda in fiore, iris, fiori di ibisco e giacinto e guaranà. Tante foglie di tè verde ed eucalipto descrivono la scena secondaria. Corpo pieno, tannini vellutati ed un finale davvero nobile e leggiadro. Un blend di 47% Merlot e 53% Cabernet Sauvignon. Meglio dal 2026.

Quintodecimo Irpinia Grande Cuvée 2021 95 Bianco

Serio e decisamente raro nel profilo sensoriale radioso e vibrante mostra solarità composta, freschezza coinvolgente, suadente delicata e dolce presenza speziata che ammalia integralmente. Le note di biancospino e magnolie incontrano un tratto maturo di limoni, mandarini verdi, bergamotto, timo selvatico e citronella. C’è di più nella stratificazione di note miste vibranti che compongono l’ossatura principale e ricordano i ribes bianchi, il sedano spezzato, l’elicriso ed il finocchietto selvatico. Corpo pieno, assolutamente coinvolgente e compatto nella matrice solida, regala emozioni che si regalano in un lungo abbraccio gustativo disteso e regale. Un blend di Falanghina, Greco e Fiano. Bevi ora o invecchia.

Castello di Ama Chianti Classico San Lorenzo Gran Selezione 2019 96 Rosso

Prugne blu, mirtilli pressati, ciliegie, lime, gardenie e guaranà descrivono la scena principale di questa giovane Gran Selezione. Vivace ed autentico mostra precisione d’esecuzione e carattere. Corpo medio, tannini armonici e bilanciati ed un finale davvero godibile che regala piacevolezza ad ogni sorso. Che stile. Bevi ora o invecchia.

Fuligni Brunello di Montalcino 2018 96 Rosso

Pesche gialle, prugne rosse e fragole croccanti inebriano il calice impostando la scena principale di un Brunello solido e centrato. Nella scena secondaria profumi di nocciole e mandorle fresche si fondono a fiori di camomilla e tiglio. Al palato, corpo medio-pieno, tannini leggiadri ed un finale composto ed intrigante, di piacevole ritorno al calice per la sua femminile salinità. Meglio dal 2024.

Poliziano Vino Nobile di Montepulciano Asinone 2020 96 Rosso

Estremamente complesso ed autentico al naso mostra note sottili ma ben formate di ciliegie, more, amarene, sandalo, incenso, guaranà e cassis. Corpo pieno, tannini perfettamente maturi ed un finale in splendida forma che chiude leggiadro e gustoso. Preciso e succoso chiude davvero mordente e mostra un finale animato dalla sensazione leggermente amaricante. Uno dei migliori Asinone mai degustati. Splendido ora ma meglio dal 2025.

Talenti Brunello di Montalcino Piero 2018 97 Rosso

Frutti di bosco come ribes, lamponi e uva fragola descrivono la scena principale di un Brunello elegantissimo Nel profilo secondario, fiori di elicriso, camomilla ed erbe aromatiche come maggiorana e timo ne aumentano la fattura sensoriale. Al palato, corpo medio-pieno, tannini vellutati ed un finale gustoso e suadente che chiede di tornare al calice. Meglio dal 2023.

Rocca di Castagnoli Chianti Classico Poggio a’ Frati Riserva 2019 96 Rosso

Splende nel calice con sfumature importanti di differenti frutti rossi e blu. Le note di fragoline di bosco, prugne nere, more, mirtilli selvatici, pepe bianco, violetta selvatica, ibisco ed agapanto. le note di spezie miste colorano la scena secondaria fondendosi a toni intriganti e composti di amarene e guaranà. Corpo pieno, tannini mordenti di ottima fattura ed un finale compresso ma impressionantemente lungo e persistente. Un adelicata ma solida carezza che emoziona ad ogni sorso. Meglio dal 2025.

Palladino Barolo Parafada 2019 97 Rosso

Molto maturo e classico nel profilo sensoriale mostra note di susine, fiori rossi, succo di mandarino, fiori di limone, tiglio e gelsomino. Corpo medio-pieno, austero nel sorso mostra tannini leggermente rigidi e vibranti ed un finale che si distenderà nel tempo. Un vino pazzesco che si esalterà nel tempo. Meglio dal 2026.

Tedeschi Amarone della Valpolicella Classico La Fabriseria Riserva 2016 96 Rosso

Elegante, diretto ed intenso con nuance di immensa bellezza. E’ una poesia liquida che ricorda fiori bianchi misti, agrumi delicati, camomilla, cenere e chiodi di garofano. Il contrasto tra leggerezza sensoriale e “marcature” speziate è decisamente vincente. Corpo pieno, tannini perfettamente maturi ed un finale solido ed incisivo che mostra potenza, carattere e distensione. Bevi ora.

I Vigneri di Salvo Foti Etna Bianco Superiore Palmento Caselle 2019 96 Bianco

Leggiadro e vibrante al naso mostra note di ginestre, acacia, gelsomino, sandalo, pepe bianco, canfora, buccia di mandarino e pompelmo. Corpo pieno, struttura tesa e vivacissima nel sorso agile ed un finale di estrema sapidità centrata e gustosa. 100% Carricante a piede franco. Bevi ora o invecchia.

Ratti Barolo Serradenari 2019 96 Rosso

Preciso e di buona forma sensoriale mostra note di prugne rosse, succo di mandarini, vetiver, graspo spezzato, bergamotto e cola. Corpo pieno, incredibilmente solido e centrato al palato mostra complessità, carattere, muscoli e progressione. Una vera nuova grande scommessa decisamente vinta da Ratti. Meglio dal 2026.

Renieri Toscana Regina di Renieri 2020 96 Rosso

Nel punto più alto dell’azienda si produce il Syrah in purezza di casa Renieri. Dinamico nel profilo sensoriale mostra note di susine, prugne nere, pompelmo rosa, cedro in pezzi e pepe bianco. C’è di più nella matrice secondaria che regala emozioni nelle sfumature di lime e vetiver. Corpo pieno, tannini perfettamente maturi di splendida fattura ed un finale di energia e carattere, tensione e potenza, volume e persistenza. Geniale. Meglio dal 2025.

Podere Sapaio Toscana Sapaio 2020 96 Rosso

Profondo ed accattivante nelle nuance di lavanda, ibisco, mandarino, tamarindo e cedro in pezzi Sapaio nel millesimo 2020 mostra carattere e struttura decisa ed ammaliante. Corpo pieno, tannini perfettamente maturi di ottima forma elegante ed un finale che verrà fuori nel tempo. Elegante e succoso si distende nel migliore dei modi e mostra tratti di femminilità e gentilezza nella chiusura fine. Meglio dal 2025.

Girolamo Russo Etna Rosso Calderara Sottana 2021 96 Rosso

Autentico e geniale nel profilo sensoriale mostra note di prugne rosse, fragole, buccia di mandarino, terra bagnata, bacche di ginepro, noce moscata, sandalo e canfora. Corpo medio, elegantissimo nel sorso mostra una grazia ed una profondità delicata di pochi eletti. Splendido sin da subito ma meglio dal 2025.

Le Vigne di Zamò Friuli Colli Orientali Ronco dei Roseti 2020 96 Rosso

Potente e strutturato al naso mostra note di prugne nere, more, cioccolato fondente, sandalo, patchouli, incenso, coriandolo e salvia. Corpo pieno, tannini perfettamente morbidi ed un finale di grazie e leggiadria straordinaria. Che bello. Bevi ora o invecchia.

Domenico Clerico Barolo Ginestra Ciabot Mentin 2019 97 Rosso

Estremamente profondo e denso nel profilo sensoriale mostra note di prugne nere, more, coriandolo, bacche di ginepro, chiodi di garofano, talco sbriciolato, incenso e menta piperita. Corpo pieno, tannini perfettamente maturi di splendida grana fine ed un finale iconico che rappresenta una referenza per la denominazione. Ciabot Mentin racconta di un Monforte elegantissimo sapido e coinvolgente. Meglio dal 2026.

Tua Rita Toscana Per Sempre 2020 97 Rosso

Profondo ed intenso mostra note di prugne nere, more, cioccolato fondente, pietra sbriciolata, grafite, cumino, bacche di ginepro, sandalo e chiodi di garofano. Corpo pieno, tannini perfettamente maturi di grana finissima ed un finale in splendida forma che mostra grazia, leggiadria e carattere. Uno dei migliori Per Sempre di sempre! Bevi ora.

Vie di Romans Sauvignon Blanc Friuli Isonzo Vieris 2021 96 Bianco

Profumi di nespole mature, albicocche, pesche gialle, ma anche ribes bianchi raccontano il profilo principale di questo vino. In sottofondo, caramello salato, nocciole tostate, grano arso, erba tagliata e fiori di camomilla. Al palato, corpo medio, acidità ben coesa col finale terso ed avvolgente.

G.D. Vajra Barolo Baudana 2019 97 Rosso

Splende nel calice con note miste floreali e fruttate che ricordano la lavanda, i fiori di ibisco, il gelsomino ed il biancospino. Estremamente accattivante e sensuale mostra un profilo secondario denso ed espressivo che chiede di aggredire il calice. Corpo pieno, tannini perfettamente maturi ed un finale di splendida energia e progressione. Bellissimo sin da subito ma meglio dal 2025 in poi.

Cortonesi Brunello di Montalcino La Mannella 2018 96 Rosso

Genuino e raffinato nel profilo principale mostra note di petali di rosa, pompelmo, succo di mandarino e guaranà. Tanto tiglio descrive la scena secondaria. Corpo medio-pieno, tannini perfettamente maturi, mordenti e vivaci al momento ed un finale che si allunga in progressione dal centro palato in poi. Meglio dal 2025. La chiusura sapida dona davvero una marcia in più al prodotto.

Ricasoli Chianti Classico Castello di Brolio Gran Selezione 2020 96 Rosso

Potente e decisamente strutturato nel profilo sensoriale mostra note di prugne rosse, susine, fiori di agapanto, cedro in pezzi, sandalo, cumino, incenso, guaranà, chiodi di garofano e prugne nere. In sottofondo fiori misti, asfalto caldo e grafite descrivono la scena secondaria. Corpo pieno, tannini molto morbidi di ottima fattura ed un finale elegante e disteso che mostra grazia ed equilibrio gustativo. Bevi ora o invecchia.

Tua Rita Toscana Redigaffi 2020 96 Rosso

Elegantissimo e di ottima fattura sensoriale mostra note di prugne nere, more, coriandolo, cumino, sandalo, incenso, bacche di ginepro, salvia, maggiorana e noce moscata. Corpo pieno, tannini molto levigati di ottima fattura ed un finale iconico muscoloso e di grande personalità. Meglio dal 2025.

Damilano Barolo Cerequio 2019 96 Rosso

Luminoso ed essenziale mostra note di frutti rossi a bacca piccola fusi a sfumature di rabarbaro, china, incenso, timo selvatico e melissa. Corpo medio-pieno, tannini perfettamente maturi ed un finale di leggiadra bellezza ed autenticità territoriale. Meglio dal 2025.

Terre del Marchesato Toscana Maurizio Fuselli 2020 96 Rosso

Fresco e diretto mostra note floreali miste che ben si fondono a sfumature di bacche di ginepro e pepe bianco. Corpo pieno, tannini estremamente levigati di ottima fattura ed un finale di splendida grazia e persistenza. Meglio dal 2025.

Cantina Terlan Pinot Bianco Alto Adige Terlano Rarity 2010 96 Bianco

“Spaziale” al naso mostra il giusto carattere esotico ben “stemperato” da note delicate e suadenti. Banane, mango e papaya si lasciano affievolire nell’intensità da fieno, pietra focaia, buccia di limone e sandalo. Amido di riso, genziana e zenzero donano un carattere inaspettato e di rara fattura alla matrice. Corpo pieno, solare e di grande ampiezza al palato mostra una piacevole distensione eccelsa e nobile. Bevi ora.

Monteverro Toscana Monteverro 2019 96 Rosso

Potenza da vendere nel profilo sensoriale che vede l’alternarsi di note importanti di susine, lavanda, violetta selvatica, cedro in pezzi, pompelmo e succo di limone e lime. Corpo pieno, tannini morbidi di grana finissima ed un finale dalla percezione dolce che avvolge ed accarezza il palato. Bevi ora o invecchia.

Varramista Toscana Varramista 2019 96 Rosso

Rapisce nei profumi floreali decisamente eleganti di petali di rosa, pompelmo rosa, buccia di limone, lime e bergamotto. Tanti fiori bianchi misti si fondono a sfumature di ciliegie disidratate e zenzero tagliato. Corpo medio-pieno, tannini perfettamente estratti ed un finale teso e verticale. Meglio dal 2026.

Fèlsina Chianti Classico Colonia Gran Selezione 2019 96 Rosso

Potente e stratificato mostra note di prugne rosse, ciliegie, fragoline di bosco, curcuma, tiglio in fiore, magnolie e canfora. Corpo medio, tannini morbidi di grana finissima e qualità importante ed un finale leggiadro ed essenziale. È sottile e chiede di essere gustato ed apprezzato più che analizzato e scomposto nelle sue componenti. Meglio dal 2025.

Nals Margreid Chardonnay Alto Adige Nama 2019 96 Bianco

Sentori agrumati di scorza d’arancia, succo di lime, pompelmo rosa e cedro in pezzi descrivono il profilo principale di questo Chardonnay. In sottofondo, caramello salato, mandorle tostate, fiori di ciliegio e di acacia e miele di erica. Al palato, corpo medio, acidità avvolgente ed un finale sapido e cremoso.

Rocche Costamagna Barolo Bricco Francesco Rocche dell’Annunziata Riserva 2017 96 Rosso

Di grande spessore enologico e classe esecutiva questo Barolo mostra note di gerani, fragole, prugne nere, more, incenso, bacche di ginepro e chiodi di garofano. Corpo pieno, tannini di grana finissima ed un finale succoso e bilanciato che si distende nel migliore dei modi nel tasting. Meglio dal 2026.

Pietradolce Etna Rosso Contrada Rampante 2020 96 Rosso

Deciso e solare mostra note mediterranee che ricordano le amarene, le prugne rosse, le fragole, l’incenso, i datteri, i funghi trifolati, la salvia e la maggiorana. Corpo medio, tannini leggermente rigidi ed un finale deciso, coinvolgente e di splendida progressione moderna. Meglio dal 2025.

Michele Satta Bolgheri Superiore Marianova 2019 96 Rosso

Preciso e decisamente compresso nel calice mostra note di fiori misti, buccia di limone, petali di rosa, tiglio e calendula. C’è di più in sottofondo con sfumature di rosmarino ed origano che imprimono carattere mediterraneo alla matrice. Corpo pieno, tannini perfettamente maturi ed un finale opulento ricco di volume ma che ben di distende con armonia e grazia. Che bello. Meglio dal 2023.

Pio Cesare Barolo Mosconi 2019 96 Rosso

Potente e stratificato al naso mostra note di gerani, ibisco, sandalo, terra bagnata, pietra sbriciolata, grafite e prugne nere. Corpo pieno, tannini molto estratti ed un finale di solida chiusura e notevole progressione. Tanti muscoli qui, verrà fuori nel tempo. Meglio dal 2027

Zisola Catarratto Terre Siciliane Contrada Zisola 2021 96 Bianco

Serio e deciso nel profilo sensoriale mostra note di fiori bianchi misti, cedro in pezzi, pompelmo, lime e bergamotto. Corpo medio-pieno, salato e vibrante al sorso mostra una potenza incredibile, inaspettata e sconvolgente. Complimenti vivissimi, un vino che affronterà nel migliore dei modi il viaggio nel tempo!

Fontodi Colli della Toscana Centrale Flaccianello della Pieve 2020 96 Rosso

Preciso ed intrigante nel profilo principale mostra note di lavanda, violetta selvatica, giacinto, magnolie, gardenie e biancospino. Tanto lime e bergamotto imprimono freschezza alla matrice fondendosi ad accenni di noce moscata. Corpo pieno, elegante e disteso nel sorso mostra grazia e bellezza gustativa. Meglio dal 2025.

Principe Corsini Chianti Classico Villa Le Corti Don Tommaso Gran Selezione 2019 96 Rosso

Denso e compatto al naso mostra note di prugne rosse, fragole, china, incenso e radice di ginseng. Corpo pieno, tannini morbidi di natura masticabile ed un finale davvero gustoso, sapido e centrato. Semplicemente bellissimo. Meglio dal 2025.

Sordo Barolo Monprivato 2019 96 Rosso

Intrigante e decisamente nobile nelle note miste floreali e fruttate fonde nel migliore dei modi lavanda, giacinto, tiglio, sambuco e biancopsino. Le fragoline di bosco descrivono la scena secondaria e complessano la matrice con vetiver e sandalo. Corpo pieno, tannini estremamente maturi ed un finale elegante e deciso che regala emozioni ad ogni sorso. Interpretazione splendida di Monprivato. Meglio dal 2026.

Poderi Gianni Gagliardo Barolo Castelletto 2019 96 Rosso

Esplosivo e romantico regala emozioni nelle note di ciliegie, lamponi, melograno, pesche bianche, fiori di limone, gelsomino, citronella, vetiver, sandalo, pepe bianco e gesso sbriciolato. C’è di più nell’anima latina che coinvolge e pone massima attenzione all’assaggio. Corpo pieno, tannini perfettamente maturi ed un finale di stampo leggiadro, gustoso e decisamente elegante e classico. Meglio dal 2024.

Fattoria della Talosa Vino Nobile di Montepulciano Riserva 2019 95 Rosso

Maturo al naso ricorda di amarene sotto spirito, ciliegie mature e melagrana. In sottofondo, Cherry e fiori rossi pressati si fondono a tratti agrumati in splendida forma che ricordano bergamotto e lime. Al palato, corpo pieno, tannini mordenti ed un finale cremoso e di piacevole allungo. Bevi ora o invecchia.

Giuseppe Cortese Barbaresco 2020 96 Rosso

Poliedrico e strutturato mostra note di fragoline di bosco, mandorle, buccia di mandarino, ciliegie e tante susine. Accattivante il profilo secondario di solida e precisa fattura. Corpo medio, duro ed austero nel sorso mostra una notevole progressione ed una delicata potenza tipica della denominazione. Meglio dal 2025.

Il Colombaio di Santa Chiara Vernaccia di San Gimignano L’Albereta Riserva 2020 95 Bianco

Cremoso ed avvolgente nel profilo sensoriale mostra note profonde ed accattivanti di pere, crema pasticcera, cioccolato bianco, vaniglia di Bourbon, mandarini verdi, bergamotto, pepe bianco e vetiver. Corpo pieno, struttura solare di natura elegantissima e leggiadra ed un finale che produce una notevole salivazione ed induce il ritorno al calice. Salatissimo al palato non passa di certo inosservato e regala emozioni sin da subito. Wow! Un vino riferimento per la denominazione che verrà fuori nel tempo. Meglio dal 2025.

Cascina Adelaide Barolo Bussia 2019 96 Rosso

Susine, fiori di agapanto, violetta selvatica, agapanto, mirtilli pressati, cioccolato bianco e fiori di limone e glicine. Corpo pieno, tannini morbidi di grana finissima ed un finale nobile decisamente elegante e godibile. Meglio dal 2025.

Villa a Sesta Chianti Classico Sorleone Gran Selezione 2019 96 Rosso

Vibrante e luminosissimo nella matrice sensoriale mostra note di ciliegie, prugne rosse, sandalo, incenso, coriandolo e foglie di tè verde. Corpo medio, tannini perfettamente maturi ed un finale succoso e lineare che mostra pienezza e carattere. Meglio dal 2026.

Alois Pallagrello Bianco Terre del Volturno Morrone 2021 95 Bianco

Splende con energia e carattere una visione di ottima personalità che ricorda di fiori bianchi misti, vetiver, legno di sandalo, pepe e patchouli. Particolarmente legato al momento per affrontare il viaggio nel tempo, verrà fuori lentamente. Corpo medio-pieno, struttura armonica e dinamica ed un finale maledettamente moderno che richiama fortemente il ritorno al calice. Meglio dal 2024.

Bindella Vino Nobile di Montepulciano I Quadri 2020 95 Rosso

Fragrante e di buona intensità sensoriale mostra note di ciliegie, uva fragola, fiori di tiglio e buccia di limone. Corpo medio, tannini leggermente rigidi ed un finale di piacevole tensione. Meglio dal 2025.

Les Crêtes Chardonnay Valle D’Aosta Cuvée Bois 2021 95 Bianco

Affascinante al naso ricorda di frutti di bosco selvatici ma anche pesche bianche e nespole mature. Nel profilo secondario, fiori di elicriso, rosmarino, salvia arsa, spezie come pepe bianco, anice stellato, ginepro, origano, fiori gialli come ginestre in fiore ma anche finocchietto selvatico e camomilla. Al palato, corpo medio, acidità ben integrata col finale sapido e delizioso. Bevi ora o invecchia.

Ornellaia Bolgheri Ornellaia 2020 96 Rosso

Serio e composto mostra una qualità sensoriale importante con note di violetta selvatica, prugne nere, more, china, barbabietola rossa, fragoline di bosco, incenso, pepe nero, bacche di ginepro, chiodi di garofano e maggiorana. Corpo pieno, “grassoso” ed avvolgente nel sorso mostra equilibrio e tensione, potenza e scorrevolezza. Una piacevolissima ed intrigante espressione made in Ornellaia. Meglio dal 2025.

Tenuta Mazzolino Oltrepò Pavese Metodo Classico Blanc de Blanc 2019 95 Sparkling

Preciso ed essenziale nel profilo principale mostra note complesse di tiglio, limoni, pompelmo rosa, melograno, sandalo, patchouli, gelsomino e biancospino. Corpo pieno, struttura morbida di grandissima finezza ed un finale iconico e leggiadro decisamente nobile e suadente nel sorso. Una delle migliori espressioni di Metodo Classico prodotto in Oltrepò Pavese. Bevi ora o invecchia.

Albino Piona Custoza Superiore Campo del Selese 2020 95 Bianco

Solido e denso nel profilo principale mostra una buona struttura sensoriale che ricorda di rincospermo, erbe officinali miste, timo selvatico e citronella. Corpo pieno, morbido e decisamente coinvolgente nel sorso mostra eleganza e grande personalità. Una gioia sin da subito potrà continuare ad affinare nel tempo per regalare ottime espressioni.

Planeta Etna Bianco Contrada Taccione 2021 95 Bianco

Maturo e composto mostra note di pompelmo, fiori bianchi, bosso, vetiver, sandalo e cumino. Corpo pieno, incredibilmente suadente e coinvolgente nel sorso mostra concretezza, tensione, amabilità e sapidità. Eccezionale, rapisce sin da subito nella grazia di un fuoriclasse. Leggiadro ed elegantissimo. Bevi ora o invecchia.

Feudo Maccari Grillo Terre Siciliane Family and Friends 2021 95 Bianco

Dalla selezione delle migliori uve dell’azienda si produce un Grillo autentico, vibrante, decisamente complesso. Le note di pesche gialle, albicocche, maracuja, sandalo, gelsomino appassito, pepe bianco e caramello salato descrivono la scena principale. I limoni e la pietra focaia quella secondaria. Corpo medio, sapido nel sorso chiude strutturato e deciso. Affinamento in ovetti di cemento da 17hl e cigar da 3,3hl. Modernità e personalità da vendere!

Condividi questo post

Altri articoli

Degustazioni

Sassicaia 2021, fendente ma aggraziato

A Bolgheri la poesia oltre la stagione concentrata La visita presso Tenuta San Guido lo scorso 9 Febbraio è stato momento di approfondimento dei nuovi

Entra in contatto con il nostro team

Se sei un Produttore o un’Azienda e vuoi partecipare alle degustazioni annuali della Compagnia, CONTATTACI all’e-mail: info@winescritic.com.
Potrai ricevere informazioni sul nostro lavoro e sui nostri Eventi virtuali e in presenza. Siamo sempre alla ricerca di nuove realtà da poter raccontare in tutto il Mondo.